Gare Tour 2020: Pogačar campione. Le pagelle

ogunde

Cronoman
23 Luglio 2016
791
283
Bici
bianchi infinito cv 2018
Li ho letti. Vista la posizione in classifica degli uomini Jumbo, credo che il buon Pogacar non li avrebbe inseguiti. Oltretutto avrebbero rischiato di staccare chi la maglia gialla la deteneva ovvero uno della propria squadra (Roglic) cosa che obbiettivamente mi pare praticamente impossibile che un team faccia a meno di evidenti debacle (vedi Bernal ed Ineos). Rammento che Dumoulin in classifica generale è finito a quasi 8 minuti e credo che anche per lui valga il fatto che piu' di cosi' non avrebbe potuto fare, soprattutto all'inizio quando era evidentemente molto meno "in gamba" rispetto alle battute finali (battute finali dove, in ogni caso, si è preso un distacco notevole nell'ultima crono da Pogacar).
Probabilmente alla Jumbo sapevano benissimo che Rogic piu' di quello che ha dato non poteva dare e dunque potevano solo augurarsi (e sembrava che nessuno potesse metterlo in dubbio) che il minuto di vantaggio sarebbe bastato vista la capacità del loro leader nelle crono.
Il problema è che il ventunenne sloveno ha tirato fuori una prestazione maiuscola rimpicciolendo quelle dei suoi avversari (che piano non sono andati di certo).
A mio parere, c'era poco da fare.
Non mi viene difficile dire che ha vinto il piu' forte. Molto semplicemente.
Sono completamente d'accordo, se hai letto tutti i post l'potesi "fantascientifica" si faceva nel caso si ripetesse una situazione simile in futuro. La jumbo ora sa che un minuto di vantaggio su Pogacar può non bastare.
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
43.016
17.875
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
......
Non mi viene difficile dire che ha vinto il piu' forte. Molto semplicemente.
Esatto. Molto semplicemente è avvenuto ciò.
Io non sto confutando nulla, ora è apparso "su indicazione della propria squadra", premesso che per saperlo bisognerebbe essere stati in ammiraglia, io continuo a pensare che sia una ipotesi plausibile, poi non so se è già successo. Mentre tu affermi con certezza assoluta che non è mai avvenuto e non avverrà mai..Penso che ci sia una volontà di polemizzare, al limite mi potresti dire con un pò di commiserazione che sono un illuso e che non accadrà mai, te lo dice samuelgol
Guarda che su indicazione della squadra Io l'ho ripetuto a ogni post almeno 10 volte. Dici a sembola di leggere indietro ma a quanto pare Sei tu che non hai letto indietro. Per il resto se non hai voglia di andarti a documentare non nascondersi dietro al """te lo dice Samuelgol""". Samuelgol ti ha detto di documentarti se non ne hai voglia peggio per te.
 

pecoranera

CicloGladiamatore
14 Novembre 2011
8.364
2.761
51
Roma
Bici
roxanne=c'dale S6 evo d.a. LA MAIALA=C-Taurine
Li ho letti. Vista la posizione in classifica degli uomini Jumbo, credo che il buon Pogacar non li avrebbe inseguiti. Oltretutto avrebbero rischiato di staccare chi la maglia gialla la deteneva ovvero uno della propria squadra (Roglic) cosa che obbiettivamente mi pare praticamente impossibile che un team faccia a meno di evidenti debacle (vedi Bernal ed Ineos). Rammento che Dumoulin in classifica generale è finito a quasi 8 minuti e credo che anche per lui valga il fatto che piu' di cosi' non avrebbe potuto fare, soprattutto all'inizio quando era evidentemente molto meno "in gamba" rispetto alle battute finali (battute finali dove, in ogni caso, si è preso un distacco notevole nell'ultima crono da Pogacar).
Probabilmente alla Jumbo sapevano benissimo che Rogic piu' di quello che ha dato non poteva dare e dunque potevano solo augurarsi (e sembrava che nessuno potesse metterlo in dubbio) che il minuto di vantaggio sarebbe bastato vista la capacità del loro leader nelle crono.
Il problema è che il ventunenne sloveno ha tirato fuori una prestazione maiuscola rimpicciolendo quelle dei suoi avversari (che piano non sono andati di certo).
A mio parere, c'era poco da fare.
Non mi viene difficile dire che ha vinto il piu' forte. Molto semplicemente.
Il cicloamatore medio non lo dirà mai,:azzvincono gli altri perché...
Si allenano di più
Praticavano da piccoli
Non lavorano
Si attaccano alle auto
Tagliano il percorso
C ho avuto na malattia in giovane età
Non trombano
Abombaaccattateveabomba....

Da qui nasce ... ammettere, che è stato semplicemente il più forte a vincere ,risulta difficilewhisp
 
  • Mi piace
Reactions: Petgold969

ogunde

Cronoman
23 Luglio 2016
791
283
Bici
bianchi infinito cv 2018
Se avessero pensato ,se avessero pensato......
Se sapevano,se avessero saputo...:mrgreen:

Una cosa avrebbero fatto,non lo avrebbero fatto rientrare in classifica( che poi anche con quei 40 secondi ,vinceva ugualmente).....non seguendolo nell' attacco, perché marcavano bernal......
e perché roglic il vizietto di seguire chi attacca ma poi di non alimentare quell' attacco,un po' lo ha......
Hanno fatto sempre un ritmo che non permetteva attacchi,l unico l ha fatto landa che la classifica era consolidata,anche se gli mandi dietro 2 mulini ,deve guadagnare 10 minuti e comunque gli altri di classifica avrebbero difeso le loro posizioni,di fatto aiutando pogi....,questo è quello che con il "manuale del ciclismo" sarebbe successo.....

Poi anche se, nel fantaciclismo ,un attacco del genere da te ipotizzato :azz Si fosse compiuto,magicamente sarebbero comparsi gregari con maglie di altro colore per pogi( tipo quelli sul finestre di savoldelli)......
Mi ci gioco Los cojones:mrgreen:
Ma certo, sono solo ipotesi. Ha vinto il più forte.Ipotesi consolatorie scaturite dalle facce di Roglic, Doumulin e Van Aert, che ammiro molto e per i quali, nonostante il godimento per la vittoria di Pogacar in fondo mi è dispiaciuto.
 

SoftMachine

Maglia Gialla
10 Ottobre 2010
11.631
5.000
Bici
Agente Bike
Sono completamente d'accordo, se hai letto tutti i post l'potesi "fantascientifica" si faceva nel caso si ripetesse una situazione simile in futuro. La jumbo ora sa che un minuto di vantaggio su Pogacar può non bastare.


Ora lo sanno anche loro, infatti :mrgreen:
Il problema è che credo che anche lo avessero saputo avrebbero potuto fare nulla. Dumoulin e gli altri erano troppo distanti in classifica generale per poter impensierire Pogacar e credo che comunque fossero tutti al limite. Chi, in qualche tappa, non era al limite (ammesso e non concesso), semplicemente si era "riposato" in qualche frazione precedente e non a caso aveva minuti di ritardo.
Avere una grande squadra aiuta ma alla fine quello che deve finalizzare rimane il capitano.
 
  • Mi piace
Reactions: ogunde

ogunde

Cronoman
23 Luglio 2016
791
283
Bici
bianchi infinito cv 2018
Esatto. Molto semplicemente è avvenuto ciò.

Guarda che su indicazione della squadra Io l'ho ripetuto a ogni post almeno 10 volte. Dici a sembola di leggere indietro ma a quanto pare Sei tu che non hai letto indietro. Per il resto se non hai voglia di andarti a documentare non nascondersi dietro al """te lo dice Samuelgol""". Samuelgol ti ha detto di documentarti se non ne hai voglia peggio per te.
Polemica eccessiva. Ma se vuoi ti spiego meglio le mie motivazioni in conversazione privata, per non tediare gli altri
 
Ultima modifica:

pedalone della bassa

Otztaler inside
9 Ottobre 2013
9.771
10.478
41
modena, ma col cuore, ed originario, di Reggio Emi
Bici
(advanced pro nox, argon 18 gallium), ora Cervèlo S3
ho rinunciato a leggere tutti i messaggi, non ci si stà dietro :mrgreen:
dico solo, velocemente, che il 5 a ROglic....alla fine ha fatto quello che, probabilmente, tutti avremmo fatto. è arrivato secondo, solo perché, Pogacar ha fatto una prestazione monstre all'ultima tappa disponibile
6 a Pinot e 4 a Bernal, solo perché il primo è arrivato a Parigi? mah.......
ai fini degli obbiettivi che avevano, entrambi non l'hanno centrato, ma almeno il colombiano è stato un po' più in gara

p.s.
ma davvero Van Aert è 75 kg?!?!?!?
a me sembra tanto tanto meno
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
18.656
10.208
96
dove capita
Una curiosità:

Pogačar nella crono finale ha utilizzato un monorocona 58 con cassetta 11-29 sulla bici da crono; ed un 50-36 con cassetta 14-29 da junior, ma con nel mezzo 18-25 con salti di 1 dente nella bici da salita.
 
  • Mi piace
Reactions: lap74

Corvo Torvo

Apprendista Passista
11 Aprile 2016
869
544
Novara
Bici
Specialized Roubaix
Considerando che uno è di proprietà di un fondo di AbuDhabi e produce quasi tutto in Oriente, e l'altro è di proprietà svedese ma con produzione in Oriente e montaggio in Turchia, il termine "italiano" mi pare un po' fuori luogo.
Siamo nel 2020.... la finanza è cambiata, i grandi gruppi e i grandi fondi internazionali comprano quote e offrono prodotti di investimento ai risparmiatori. La proprietà non conta più nulla se non per la fabbrichetta a conduzione familiare. Conta il marchio. E il marchio è indiscutibilmente italiano. Altrimenti non esisterebbero nemmeno bici belghe, americane, tedesche, spagnole, etc...
 
  • Mi piace
Reactions: blues boy

FDG

Apprendista Cronoman
4 Luglio 2006
2.919
781
35
Nord Veneto
Bici
Bianchi Nirone
Secondo me il punto e proprio questo! I 2 grandi favoriti erano Roglić e Bernal e da mesi che si diceva questo. Nessuno, ripeto NESSUNO avrebbe scommesso 2 centesimi non su Pogačar, ma su un terzo incomodo. Dopo la crisi di Bernal il 99% delle persone ha pensato che il Tour era finito. Tour noioso, si diceva e scriveva (e anche molto su questo forum). "Bravo Pogačar, per carita, ma vuoi che tenga al primo Tour e a soli 21 anni le tre settimane"...avranno pensato tutti. "Ok e a 1' prima della crono, Roglić potra perdere pure qualche secondo, ma al 99% invece di perdere secondi li guadagnera"... Tanto piu che nelle ultime 2 tappe di montagna sembrava aver perso un po di smalto. Secondo me, ne Roglić ne la Jumbo hanno di che rammaricarsi..."They did everything right!"....hanno semplicemente trovato uno che ha fatto un'impresa impossibile da prevedere e pronosticare prima, ma anche durante lo stesso Tour....

Unica cosa, Roglic e il suo approccio mentale alle crono finali, non è la prima volta che ha problemi. Un po' per la tenuta alla terza settimana, ma in parte è anche panico.
 

123lorka

Apprendista Cronoman
8 Ottobre 2007
3.409
1.267
Croazia
Bici
Specialized, Tribam
Unica cosa, Roglic e il suo approccio mentale alle crono finali, non è la prima volta che ha problemi. Un po' per la tenuta alla terza settimana, ma in parte è anche panico.
D’accordissimo con te, pero e una cosa non facile da cambiare. E come quando si dice per i giocatori “ e forte ma non segna nelle partite importanti”. Proprio per questo uno che vince il Tour (ma un grande giro in generale) per me e sempre un campione, al di la degli avversari. Per perdere un Tour basta un mezzo problema in 3 settimane….se poi ne vinci 2-3-4 sei un fenomeno
 

sembola

Passista
22 Aprile 2004
4.174
3.604
Siena
www.sembola.it
Bici
verde
Siamo nel 2020.... la finanza è cambiata, i grandi gruppi e i grandi fondi internazionali comprano quote e offrono prodotti di investimento ai risparmiatori. La proprietà non conta più nulla se non per la fabbrichetta a conduzione familiare. Conta il marchio. E il marchio è indiscutibilmente italiano. Altrimenti non esisterebbero nemmeno bici belghe, americane, tedesche, spagnole, etc...
Che il marchio sia italiano non è in dubbio. Resta da vedere quanto questa "italianità" sia effettivamente utile al paese.

Per Colnago almeno per ora direi senz'altro, così come per tutte quelle aziende che in Italia svolgono una parte non irrllevante della produzione, con tutte le conseguenze economiche ed occupazionali del caso. Di altri marchi in Italia non resta nulla, se non un orgoglio nostalgico con il quale però non si riesce a fare la spesa.

Sia chiaro, anch'io penso che la nazionalità della proprietà non sia rilevante, e preferisco di gran lunga che un'azienda finisca in mani capaci di farla vivere e sviluppare piuttosto che avvizzire o morire per incapacità o disinteresse. Proprio per questo trovo insensate certe polemiche (generalmente politicamente alimentate...) sulle acquisizioni dall' estero, ma allo stesso modo non posso considerare sullo stesso piano il made in Italy e l' "Italian sound".
 
  • Mi piace
Reactions: bradipus