TRIATHLON, alleniamoci insieme (parte 3)

Discussione in 'Triathlon' iniziata da samuelgol, 28 Gennaio 2016.

  1. jack.ciclista

    jack.ciclista Apprendista Scalatore

    Registrato:
    29 Agosto 2012
    Messaggi:
    1.876
    Mi Piace Ricevuti:
    28
    quanto sei alto ? regione ?
    basta filtrare un pelo gli annunci ed una bici meglio della triban a pari prezzo la trovi di certo, di sicuro più leggera e con ruote più serie.
     
  2. N3bbia

    N3bbia Passista
    [Zwift] Team BDC

    Registrato:
    27 Agosto 2012
    Messaggi:
    4.491
    Mi Piace Ricevuti:
    76
    eh i miei due sono 3 e 6 anni quindi autonomia scarsa anche se fanno passi da gigante. gli tolgo già troppo tempo...ad esempio ho deciso, adesso che ho provato cosa vuol dire, mai più un IM dopo l estate.

    concordo sulla maggior fattibilità dei 70.3, è che vorrei una volta far un IM al meglio delle mie possibilità per quanto scarse siano e ... non ce la cavo.
     
  3. daniele ultra

    daniele ultra Gregario

    Registrato:
    6 Gennaio 2009
    Messaggi:
    600
    Mi Piace Ricevuti:
    14
    ripreso il master rientro in piscina
    dopo 4 mesi open water
    fatica atroce
    400 risc
    6x100 misti rec 10
    8x50 gambe rec 10
    8x50 tecnica

    centrale base 1,45

    2x(400 300 200 100)
     
  4. Triarm

    Triarm Novellino

    Registrato:
    26 Settembre 2016
    Messaggi:
    96
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Concordo in pieno il 70.3 è più fattibile per chi ha bimbi poi io ho preparato barcellona con 40 gradi tutta l'estate

    Sent from my EVA-L09 using BDC-Forum mobile app
     
  5. N3bbia

    N3bbia Passista
    [Zwift] Team BDC

    Registrato:
    27 Agosto 2012
    Messaggi:
    4.491
    Mi Piace Ricevuti:
    76
    no comment sull estate. peggior situazione climatica possibile. agosto caldo record e ora pare che a cervia prenderemo brutto tempo. :wacko:

    il problema è che mi conosco...un domani, non si sa mai, che mi vada 'bene' un 70.3 sarei subito li a dire 'ma allora potrei chiudere un IM in x ore e y minuti volendo' e via che si ricomincia.

    per ora il mio programma è: scarico, faccio l IM, rimetto in bolla i polmoni, e mi faccio un mese di cazzeggio (nuoto sempre, poca bici, zero corsa, xbox e tiro con l arco) e soprattutto ...mi riconquisto i figli.
     
  6. Mancio82

    Mancio82 Pedivella

    Registrato:
    8 Maggio 2013
    Messaggi:
    322
    Mi Piace Ricevuti:
    4
    Ieri ho ripreso finalmente a nuotare dopo 10 giorni di allenamento praticamente da duatleta, a causa degli orari della piscina ancora provvisori e che non mi permettevano di andare...

    un disastro :cry:
    Dopo un pò di tecnica, fatti 750m in Z3, ai 400 avevo già le spalle che urlavano pietà:wacko:
    Sinceramente questo orario estivo mi ha fregato, ed ora ho perso parecchio...

    Vabbè, lo sprint di Peschiera di domenica lo prenderò come allenamento di qualità, farò un ultimo carico di 15 giorni spostato principalmente sul nuoto e speriamo di recuperare almeno un pò di fluidità in vista di Lignano...
     
  7. Darius

    Darius Apprendista Cronoman

    Registrato:
    18 Ottobre 2005
    Messaggi:
    3.593
    Mi Piace Ricevuti:
    72
    ... che, col senno di poi è la cosa più importante, a 56 anni di cui 2/3 dedicati allo sport mi rendo conto che un amatore seriamente impegnato, tra lavoro allenamenti e gare, rischia di sottrarre alla famiglia più tempo di un pro, e non te ne accorgi quando sono piccoli ma dai 15 anni in su, e solo allora rifletti e capisci il prezzo pagato per tutte le sere passate ad allenarsi e le domeniche impegnate a gareggiare, e ti viene un insostenibile rimorso per tutte le occasioni mancate che non recupererai più...
     
  8. N3bbia

    N3bbia Passista
    [Zwift] Team BDC

    Registrato:
    27 Agosto 2012
    Messaggi:
    4.491
    Mi Piace Ricevuti:
    76
    avendo avuto qualche problemino fisico mi sono concesso il lusso di allenarmi più alla sera e mollare le sveglie alle 5.30. altro esperimento che non ripeterò proprio per via dei figli.

    però per i rimpianti aspetto il 23/settembre sera.. o-o
     
  9. Darius

    Darius Apprendista Cronoman

    Registrato:
    18 Ottobre 2005
    Messaggi:
    3.593
    Mi Piace Ricevuti:
    72
    :asd: o-o
     
  10. Darius

    Darius Apprendista Cronoman

    Registrato:
    18 Ottobre 2005
    Messaggi:
    3.593
    Mi Piace Ricevuti:
    72
    Archiviata la dovuta riflessione su figli e famiglia riprendiamo a parlare di sport.

    Come avrete letto ho raggiunto l’obiettivo dei 10K, seppure con un tempo che va considerato solo come base di partenza, ora dovrò lavorare per raggiungere i prossimi target e qui, considerando gli unici obiettivi che per ora vedo realistici, che sarebbero i 10K dell’olimpico e i 21K del 70.3 (con la possibilità di partecipare anche a qualche podistica), mi si aprono due strade su cui vi chiedo un parere:

    Migliorare il tempo sui 10K e poi iniziare una seconda fase per il raggiungimento dei 21K.

    Lavorare di resistenza per l’allungamento della distanza, raggiunti i 21K migliorare il tempo.
     
  11. N3bbia

    N3bbia Passista
    [Zwift] Team BDC

    Registrato:
    27 Agosto 2012
    Messaggi:
    4.491
    Mi Piace Ricevuti:
    76
    io preferisco (preferivo) sempre l approccio di 'allungare la velocità'. quindi se all inizio, chessò faccio 3x10' al medio quando vedo che li reggo bene, che hanno un passo 'decente', aumento a 4x 5x oppure 3x20'. un 10k con dentro qualità lo preferisco a 15 Z2 easy.

    Sempre molto personalmente per i problemi che ho spesso nella corsa non partirei mai subito con i volumi più alti cercando i 21km ma prediligerei la qualità intesa anche come andature e esercizi vari per acquisire una tecnica corretta.

    però penso che prima di tutto questo, nel nostro caso, venga l approccio prudente basato sul tipo di infortunio/problema da cui si viene. Il mio ad esempio pare essere meno infastidito da corse più veloci che da quelle lunghe.
     
  12. IlNigno

    IlNigno Apprendista Cronoman

    Registrato:
    13 Agosto 2010
    Messaggi:
    2.704
    Mi Piace Ricevuti:
    50
    La seconda,a mio parere,eviti o limiti gli infortuni che un forzare sui tempi(velocità e allenamenti specifici per quello)potrebbero portare.
    Pareri eh...

    (leggo ora quello che ha scritto N3bbia,concordo).
     
  13. Darius

    Darius Apprendista Cronoman

    Registrato:
    18 Ottobre 2005
    Messaggi:
    3.593
    Mi Piace Ricevuti:
    72
    Grazie del consiglio, effettivamente in considerazione che non sono più un ragazzino, e l'approccio ai 10K già mi ha creato non pochi problemini, quella che indicate mi sembra la strada più cautelativa ma più redditizia per il risultato finale.
     
  14. N3bbia

    N3bbia Passista
    [Zwift] Team BDC

    Registrato:
    27 Agosto 2012
    Messaggi:
    4.491
    Mi Piace Ricevuti:
    76
    devo aver scritto davvero male :asd: e rileggendomi concordo. ero più per la via di mezzo diciamo...

    premetto che come dicevo mi è parso nel mio caso che sia più sicura una sessione di qualità di una di quantità

    quindi il mio approccio teorico ora sarebbe quello prima di farmi un po di velocità, che comporta inizialmente volumi minori e aumentarli in prossimità della gara. Ma io ragiono in maniera conservativa e personale, come dicevo non posso permettermi di puntare subito ad un 21k e poi via via metterci sempre meno tempo per far sto 21k..credo mi romperei.

    Io valuterei prima il perché hai avuto problemi con il 10k e cercherei sulla base di questo di prendere la strada che meno si avvicina a tale causa cercando magari contemporaneamente se possibile di eliminar il problema alla base.

    non conosco il tuo caso specifico, ma se ad esempio hai problemi di tecnica di corsa, posturali etc etc...aumentar il volume e puntar ai 21k porterebbe solo a peggioramenti. rimaner invece più cauti e lavor di tecnica e simili ti permetterebbe di esser più tranquillo su ogni distanza.
     
  15. Darius

    Darius Apprendista Cronoman

    Registrato:
    18 Ottobre 2005
    Messaggi:
    3.593
    Mi Piace Ricevuti:
    72
    Concordo con quanto affermi, infatti l mio programma in realtà era di continuare essenzialmente con il fondo per aumentare la resistenza aerobica con obiettivo i 21, ma contemporaneamente metterci dentro anche un po' di qualità, senza ammazzarmi, per migliorare il tempo ove possibile.

    Purtroppo sul web si fa riferimento ad allenamenti specifici per i 10 o i 21, quindi con approcci mirati alla podistica pura, a me forse serve più ricercare la distanza che la prestazione sul tempo, dove so che sotto certi valori non potrò mai scendere, insomma un ragionamento più da fondista - finisher.

    I problemi che ho avuto per raggiungere i 10K sono stati essenzialmente di sovraccarico, avendo un motore aerobico ben sviluppato grazie al ciclismo, spesso andavo oltre le mie capacità e mi infortunavo, ora però non sto più soffrendo di dolori, forse anche grazie alle solette Noene? Non saprei, ma sicuramente perchè ho migliorato la postura.
     
  16. N3bbia

    N3bbia Passista
    [Zwift] Team BDC

    Registrato:
    27 Agosto 2012
    Messaggi:
    4.491
    Mi Piace Ricevuti:
    76
    come sempre la capacità di adattamento del telaio è molto inferiore a quella del motore.

    quest anno sono partito (tardi) con sessini da 15/20' arrivato intorno ai 50 ho cominciato timidamente a inserire qualche tratto al medio.

    Come scrivevo altrove...sono arrivato ai 20km tranquillo, poi per N motivi ho cominciato a 'dividere' i lunghi in un bigiornaliero.

    Così facendo un risultato l ho ottenuto, sono arrivato alle soglie dello scarico e i miei tendini 'pare' siano sani. Ovviamente difficile dare i meriti a questo o quella tecnica di allenamento ma credo continuerò anche nelle prossime stagioni (se mai farò altri IM).

    Mentre quando facevo il lungo il ritmo era abbondantemente in Z2 quando divido mi sposto decisamente più in alto, diciamo un 10/15 " /km in meno.
     
  17. Darius

    Darius Apprendista Cronoman

    Registrato:
    18 Ottobre 2005
    Messaggi:
    3.593
    Mi Piace Ricevuti:
    72
    Io ovviamente sono su livelli di FC ben più alti, la maggior parte del lavoro lo svolgo in Z3 con sforamenti in Z4, sulla corsa mi manca ancora un bel po' di resistenza aerobica e devo lavorare ancora molto sul fondo per abbassare i battiti perchè con questi valori non andrei molto lontano sulla distanza.
     
  18. N3bbia

    N3bbia Passista
    [Zwift] Team BDC

    Registrato:
    27 Agosto 2012
    Messaggi:
    4.491
    Mi Piace Ricevuti:
    76
    ah beh se guardo l cardio pure io sto più alto. in corsa le Z le definisco con un test 5k e anche un po ad esperienza.
     
  19. jack.ciclista

    jack.ciclista Apprendista Scalatore

    Registrato:
    29 Agosto 2012
    Messaggi:
    1.876
    Mi Piace Ricevuti:
    28
    Anche io starei su una via di mezzo. Allungare ai 21 con passo lento ti consuma anche psicologicamente, io starei sull'ora di corsa inserendo variazioni di ritmo, progressioni o ripetute con recupero senza però sfinirti. Quando senti che i 10 ti vengono "facili" cominci ad allungare progressivamente.
     
  20. fabrizio1985

    fabrizio1985 Novellino

    Registrato:
    6 Settembre 2017
    Messaggi:
    50
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Io rispetto a questa questione articolo i miei allenamenti i piccoli cicli di 6 settimane in cui lavoro con le ripetute (che modifico ogni 3 settimane) per poi fare un lungo lento via via con maggiore kilometraggio (2 km in più ogni 6 settimane). Questo è lo schema di allenamento che sto seguendo e per ora mi trovo bene

    Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk
     

Condividi questa Pagina