Giro d’Italia 2020: una sigla e un nuovo manifesto per la Corsa Rosa

Giro d’Italia 2020: una sigla e un nuovo manifesto per la Corsa Rosa

11/07/2020
Whatsapp
11/07/2020
[Comunicato stampa]Milano, 10 luglio 2020 – RCS Sport ha affidato agli Extraliscio la canzone ufficiale che accompagnerà il Giro d’Italia 103, edita da Betty Wrong di Elisabetta Sgarbi e distribuita da Universal.
Dopo il grande successo del singolo “Merendine blu”, edito da Garrincha edizioni, la band di Mirco Mariani, Moreno “il Biondo” Conficconi e Mauro Ferrara torna a regalarci un altro piccolo grande capolavoro con il suo ritmo travolgente che mescola la tradizione del liscio con i suoni del punk.
“GiraGiroGiraGi” (videoclip disponibile cliccando su questo link) è il titolo del brano le cui parole sono il frutto della collaborazione tra lo scrittore e autore di testi Pacifico (Gino de Crescenzo), il compositore Mirco Mariani, e la editrice e regista Elisabetta Sgarbi.

Tra le note e le parole della canzone si innesta la voce unica e inconfondibile di Antonio Rezza, straordinario regista e performer, vincitore del Leone d’oro alla carriera per il teatro nel 2018, che si cimenta nella sua personalissima interpretazione di una telecronaca sportiva. Il brano sarà accompagnato da un video realizzato da Michele Bernardi con la collaborazione di Davide Toffolo.

L’immagine di copertina del singolo e manifesto del Giro d’Italia 103 è opera di Franco Matticchio ed è stata commissionata all’artista dalla Fondazione Elisabetta Sgarbi. Franco Matticchio, artista nato nel 1957 a Varese, il cui dono particolare è la capacità del tutto personale, di arricchire le illustrazioni di connotati empatici, esordisce nel 1979 disegnando per le pagine della cultura del Corriere della Sera. Nel corso degli anni realizza illustrazioni per numerose riviste e quotidiani. Le sue tavole sono state presentate in mostre in spazi pubblici e privati, come la galleria Nuages di Milano e la galleria dell’Incisione di Brescia. Nel 2017 la Galerie Martel di Parigi gli dedica una personale.

Commenti

  1. trecow:

    Non dico che il manifesto sia brutto... ma è per vecchi... E giochiamoci i già pochi giovani attratti dalla BDC anziché MTB e BMX... Sta cazzi d'Italia sempre più paese per vecchi, oltremodo ipocondriaci e spaventati da ogni qualsiasi forma di innovazione....bah... A loro sto volantino piacerà di sicuro... PS sembra la pubblicità di coppi al criterium di saitama (che è in Giappone per chi non lo sapesse)
    Per essere un volantino da giovani cosa dovrebbe avere?
  2. peppe59:

    il manifesto è niente male, provate a sentire la canzone...
    Il ritornello a me piace, resta in testa, tranne la parte "radiocronaca" per me è si!
    Il manifesto è bello ma troppo retrò, Imho ovviamente...
  3. Io spero che leggano qui e rifacciano quel manifesto, che e' brutto forte. Il mio falegname con Microsoft Paint lo fa meglio.