Paris-Brest-Paris 2019

9 Ottobre 2013
4.588
2.162
38
modena, ma col cuore, ed originario, di Reggio Emi
Bici
(advanced pro nox, argon 18 gallium), ora Cervèlo S3
Ecco,io non mi stupisco della situazione, nel 2007 ero il Thailandese di turno.
Pur avendo tutti i brevetti del caso e un paio da 600 km pure, non sapevo cosa stavo facendo.
Potremmo definire la mia situazione psicologica di allora come un decimo grado della scala mercalli in chiave psichedelica, ero terremotato dentro.
Ve ne passo alcune ad esempio e perenne monito.
Partito cotto, dopo ore sotto il sole, allora, come anche nel 2011, non si partiva a scaglioni, ci si metteva semplicemente in fila.
A Mortagne, non ho avuto la capacità di girare l'angolo del bar all'ingresso per capire ci fosse anche il self-service, avevo una fame da lupi, al banco avevano esaurito tutto, fuori le salamelle erano finite, ho pasteggiato con cioccolato e fichi secchi, che mi viene male a pensarci ancora oggi, tra l'altro sono un goloso impenitente, ma l'unica cosa che non mangio è il cioccolato.
Una bicicletta tirata insieme con lo sputo, due lumini da morto avvolti nel domopack come fari e fu subito incidente, in pieno in una buca, raggi rotti e tanto tempo perso, nel frattempo avevo poi mancato un altro ristoro, non ricordo dove, ma ricordo la fame.
Avevo in dotazione un paio di borse topeak, ma fu troppo tardi quando mi accorsi che l'acqua alzata dalle ruote andava nelle suddette, non essendo impermeabili, risultato, visto che fu la PBP più bagnata della storia, tutto quello che avevo in borsa era completamente zuppo.
Ripartito da Tinteniac in preda ai miei fantasmi e senza un barlume di lucidità e avendo fatto non so quali calcoli, arrivai alla conclusione matematica che Loudeac fosse ad oltre 100 km, nel mentre ne avevo già percorsi un trenta e più, ma la diretta conseguenza delle mie equazioni di terzo grado fu la convinzione che non sarei mai arrivato in tempo utile e lasciai per strada, chiedendo ospitalità a due simpatici signori che mi offrirono pernotto e colazione all'indomani.
Inutile dire che non avevo la più pallida idea di quale fosse il tempo utile per Loudeac, ma ovviamente tutto quadrava nel contesto di assoluta follia nel quale mi ero ficcato.
Potrei andare avanti, ma è giusto per dare un'idea.
Il tandem arrivò poi, come gesto di infinito amore da parte di Armida, volto a proteggermi da questo mondo che non perdona.
Marco.

scusa, io sono molto acerbo rispetto a te ed ai tantissimi altri randonneur, ma mi chiedo, l'impianto di illuminazione, non lo avevi provato durante le 600? per la PBP ok che ci son tantissimi "punti ristoro", ma non si parte con anche un po' di scorte proprie? proprio per evitare di star, per n motivi, senza mangiare?

se fossi partito per Parigi, oltre alle "prove" durante le 600, un qualche giro in solitaria di notte lo avrei fatto, anche solo per testare, una volta di più, materiali e testa.
passami il paragone (forse sbagliato). è come quelli che partono per L'Otzy, senza aver mai fatto un uscita sotto la pioggia o-o
 

 

marco.soardi

Pignone
10 Febbraio 2012
219
45
Collebeato (BS)
Bici
bdc-tandem
Bah io invece un pò mi stupisco,.................... tutto questo ovviamente è il mio pensiero strettamente personale che non vuole assolutamente farti passare per uno sprovveduto.
Un caro saluto
Fiore
PS ci siamo visti credo alla scorsa Milano Sanremo Milano del fakiro
Non puoi misurare con il metro della logica una situazione surreale e folle, io la nel 2007 sono stato uno sprovveduto in pieno, ma questa è un'analisi a posteriori.
La nuda cronaca che trovate nelle mie righe riferite a quei giorni è da prendere in toto, le cose andarono cosi e la storia si ripete oggi con altri sprovveduti.
D'altro canto alla LEL del 2017 i ritirati furono il 50%, senza contare quelli arrivati fuori tempo massimo, fu veramente impegnativo arrivare in fondo, ma dalla nostra, a quel punto della storia, avevamo testa ed esperienza, le gambe sono sempre mancate a priori.
Da considerare poi che nel 2007 non c'erano le occasioni di confronto attuali nel mondo randonneè, era tutto un poco più complicato e non scontato riuscire a centrare i materiali adatti per queste distanze, ovviamente non vuole essere una scusante questo argomento.
Vero è che, molto probabilmente, fu determinante aver precorso i tempi, io fino al 2006 avevo fatto solo cicloviaggi di poco conto, mai tesserato ad una società, mai corso una granfondo (quello vale anche oggi) e le randonneè le ho scoperte per caso un giorno in edicola addocchiando una rivista che parlava della PBP 2003.
Senza aver fatto nulla nella maniera più assoluta fino al 2006, mi sono ritrovato a Parigi nel 2007 e ne pagai pegno.
Vale citare William Shakespeare
Vi sono più cose in cielo ed in terra,Orazio, di quante se ne sognano nella vostra filosofia.Amleto
Compresi un branco di folli sprovveduti allo sbaraglio.
Ciao Fiorenzo, mi sa che non ci siamo mai visti, la Milano Sanremo Milano ci manca.
Salutissimi a tutti quanti.
Marco
 
  • Like
Reactions: Luca.

Zonzolo

Apprendista Passista
19 Ottobre 2010
881
107
Pianeta Terra
Bici
Trek Madone /randomobile Specialized Roubaix
Non puoi misurare con il metro della logica una situazione surreale e folle, io la nel 2007 sono stato uno sprovveduto in pieno, ma questa è un'analisi a posteriori.
La nuda cronaca che trovate nelle mie righe riferite a quei giorni è da prendere in toto, le cose andarono cosi e la storia si ripete oggi con altri sprovveduti.
D'altro canto alla LEL del 2017 i ritirati furono il 50%, senza contare quelli arrivati fuori tempo massimo, fu veramente impegnativo arrivare in fondo, ma dalla nostra, a quel punto della storia, avevamo testa ed esperienza, le gambe sono sempre mancate a priori.
Da considerare poi che nel 2007 non c'erano le occasioni di confronto attuali nel mondo randonneè, era tutto un poco più complicato e non scontato riuscire a centrare i materiali adatti per queste distanze, ovviamente non vuole essere una scusante questo argomento.
Vero è che, molto probabilmente, fu determinante aver precorso i tempi, io fino al 2006 avevo fatto solo cicloviaggi di poco conto, mai tesserato ad una società, mai corso una granfondo (quello vale anche oggi) e le randonneè le ho scoperte per caso un giorno in edicola addocchiando una rivista che parlava della PBP 2003.
Senza aver fatto nulla nella maniera più assoluta fino al 2006, mi sono ritrovato a Parigi nel 2007 e ne pagai pegno.
Vale citare William Shakespeare
Vi sono più cose in cielo ed in terra,Orazio, di quante se ne sognano nella vostra filosofia.Amleto
Compresi un branco di folli sprovveduti allo sbaraglio.
Ciao Fiorenzo, mi sa che non ci siamo mai visti, la Milano Sanremo Milano ci manca.
Salutissimi a tutti quanti.
Marco
Con tutto quello che avete fatto in questi anni direi che ora, oltre che testa e esperienza, avete eccome anche le gambe.
Una LEL non si finisce per caso!
 

marco.soardi

Pignone
10 Febbraio 2012
219
45
Collebeato (BS)
Bici
bdc-tandem
Con tutto quello che avete fatto in questi anni direi che ora, oltre che testa e esperienza, avete eccome anche le gambe.
Una LEL non si finisce per caso!
Ciao Sergio, grazie per il complimento in diretta, ma ci conosci, oggettivamente non puoi dire che abbiamo una gamba irresistibile, siamo più Armata Brancaleone andante.
Non ci manca resilienza, quella a vagoni e solamente così che si arriva in fondo, nostro malgrado, dico nostro malgrado, perchè preferirei di gran lunga avere una condizione fisica che supporti la testa, ma che inesorabilmente ci manca sempre.
I nostri kilometraggi di allenamento sono sempre scarsi e mal distribuiti nell'arco della settimana, ma questo è.
Per la PBP ne abbiamo totalizzati 4800, compresi i brevetti di qualifica, per la LEL siamo arrivati a 5100, cosi a naso mi verrebbe da dire che almeno il doppio sarebbero consigliati.
Un caro saluto.
Armida e Marco.
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
15.313
2.902
94
dove capita
Un aneddoto divertente a chiusura. Un ucraino di 23 anni, Stanislav Kharechko, è stato "indagato" in questi mesi perché ha realizzato delle medie "anomale" nel finale della PBP.
Dalla partenza a Mortagne ha fatto una media di 18,6kmh. A Carhaix era leggermente fuori tempo massimo, a Mortagne al ritorno era fuori tempo massimo di 6h.
Poi il miracolo: una media 33,72kmh tra Mortagne e Dreux e di 31,03kmh tra Dreux e Rambouillet. Il primo arrivato in assoluto ha fatto come medie inn quei tratti rispettivamente 28,17kmh e 28,13kmh.

All'inizio il giovane ha detto che si è infilato in un gruppo molto veloce (aveva lettera di partenza T...), ma di questo fantomatico gruppo non è stata trovata traccia. Quindi poi ha detto che era partito ammalato, ma dopo aver dormito ha recuperato le forze.

Non è stato omologato.
 

Zonzolo

Apprendista Passista
19 Ottobre 2010
881
107
Pianeta Terra
Bici
Trek Madone /randomobile Specialized Roubaix
Un aneddoto divertente a chiusura. Un ucraino di 23 anni, Stanislav Kharechko, è stato "indagato" in questi mesi perché ha realizzato delle medie "anomale" nel finale della PBP.
Dalla partenza a Mortagne ha fatto una media di 18,6kmh. A Carhaix era leggermente fuori tempo massimo, a Mortagne al ritorno era fuori tempo massimo di 6h.
Poi il miracolo: una media 33,72kmh tra Mortagne e Dreux e di 31,03kmh tra Dreux e Rambouillet. Il primo arrivato in assoluto ha fatto come medie inn quei tratti rispettivamente 28,17kmh e 28,13kmh.

All'inizio il giovane ha detto che si è infilato in un gruppo molto veloce (aveva lettera di partenza T...), ma di questo fantomatico gruppo non è stata trovata traccia. Quindi poi ha detto che era partito ammalato, ma dopo aver dormito ha recuperato le forze.

Non è stato omologato.
Più che divertente, a me sembra triste, soprattutto per lui.
Barare in una randonnée è come rubare nelle proprie tasche.
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
15.313
2.902
94
dove capita
Più che divertente, a me sembra triste, soprattutto per lui.
Barare in una randonnée è come rubare nelle proprie tasche.
A me sembra una cosa talmente stupida da far ridere. Soprattutto per l'entità delle medie.
 

Dom80

Novellino
22 Settembre 2010
82
9
39
Sellia Marina (pr. Catanzaro)
Bici
Dedacciai Strada Assoluto RC 2013
Chi bara durante la Rando è un idiota.
Non è da meno chi si presenta alla PBP con brevetti di qualificazione fasulli e poi muore in strada. Questi sono i peggiori, perché rubano spazio a coloro che meriterebbero di partecipare.
Mi pare chiaro che alla PBP certi ciclisti così improvvisati potevano essere là soltanto perché il brevetto di qualificazione lo avevano ottenuto con sistemi che non prevedevano spendita di sudore.
Speriamo prendano provvedimenti in futuro.
 

felinocero

Novellino
8 Maggio 2008
61
12
spiritorandagio.wordpress.com
Bici
TAAAAAAACCCCC Titanio-Acciaio-Alluminio-Carbonio
Un aneddoto divertente a chiusura. Un ucraino di 23 anni, Stanislav Kharechko, è stato "indagato" in questi mesi perché ha realizzato delle medie "anomale" nel finale della PBP.
Dalla partenza a Mortagne ha fatto una media di 18,6kmh. A Carhaix era leggermente fuori tempo massimo, a Mortagne al ritorno era fuori tempo massimo di 6h.
Poi il miracolo: una media 33,72kmh tra Mortagne e Dreux e di 31,03kmh tra Dreux e Rambouillet. Il primo arrivato in assoluto ha fatto come medie inn quei tratti rispettivamente 28,17kmh e 28,13kmh.

All'inizio il giovane ha detto che si è infilato in un gruppo molto veloce (aveva lettera di partenza T...), ma di questo fantomatico gruppo non è stata trovata traccia. Quindi poi ha detto che era partito ammalato, ma dopo aver dormito ha recuperato le forze.

Non è stato omologato.
La cosa ancora più assurda è che se lo cercate su Strava, ha lasciato la traccia pubblica, e casualmente si interrompe subito dopo Mortagne.