La bici da corsa...e i giovani??

Discussione in 'I domandoni' iniziata da korakkia, 11 Aprile 2011.

  1. korakkia

    korakkia Apprendista Passista

    Registrato:
    12 Febbraio 2007
    Messaggi:
    1.163
    Mi Piace Ricevuti:
    23
    Parlando l'altro giorno con altri amici ciclisti, è caduto il discorso sul fatto che di under 30 per strada a pedalare non se ne vedono o quasi. Premetto che ho 25 anni e vivo a Trieste, una città con una scarsa tradizione ciclistica, parlo almeno degli ultimi 20 anni. I miei nonni per dire, correvano tutti, i loro figli no. In città infatti, attualmente non ci sono squadre giovanili ne dilettantistiche e il movimento amatoriale, per quanto ultimamente in crescita, non è nemmeno paragonabile in termini percentuali a quello di tante altre città o regioni italiane. Sarà colpa della morfologia del territorio, dell'alto tasso di traffico, della gigantesca sproporzione tra cittadini anziani e giovani...fatto sta che analizzando la mia cerchia di amicizie e conoscenze tra i pedalatori, di under 30 ce ne sono davvero pochini... Con amici e parenti parlare di ciclismo è come parlare di curling.., della serie, "si sa che esiste e che nel mondo viene praticato, ma non è roba per noi...". Per non parlare di quando alla tv viene fuori qualche nuovo caso di doping...e frasi tipo "bello sport che ti sei scelto..." escono automatiche, diventando alle volte addirittura offensive (un giorno mio padre ha definito i ciclisti un "branco di sfigati"...). Io onestamente non ci bado più e ormai raramente mi arrabbio; ho sempre pedalato sin da bambino e seguito tutte le corse alla tv, anche se purtroppo proprio per la mancanza del movimento ciclistico in città non ho potuto correre da ragazzino, ma non ne ho mai fatto un dramma. Appena ho potuto mi sono comprato la specialissima e sono andato per la mia strada.., pedalando alla ricerca di quelle emozioni che sin da piccolo ho sempre provato in sella a una bicicletta. Ma se ci penso sono un alieno, una mosca bianca, vicino alla maggioranza dei miei coetanei che stanno ogni sera davanti al bar con un bicchiere in mano e una sigaretta in bocca...
    Pure altrove è così e ci sono pochi giovani che pedalano o è presente solo dalle mie parti questo andazzo??
     
  2. Trubbio

    Trubbio Apprendista Scalatore

    Registrato:
    28 Luglio 2010
    Messaggi:
    2.398
    Mi Piace Ricevuti:
    38
    Non so se hai avuto modo di veder il mio post di circa mezz'ora fa nella discussione "Sport per tutti o d'elitè"...abbiam detto praticamente la stessa cosa quindi ti quoto in pieno! Alzarsi il sabato mattina in estate è impensabile per ragazzi della nostra età (27 anni tra pochissimo)...preferiscono farsi la divertitona il venerdi sera e dormire fino alle 13 del giorno dopo! Il ciclismo è passione, volontà e saper anche rinunciare ad altre cose pur di farlo! Non giudico nessuno per carità però i nostri coetanei voglia di piegar la schiena non ce l'hanno! Quasi non han voglia di faticare per lavoro, figurati se hanno voglia di faticare per hobby :-)
     
  3. FDG

    FDG Apprendista Velocista

    Registrato:
    4 Luglio 2006
    Messaggi:
    1.564
    Mi Piace Ricevuti:
    67
    Embé? Che problemi ci sono? E' uno sport, mica obbligatorio. Se a tanti non piace, vorrà dire che altri sport guadagneranno più fan...

    said that, credo che un problema sia di "circolo vizioso". Io ora mi sono iscritto alla squadra del forum, ma negli anni scorsi provai ad iscrivermi a squadre della zona. Eee insomma, so che è brutto da dire, ma erano di solito composte da 2-3 40enni con cui mi rapportavo, poi solo 50+ che mi consideravano un bambinetto e quasi non mi rivolgevano la parola, e se lo facevano era per darmi qualche lezione e/o farmi qualche predica (non che abbia nulla in contrario ma...non durante il mio tempo libero, grazie). Dunque alla fine preferivo uscire in solitaria.
     
  4. korakkia

    korakkia Apprendista Passista

    Registrato:
    12 Febbraio 2007
    Messaggi:
    1.163
    Mi Piace Ricevuti:
    23
    Infatti ho preso spunto da li, visto che poi non era quello l'argomento della discussione. Boh ma io non dico che si debbano fare sacrifici immensi, a meno che uno non sia un atleta d'elite o comunque un agonista sfegatato che vive di risultati, tabelle e obiettivi. Pure io esco alla sera, seppur non ogni sera, ma non per questo devo per forza fare l'alba, spendere soldi su soldi (se ogni birra son 5 euro...ogni sera, per un anno per più birre a uscita...). Esiste anche altro nella vita. Possibile che nonostante tutto, ci siano così pochi giovani in bicicletta??
     
  5. rottweiller

    rottweiller Maglia Rosa

    Registrato:
    12 Agosto 2010
    Messaggi:
    9.527
    Mi Piace Ricevuti:
    300
    stai meglio te dei tuoi amici al bar con sigaretta e bicchiere continua con il tuo amato sport che è faticoso ma pieno di emozioni belle
     
  6. korakkia

    korakkia Apprendista Passista

    Registrato:
    12 Febbraio 2007
    Messaggi:
    1.163
    Mi Piace Ricevuti:
    23
    Il grave è che non fanno neanche altri sport...

    Strano comunque questo fatto della squadra, io non ho mai avuto problemi con quarantenni o cinquantenni, se capita si pedala in compagnia e si chiacchera del più del meno, ma mai ho ricevuto lezioni ne prediche.
     
  7. FDG

    FDG Apprendista Velocista

    Registrato:
    4 Luglio 2006
    Messaggi:
    1.564
    Mi Piace Ricevuti:
    67
    Ma sai magari ho anche io un caratteraccio e me la prendo a male quando mi danno dei consigli, oppure in veneto sono più burberi che a trieste :mrgreen: cmq ho 2 amici della stessa età che vanno in bici (24-25 anni), di solito la differenza è che si esce con orari leggermente ritardati rispetto ai "colleghi" più grandi, proprio perché poi non dobbiamo tornare in famiglia, diciamo...
     
  8. Trubbio

    Trubbio Apprendista Scalatore

    Registrato:
    28 Luglio 2010
    Messaggi:
    2.398
    Mi Piace Ricevuti:
    38
    Anche io son un "solitario"...non son chissà quale ciclista...se c'è da arrampicare arrampico e se ci son da fare i 40 all'ora li faccio ma amo i miei ritmi, esco due/tre sere a settimana più sabato ma di mettermi li con il "nonno" di turno che fa 25.000km/anno e mi punzecchia non piace neanche a me :-D cmq non dico sia obbligatorio pedalare...era per constatare che i ragazzi di adesso non han voglia di faticare! Era solo su qst che volevo puntualizzare...e secondo me è qst il motivo per cui si vedon poche bici di ragazzi
     
  9. Luca_gas87

    Luca_gas87 Gregario

    Registrato:
    17 Luglio 2009
    Messaggi:
    662
    Mi Piace Ricevuti:
    21
    Io sono al secondo anno di tesseramento e ho cambiato proprio per quello...l'hanno scorso ero in un gruppo di over 40, non che a volte no sia piacevole anche stare con loro, però un ragazzo preferisce la comagnia dei giovani, come è normale che sia.
    Per esempio ieri abbiamo provato la prima parte della nove colli con i ragazzi della squadra nuova perchè c'era l'atleta di punta che non aveva mai visto le prime salite, e del nostro passo, tra una cazzata e l'altra, sono stato molto meglio che tutte le domeniche dell'anno scorso.

    Il perchè non ci siano giovani non lo so. Probabilmente è anche l'investimento inziale che blocca: spendere 40 euro per un paio di scarpe da calcetto è molto più semplice che non spenderne un millino tra bici abbigliamento & co.
     
  10. FDG

    FDG Apprendista Velocista

    Registrato:
    4 Luglio 2006
    Messaggi:
    1.564
    Mi Piace Ricevuti:
    67
    Okay, però, la voglia di faticare per quale motivo deve essere un concetto positivo? Io ne faccio 10'000 di km all'anno anche, ma questa è la mia personalità, ho energie da spendere e se rimango fermo mi sento nervoso, mi piace stare all'aria aperta...perché chi ha preferenze diverse deve essere per forza uno "sfaticato"? Ad es. per fare i miei giri in bici ho perso molto tempo che avrei potuto dedicare a studiare più approfonditamente, oppure a lavorare di più, etc etc...
     
  11. Trubbio

    Trubbio Apprendista Scalatore

    Registrato:
    28 Luglio 2010
    Messaggi:
    2.398
    Mi Piace Ricevuti:
    38
    Infatti uno può fare quello che vuole ma scherziamo?! Sono io il primo a farlo! Ma chiedi a qualcuno di uscire in bici o cmq di cominciare a farlo!? Ti dicono che non son mica matti, troppa fatica e magari ti danno pure del "pirla" perchè ti alzi alle 7 del sabato mattina per uscire in bici ed evitar il caldo (parlo per esperienza mi succede di continuo quando mi chiedono cosa faccio il sabato mattina...non mi dicono non mi piace la bici, dicono che siam pazzi perchè troppo faticoso, questa è mancanza di voglia, non è passione per un altro sport...mi è stato detto anche che giocando a calcio anche se la sera ti fumi qualche sigaretta e vai a letto un po' brillo la mattina due calci alla palla li dai cmq! Non amo parlar per sentito dire, qst son cose che mi son state dette nel corso degli ultimi 4/5 anni...c'è la voglia di aver "uovo e gallina"...la rinuncia o la fatica non son contemplate)...con questo chiudo l'intevento perchè cmq ogniuno è libero di fare quello che vuole, stavo solo spiegando il perchè secondo me ci son pochi ragazzi giovani in bici! E tu fai benissimo a fare 10.000 km...io a 10mila non ci arrivo ma 5 o 6 si :D
     
  12. FDG

    FDG Apprendista Velocista

    Registrato:
    4 Luglio 2006
    Messaggi:
    1.564
    Mi Piace Ricevuti:
    67
    Sì scusami hai ragionissima in realtà, stavo solo facendo la parte dell'avvocato del diavolo :mrgreen:
     
  13. Trubbio

    Trubbio Apprendista Scalatore

    Registrato:
    28 Luglio 2010
    Messaggi:
    2.398
    Mi Piace Ricevuti:
    38
    o-o era solo uno scambio di idee nessun problema...piacerebbe di più anche a me aver 7/8 "soci" con cui condividere la passione ma come si dice dalle mie parti "piütost de niènt mei piütost"...quindi piuttosto che non andare ci vado volentieri da solo
     
  14. Tizlook

    Tizlook Moderator BdcTeam

    Registrato:
    9 Dicembre 2008
    Messaggi:
    7.948
    Mi Piace Ricevuti:
    412
    Io ho 27 anni e vado in bici (da corsa in maniera regolare, in mtb e giretti vari da sempre) da quando ne ho 25 (regalo del 25esimo + laurea una bella bianchi).
    Inizialmente uscivo da solo, poi 2 amici del forum, poi altri ed altri ed altri. Sto conoscendo un sacco di persone under 35, siamo forse un po più nascosti perchè spesso meno ancorati ad orari e gruppi fissi come chi ha famiglia e lavoro stabile, ma non siamo pochi. almeno dalle mie parti.
     
  15. Kaiser Jimbo

    Kaiser Jimbo Apprendista Passista

    Registrato:
    21 Ottobre 2010
    Messaggi:
    1.171
    Mi Piace Ricevuti:
    22
    A ciascuno il suo...
     
  16. Anton

    Anton Apprendista Passista

    Registrato:
    15 Novembre 2010
    Messaggi:
    894
    Mi Piace Ricevuti:
    11
    io ho 25 anni e faccio triathlon! pedalo 2 o 3 vv a settimana! ma,essendo universitario,lo faccio dalle 10 alle 13,orario in cui tanti son a lavoro! perciò dipende pure dagli orari in cui tu pedali...:D:D:D
     
  17. dome

    dome Gregario

    Registrato:
    10 Aprile 2008
    Messaggi:
    671
    Mi Piace Ricevuti:
    19
    Ragazzi io ho 24 anni e vado in bici da corsa da 11 anni...mentre da sempre in bici. Ho fatto anche l'u23 e ho lasciato per l'università. Sono uno di quelli che fa oltre 20000km l'anno e si allena con il caldo, il freddo e la pioggia facendo orari impossibili per conciliare studio e bici. Fino all'anno scorso nessun problema...poi dopo un incidente in bici qualcosa si è "incrinato"...nel senso, ma quanto tempo della mia vita passo in bici tralasciando altre cose, ne vale veramente la pena??? Così l'anno scorso mi sono preso un periodo abbastanza lungo di pausa da corse e allenamenti per godermi la bici senza stress e quest'anno sto riprendendo piano a piano con le gf sperando che torni la vecchia voglia.
    vengo da una famiglia di ciclisti con un altro fratello che ha corso anche lui u23 ed un altro che si è fermato con gli juniores. hanno entrambi lasciato quasi completamente e sono l'unico sopravvissuto, forse perchè veramente "malato" di ciclismo.
    la bici è troppo dura...andare in bici seriamente vuol dire rinunciare ad un sacco di cose. ecco perchè di giovani c'è ne sono pochi e quei pochi fanno cmq le categorie agonistiche federali fino a quando possono, poi saturi del ciclismo abbandonano completamente o quasi...sapete quanti juniores o u23 conosco che hanno lasciato stare la bici perchè "scoppiati" da allenamenti logoranti, sacrifici, rinunce alimentari, trasferte interminabili e quant'altro per 8 mesi l'anno...
     
    A francis piace questo elemento.
  18. Mima62

    Mima62 Apprendista Passista

    Registrato:
    6 Agosto 2007
    Messaggi:
    1.182
    Mi Piace Ricevuti:
    54
    Condivido la tua analisi!!!
    Sono triestina, ma vivo a circa 20 km da Trieste e bene o male ci si conosce tutti di vista, è vero ci sono veramente pochi giovani in giro a pedalare. Sarà perchè a quell'età hanno i figli piccoli, sarà perchè vivere il ciclismo in modo serio, se si vuole far gare, è anche dura, devi allenarti sempre, non ci sono sconti.
    Io sono figlia di un ciclista, ricordo bene com'erano le settimane di mio papà: d'estate, spesso e volentieri sgusciava via di casa alle 4.30 del mattino, si allenava, andava al lavoro e, sovente, finito il lavoro, di nuovo in sella, fino a quando c'era luce e anche dopo. Io e la mamma si cenava prima. Alla domenica pomeriggio c'era la gara, via per tutto il Friuli assolato, dove non trovavi uno straccio d'ombra, tutti sti paesi con le case con gli infissi chiusi, guardavi l'asfalto e l'aria tremava dal calore e loro correvano, ogni domenica per tutto l'estate! Era dura, ma c'era la passione, quella che ti spinge a non sentire la fatica, il caldo.
    Ricordo ancora il rito del pranzo pre-gara (all'epoca c'era la convinzione che bisognava mangiare tante proteine): carne macinata cruda, mescolata ad un uovo crudo, il tutto condito con un limone spremuto!
    Ricordo anche le bottigliette dei succhi di frutta vuote usate per prepararsi delle misture di cubetti di canfora sciolti nell'olio, se non sbaglio, per massaggiarsi le gambe prima della partenza e altre bottigliette per i massaggi dopo l'arrivo.
    Ora mi viene in mente un episodio che per me aveva dell'incredibile allora come ora: c'era uno di Trieste che correva con mio papà, non mi ricordo se nella stessa squadra o no, eravamo fuori in Friuli e prima della gara erano abituati a fare un paio di km per il riscaldamento, faceva freddo anzi, probabilmente doveva aver piovuto, insomma, sto tipo, in pantaloncini corti va dalla moglie e le dice che ha freddo alle gambe, le dice di togliersi i collant perchè servono a lui, per coprirsi le gambe, la moglie senza controbattere, entra in macchina, si togliei collant, li passa al marito, lui corre con le calze della moglie e lei tutto il tempo della gara chiusa in macchina sena calze!!!
    Potrei scrivere un libro su episodi strani a cui ho assistito! Era così!!!
    PASSIONE E SACRIFICI!!!

    Saluti Mima
     
  19. saxfast

    saxfast Apprendista Scalatore

    Registrato:
    13 Agosto 2010
    Messaggi:
    1.864
    Mi Piace Ricevuti:
    134
    qui da me, i cilisti sono per la maggiorparte adulti.....
    i pochi ragazzi che si vedono in giro fanno parte di qualche squadra, ma paragonato al calcio ad esempio ne sono pochissimissimi......
    io ho 19 anni e per i miei coetanei quando parlo di non uscire il sabato sera o il venerdi sera perchè il sabato o la domenica mattina devo andare in bici è come se stessi dicendo di andare in iraq a fare la guerra senza armi....
     
  20. Trubbio

    Trubbio Apprendista Scalatore

    Registrato:
    28 Luglio 2010
    Messaggi:
    2.398
    Mi Piace Ricevuti:
    38
    Ecco proprio quello che intendevo dire io! Sembri un alieno quando a 19 anni dici <<no dai qst sera niente "balla" al pub domani BICI>> ora ne ho 27 e di ciucche al bar non ne prendo da parecchi anni e non ne sento nemmeno il bisogno come invece sembra per miei conoscenti, la mia fidanzata comprende benissimo qst mia passione e non fa una piega se il venerdi si torna a mezzanotte perchè al mattino ci si alza presto per la bici! Ma ti assicuro che ci sono ancora miei coetanei che non concepiscono i sacrifici fatti per passione! Vuol dire che c'è apatia, disinteresse, mancanza di volontà e poca voglia di rinuncia. Male, molto male :D
     
    A saxfast piace questo elemento.

Condividi questa Pagina