Scivolata ruota anteriore

Discussione in 'Ruote' iniziata da enricotex, 14 Marzo 2017.

  1. enricotex

    enricotex Pignone

    Registrato:
    6 Maggio 2014
    Messaggi:
    115
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Domenica sono scivolato causa perdita di aderenza dell'anteriore.
    E' successo alla fine di una discesa di 5 km, alle 11, ultimo tornante, e mentre andavo piano, essendo appunto alla fine della discesa. I tornanti precedenti li avevo fatti sicuramente a velocità più alta.

    - era la prima uscita di quest'anno con quella bici.
    - pneumatici Michelin PRO 4 service course 25mm, montati giugno 2016, 1000 km (tutti nel 2016).
    - pressione 6.5 post - 6 ant (io peso 63kg)

    Sinceramente non mi spiego il perchè, ma non sono esperto ....
    Può essere che le gomme siano vecchie o abbiano patina? L'inverno lo hanno passato in luogo asciutto a circa 10°.
    O è solo stato un caso, dovuto a sporco della strada? Non c'era ghiaino e sembrava comunque in ottime condizioni. Olio/gasolio?

    Grazie
     
  2. mika

    mika Ammiraglia

    Registrato:
    9 Novembre 2007
    Messaggi:
    19.521
    Mi Piace Ricevuti:
    334
    Possono essere 1000 cose... anche l'asfalto un po liso. Nei tornanti di solito lo è un po di più.
    Anche a me è capitato un bel dritto, avevo su i tubeless...brutta esperienza, però ero un po al limite.
     
  3. davlak

    davlak Maglia Rosa

    Registrato:
    30 Giugno 2011
    Messaggi:
    9.576
    Mi Piace Ricevuti:
    204
    a volte basta un camion della spazzatura che perde un pò di percolato.
    io ci ho fatto un volo col botto, sulla rotatoria davanti casa mentre stavo rientrando ai 15 all'ora.
    anche nel tuo caso, non credo sia colpa di copertoni o altro ;-)
     
  4. enricotex

    enricotex Pignone

    Registrato:
    6 Maggio 2014
    Messaggi:
    115
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Grazie ad entrambi.

    o-o
     
  5. pavlinko80

    pavlinko80 Gregario

    Registrato:
    9 Aprile 2014
    Messaggi:
    678
    Mi Piace Ricevuti:
    9
    In questi casi a fine inverno un copertone con scanalature e non totalmente liscio all anteriore aiuta e magari tenere anche pressioni piu basse all anteriore

    Inviato dal mio BLN-L21 utilizzando Tapatalk
     
  6. longjnes

    longjnes Apprendista Scalatore

    Registrato:
    10 Luglio 2008
    Messaggi:
    2.628
    Mi Piace Ricevuti:
    75
    ciao spiace
    io ho copertoni diversi dai tuoi ma con stessa larghezza e spalla.
    (ho i gp4000 s2 25mm che sono 27mm reali /29 di spalla come i pro4 michelin)
    sono 83kg cioè 20 kg più di te, ma uso le stesse tue identiche pressioni.
    a mia moglie (sempre gp 4000 25 mm)che è 55kg tengo sui 4,5 anteriore e 5 posteriore.
    secondo me sei un po troppo gonfio.
    però non si scivola per 1 bar in più.. ci saranno state altre cause sulla strada.
    una gonfiafura meno "dura" aiuta comunque ad essere più sensibile su aderenze limite. avverte di più per quanto possibile, oltre che permette alla mescola di aggrapparsi al massimo sulla rugosità della strada.
    io e mia moglie mai avuto problemi di pizzicaure anche sulle nostre strade... quindi secondo me potrei calare ancora con la pressione.
     
  7. Gamba_tri

    Gamba_tri Velocista

    Registrato:
    29 Marzo 2005
    Messaggi:
    5.573
    Mi Piace Ricevuti:
    147
    Vivi vicino al mare? Anche il salino sull'asfalto è una brutta bestia.
     
  8. GiaMatteoImpera

    GiaMatteoImpera Apprendista Passista

    Registrato:
    22 Febbraio 2016
    Messaggi:
    809
    Mi Piace Ricevuti:
    40
    Che un copertone seppur freni da mesi crei una patina scivolosa lo vedo difficile.
    Più facile ci fosse sulla strada della sabbia o qualche goccia di gasolio. Il gasolio è tremendo. Anni fa in un tornate verso Bielmonte cademmo nella stessa curva in 5 moto.

    Sent from my SM-A510F using BDC-Forum mobile app
     
  9. enricotex

    enricotex Pignone

    Registrato:
    6 Maggio 2014
    Messaggi:
    115
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Niente mare, zona pedemontana veneta.

    Non avevo precisato che prima di quel tornante avevo percorso 25 km di pianura e 6 di salita, 6 di discesa, quindi mi vien da pensare che la gomma avrebbe dovuto essersi "riattivata".
    Aggiungo che non avevo i freni tirati, ero già oltre la corda, quasi in uscita tornate.

    Tutto ciò mi fa dare la colpa a dello sporco. C'era qualche raffica di vento, ma niente di particolare, non credo possa causare perdite di aderenza.

    Grazie a tutti.
     
  10. Reds

    Reds Pedivella

    Registrato:
    25 Giugno 2012
    Messaggi:
    472
    Mi Piace Ricevuti:
    12
    Ti capisco.
    Ho provato la stessa sensazione quest'estate in una curva mi è partito l'anteriore e non c'è stato verso di rimanere in piedi, ho fatto mezza carreggiata scivolando sul fianco. ( ho ancora una fifa matta a piegare la bici nelle curve a sinistra :cry:)
    In questi casi puoi arrovellarti per mesi a cercare una risposta ma, alla fine per quanti fattori ci possano essere in ballo aumenteranno solo le domande, credimi.
     
  11. Fabi00

    Fabi00 Pignone

    Registrato:
    28 Ottobre 2015
    Messaggi:
    297
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Quoto in pieno.....se non ci sono danni si riparte senza pensarci troppo:yoga:, queste cose fanno parte del bagaglio culturale che si accumula negli anni.o-o
     
  12. tombazosana

    tombazosana Apprendista Velocista

    Registrato:
    31 Dicembre 2010
    Messaggi:
    1.269
    Mi Piace Ricevuti:
    66
    Anche se ci sono danni e fratture varie... sempre in sella, siamo in strada e la paura non è parte del dna, però ti fa capire che può cambiare tutto in un attimo, un'assicurazione seria e il testamento già scritto, una toccatina alle....soprasella e si parte.

    inviato da qui a li via etere
     
  13. flavio-resana

    flavio-resana Maglia Rosa

    Registrato:
    16 Ottobre 2009
    Messaggi:
    9.382
    Mi Piace Ricevuti:
    121
    in che zona eri? domenica mattina molto vento, ho visto "veleggiar" moltissimi ciclisti con le ruote in carbonio ad alto profilo, e ti dico che già con un 30 mm si sentivano eccome!!:-x

    Secondo me l'asfalto liscio, copertoni non freschissimi, magari un po' di brecciolino od olio...ed il gioco è fatto.
    L'importante è non farsi male e ripartire subito...ovvio, si prende un po' paura, ma poi passa.

    Domenica prossima sarò in zona ROSINA per una 80 km senza troppo dislivello; magari se sei da quelle zone ci si può trovare!:eek:
     
  14. enricotex

    enricotex Pignone

    Registrato:
    6 Maggio 2014
    Messaggi:
    115
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Ero sulla strada da Marostica a San Luca. Al primo tornante. Penso conoscerai bene.

    Il vento l'ho sentito bene in pianura, e pur non essendo io grande e utilizzando ruote basso profilo, comunque andavo un po' in qua ed in là.

    Grazie per l'invito, quelle sono le zone dove pedalo di solito, si può fare, non so se questa domenica, ma si può fare! o-o

    Grazie a tutti, sono già risalito in sella! o-o
     
  15. gabr74

    gabr74 Gregario

    Registrato:
    26 Ottobre 2014
    Messaggi:
    644
    Mi Piace Ricevuti:
    11
    Secondo me bisogna sempre fermarsi a capire bene il motivo di ogni caduta... altrimenti è possibile cadere di nuovo per lo stesso motivo 2 tornanti piu' avanti...

    Da quello che ho capito fin'ora ho scelto di andare al 100% sui tornanti solo se l'asfalto è abbastanza scuro, non solo perchè tiene di piu', ma perchè mette in evidenza eventuale ghiaietta e trattiene olio o simili.
     

Condividi questa Pagina