Tim Wellens, l'inalatore ed il diabete della Novo Nordisk

Discussione in 'Magazine' iniziata da Ser pecora, 12 Gennaio 2018.

  1. mchanic

    mchanic Novellino

    Registrato:
    9 Ottobre 2016
    Messaggi:
    31
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    La parte della novo nordisk me la dovresti spiegare , a me sembra che sia un 'iniziativa x persone affette da una malattia cronica e debilitante che può essere tenuta sotto controllo anche facendo dello sport . Non so se tutti gli atleti del team usino insulina , hai notizie più dettagliate o buttato lì tutto a caso ? Hanno mai vinto una corsa ?
     
  2. maurocip

    maurocip Passista

    Registrato:
    16 Luglio 2014
    Messaggi:
    3.850
    Mi Piace Ricevuti:
    149
    personalmente la penso come Wellens, ho già i capelli grigi... nei regolamenti il grigio non mi piace o-o
     
  3. Ser pecora

    Ser pecora Diretur

    Registrato:
    16 Aprile 2004
    Messaggi:
    12.343
    Mi Piace Ricevuti:
    396
    Potrei anche spiegartelo, ma visti i toni aggressivi puoi tranquillamente andare sul sito della novo Nordisk e controllare da te.
     
  4. bianco222

    bianco222 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    24 Giugno 2013
    Messaggi:
    2.128
    Mi Piace Ricevuti:
    65
    A me non sembra un tono particolarmente aggressivo.
    Comunque se è come si dice nell'articolo, ovvero che hanno tutti il diabete di tipo 1, l'insulina la devono prendere per forza... E l'insuline è ovviamente vietata per chi non ha il diabete. Quindi stando alle parole di Wellens la squadra non dovrebbe esistere, quando invece secondo me (e mi sembra di capire anche secondo chi ha scritto l'articolo) è un'iniziativa molto bella che permette anche di sensibilizzare su un tema importante come il diabete.
    Se hanno mai vinto una corsa non te lo so dire ma poco importa. Altrimenti si passa a discutere che il doping o il TUE vanno bene solo se lo si usa per finire le corse e non per vincerle...
     
  5. mchanic

    mchanic Novellino

    Registrato:
    9 Ottobre 2016
    Messaggi:
    31
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    I toni sono abbastanza civili da avere una risposta , se si è in grado di darla .
     
  6. Ser pecora

    Ser pecora Diretur

    Registrato:
    16 Aprile 2004
    Messaggi:
    12.343
    Mi Piace Ricevuti:
    396
    Eccoti il proprietario della Novo Nordisk che conferma quello che io ho "buttato la", secondo i tuoi civili toni: http://edition.cnn.com/videos/tv/2017/12/23/southerland-interview.cnn
    Per il resto mi sembra che blanco abbia spiegato meglio di quanto potrei fare io :-)
     
  7. fabiopon

    fabiopon Apprendista Cronoman

    Registrato:
    19 Novembre 2009
    Messaggi:
    2.712
    Mi Piace Ricevuti:
    39
    Ma una sana via di mezzo? Sia nel "doping" che nelle "risposte"?
    Grazie.
     
    A cpkevin piace questo elemento.
  8. Ser pecora

    Ser pecora Diretur

    Registrato:
    16 Aprile 2004
    Messaggi:
    12.343
    Mi Piace Ricevuti:
    396
    Sei per le "zone grigie" quindi :-)
     
  9. utah

    utah Maglia Amarillo

    Registrato:
    18 Dicembre 2006
    Messaggi:
    8.678
    Mi Piace Ricevuti:
    257
    Le frasi di Wellens qui riportate, se non condivise da tutti meritano una certa attenzione.
    Sono poco ipocrite e per il mondo dei ciclisti professionisti equivale ad una rarità.

    Non so se la mia interpretazione del suo bianco o nero, stia per smettiamola di arrampicarci sugli specchi quando si tratta di coprire l'abuso di sostanze al fine di migliorare una prestazione atletica.

    L'iperbole con il Team Novo Nordisk sinceramente non la capisco o semplicemente non ci arrivo.

    Del resto ognuno ha a che fare con dei limiti propri, in questo caso non esistono puff a sostegno..:-)
     
    A cpkevin piace questo elemento.
  10. EMAC

    EMAC Apprendista Scalatore

    Registrato:
    18 Gennaio 2010
    Messaggi:
    2.564
    Mi Piace Ricevuti:
    149
    Il team Novo aiuta semplicemente atleti con un deficit fisico a condurre una vita professionalmente uguale a quella di una persona normale e da un esempio è una speranza per tutti quelli che hanno lo stesso problema. Condivido il discorso d Wellens sull'abuso di farmaci a parte dove dice che il fratello si è ritirato dal mondo del ciclismo pur essendo un talento per non prendere dei farmaci per curarsi da un'asma da sforzo.
     
    A Gamba_tri piace questo elemento.
  11. Gamba_tri

    Gamba_tri Velocista

    Registrato:
    29 Marzo 2005
    Messaggi:
    5.530
    Mi Piace Ricevuti:
    113
    Secondo me il fratello di Wellens é un caso diverso dalla Novo. Il primo avrebbe potuto continuare con l'agonismo ma facendo un uso smodato di farmaci, con conseguenze ignote, che una vita non da atleta può far evitare. I secondi devono, comunque, assumere insulina e lo sport, probabilmente, non danneggia la loro situazione, forse la migliora. Poi, purtroppo, ci sono i sani che prendono insulina per doping, ma mentre l'asma é di diagnosi dubbia, perché non sempre presente, per il diabete basta un test della glicemia.

    Sent from my [device_name] using BDC-Forum mobile app
     
    #12 Gamba_tri, 13 Gennaio 2018
    Ultima modifica: 13 Gennaio 2018
  12. Ser pecora

    Ser pecora Diretur

    Registrato:
    16 Aprile 2004
    Messaggi:
    12.343
    Mi Piace Ricevuti:
    396
    Certo, ma non è poi tanto vero che l'asma sia di diagnosi dubbia...ce lo conferma proprio Wellens dicendo che ha fatto degli esami con cui gli hanno diagnosticato con precisione la perdita di un 7-8%.
    L'insulina è stata (non so se lo sia ancora) stra-abusata come dopante. Ovviamente non voglio dire che la Novo sia piena di finti diabetici che invece si dopano, ma che l'applicazione del discorso "bianco o nero" non è cosi facile.
    Un vero asmatico che scelga di non perseguire la carriera per non prendere TUE potrebbe pretendere lo stesso dal diabetico no?

    Alla fine tanto di cappello a Wellens più che altro perché asmatico da sforzo corre senza inalatore quando potrebbe (e vince pure).
     
    A Lightwave piace questo elemento.
  13. Gamba_tri

    Gamba_tri Velocista

    Registrato:
    29 Marzo 2005
    Messaggi:
    5.530
    Mi Piace Ricevuti:
    113
    Ma l'asmatico lo ha fatto per la sua salute, non per un motivo etico, trascurabile visto che l'asma l'aveva veramente. Gli altri penso che farebbero a meno dell'insulina.

    Sent from my [device_name] using BDC-Forum mobile app
     
  14. Ser pecora

    Ser pecora Diretur

    Registrato:
    16 Aprile 2004
    Messaggi:
    12.343
    Mi Piace Ricevuti:
    396
    Ammesso che usare l'inalatore sia dannoso per la salute. Io non sono asmatico (quindi vado piano :-) ), ma tutti quelli che lo sono hanno problemi di salute dovuti agli inalatori?
     
  15. utah

    utah Maglia Amarillo

    Registrato:
    18 Dicembre 2006
    Messaggi:
    8.678
    Mi Piace Ricevuti:
    257
    Infatti...
    Stiamo comparando un problema dovuto ad un'attività sportiva massimale con una malattia cronica degenerativa..

    Se il nostro Wellens puo' benissimo permettersi di fregarsene dell'asma da sforzo.
    Non credo potrebbe permettersi di non prendere Insulina se diabetico di tipo A

    Boh....
     
  16. Gamba_tri

    Gamba_tri Velocista

    Registrato:
    29 Marzo 2005
    Messaggi:
    5.530
    Mi Piace Ricevuti:
    113
    No di certo. Ma non ci capiamo. I diabetici lo sono senza dubbio. Asmatico può dirsi praticamente chiunque, basta simulare. Ma chi simula è un imbroglione e uno stolto che mette ha rischio la sua salute assumendo farmaci non necessari. Il fratello di Wallens ha deciso di tutelare la sua salute, almeno da quello che ho letto, essendo la sua un'asma da sforzo che non si presenta, o raramente, nella vita normale. Al di là della prestazione, penso non sia piacevole un attacco d'asma in gruppo o in mezzo ad una salita, da qui l'obbligo dell'inalatore, che ha voluto evitare, usato, semplicemente, per respirare, non per colmare il gap con chi ha i polmoni sani.
    Qualche atleta si è fatto operare al cuore per eliminare il problema di Bitossi, qualcuno non se l'è sentita perché smettere di correre era sufficiente. Ma non sono certo casi da paragonare a chi prende il cardiotonico da sano come doping.

    Sent from my [device_name] using BDC-Forum mobile app
     
  17. msmtrt1

    msmtrt1 Scalatore

    Registrato:
    16 Agosto 2013
    Messaggi:
    6.850
    Mi Piace Ricevuti:
    159
    Permettimi di dissentire.

    In secondo luogo quale sarebbe il pro di simularlo...?


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
     
  18. Gamba_tri

    Gamba_tri Velocista

    Registrato:
    29 Marzo 2005
    Messaggi:
    5.530
    Mi Piace Ricevuti:
    113
    Di poter usare un broncodilatatore che aumenta la prestazione. Nel suo libro Gaumont scrive di essersi rifiutato di farsi diagnosticare l'asma dal medico della squadra che prescriveva Ventolin a tutti. La diagnosi veniva fatta semplicemente perché alla fine di una rampa di scale si aveva il fiatone... Poi capisco che ci siano esami strumentali più complessi, ma di fronte ad una certificazione medica chi va a contestare? Poi non sono un medico, solo uno che bazzica l'ambiente del ciclismo da trent'anni, posso sbagliarmi.

    Sent from my [device_name] using BDC-Forum mobile app
     
  19. bradipus

    bradipus Maglia Iridata

    Registrato:
    23 Luglio 2009
    Messaggi:
    13.502
    Mi Piace Ricevuti:
    305
    mi pare che per prendere il Ventolin non sia necessario il TUE, chiunque può prenderlo, stando entro i limiti.
     
    A sagatme piace questo elemento.

Condividi questa Pagina