Mappe randonnee

fabioff

Novellino
2 Dicembre 2019
3
0
30
cremona
Bici
olympia boost
Ciao a tutti, avrei un grande quesito: nel caso di randonnee autogestite o più semplicemente di viaggi in bici, come vi organizzate con la navigazione? Create tracce gps che seguite al millimetro oppure utilizzate mappe cartacee così da essere più flessibili circa eventuali deviazioni o cambi di percorso?
Grazie mille a tutti
 

GRM

Fuori sagoma.
30 Ottobre 2016
1.304
1.181
33
Traona (Sondrio)
gospa87.blogspot.com
Bici
Gravel acciaio & Monstercross 29er acciaio
Se la rando o il trail ha una traccia, devi per forza rispettare quella per omologarti . in viaggio c è chi pianifica tutte le tracce prima della partenza , chi le crea giorno per giorno o sul momento. Devi valutare tu.
Comunque con lo smartphone e programmi come.maps.me o simili hai tutte le carte a portata di mano.
Cartaceo direi ormai inutile se non come back up in viaggi lunghi.
 

due pedali

Pedivella
19 Giugno 2012
457
65
Milano
Bici
giant
ciao

se parli di randonnée il percorso è stabilito e non sono consentite variazioni. Se invece ti riferisci ad un viaggio autooganizzato di norma pianifico il percorso in base ai luoghi che voglio vedere e ne seguo la traccia. A volte capita di avere una cartina per avere un'idea geografica di massa ma io sono vecchio e google maps ancora mi pare strano..:oops::oops:
 

Zonzolo

Apprendista Passista
19 Ottobre 2010
935
140
Pianeta Terra
Bici
Trek Madone /randomobile Specialized Roubaix
Il vantaggio della mappa di carta é nel formato, con le dimensioni del display dello smartphone avere una visione d'insieme é complicato.
Per seguire una traccia invece lo smartphone va molto bene, ma occorre fare i conti con l'autonomia della batteria.
In generale penso che per seguire la traccia un gps sia meglio del cellulare.