TRIATHLON, alleniamoci insieme (parte 3)

Discussione in 'Triathlon' iniziata da samuelgol, 28 Gennaio 2016.

  1. daniele ultra

    daniele ultra Cronoman

    Registrato:
    6 Gennaio 2009
    Messaggi:
    713
    Mi Piace Ricevuti:
    36
    Saucony jazz se pesi 70k e poggi in modo neutro e' una scarpa molto valida, per esperienza essendo stato il mio lavoro vendere scarpe running negli ultimi 10 anni , e conoscendo bene saucony, io stesso le uso per correre, nn sono scarpe per tutti, diciamo che richiedono un po più attitudine alla corsa.
    Io andrei da un bravo dottore, e starei fermo almeno dalla corsa, in bici nn credo possa danneggiare il ginocchio a meno di uscire fuori sella in salita tirando rapporti troppo duri.
    Dai che si sistema, in bocca al lupo
     
  2. Gamba_tri

    Gamba_tri Velocista

    Registrato:
    29 Marzo 2005
    Messaggi:
    5.781
    Mi Piace Ricevuti:
    234
    Riposa, ghiaccio, limita gli antinfiammatori il più possibile e specialista.
    Poi io rivedrei la tecnica di corsa, non è semplice, ma secondo me, il metodo pose preserva ginocchia e schiena, il libro che lo spiega è Running Revolution. In generale si tratta di spostare l'atterraggio sull'avampiede anche a ritmi lenti e non sbloccare troppo il ginocchio.
     
  3. Darius

    Darius Passista

    Registrato:
    18 Ottobre 2005
    Messaggi:
    3.781
    Mi Piace Ricevuti:
    107
    Farò come dite, tanto oramai ho fatto un vitalizio tra ortopedici, osteopati e fisiatri :cry

    Prendiamola con leggerezza và, grazie dei consigli. o-o
     
  4. gipsy

    gipsy Apprendista Cronoman

    Registrato:
    6 Agosto 2004
    Messaggi:
    3.031
    Mi Piace Ricevuti:
    65

    io intendo quello fatto in acqua alta (dove non tocchi) con la cintura galleggiante
    https://www.youtube.com/watch?v=C0d4VhOoZmo
     
  5. N3bbia

    N3bbia Passista
    [Zwift] Team BDC

    Registrato:
    27 Agosto 2012
    Messaggi:
    4.685
    Mi Piace Ricevuti:
    103
    azz questo è proprio estremo... ma non è impossibile riprodurre anche solo minimamente le meccaniche di corsa corrette così?

    sempre per la tua ampia conoscenza in materia...per chi è messo un po meglio e può far quella 'dove si tocca' ci sono indicazioni (tue o un link) ?

    vorrei provare qualche volta...
     
    #1385 N3bbia, 17 Gennaio 2017
    Ultima modifica: 17 Gennaio 2017
  6. gipsy

    gipsy Apprendista Cronoman

    Registrato:
    6 Agosto 2004
    Messaggi:
    3.031
    Mi Piace Ricevuti:
    65
    onestamente ne so poco, non mi sembra una grande opzione, visto che anche se l'acqua riduce gli impatti, corri comunque scalzo su una superficie dura (ed oltretutto scivolosa).
    qua c'è un link:
    http://www.humankinetics.com/excerpts/excerpts/proper-technique-to-water-running

    io andrei di aqua jogging ed ellittica, poi fai tu
     
  7. NormaJean

    NormaJean Cronoman

    Registrato:
    25 Gennaio 2013
    Messaggi:
    793
    Mi Piace Ricevuti:
    4
    [MENTION=13395]daniele ultra[/MENTION] posso approfittare della tua esperienza di scarpe e soprattutto Saucony?
    Come ho scritto qualche post fa negli ultimi 2 anni ho sempre usato A2 Saucony con plantari fatti per le mie problematiche, sia in allenamento che gara (peso 66kg circa). Allenamento quasi sempre fatto in pista.
    Ultime sono state le Fastwich, trovato molto bene fino ad agosto quando ho mollato leggermente gli allenamenti. A settembre riprendo e di punto in bianco non riesco più a correrci, finisco le sessioni con i polpacci letteralmente inchiodati da rimanere fermo quasi una settimana. Le scarpe hanno 500km anche meno, e non riesco proprio a capire.
    Il passo è più lento rispetto a prima, ma anche allora facevo uscite medio lente senza problemi. Con le A3 vado meglio ma essendo sempre abituato alle a2 mi sembra di avere dei ferri da stiro ai piedi. Potrebbe essere la scarpa o più probabile un mio problema meccanico?

    Nel frattempo ieri piscina, 2000m di cui
    100m risc
    6x100m
    4x50 gambe con pinne gambata a delfino
    6x50 gambe con pinne metà vasca piano metà forte
    6x50 gambe con pinne andata piano ritorno forte
    6x25 gambe con pinne forte.
    100m sciolto
    Palette.
     
  8. sovrasterzo85

    sovrasterzo85 Maglia Amarillo

    Registrato:
    19 Maggio 2013
    Messaggi:
    8.832
    Mi Piace Ricevuti:
    203
    Io è da un po che ho male ai quadricipiti ogni volta che forzo sul rullo
    Mi son rotto le balle e oggi prima di allenarmi ho preso un brufen
    Bhe....tutt altra storia 😉
    Fai un tentativo ma cmq sono consapevole che è solo un palliativo... la vera medicina è sempre il riposo... ma ripeto, mi son rotto le @@

    ... usque ad finem ...
     
  9. sovrasterzo85

    sovrasterzo85 Maglia Amarillo

    Registrato:
    19 Maggio 2013
    Messaggi:
    8.832
    Mi Piace Ricevuti:
    203
    Io correvo con le ride8 e ora con le 9 leverun... mi trovo alla grande
    Per lavori veloci invece A2 kynvara
    Prova le ride 😉😉😉

    ... usque ad finem ...
     
  10. NormaJean

    NormaJean Cronoman

    Registrato:
    25 Gennaio 2013
    Messaggi:
    793
    Mi Piace Ricevuti:
    4
    Ho quasi sempre usato le saucony, sono quelle con cui mi trovo meglio, ma vorrei capire perché non riesco più con le A2 (kinvara erano le mie precedenti)
     
  11. daniele ultra

    daniele ultra Cronoman

    Registrato:
    6 Gennaio 2009
    Messaggi:
    713
    Mi Piace Ricevuti:
    36
     
    #1391 daniele ultra, 17 Gennaio 2017
    Ultima modifica: 17 Gennaio 2017
  12. NormaJean

    NormaJean Cronoman

    Registrato:
    25 Gennaio 2013
    Messaggi:
    793
    Mi Piace Ricevuti:
    4
    [MENTION=13395]daniele ultra[/MENTION] grazie allora le cambierò e vediamo come va.
    Sono sostanzialmente affezionato al marchio perché è quella che negli anni non mi ha mai dato problemi, soprattutto a livello di periostite, cosa che con asics puntualmente di ripresentava.
    Poi, come si dice, ogni piede ha la sua scarpa.
     
  13. Darius

    Darius Passista

    Registrato:
    18 Ottobre 2005
    Messaggi:
    3.781
    Mi Piace Ricevuti:
    107
    Grazie per l'incoraggiamento Daniele, per le scarpe: al momento peso 68Kg ma arrivo normalmente a 64Kg, in primavera estate, l'appoggio del piede è risultato neutro, ho scelto le Saucony Jazz, tra altre scarpe A3 consigliatemi dal venditore quali Nike, Brooks e Diadora, perchè sono quelle che mi hanno dato la migliore sensazione al piede, una calzabilità eccellente, praticamente non le sento, è come avere un guanto, mi ricordano molto la calzata aderente delle mie SIDI ERGO 2 Carbon, inoltre hanno un supporto calcaniale che conferisce un'ottima stabilità, con le altre mi sembrava di avere delle pantofole ai piedi, le Nike addirittura affondavano di tallone quando caricavo.

    Ora essendo un neofita della corsa non so se i miei parametri di valutazione sono corretti, non ho ancora la capacità di valutare una scarpa da running in base alle prestazioni, ma con queste ho avuto da subito un buon feeling.
     
  14. IlNigno

    IlNigno Apprendista Cronoman

    Registrato:
    13 Agosto 2010
    Messaggi:
    2.734
    Mi Piace Ricevuti:
    55
    Con l'ecografia valuti i tendini.Collaterali,crociati,rotuleo.
    Per cartilagini e menischi l'esame idoneo è la Risonanza Magnetica prescritta dallo specialista ortopedico (dopo sua visita e Rx).
     
  15. Savo28

    Savo28 Gregario

    Registrato:
    24 Ottobre 2014
    Messaggi:
    523
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Direi che per i crociati è meglio la RMN
    Per cartilagini tendini meglio ecografia

    Inviato dal mio Nexus 5X utilizzando Tapatalk
     
  16. Darius

    Darius Passista

    Registrato:
    18 Ottobre 2005
    Messaggi:
    3.781
    Mi Piace Ricevuti:
    107
    Confermo, il mio ultimo infortunio, una lesione del legamento scafo lunato dovuto ad una caduta in bici, è stato diagnosticato con una RMN, l'eco non dava risultati affidabili.

    In realtà l'esame per eccellenza per i legamenti sarebbe l'artroscopia, ma è troppo invasivo e viene utilizzato solo in casi di mancanza funzionale dell'arto.
     
  17. IlNigno

    IlNigno Apprendista Cronoman

    Registrato:
    13 Agosto 2010
    Messaggi:
    2.734
    Mi Piace Ricevuti:
    55
    I tendini sono una cosa,cartilagini(menischi) sono un'altra.
    Valutare una lesione meniscale con l'eco non è possibile.L'esame più indicato è la RM se lo specialista la ritiene opportuna.Con la RM valuti anche i tendini certo!
    Ogni esame ha un suo valore SE prescritto dallo specialista,in questo caso ortopedico.
    Chiudo O.T.

    Stamattina rulli in garage causa meteo non proprio "adeguato",50min alternando le regolazioni fornite dal mio EliteMag:mrgreen:.
     
    #1397 IlNigno, 17 Gennaio 2017
    Ultima modifica: 17 Gennaio 2017
  18. ernia

    ernia Apprendista Velocista

    Registrato:
    28 Settembre 2005
    Messaggi:
    1.246
    Mi Piace Ricevuti:
    12
    Chiedo venia, non sono medico, volevo solo dire che io controllerei con esami che sia tutto ok.

    vasca da 20
    10x40 1 braccio solo coi finis fulcrum
    10x40 1 braccio solo
    10x40 1 braccio solo l'altro lungo il fianco
    10x40 alternato allegro
    10x40 alternato con palette
    10x40 vo2max 34" rec. 26
    200 sciolti andata alternato ritorno stile

    corsa 7 km a circa 5'/km
     
  19. Savo28

    Savo28 Gregario

    Registrato:
    24 Ottobre 2014
    Messaggi:
    523
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Oggi complice la reperibilità un'ora o più di rulli

    Poi vi dirò cosa sono riuscito a fare

    Inviato dal mio Nexus 5X utilizzando Tapatalk
     
  20. daniele ultra

    daniele ultra Cronoman

    Registrato:
    6 Gennaio 2009
    Messaggi:
    713
    Mi Piace Ricevuti:
    36
    Per esperienza per un neofita , cominciare a correre e sempre molto problematico. E banale ma in questi anni ho visto molti più podisti prendere dimestichezza con la bici, e quindi con quel tipo di muscolatura che viceversa, anche ad alti livelli. Figurati che io ho cominciato nel paleolitico in una gloriosa società di Duathlon, che ora nn esiste più, dove c'era una qualità di atleti fenomenale, tutti con un passato semi pro o da amatori di lusso nelle loro discipline, e i ciclisti puri per ingranare, e parlo di atleti di 25/30 anni al top cardio, facevano una gran fatica, soprattutto a livello infortuni....
    Era proprio una questione di appoggi e dinamica del gesto.
    Detto questo fatti i dovuti accertamenti del caso, sarà un muro che dovrai superare, e per superarlo nn basta solo correre, ma core stability esercizi di tecnica, corsa a piedi nudi .... e tante info che puoi comodamente reperire.
    Sono sicuro leggendo ciò che ti scrivi, e come lo scrivi e con il tuo backround sportivo...il tuo stato di forma , supererai l'ostacolo.
    Il motore e lo stesso..... cambiano le dinamiche per farlo funzionare. Per cui se sei un manico in bici, lo puoi diventare anche a piedi.
    Il nuoto paradossalmente e l'ostacolo più grande! Dove il motore ai nostri livelli nn conta niente.
     

Condividi questa Pagina