Pagellone Tour de France 2023

grimpeur75

Apprendista Cronoman
13 Febbraio 2007
3.696
1.362
Aosta
Visita sito
Bici
Bianchi Specialissima disc
Sono daccordo. Inoltre non mi piace proprio come ha corso Ciccone, che ha preso la maggior parte dei punti sulle salite non certo "epiche" e praticamente risparmiandosi fin quasi a fermarsi quando sapeva che su certe salite non poteva competere con i big. La crono poi è stata emblematica: ha fatto forte solo i 2,5 km della salita, prima e dopo a spasso.......
Vincere la maglia a pois così x me nn ha molto senso…ma l ho giá detto in altri thread e sono quasi stato lapidato….e pure paragonarla a quella di Chiappucci che arrivò secondo dietro Indurain e vinse il tappone del Sestriere ha poco senso…
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
23.232
24.478
98
dove capita
Visita sito
Sono daccordo. Inoltre non mi piace proprio come ha corso Ciccone, che ha preso la maggior parte dei punti sulle salite non certo "epiche" e praticamente risparmiandosi fin quasi a fermarsi quando sapeva che su certe salite non poteva competere con i big. La crono poi è stata emblematica: ha fatto forte solo i 2,5 km della salita, prima e dopo a spasso.......

Esatto, ed aggiungo: chiaro che una squadra intera e di livello che punta a quella maglia ha maggiori chances di altre. Ma vedere Skjelmose che tira le volate sul cavalcavia a Ciccone per prendere 1 pt....boh...alla fine mi chiedo chi fosse interessato oltre a loro*. E visto che l'intera Trek lo era gli altri hanno lasciato perdere.

*nessuno secondo me, gli altri in classifica sono quelli che hanno vinto le tappe in salita. Forse Powless, ma, appunto, da solo contro l'intera Trek...
 

bianco222

Scalatore
24 Giugno 2013
6.594
4.346
Visita sito
Bici
Olmo ZeroTre Disc
Mah, in teoria, nella pratica, per com'è congegnata oggi la classifica non mi pare poi questo grande conseguimento. E' una maglia più "simbolo" che altro. In sintesi: Ciccone non mi pare abbia fatto sto gran Tour....
Anche io considero quello di Ciccone un tour non particolarmente brillante. Però le maglie sono solo quattro e comunque una se la è portata a casa. E vincere qualcosa (qualunque cosa) al tour è sempre difficile.
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
23.232
24.478
98
dove capita
Visita sito
Anche io considero quello di Ciccone un tour non particolarmente brillante. Però le maglie sono solo quattro e comunque una se la è portata a casa. E vincere qualcosa (qualunque cosa) al tour è sempre difficile.

...mah, insomma....Campanearts ha detto che ha scoperto dell'esistenza del prmeio del super-combattivo alla 19^tappa perché un giornalista gli ha chiesto cosa ne pensava.... :mrgreen:

Diciamo che la maglia a pois fa gola agli sponsor per la possibilità di mettersi in mostra con il completino da pimpa e la bici, etc...secondo me se Skjlemose "girava" bene puntavano a fargli fare tappe o classifica, e Ciccone a lavorare per lui.
 
  • Mi piace
Reactions: theswiss

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
23.232
24.478
98
dove capita
Visita sito
Carino Vingegard che è andato a portare la maglina gialla per il nuovo nato di casa van Aert.
Ma la faccia di Wout dice tutto sulla situazione: occhiaie che manco dopo essere andato in fuga per 20 giorni di fila :))):

F1z7qPSXgAIkruH
 

bad

Apprendista Cronoman
22 Novembre 2006
2.789
2.493
nord ovest
Visita sito
Bici
BMC Teammachine slr01
Carino Vingegard che è andato a portare la maglina gialla per il nuovo nato di casa van Aert.
Ma la faccia di Wout dice tutto sulla situazione: occhiaie che manco dopo essere andato in fuga per 20 giorni di fila :))):

F1z7qPSXgAIkruH
mi sa che al mondiale si ritira dopo 20 Km e torna in hotel a dormire ;pirlùn^
 

cezar23

Apprendista Passista
30 Giugno 2009
949
350
Visita sito
Vincere la maglia a pois così x me nn ha molto senso…ma l ho giá detto in altri thread e sono quasi stato lapidato….e pure paragonarla a quella di Chiappucci che arrivò secondo dietro Indurain e vinse il tappone del Sestriere ha poco senso…
Anche all'epoca c'erano i punti oppure veniva assegnata con un altro sistema di calcolo?
 

sartormassimo

Apprendista Velocista
27 Aprile 2013
1.516
2.400
TREVISO
Visita sito
Bici
bella è bella...
Mah, in teoria, nella pratica, per com'è congegnata oggi la classifica non mi pare poi questo grande conseguimento. E' una maglia più "simbolo" che altro. In sintesi: Ciccone non mi pare abbia fatto sto gran Tour....
In effetti lo stesso Ciccone in un'intervista in inglese l'ha definita "small dream" correggendosi subito dopo con "big dream" visto che stava parlando alla TV francese ;-)
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
23.232
24.478
98
dove capita
Visita sito
Anche all'epoca c'erano i punti oppure veniva assegnata con un altro sistema di calcolo?

il sistema di attribuzione dei punti è stato cambiato varie volte. L'ultima l'anno scorso, togliendo i punti doppi per gli arrivi in salita, grazie ai quali Pogacar l'ha vinta quando ha anche vinto la generale (e cosi Vingegaard l'anno scorso). Il motivo era proprio impedire che chi vince la generale vinca anche tutto il resto. Il che, per me, è un po' un controsenso, in quanto dovrebbe premiare "il miglior scalatore".

Il punto è che in Tour sempre più imbottiti di salite (e con cronometro in estinzione) hanno pensato di cambiare, andando a privilegiare chi specificamente va a caccia dei punti per la maglia, anche sulle salitelle lungo le tappe. Ora, non è il caso di Ciccone, che è un ottimo scalatore, ma in passato questo aveva portato ad avere vincitori della maglia a pois che manco lo erano, tipo Egoi Martinez, o gente che si era specializzata solo in quello, tipo Virenque (ed i punti doppi li avevano introdotti nel 2004 proprio per rifar vincere gli uomini di classifica, in parte riuscendoci).

Come si vede non è mai facile trovare la soluzione giusta.
 

gibo2007

Apprendista Cronoman
30 Agosto 2015
3.094
1.871
Visita sito
Bici
Canyon
il sistema di attribuzione dei punti è stato cambiato varie volte. L'ultima l'anno scorso, togliendo i punti doppi per gli arrivi in salita, grazie ai quali Pogacar l'ha vinta quando ha anche vinto la generale (e cosi Vingegaard l'anno scorso). Il motivo era proprio impedire che chi vince la generale vinca anche tutto il resto. Il che, per me, è un po' un controsenso, in quanto dovrebbe premiare "il miglior scalatore".

Il punto è che in Tour sempre più imbottiti di salite (e con cronometro in estinzione) hanno pensato di cambiare, andando a privilegiare chi specificamente va a caccia dei punti per la maglia, anche sulle salitelle lungo le tappe. Ora, non è il caso di Ciccone, che è un ottimo scalatore, ma in passato questo aveva portato ad avere vincitori della maglia a pois che manco lo erano, tipo Egoi Martinez, o gente che si era specializzata solo in quello, tipo Virenque (ed i punti doppi li avevano introdotti nel 2004 proprio per rifar vincere gli uomini di classifica, in parte riuscendoci).

Come si vede non è mai facile trovare la soluzione giusta.
Concordo che debba vincerla il miglior scalatore.
Comunque solo per puntigliosità Martinez correva per la Euskaltel ed era un onesto scalatore. (niente di trascendentale comunque).
Screenshot_20230724_181418.jpg
 
  • Mi piace
Reactions: stradino basco

motogpdesmo16

Pedivella
29 Ottobre 2008
496
360
Visita sito
Bici
Trek Madone 4.7
Bravo, bel pagellone @Ser pecora
Due piccole osservazioni:
  1. non trovo il voto di Pogacar: dimenticanza oppure è stato volutamente saltato? :-)xxxx
  2. Il team UnoX la sufficenza la merita eccome. Mettere sullo stesso piano il loro 5 con il 5 dato alla Soudal non è equo: la "potenza di fuoco" a disposizione era ben diversa e non è colmabile dalla tappa vinta dalla Soudal.
Su Ciccone onestamente non so come giudicarlo proprio per la bivalenza del risultato conseguito alla luce di quello che la stampa italica scriveva fino al 30 giugno: aver portato a casa la maglia a pois è stato un po' un contentino oppure un eccellente risultato visto (a) l'andazzo della prima settimana escludendo il 2° posto alla 5a tappa e (b) perchè comunque ha portato a casa qualcosa mentre altri no.
 

Zugnajima#11

Strat Twelve in Pit Lane
14 Giugno 2010
11.790
13.702
49
Nußdorf am Inn, Bayern
youtube.com
Bici
Corratec CCT EVO Ultegra, Wilier Triestina Cento1 SLR Dura Ace
Vincere la maglia a pois così x me nn ha molto senso…ma l ho giá detto in altri thread e sono quasi stato lapidato….e pure paragonarla a quella di Chiappucci che arrivò secondo dietro Indurain e vinse il tappone del Sestriere ha poco senso…
Io ero uno di quelli con cui hai "discussionato", il mio pensiero era quello di "ormai ce l'ha, che la porti a casa".
Per il resto, non mi piace come viene assegnata, ed infatti ad un altro utente ho detto che dovrebbero chiamarla "maglia delle fughe", perché non premia il miglior scalatore...
 
  • Mi piace
Reactions: Doctor Speck

Kéo

Maglia Amarillo
31 Gennaio 2006
8.749
1.831
SICILY
Visita sito
Secondo me invece è ingeneroso il voto alla Lidl Trek. Hanno vinto una tappa e portato a casa la seconda maglia più prestigiosa. In gara si sono visti e le loro possibilità se le sono giocate. Secondo me meritavano un po' di più.
La seconda più prestigiosa al tour è la verde.. senza contare che non si può certo dire che ciccone sia il miglior scalatore di questo tour.. poi ovviamente è una cosa bella che ci sia un italiano con una maglia a Parigi
 

Lumi

Scalatore
8 Novembre 2020
6.460
5.650
Italia
Visita sito
Bici
Colnago V3Rs
il sistema di attribuzione dei punti è stato cambiato varie volte. L'ultima l'anno scorso, togliendo i punti doppi per gli arrivi in salita, grazie ai quali Pogacar l'ha vinta quando ha anche vinto la generale (e cosi Vingegaard l'anno scorso). Il motivo era proprio impedire che chi vince la generale vinca anche tutto il resto. Il che, per me, è un po' un controsenso, in quanto dovrebbe premiare "il miglior scalatore".

Il punto è che in Tour sempre più imbottiti di salite (e con cronometro in estinzione) hanno pensato di cambiare, andando a privilegiare chi specificamente va a caccia dei punti per la maglia, anche sulle salitelle lungo le tappe. Ora, non è il caso di Ciccone, che è un ottimo scalatore, ma in passato questo aveva portato ad avere vincitori della maglia a pois che manco lo erano, tipo Egoi Martinez, o gente che si era specializzata solo in quello, tipo Virenque (ed i punti doppi li avevano introdotti nel 2004 proprio per rifar vincere gli uomini di classifica, in parte riuscendoci).

Come si vede non è mai facile trovare la soluzione giusta.
Quindi in pratica è diventata cosi’:
-il miglior scalatore è quello che vince il tour
-gli scalatori piu’ forti sono quelli che vincono tappe con salite importanti (yates, rodriguez, pogacar, ecc…)
-la maglia a pois è il miglior scalatore fra quelli che non vincono (perche’ per vincere dovrebbe spremersi e farebbe meno punti)

Senza nulla togliere a Ciccone che aveva dichiarato di voler fare questo, alla fine ci è riuscito e forse anche nel tempo una maglia a pois si ricorda nel palmares quanto e forse piu’ di una tappa (di maglia ce ne è una, di tappe tante).

Il problema è di chi ha deciso questo regolamento che sminuisce il valore di un simbolo.
 
  • Mi piace
Reactions: Zugnajima#11

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
23.232
24.478
98
dove capita
Visita sito
-la maglia a pois è il miglior scalatore fra quelli che non vincono (perche’ per vincere dovrebbe spremersi e farebbe meno punti)

Non so se ho capito bene cosa intendi, ma riguardo questo punto:

-la maglia a pois oggi è vinta da chi fa più punti su tutte le salite presenti sul percorso, e quindi si spreme per passare in testa anche a quelle di 4^categoria (collinozzi che si trovano dopo 20km dalla partenza), su cui ovviamente gli uomini di classifica non ci pensano nemmeno a scollinare per primi, stando coperti dietro i propri gregari.

Per evitare questo, cioé, che gente "random" (o anche buoni scalatori, ma non i migliori) vincesse la classifica di "miglior scalatore" nel 2004 hanno inserito i punti doppi per gli arrivi in salita, e poi (nel 2009 mi pare) hanno anche rivisto i punteggi di alcune salite in base alla pendenza, e questo ha inevitabilmente portato a far vincere "incidentalmente" la maglia a pois a chi vince quella gialla, dato che la maglia gialla è in modo preponderante vinta in salita (avendo tagliato fino all'estinzione le cronometro).

Quindi il dilemma è: sta maglia a pois chi la deve vincere? Quello più forte in salita (e quindi di tutta la corsa) o chi si smazza tutti i cavalcavia che trova sul percorso? (una sorta di classifica a punti delle salite intermedie).

Il regolamento non è che sminuisce, direi piuttosto che è il disegno* del percorso a condizionare tutto.
Perché, siamo chiari, in base al percorso è evidente che alcuni corridori vengono privilegiati o meno.

Sui percorsi attuali Anquetil o Indurain non avrebbero mai vinto un Tour.
Se il prossimo Tour presentasse 3 cronometro di 60km ciascuna (stile anni di Indurain) Remco potrebbe leccarsi i baffi (persino un Ganna potrebbe fare classifica, come nei sogni bagnati di Beppe Conti).

:-o

*e quindi, in ultima analisi, non chi fa i regolamenti, l'Uci, Aso o i poteri forti, ma il popolo che vuole salita, salita salita e ancora salita.