bikeporn - acciaio (parte terza)

 

mika

Ammiraglia
9 Novembre 2007
19.851
628
San Giorgio di Nogaro (UDINE)
Bici
Barco Bros: Italian frames for italian people...
Non lo sai perché, purtroppo, è mancato il fondatore dell'azienda?
Le bici sono sempre quelle, ho avuto modo di vederlo personalmente.

Questo lo immagino...anzi lo so.
Ma per me, a torto o a ragione, non è lo stesso.
 

RC30

Velocista
23 Novembre 2008
5.344
252
50
Turin
Bici
Fatte in Italia
Day is not Done..

Ma prenderesti un Pegoretti tu ora? Intendo nuovo. Lavorano ancora...però boh.

Più che altro Day Is Gone...

Ho visto il sito e la gamma è la stessa di prima con l'aggiunta del commemorativo Round.

Stesse grafiche e stesse persone che le facevano prima, sono sempre dei bellissimi telai fatti con la stessa qualità che li contraddistinguevano, solo che senza Dario qualcosa manca.

Mi lascia perplesso il fatto che l'opzione ciavetè sia ancora a catalogo, non era una sua personale questione viscerale quel tipo di grafica?

Quando ho saputo della sua scomparsa ci sono rimasto ovviamente male, sono contento che i suoi collaboratori vadano avanti, però ora come ora non riuscirei a prenderne uno.
 
  • Mi piace
Reactions: Piva Nico

RC30

Velocista
23 Novembre 2008
5.344
252
50
Turin
Bici
Fatte in Italia

A settembre del 2011 andai da lui per farmi prendere le misure e per ordinare un Day Is Done, il telaio pù recente della sua collezione, oltretutto mi aveva anticipato che avrebbe montato la forcella Falz che aveva appena sviluppato, ricordo che passai un paio paio d'ore a parlare di tecnica e altro tra una sua faccenda ed un'altra..

Ebbi ancora dei contatti epistolari successivamente per cose extra bici, l'ultima mail che gli girai fu pochi mesi dopo e riguardavano un ripensamento della grafica

La previsione era di 6/8 mesi, metà 2012 insomma, solo che non ricevetti mai la sua telefonata del telaio pronto e complice l'assorbimento ed esaurimento dal lavoro che facevo, non lo chiamai, tanto che dopo un anno non ci pensai più, si vede che era cosa che non s'aveva da fare.

Tra l'altro fu proprio in quel 2012 che smisi di pedalare, ho ripreso solo da pochi anni.

Mi è dispiaciuto non aver concluso ma la cosa ha perso significato quando lui è venuto a mancare. Ho imparato un po' di lezioni da quell'esperienza.

Mai più prendere telai da specialisti che non siano sotto casa e mai più prendere in considerazione l'acquisto di materiale che contempli un'attesa maggiore di 2/3 mesi, che già sono tanti.

La cosa curiosa di questa faccenda è che recentemente mi sono reso conto di avere accantonato all'epoca tutto il materiale per assemblarla ad esclusione delle ruote. Ho Super Record, Thomson, Chris King e altro ancora in attesa di uscire finalmente dalle loro scatole. :shock:
 
  • Mi piace
Reactions: alespg

mika

Ammiraglia
9 Novembre 2007
19.851
628
San Giorgio di Nogaro (UDINE)
Bici
Barco Bros: Italian frames for italian people...
Più che altro Day Is Gone...

Ho visto il sito e la gamma è la stessa di prima con l'aggiunta del commemorativo Round.

Stesse grafiche e stesse persone che le facevano prima, sono sempre dei bellissimi telai fatti con la stessa qualità che li contraddistinguevano, solo che senza Dario qualcosa manca.

Mi lascia perplesso il fatto che l'opzione ciavetè sia ancora a catalogo, non era una sua personale questione viscerale quel tipo di grafica?

Quando ho saputo della sua scomparsa ci sono rimasto ovviamente male, sono contento che i suoi collaboratori vadano avanti, però ora come ora non riuscirei a prenderne uno.

Provo le stesse cose.
Manca qualcosa. Tutto ciò che c'è ora l'ha inventato lui, sia a livello tecnico (molte soluzioni sono sue, e addirittura anche la forcella) sia livello a estetico ed emotivo.
Avrebbe evoluto ancora, e ancora emozionato.
Sulla ciavete sì, sono d'accordo. Ora non ha senso più. Ma evidentemente la devono fare.
 

RC30

Velocista
23 Novembre 2008
5.344
252
50
Turin
Bici
Fatte in Italia

In realtà la cosa sta diventando un vantaggio, l'ultimo grido in generale non riesco a digerirlo sempre al primo colpo, è un mio limite rimanere affezionato alle cose alle quali sono più abituato.

L'S.R. che ho è il Revolution con perno in titanio, l'ultimo cinque bracci, a mio parere lo zenit dell'11v, Thomson e Chris King non cambiano mai perciò sono sempre attuali.

Rimane solo la questione ruote, riguardando la scheda che avevo fatto all'epoca per il D.I.D., dovrei avere da qualche parte un paio dicerchi DRC 380 che avrei dovuto assemblare con dei mozzi CK, ecco, i mozzi all'epoca non li presi perchè il posteriore non veniva fatto col corpetto Campagnolo, questo venne proposto successivamente e poi tolto di nuovo dal commercio.

Ora sono combattuto se prendere delle Campagnolo fatte e finite o pittosto sbattermi a cercare nella rete un eventule King Campagnolo NOS.

Rimane solo la questione telaio, che non sarà più Pegoretti ormai.
 
  • Mi piace
Reactions: alespg

RC30

Velocista
23 Novembre 2008
5.344
252
50
Turin
Bici
Fatte in Italia
Un bel Mxxxxxo non si rifiuta mai..

Eleganza e bellezza rimangono senza eguali.

Solo il tubo sterzo sta cominciando a non piacermi più, continuo a sposare al 100% la sua filosofia del no-distanziali, solo che quando il dislivello sella-manubrio è contenuto l'effetto risultante lo trovo esteticamente deleterio.
 

alespg

Apprendista Velocista
26 Dicembre 2017
1.651
1
934
pavia
Bici
scapin eos 3
In realtà la cosa sta diventando un vantaggio, l'ultimo grido in generale non riesco a digerirlo sempre al primo colpo, è un mio limite rimanere affezionato alle cose alle quali sono più abituato.

L'S.R. che ho è il Revolution con perno in titanio, l'ultimo cinque bracci, a mio parere lo zenit dell'11v, Thomson e Chris King non cambiano mai perciò sono sempre attuali.

Rimane solo la questione ruote, riguardando la scheda che avevo fatto all'epoca per il D.I.D., dovrei avere da qualche parte un paio dicerchi DRC 380 che avrei dovuto assemblare con dei mozzi CK, ecco, i mozzi all'epoca non li presi perchè il posteriore non veniva fatto col corpetto Campagnolo, questo venne proposto successivamente e poi tolto di nuovo dal commercio.

Ora sono combattuto se prendere delle Campagnolo fatte e finite o pittosto sbattermi a cercare nella rete un eventule King Campagnolo NOS.

Rimane solo la questione telaio, che non sarà più Pegoretti ormai.
Gli ingredienti sono quelli giusti, il buon gusto non manca... verrà fuori uno spettacolo di bici comunque!
 
  • Mi piace
Reactions: RC30