News Andrea Vendrame (Ag2R) aggredito in allenamento

EliaCozzi

Apprendista Scalatore
2 Marzo 2016
1.972
1.405
Mozzate (CO)
www.eliacozzi.it
Bici
Costelo Aeromachine, BTwin FC7,
Ho l'impressione che i comportamenti violenti dipendano molto da dove si abita. Nel mio caso, da quando vado in bici in Liguria (diciamo una quindicina d'anni e almeno 30 mila km), gli episodi di automobilisti aggressivi o comportamenti volutamente pericolosi nei miei confronti sono stati veramente pochi, detto che io giro quasi sempre da solo e a bordo strada, quindi non posso lamentarmi di nulla.
Invece nei 10 anni in cui abitavo e lavoravo nel milanese (anni 80-90), c'era un'enormità di traffico tutti i santi giorni per cui la gente era talmente stressata che c'erano risse continue tra automobilisti, si scendeva a fare a cazzotti per un nonnulla, addirittura sportellate come nei film, persino io che sono iper-pacifico mi accorgevo di essere alquanto nervoso....
Il troppo traffico stressa la gente e la qualità della vita fa schifo, per questo si dovrebbero fare "autostrade ciclistiche" separate, incentivare al massimo l'uso della bici per lavoro, per fare la spesa ecc. e tutti sarebbero più sereni.... e più in forma!
Hai perfettamente ragione. Io che vivo a nord di Milano, ma sostanzialmente faccio quasi parte dell'area metropolitana di Milano, la tensione e il nervosismo degli automobilisti è altissima. Personalmente, le rarissime volte che sono costretto ad andare in ufficio in auto (32km), appena arrivato mi sento come se avessi finito la giornata, quasi che il viaggio fosse l'attività più impegnativa di quel giorno. Con la bici invece, pur dovendo avere 1000occhi per fare attenzione, non avendo obiettivi di fare il personal record sul segmento di Strava, e approfittando appunto di fare 60km nello sport che mi piace (certamente se potessi andrei verso il lago piuttosto che verso la città), arrivo tranquillo e quasi riposato visto che il percorso si conclude a medie da "recupero".
 
  • Mi piace
Reactions: andry96

 

EliaCozzi

Apprendista Scalatore
2 Marzo 2016
1.972
1.405
Mozzate (CO)
www.eliacozzi.it
Bici
Costelo Aeromachine, BTwin FC7,
per me alla storia mancano gli "auguri di natale" del ciclista nel mezzo della vicenda. comunque sia fa abbastanza ridere che venga sminuito il comportamento assai pericoloso di molti alla guida di 2 tonnellate di metallo mettendo sull'altro piatto della bilancia la pari frequenza di infrazioni dei ciclisti, ben meno pericolose se non per sè stessi
Colgo la tua affermazione come occasione per ricordare che un'auto che ci viene addosso a 30 all'ora (trenta non ottanta), nel 90% dei casi ci uccide sul colpo.
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: Zac36100

tubus

Cronoman
10 Dicembre 2009
740
240
Là, dove osano le nutrie
Bici
Made in Taiwan ma born in USA
Siamo in un forum di ciclisti, ma non per questo partirei dal presupposto che il ciclista ha sempre ragione. A prescindere dal caso Vendrame ( anche a me qualcosa non convince del tutto da come è stato esposto), il problema non è ciclisti vs automobilisti, o automobilisti vs camionisti ecc ..., il problema è che se uno è un imbecille, il suo potenziale distruttivo è comunque direttamente proporzionale al mezzo che guida.
 
  • Mi piace
Reactions: tincone

FDG

Apprendista Scalatore
4 Luglio 2006
2.216
450
34
provincia Reggio Emilia
Bici
Bianchi Nirone
Cmq io per decenni sono andato in bici sulle stesse strade di vendrame (nord provincia di treviso) senza subire comportamenti strani...invece quest'anno soprattutto negli ultimi mesi gira tanta gente fuori di testa, avranno i loro motivi cmq la situazione non è positiva...
 

Maiella

Biker Maiellensis
28 Gennaio 2015
188
70
38
Abruzzo
Bici
Focus Izalco Max
Purtroppo si é creata una cassa di risonanza aplificata soprattutto dai social: si prende di mira chi va in bici. Spesso sento lamentarsi dei ciclisti anche chi non ha la patente; é un cliché che va di moda.
 
  • Mi piace
Reactions: faberfortunae

derrick

Gregario
28 Febbraio 2014
612
189
Bergamo
Bici
Rose sl pro 2000. Merida Scultura Team
Purtroppo si é creata una cassa di risonanza aplificata soprattutto dai social: si prende di mira chi va in bici. Spesso sento lamentarsi dei ciclisti anche chi non ha la patente; é un cliché che va di moda.
Moda. Diciamo che anche il comportamento di molti ciclisti su strada è molto discutibile. Ma ormai è diventato un mondo così che non si sopporta più chi fa qualcosa di diverso. Automobilisti Vs ciclisti, sciatori Vs snowboard, escursioni Vs mtb ecc ecc ecc
 

Frescobaldo

Cronoman
30 Gennaio 2010
711
79
Genova
Bici
Colnago CLX
il problema è che se uno è un imbecille, il suo potenziale distruttivo è comunque direttamente proporzionale al mezzo che guida.
Non dimenticando che... la mamma degli imbecilli è sempre incinta! Generalizzando, c'è ben poca tolleranza e pazienza verso gli altri in tutti gli ambiti..... Tutti a mandarsi affangala senza veri motivi... guardando solo gli altri e mai noi stessi.... Evidentemente è un problema di stili di vita, di società, anche di esempi alla TV ecc. ecc.... Ovviamente sto facendo un discorso totalmente inutile, ma purtroppo vero secondo me....
 

mqroll

Novellino
17 Febbraio 2020
49
12
56
Bologna
Bici
Strada
non si possono applica le stasse leggi delle automobili ai ciclisti perchè le bici non hanno motore e dunque sono molto piu' simili ai pedoni, anzi hanno pure un equilibrio piu' precario; me lo dite a chi fa danno il ciclista che passa col rosso quando non viene nessuno?
 

samuelgol

Bürgermeister von Buchwald
24 Settembre 2007
37.174
10.927
Eppan an der Weinstrasse.
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
non si possono applica le stasse leggi delle automobili ai ciclisti perchè le bici non hanno motore e dunque sono molto piu' simili ai pedoni,.......... me lo dite a chi fa danno il ciclista che passa col rosso quando non viene nessuno?
Il ciclista che passa col rosso quando non viene nessuno, fa danno agli stessi a cui fa danno l'automobilista che passa col rosso quando non viene nessuno.
 
Ultima modifica:

ALEXRCL

Novellino
10 Dicembre 2018
11
8
45
Monza
Bici
Giant Trance
Succede anche tra automobilista e automobilista... Meglio stemperare gli animi se è possibile (sia se si è in torto che in ragione)
Hai ragione ma alcune volte capita di lasciarsi sfuggire un vaffa anche solo per lo spavento...esperienza personale: 7 di mattina, giornata estiva, pedalo tranquillo, ad una rotonda uno con la macchina esce come non ci fosse un domani, mi spavento, alzo il braccio e gli grido un vaffa...sai cos'è successo? Il tipo, che era sicuramente fuori di testa, mi ha insuguito, ha cercato di stringermi a bordo strada e bloccarmi per ben 3 volte e mi son salvato solo infilandomi in un bar aperto e chiedendo di chiamare i carabinieri...naturalmente il cuor di leone in macchina se l'è svignata e i carabinieri mi han detto che potevo far denuncia contro un anonimo...
 
Ultima modifica:

ALEXRCL

Novellino
10 Dicembre 2018
11
8
45
Monza
Bici
Giant Trance
normalmente non scrivo su questi episodi, un po' perchè non mi piace il concetto " automobilisti VS ciclisti", un po' perchè bisognerebbe essere presenti per vedere come si son svolti i fatti, e non do' a prescindere ragione al ciclista in quanto tale, ma nemmeno all'automobilista, ho visto abbastanza comportamenti deprecabili da entrambi i lati, ma...

oggi ho litigato con uno, o meglio, lui ha litigato con me:
stavo entrando in una rotonda per girare a sinistra, con braccio teso per indicare la direzione, ero al centro della corsia per evitare equivoci, il tizio che era dietro di me, in macchina, e che andava nella stessa direzione, ha scartato spazientito a sinistra e mi ha superato all'interno mentre ero già dentro la rotonda, siccome però era troppo stretta ed in due non ci stavamo nell'uscire, ha dovuto lui frenare ed io buttarmi quasi sul marciapiede per non impattare.
Non ho detto niente, non gli ho urlato, non l'ho insultato, ne fatto gesti, niente, anche se ero io la "parte lesa" (anche perchè niente alla fine era successo e non ero stato leso), onde evitare inutili polemiche, però dopo 100 metri il tizio accosta a destra, mi aspetta e tira giù il finestrino cominciando ad urlarmi (lui a me...), a quel punto io, visto che stava guidando da prima della rotonda con un cellulare (e scrivendo) nella mano destra e qualcos'altro (una sigaretta?boh, non sono riuscito a capirlo) in quella sinistra (lo so perchè ho gli specchietti e lo vedevo, ed ha continuato anche dentro la rotonda quando lo avevo a lato), ho cominciato ad urlargli alla Sgarbi "guida senza cellulare, guida senza cellulare. guida senza cellulare", questo senza fermarmi che tanto non ne valeva la pena.
Non so se si è capita la dinamica, ma avrei avuto tutto il diritto di incazzarmi, era palese, ma non ho reagito...e si è incazzato lui!
Poi è ripartito e mi ha superato a tutto velocità schancherandomi.

Purtroppo queste cose capitano ogni uscita, regolare e matematico, ed è un niente passare dalle parole ai fatti, se mi fossi fermato e gli avessi risposto magari sarebbe degenerata, chi avrebbe avuto ragione poi?
Altre volte non mi sono trattenuto ed ho mandato affanculo l'automobilista...e se fosse passato lui dalle parole ai fatti?

Boh, vedo gente sempre più stressata, sempre più di fretta, sempre più pronta ad attaccare, sia automobilisti che ciclisti sia chiaro, se vedo la vecchietta al volante che guida in maniera incerta, mi tengo lontano e/o lascio perdere, anche io diventerò (più) vecchio, ma ho amici che la insulterebbero (già successo), sempre qualcuno VS qualcun'altro, si vive male così, non mi piace.

p.s. dispiace dirlo, non sono quello che sputa nel piatto dove mangia, o che aspetta sempre la prima occasione per parlare male dell'Italia con accostamenti o esempi forzati, ma all'estero non mi è mai successo di aver a che dire con qualcuno, ci ho pedalato parecchi chilometri, soprattutto in Francia e Spagna (capisco sia una casistica limitata, anche se posso pure includere Svizzera, Austria, Germania e Slovenia), ma nessuno mai mi ha suonato, ne mi ricordo sorpassi avventati o mancate precedenze volutamente, non è una critica, è un dato di fatto per esperienza personale (così come all'estero nessuno mi ha mai fatto i fari da dietro per passare, tanto che appena passiamo il confine rientrando in Italia, io e la mia signora facciamo sempre un giochino, una scommessa su quanti chilometri serviranno perchè la prima macchina ci faccia i fari per dirci di spostarci, non arriviamo mai a 40...).

Ricordo in particolare una volta che stavo pedalando in salita in una gola a senso unico, una strada tipo la forra di Tremosine per chi la conosce, una strada strettissima, non c'era nemmeno lo spazio per fermarsi a lato, avevo fatto tappo e dietro si era formata una lunga fila, e la cosa è andata avanti per 2-3 minuti, io a pedalare lento, e le macchine dietro.
Nessuno si è azzardato a suonare, nessuno.
Quando poi ne ho avuta l'occasione ho accostato ed ho fatto passare, mi sono scusato, ma ancora nessuno mi ha guardato male ne ha detto qualcosa.
Ero basito, non ci ero abituato.
Ero in Spagna, in una zona turistica, e dietro avevo macchine spagnole, ma anche francesi, tedesche, e belghe (o olandesi? non ricordo).
Pensate sarebbe potuto succedere qui?
Ti quoto ogni singola parola, senza andare troppo lontani, basta guardare il comportamanto che gli Italiani hanno davanti alle strisce pedonali, puoi morire prima che uno si fermi per lasciarti attraversare, tu pedone sei l'idiota che disturba
 

servarel

Apprendista Cronoman
20 Gennaio 2009
3.636
439
la leggenda narra che esista, ma, come per il mio
Bici
con RUOTE in numero di...mah...DUE?
Ti quoto ogni singola parola, senza andare troppo lontani, basta guardare il comportamanto che gli Italiani hanno davanti alle strisce pedonali, puoi morire prima che uno si fermi per lasciarti attraversare, tu pedone sei l'idiota che disturba
si si, bici o macchina che sia eh?

Ti racconto questa: l'altroieri in bici stavo passando davanti ad una scuola, orario di uscita, arrivo alle strisce dove c'è uno di quei volontari che fermano il traffico, in senso opposto arrivava una macchina, ed i ragazzini sul marciapiede in procinto di attraversare, il tizio NON ferma la macchina, lei NON si ferma e passa, poi blocca me, che comunque mi ero già fermato, e fa attraversare i ragazzini.
Mi sono incazzato ed ho urlato al tipo:"perchè non hai fermato anche la macchina?", ha borbottato qualcosa, ma non mi ha risposto, non sapeva cosa dire, evidente che l'ha fatto senza pensarci, è proprio culturale la questione.

Detto questo, come preventivabile il 3d sta andando OT su altri temi...ci sono aggiornamenti sul caso Vendrame?
 

embolo70

Pignone
4 Settembre 2014
114
56
Genova
Bici
Daccordi Profidea
non si possono applica le stasse leggi delle automobili ai ciclisti perchè le bici non hanno motore e dunque sono molto piu' simili ai pedoni, anzi hanno pure un equilibrio piu' precario; me lo dite a chi fa danno il ciclista che passa col rosso quando non viene nessuno?
e però se partiamo da questo pesupposto facciamo poca strada. Se è rosso è rosso col rosso ci si ferma, se ad ogni regola troviamo sempre una giustificazione personale per non rispettarla addio bambina avrebbe detto mio nonno!
 

Ptr87

Novellino
10 Dicembre 2018
17
8
33
Bologna
Bici
Bdc
Bisogna stare attenti a tutto, anche a indivuduare i potenziali automobilisti attaccabrighe. Pensate che un mio collega (si, il fantomatico "mio cuggino"), nell'ultimo anno è riuscito a fare botte con un lavavetri e poi con dei netturbini.