SRAM UDH: il forcellino universale

SRAM UDH: il forcellino universale

19/09/2019
Whatsapp
19/09/2019

La scorsa settimana SRAM ha inserito a catalogo un prodotto molto interessante, un forcellino per il cambio universale che si adatta alla maggior parte dei telai in commercio. Il forcellino Universal Derailleur Hanger si posiziona all’interno della sede del perno ruota e sostituisce il forcellino originale del telaio, risultando essere un componente molto utile da avere nella propria cassetta degli attrezzi come parte di ricambio in caso di rottura del forcellino originale.

Il forcellino UDH non si limita a essere una parte di ricambio ma offre delle feature volte a migliorare le prestazioni della trasmissione. In primo luogo è ottimizzato per aumentare la precisione del cambio, non solo per i prodotti SRAM ma anche per i cambi di altri brand concorrenti. Inoltre ha un sistema di protezione che consente al forcellino di ruotare in caso di forti impatti per salvare il cambio e il forcellino stesso da eventuali danni.

Infine è dotato di una rampa che si posiziona tra la cassetta e il telaio per salvare quest’ultimo nel caso in cui la catena dovesse cadere dal pignone più piccolo, evitando quindi che possa incastrarsi nel telaio danneggiandolo.

Il costo del forcellino UDH è di 15 dollari e la facile reperibilità lo rende un componente estremamente utile in caso di rottura del forcellino originale.

SRAM

Commenti

  1. Non so se sia compatibile con le bdc, e cmq solo con perno passante : https://www.vitalmtb.com/photos/features/PIT-BITS-2019-Crankworx-Whistler-Bikes-and-Tech,12546/Universal-Derailleur-Hanger-on-the-2020-Trek-Fuel-EX,131882/sspomer,2
  2. salve, bella novità magari da tenere in considerazione x una prova sulla bici da corsa. una domanda forse che non c'entra. verrà fatto qualche articolo sulle novità dell'eurobike così come è stato fatto negli anni scorsi? buone pedalate
  3. "Offre delle feature"...
    Non si possono evitare questi cacofonici anglicismi?
    Scrivere "caratteristiche" è diventato davvero così antiquato?