Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

Sistemare piccola crepa su appendice aerodinamica bianchi xr4

Discussione in 'Bici e telai' iniziata da ulau75, 8 Novembre 2018.

  1. gipsy

    gipsy Apprendista Cronoman

    Registrato:
    6 Agosto 2004
    Messaggi:
    3.327
    Mi Piace Ricevuti:
    161
    io posterei il tutto nella sezione "angolo della verità", così viene notificata anche la casa costruttrice, che, se vuole, può intervenire e dire la sua. spesso quando gli stracci volano in pubblico, i produttori cambiano atteggiamento...
     
  2. ulau75

    ulau75 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    11 Settembre 2008
    Messaggi:
    1.844
    Mi Piace Ricevuti:
    61
    Si può girare la discussione direttamente in un'altra sezione o bisogna aprirne una nuova ?
     
  3. ulau75

    ulau75 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    11 Settembre 2008
    Messaggi:
    1.844
    Mi Piace Ricevuti:
    61
  4. bicilook

    bicilook Scalatore

    Registrato:
    15 Giugno 2008
    Messaggi:
    6.664
    Mi Piace Ricevuti:
    636
    Sai perchè non lo fanno?...perchè quel telaio arriva bello pronto da Taiwan... e non possono farti la riparazione...o c'è un cedimento strutturale, lo riconoscono e te lo sosituiscono, oppure non hanno il verniciatore che te lo rimette a posto.
    Anche se è fastidioso essere trattati così,dammi retta,fai tu un ritocco o fallo fare...rischi che per una minicrepa della vernice,di rimanere senza bici per mesi per poi sentirti dire quello che ti hanno già detto.
    E comunque tutto si può dire,ma non che lì si è aperta la vernice per un sassolino.
    Li probabilmente si è crepata la vernice perchè con le vernici chiare ne danno di più per coprire bene il carbonio, e in quel punto c'è un accumulo di vernice e si è spaccata...i telai della bici flettono,e flettendosi anche la vernice è sollecitata.
     
    A Predator e Dogmafpx piace questo messaggio.
  5. dackmaster

    dackmaster Pedivella

    Registrato:
    20 Novembre 2005
    Messaggi:
    488
    Mi Piace Ricevuti:
    28
    Non ho capito una cosa.. se girando tutto il manubrio il corpo freno va a toccare l'aletta, hai fatto questa prova?
     
  6. ulau75

    ulau75 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    11 Settembre 2008
    Messaggi:
    1.844
    Mi Piace Ricevuti:
    61
    Infatti, a 10 km da casa mia c'è un piccolo artigiano che ripara il carbonio. Ho mandato una mail per un preventivo. Sono capitate situazioni simili a conoscenti, con cervelo e trek. Sono tutti uguali.

    Sent from my PRA-LX1 using BDC-Forum mobile app
     
  7. Predator

    Predator Scalatore

    Registrato:
    30 Marzo 2008
    Messaggi:
    7.090
    Mi Piace Ricevuti:
    192
    Quindi è conveniente prendere i telai colore nero carbonio, presumo che mettano solo un trasparente senza verniciarli, giusto?

    Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk
     
    #47 Predator, 8 Novembre 2018
    Ultima modifica: 8 Novembre 2018
  8. ulau75

    ulau75 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    11 Settembre 2008
    Messaggi:
    1.844
    Mi Piace Ricevuti:
    61
    No, devo provare.

    Sent from my PRA-LX1 using BDC-Forum mobile app
     
  9. texxio

    texxio Pignone

    Registrato:
    23 Aprile 2007
    Messaggi:
    104
    Mi Piace Ricevuti:
    56
    Ma sti telai in carbonio mi sembrano un po' "leggerini" per quello che li fanno pagare.
    Io non sono in grado di valutare l'entità del danno ma sé hai sborsato
    3500€ ed essendo ancora in garanzia ti consiglio di far valere i tuoi diritti e di rivolgerti a qualcuno che ti difenda.
     
  10. Predator

    Predator Scalatore

    Registrato:
    30 Marzo 2008
    Messaggi:
    7.090
    Mi Piace Ricevuti:
    192
    Quello che dici è giustissimo sono pienamente d'accordo, purtroppo quando ti trovi in queste circostanze in considerazione che il danno per fortuna non è così grave, pur sapendo che sei nella totale ragione e malgradotutto la casa produttrice Bianchi, non ha dimostrato nessun interesse per risolvere il problema, penso che la cosa migliore da fare è quella di rivolgersi da qualche bravo esperto che ripara telai in carbonio.
    Sicuramente il costo per quel tipo di riparazione non dovrebbe essere costosa, anzi penso che sia molto meno dispendiosa calcolando tutte le spese legali per il contenzioso, tenendo presente tutti i fastidi e perdite di giornate di lavoro, rimanere senza bici per lungo tempo e altri costi aggiuntivi per la perizia del danno ecc..


    Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk
     
  11. THE MATRIX M+

    THE MATRIX M+ Apprendista Velocista

    Registrato:
    15 Novembre 2012
    Messaggi:
    1.714
    Mi Piace Ricevuti:
    330
    Anche a me sembra abbia preso una bella botta. Hai due strade, o essere persuasivo ed insistere con Bianchi oppure fartelo riparare da un artigiano, costo meno di 100 euro che per un telaio del genere sono ben spesi.
    Biciclette sono, vanno per strada, subiscono urti e i graffi sono normali.
     
  12. texxio

    texxio Pignone

    Registrato:
    23 Aprile 2007
    Messaggi:
    104
    Mi Piace Ricevuti:
    56
    Ripeto io non so valutare l'entità del danno però se lo fai riparare automatico decade la garanzia per cui fatti bene i conti.
    Se la bici vale 3500€ son bei soldi e mi piace constatare che i cari produttori si fanno strapagare i loro prodotti e poi tutele per i consumatori zero.
     
  13. samuelgol

    samuelgol Rain Man
    BDC Staff

    Registrato:
    24 Settembre 2007
    Messaggi:
    28.283
    Mi Piace Ricevuti:
    1.740
    Scusate, ma quali diritti dovrebbe far valere? Quale ragione sarebbe totalmente dalla parte del cliente?
    Qui le strade sono 2. E' un difetto strutturale?
    SI: allora Bianchi deve la garanzia.
    NO: allora Bianchi non deve nulla.
    Poichè appare chiaro che possa essere un danno da impatto, seppur non sappiamo quale impatto (sassolino? freno in rotazione del manubrio? Caricamento in auto? Altro?), mi pare pretestuoso il solo pensare che Bianchi abbia una qualche responsabilità. Come è stato spiegato, non fa riparazione, essendo che non ha la catena produttiva in Italia, quindi secondo quale norma di legge, di buonsenso, imprenditoriale, economica, una casa dovrebbe cambiare i prodotti a tutti i clienti che lamentano un danno non dipendente da un difetto costruttivo? Sarebbe la maniera di mandare a gambe all'aria una ditta, perchè se un telaio o 2 o 3, cambiati chiudendo un occhio, possono non arrecare loro un danno, ci vuole assai, che i clienti li comincino a danneggiare apposta per averli nuovi, se le case cominciano con la politica del "cambiamo telaio in ogni caso".
    Ogni volta la stessa storia, il lupo cattivo è sempre il costruttore per qualcuno.
    Concordo che una risposta di cortesia alle mail sarebbe quantomeno opportuna. Un contatto col cliente, seppur per affermare un diniego, non è mai un brutto modo di porsi.
     
    A blues boy, alexilsecco, maurocip e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  14. j-axl

    j-axl Apprendista Scalatore

    Registrato:
    29 Maggio 2013
    Messaggi:
    1.809
    Mi Piace Ricevuti:
    196
    ...ma per quanto sgradita sia, alcune aziende per politica interna non intrattengono relazioni dirette col cliente finale o perlomeno lo fanno solo attraverso il rivenditore come in questo caso.
    Racconto la mia esperienza per capire qual sia forse la dinamica:
    ho una Merida Reacto che ha una superfice aerodinamica simile.
    Il costruttore ha previsto un piccolo adesivo trasparente circolare spesso, posizionato sulla parte laterale-frontale della forcella.
    Non ne avevo mai capito il significato perchè normalmente il passaggio guaine sul piantone orizzontale ostacola la normale rotazione completa della forcella.
    Lo scorso anno ho però rifatto tutte le guaine e cavi perchè ho installato un manubrio integrato.
    Mi sono accorto nei giorni seguenti che quell'adesivo sulla forcella era molto rovinato, raggrinzinto e sollevato.
    Ho così cercato di capire il perchè e ho notato che serviva proprio a proteggere forcella e appendice dal contatto diretto.
    Questo per dire che è bastato lasciar girare a fine corsa la forcella sul cavalletto da officina per procurare un danno(non nel mio caso che sotto l'adesivo era tutto ok) che, in caso di vernice lucida e spessa come quella Bianchi possa rovinare esteticamente il mezzo.
    Per me si tratta solo di vernice e dubito tu possa mai far valere le tue ragioni(anche se te lo auguro) proprio per quanto su citato.
    Oltratutto dici di caricare la bici in auto con la ruota girata, e non puoi sapere se le frenate o le sollecitazioni quali buche possano far cozzare l'appendice contro forcella o freno.
    Ti auguro tutto si risolva per il meglio, ma ho paura tu ti dovrai avvalere di un piccolo ritocco estetico e di maggior attenzione(non è una critica, se non avessi avuto quell'adesivo avrei segnato qualcosa pure io anche se il mio telaio ha solo una finitura trasparente).
    PS: Non ti fare il sangue amaro per una sciocchezza simile e goditi quella bici stupenda.
     
  15. ulau75

    ulau75 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    11 Settembre 2008
    Messaggi:
    1.844
    Mi Piace Ricevuti:
    61
    Guarda, io non pretendevo il telaio nuovo, anzi.
    E' stato il negoziante che mi ha illuso dicendomi Bianchi è azienda serissima, vedrai loro non rovinano la loro reputazione.
    Se non te lo sostituiscono, sicuramente lo riverniciano.
    Ritengo che se quell'appendice aereodinamica si rovina solo ruotando troppo il manubrio o per un piccolo sassolino, forse bisogna rivedere il progetto del telaio, ma magari mi sbaglio.
    Sinceramente se avessero semplicemente risposto alle mie mail, dicendo, guardi stiamo valutando, oppure le faremo sapere tramite il suo negoziante, sarebbe stata cosa gradita.
    Spiace perchè sono alla terza Bianchi, le prime 2, erano bassa-medio gamma e mai avuto un problema.
    Lo scorso anno si avvera un sogno e compro un top di gamma e iniziano i problemi.
     
  16. ulau75

    ulau75 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    11 Settembre 2008
    Messaggi:
    1.844
    Mi Piace Ricevuti:
    61
    Altrimenti la tengo in salotto, così rimane nuova....
     
  17. alterpeople

    alterpeople Apprendista Velocista

    Registrato:
    29 Dicembre 2012
    Messaggi:
    1.245
    Mi Piace Ricevuti:
    48
    Avrei voluto non commentare più , ma ho trovato una vecchia discussione proprio su bdc che mi ha fatto riflettere.
    Se da un lato è vero che il produttore sembra non aver colpa in questo caso ,
    dall'altro piange il cuore su come sia possibile vendere un prodotto la bellezza di 3500€ qui in italia spacciato per made in italy costruito chissà dove.
    E con questo non denigro la cucina estera , anzi (kuota OK, giant OK , felt OK ) , il discorso è vendere cose per ciò che non sono avendo il massimo profitto su scala globale.
    Anche Cipollini vende un telaio 3 mila o 4 mila 4. Ma almeno è italiano davvero.
    È impossibile che per un prodotto di questo prezzo non esista neanche una rete interna di riparazione o verniciatura .
    Ma anche a pagamento , convenzionata.
    Perché a farlo fare al cliente si può far tutto quello che vuoi (io però non riparo il carbonio gratis , e neanche i carrozzieri lavorano gratis).
    Quindi più che discorso di danno , perché lo ripari con la gomma da masticare ed un pò di vernice, è impossibile che un prodotto di 3500€ diventi immondizia, perché viene importato già bello e pronto e nel paese di destinazione non esiste niente.
    Scusate , ma allora qual'è la differenza tra quello originale e i falsi identici da 500€ nuovi ?
    Insomma , a questo punto mi sembra un discorso etico più che di danno.
    Non pretendo di avere la roba gratis , ma il lavoro di tutti va rispettato (il mio e quello degli altri), a prescindere del luogo di produzione.
     
  18. ulau75

    ulau75 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    11 Settembre 2008
    Messaggi:
    1.844
    Mi Piace Ricevuti:
    61
    Diciamo che a questo punto quell'aletta è un pò leggerina quantomeno, se basta un sassolino o un caricamento in auto con manubrio girato.
    Il caricamento in auto è sempre stato fatto anche con le bici precedenti e mai successo nulla.
     
  19. samuelgol

    samuelgol Rain Man
    BDC Staff

    Registrato:
    24 Settembre 2007
    Messaggi:
    28.283
    Mi Piace Ricevuti:
    1.740
    Come ho detto, una risposta alla mail concordo che sarebbe stata un gesto opportuno, anche per opporre un diniego.
    Riguardo a quel che ti ha detto il negoziante che Bianchi è azienda serissima (la mia esperienza è concorde) e che non si rovinavano la reputazione.....per me, la reputazione non se la sono affatto rovinata e in ogni caso, il negoziante che fa il figo mettendo in mezzo Bianchi, è lui che deve la garanzia eventualmente, non Bianchi, quindi invece di far apparire Bianchi come quelli che invece non sono stati seri e si sono rovinati la reputazione, potrebbe lui essere serio e non rovinarsi la sua, riverniciandoti a sue spese il telaio, visto che E' LUI, a norma di legge, il responsabile della garanzia con il cliente. E' facile rimpallare il cliente dal produttore.
     
  20. alterpeople

    alterpeople Apprendista Velocista

    Registrato:
    29 Dicembre 2012
    Messaggi:
    1.245
    Mi Piace Ricevuti:
    48
    Perché forse il signor bianchi o il signor pinarello pretendono che gli producano i telai / riparazioni alle stesse condizioni di dove se li fanno fare ora.
    È così che è successo con l'elettronica e infatti , quelli che sono rimasti incappati nel mercato della riparazione elettronica lavorano nei sottoscala a tariffe cinesi con matriosche di società scatola e passaggi di mano.
    Dopo il thread che ho letto girano i coioni.
     

Condividi questa Pagina