Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

Sram Red 11v VS 12v quale scegliere?

Discussione in 'Abbigliamento e altre parti' iniziata da Lorenzo_78, 10 Giugno 2019.

  1. Lorenzo_78

    Lorenzo_78 Apprendista Passista

    Registrato:
    7 Aprile 2007
    Messaggi:
    1.004
    Mi Piace Ricevuti:
    10
  2. lucaalessio

    lucaalessio Novellino

    Registrato:
    31 Maggio 2016
    Messaggi:
    41
    Mi Piace Ricevuti:
    9
    Da 20gg possessore di etap 11v rim.
    Principalmente la scelta è stata influenzata dal prezzo, 1900€ per 11v completo contro i 3200€ del 12v. Avendo 3 ruote, basso profilo e leggere per la montagna, medio profilo per pianura e per fare le foto belle alla bicicletta, e quelle da allenamento per tutti i giorni, avrei dovuto anche cambiare 3 corpetti ruota libera (il corpetto 11v non va bene) oltre a dover ricomprare per ogni set di ruote il relativo pacco pignoni e buttare le 4 cassette che 11v che avevo.
    Insomma se puoi spendere non c'è una controindicazione per il 12v ( articoli e commenti sulle corone più piccole ne trovi ovunque, così come i calcoli di sviluppo metrico annesso), essendo nuovo ė più bello per default, e caratterizza maggiormente una biccicletta nuova.
    Ovviamente avrà più rivendibilita tra qualche anno un po come ė avvenuto nel passaggio da 10v ad 11v.
    Quindi se non mi fosse pesato spendere quei 2000€ in piu tra gruppo, cassette e componenti vari, avrei preso il 12v...
    Ma poi come si dice in questi casi, l' 11v mi basta e avanza, e il passaggio dal vecchio meccanico all' elettronico me lo fa aprezzare tantissimo comunque.


    Inviato dal mio SM-T550 utilizzando Tapatalk
     
  3. SoftMachine

    SoftMachine Maglia Rosa

    Registrato:
    10 Ottobre 2010
    Messaggi:
    9.633
    Mi Piace Ricevuti:
    2.394

    Perchè è nuovo ed i cicloamatori sono nella quasi totalità affetti da sindrome da acquisto compulsiva.
    Le 12 vengono vanificate, a mio parere, dal pignone di partenza che ha 10 denti. Esteticamente, preferisco di gran lunga Etap . Paradossalmente mi piace di piu' il Force AXS
     
  4. Lorenzo_78

    Lorenzo_78 Apprendista Passista

    Registrato:
    7 Aprile 2007
    Messaggi:
    1.004
    Mi Piace Ricevuti:
    10
    Ed io non sono certo immune a questa malattia! ;pirlùn^Ma dal punto di vista prettamente tecnico, lasciando per un attimo da parte la questione economica, la novità, il fattore estetico che è sempre molto soggettivo (ad esempio la guarnitura del Red AXS a me sembra bella esagerata, molto più del RedEtap) la scimmia dell'amatore medio etc..., mi chiedo: è veramente un passo in avanti l'AXS rispetto all'etap?
     
  5. golias

    golias Passista

    Registrato:
    28 Marzo 2018
    Messaggi:
    3.904
    Mi Piace Ricevuti:
    1.598
    Per certi versi si potrebbe benissimo rispondere positivamente, per altri (economicamente parlando ma, come già detto, fa poco testo in ambiente cicloamatoriale) un pò meno.
    La scelta di sram di svincolarsi in modo totale dall'etap prima serie è un chiaro segnale che il business la fa da padrone.. a mio avviso sarebbe bastato aggiornare il softwere e aggiungere qualche cassetta da 12 velocità, i rapporti proposti 50>10 sono uno schiaffo alla tecnica.. forse l'intento era avere maggiori rapporti pur restando in un range di peso accettabile, arma da sempre usata dagli ammericani, ma -se non vado errato- è riuscito solo a metà.
    Però esteticamente non è male così come il nuovo force axs
     
  6. flavio-resana

    flavio-resana Maglia Gialla

    Registrato:
    16 Ottobre 2009
    Messaggi:
    10.420
    Mi Piace Ricevuti:
    513
    Non so, io ho fatto una scelta contro tendenza per molti, ho messo sulla Specialissima CV lo Shimano Ultegra Di2 8050 e come guarnitura una rotor con corone ovali 50 e 34 mentre sui pignoni una bella 11-32 così da avere una ottima scelta per qualsiasi percorso.
    Il di2 con il cambio syncro e la gestione tramite APP e PC è molto più "godibile"e soprattutto mi sono reso conto che è IMMEDIATA la cambiata, l'ho proprio percepito in salita...e la deragliata dal 34 al 50 che mi ha lasciato basito.
    Ovviamente Sram è un passo avanti, secondo me, sulla estetica...ma è soggettivo.
     
  7. Lorenzo_78

    Lorenzo_78 Apprendista Passista

    Registrato:
    7 Aprile 2007
    Messaggi:
    1.004
    Mi Piace Ricevuti:
    10
    Ma la domanda appunto è: pesa di più, costa di più (ma di per sé è già del tutto irrazionale spendere la cifra dell’etap 11v), quindi? Perché prenderlo? Per la novità? Per le 12v? Per la possibilità di gestirlo tramite app? Avrà pure altre migliorie rispetto al “vecchio”. O no.


    Sent from my iPhone using BDC-Forum mobile app
     
  8. flavio-resana

    flavio-resana Maglia Gialla

    Registrato:
    16 Ottobre 2009
    Messaggi:
    10.420
    Mi Piace Ricevuti:
    513
    su fronte peso: NO
    su fronte APP: SI lo gestisci
    su velocità di cambiata: NO
     
  9. golias

    golias Passista

    Registrato:
    28 Marzo 2018
    Messaggi:
    3.904
    Mi Piace Ricevuti:
    1.598
    Flavio.. direi che di soggettivo c'è parecchio in una bdc, provato le ovali ma non ho sentito migliorie il pacco pignoni 11-32 presenta buchi non a me concessi e le varie combinazioni dei rapporti preferisco essere io a gestirmele quindi del cambio automatico in una bdc non me ne farei nulla (in auto irrinunciabile ;-) )
    Per me che per anni sono andato con un "vecchio" Ultegra 6800 11v il red etap sempre 11v è stato un bel passo.
     
  10. flavio-resana

    flavio-resana Maglia Gialla

    Registrato:
    16 Ottobre 2009
    Messaggi:
    10.420
    Mi Piace Ricevuti:
    513
    ah bhè chiaro.
    Io ho visto che mi trovo bene con il Di2 proprio per la cambiata "automatizzata" e per la rapidità di gestione e cambiata.
    Inoltre la APP è carina e fatta bene, ci sono spesso aggiornamenti.
    Sram AXS è un top class con prezzi adeguati, io avessi i soldi lo prenderei ad occhi chiusi.
     
  11. golias

    golias Passista

    Registrato:
    28 Marzo 2018
    Messaggi:
    3.904
    Mi Piace Ricevuti:
    1.598
    Non saprei.. ho già quel che mi serve e mi garba assai, buchi nella cassetta autocostruita che l'etap fa funzionare a dovere non ne ho (o almeno non ne ho dove mi servono) quindi per me la Sram per ora ha fatto il classico buco nell'acqua ;-)
     
  12. SoftMachine

    SoftMachine Maglia Rosa

    Registrato:
    10 Ottobre 2010
    Messaggi:
    9.633
    Mi Piace Ricevuti:
    2.394
    Io no.
    Il dodici velocità avrebbe ulteriormente prodotto cassette con minor numero di buchi se fossero partiti da un classico 11. Il partire dal 10 inficia il tutto, a mio parere.
    Oltretutto Sram ha sempre avuto come cavallo di battaglia per i propri prodotti il peso contenutissimo. Ora mi pare che sia andata in controtendenza. Sono scelte commerciali che non capisco
    A mio parere, un paio di anni or sono, avrebbe dovuto puntare su un Force etap 11 v per aggredire il mercato che è, in quella fascia, dominio di Ultegra.
    Invece il silenzio.
    Certo, io non conosco i dati di vendita dei nuovi AXS, occorrerebbe averli per capire se la via intrapresa da Sram sia stata redditizia o meno
     
    A golias piace questo elemento.
  13. bach7

    bach7 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    10 Gennaio 2011
    Messaggi:
    2.673
    Mi Piace Ricevuti:
    467
    da possessore di axs (passaggio da etap hrd) dico 11v.

    sram con le 12v ha aumentato l'estensione dei rapporti più che puntare a "intensificare" i rapporti.

    segno che già con le 11v (shimano sram e campy) si è trovato un ottimo compromesso per quel riguarda i salti.

    cosa simile ha fatto campy (che ha mantenuto l'11)

    probabilmente entrambe si saranno fatte i conti, arrivando al punto che il mercato preferisce rapporti più estesi piuttosto che più fitti rispetto alle 11v.

    quindi le 12v a meno di esigenze "particolari" non sono necessarie (o cmq non portano tanto di più).

    altri aspetti da considerare sono il sistema frenante e il parco ruote esistente.

    insomma la valutazione non è solo figlia dello sviluppo metrico.
     
  14. SoftMachine

    SoftMachine Maglia Rosa

    Registrato:
    10 Ottobre 2010
    Messaggi:
    9.633
    Mi Piace Ricevuti:
    2.394
    Infatti mi piacerebbe vedere i dati di vendita proprio per capire se "il mercato" spinge verso una piu' estesa gamma di rapporti fregandosene dei buchi tra un pignone e l'altro.
    Certo, la valutazione non è solo figlia dello sviluppo metrico ma, per l'appunto, il gruppo è davvero pesante (e non sono un grammomaniaco) quando Sram ha sempre fatto del peso il proprio cavallo di battaglia, occorre cambiare corpetto alle ruote...
    insomma, a mio parere, sempre che i dati non mi smentiscano, l'idea non la trovo illuminante
     
  15. bach7

    bach7 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    10 Gennaio 2011
    Messaggi:
    2.673
    Mi Piace Ricevuti:
    467
    sram lo ha chiamato axs proprio per puntare l'attenzione su aspetti legati alla connettività piuttosto che al rapporto in più.

    Dimostrazione che tecnicamente il dodicesimo rapporto forse non era fondamentale.

    Anzi malignamente ritengo che abbia utilizzato questa novità per sistemare una volta per tutte la deragliata anteriore.

    Per quanto riguarda peso e in parte estetica Concordo con te.

    I nuovi gruppi sono più pesanti e alla vista anche più voluminosi.

    Di fatto il cambio posteriore è lo stesso per la mtb, gravel o bdc.

    Non il massimo per gli stradisti più conservatori.

    Capisco però che avendo introdotto il monocorona con le 12V siano stati quasi obbligati a tali scelte.
     
    A SoftMachine piace questo elemento.
  16. flavio-resana

    flavio-resana Maglia Gialla

    Registrato:
    16 Ottobre 2009
    Messaggi:
    10.420
    Mi Piace Ricevuti:
    513

    rispondo a tutti.
    non avevo ancora visto i pesi ed i buchi dei gruppi, avete ragione.
    in effetti anche il discorso corpetto è molto influente.

    Ehhh allora ho proprio fatto bene a "tornare" in Giappone ^_^
     
  17. bach7

    bach7 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    10 Gennaio 2011
    Messaggi:
    2.673
    Mi Piace Ricevuti:
    467
    beh dipende. come scritto
    sopra gli aspetti da valutare non sono squisitamente solo di sviluppo metrico.

    c'è anche da considerare che shimano a breve farà la sua apparizione nelle 12v.

    è ipotizzabile che cambi il corpetto (qualcosa di simile a quanto proposto in mtb).

    quindi se l'investimento sul gruppo è di quelli a lungo termine forse non è la scelta più opportuna.

    ma sono tutte valutazioni a forte carattere soggettivo.
     
  18. Petgold969

    Petgold969 Apprendista Cronoman

    Registrato:
    29 Dicembre 2010
    Messaggi:
    3.284
    Mi Piace Ricevuti:
    575
    Secondo me bisognerà fare il paragone su pesi e cassette quando tutti e tre i maggiori competitor avranno gli stessi gruppi a 12v, manca solo shimano e credo che colmerà presto questa lacuna.
    Per quanto riguarda Sram comunque prendendo la guarnitura 33/46 e cassette 10/26 e 10/28 non vedo tutti questi buchi e anzi mi pare molto fruibile per un amatore per il fatto di poter utilizzare di più la corona grande o-o
     
  19. Lorenzo_78

    Lorenzo_78 Apprendista Passista

    Registrato:
    7 Aprile 2007
    Messaggi:
    1.004
    Mi Piace Ricevuti:
    10
    In effetti il peso dell'elettronico Campagnolo12V è simile se non uguale a quello del RedAXS...si sta assistendo ad un'inversione di tendenza: prima il minor peso sembrava fosse un requisito irrinunciabile, ora, invece...questo anche nelle ruote, mi sembra.
     
    A Petgold969 piace questo elemento.
  20. flavio-resana

    flavio-resana Maglia Gialla

    Registrato:
    16 Ottobre 2009
    Messaggi:
    10.420
    Mi Piace Ricevuti:
    513
    già, notavo pure io,anche qua sul forum cmq.
    Ruote che faticano a stare sotto i 1400 gr, gruppi che sono stupendi esteticamente hanno incrementato le velocità (24 velocità oramai) e che cmq sono lontani dai 1850 gr di un Red 22 o un red 20 meccanico; se proprio vogliamo cercare di capire come mai (mi sono fatto questa idea) vedo un 6,8 kg delle bici raggiunti con estrema facilità, dunque non vi è più la rincorsa al "super light", ma a componenti molto affidabili e per le ruote una solidità maggiore rispetto ad un peso troppo basso.
    Testimoniano alcuni utenti del forum che anche togliendo 1 kg in totale alla bici e utilizzando componentistica super leggera le prestazioni non cambiano (per gli amatori); certamente arrivando a spendere cifre folli ci si potrebbe accaparrare delle ruote estremamente rigide e leggere, ma a che scopo se ci sono i limiti UCI?
    ecco...direi che con tutta probabilità anche le varie case costruttrici si stanno mettendo in laboratorio R&S per sviluppare la tecnologia più efficiente e soprattutto stanno creando qualcosa che VISIVAMENTE piace e lascia il segno, sennò non saprei giustificarmi la spesa di oltre 3400 euro per il solo Gruppo AXS...
     

Condividi questa Pagina