automobilisti Vs ciclisti (ancora - parte 2)

 

pietro1973

Maglia Amarillo
13 Aprile 2011
8.264
2.395
Granducato di Toscana
Bici
tutte rigorosamente nere
beh, sì, non sono io che sono razzista, sono loro che sono neri...

se i ciclisti stanno appaiati, molto semplicemente, l'automobilista deve rispettare il codice. l'unico motivo per cui un automobilista possa preferire i ciclisti in fila è per infrangere il codice della strada in modo pericoloso.

invece i ciclisti appaiati non sono pericolosi, oppure non infrangono il CDS????
 

rapportoagile

Moderatoren
20 Agosto 2008
14.378
2.413
59
Settequerce (Bolzano)
Bici
Scapin Dyapason
beh, sì, non sono io che sono razzista, sono loro che sono neri...

se i ciclisti stanno appaiati, molto semplicemente, l'automobilista deve rispettare il codice. l'unico motivo per cui un automobilista possa preferire i ciclisti in fila è per infrangere il codice della strada in modo pericoloso.



non ci crederai, ma far rispettare il codice spetta alle forze dell'ordine, e non ad una mandria di ciclisti sparpagliati. Lo so, è difficile da credere, ma è così
 

RicktheQuick

Apprendista Scalatore
30 Giugno 2013
2.524
807
Arezzo
Bici
wilier zero.7,wilier 501
invece i ciclisti appaiati non sono pericolosi, oppure non infrangono il CDS????

i ciclisti affiancati sono estremamente più sicuri che in fila, poichè rendono sostanzialmente impossibile infrangere l'articolo 148, che è invece un articolo che tutela la sicurezza.

i ciclisti in fila, in che modo possono essere preferibili per un automobilista?
faccio il solito esempio dei 9 ciclisti.
conta una bici lunga 2 metri e 9 ciclisti molto bravi, che stanno a 0,5 metri l'uno dall'altro. sono lunghi 18+4= 22metri.
se li metti 3x3 sono larghi circa 60cmx3= 1,80. e lunghi 6+1= 7 metri.

se io sono dietro, e rispetto l'art.148, lasciando una distanza di sicurezza...

guido un'auto larga 1,90 specchio-specchio.

1,90 io. 60 il ciclista, siamo a 2,5 metri. con strade larghe quando va di lusso 3,25 lascio tra me e il ciclista 75cm, cioè la metà della distanza di sicurezza codificata da chiunque, nel mondo la abbia codificata (ci sono eccezioni sul metro al variare della velocità).
quindi ho bisogno dell'altra corsia, senza se e senza ma. a questo punto, mi conviene superare un oggetto lungo 7 metri o un oggetto lungo 22?

a te torna più semplice superare un trattore o un autoarticolato?

se i 3 stanno affiancati, 1,80 loro, 1,90 io, sto a 3,70, su 6,50 di strada, ho tutto lo spazio laterale.

solo che quando davanti c'è il trattore, va bene così, si sorpassa rapidamente e niente storie. quando c'è il camion si sta dietro a innervosirsi ma senza essere aggressivi e si passa difficilmente, se ci sono i ciclisti, si pretende di sfiorarli infrangendo l'art 148
 

RicktheQuick

Apprendista Scalatore
30 Giugno 2013
2.524
807
Arezzo
Bici
wilier zero.7,wilier 501
non ci crederai, ma far rispettare il codice spetta alle forze dell'ordine, e non ad una mandria di ciclisti sparpagliati. Lo so, è difficile da credere, ma è così

perdonami, quindi cosa c'entri te? se stanno affiancati "far rispettare il codice spetta alle forze dell'ordine". e allora che ti importa? come spetta alle forze dell'ordine preoccuparsi che la gente sorpassi in sicurezza, spetta alle forze dell'ordine preoccuparsi che i ciclisti facciano il possibile per farsi ammazzare stando in fila.
 

pietro1973

Maglia Amarillo
13 Aprile 2011
8.264
2.395
Granducato di Toscana
Bici
tutte rigorosamente nere
i ciclisti affiancati sono estremamente più sicuri che in fila, poichè rendono sostanzialmente impossibile infrangere l'articolo 148, che è invece un articolo che tutela la sicurezza.

i ciclisti in fila, in che modo possono essere preferibili per un automobilista?
faccio il solito esempio dei 9 ciclisti.
conta una bici lunga 2 metri e 9 ciclisti molto bravi, che stanno a 0,5 metri l'uno dall'altro. sono lunghi 18+4= 22metri.
se li metti 3x3 sono larghi circa 60cmx3= 1,80. e lunghi 6+1= 7 metri.

se io sono dietro, e rispetto l'art.148, lasciando una distanza di sicurezza...

guido un'auto larga 1,90 specchio-specchio.

1,90 io. 60 il ciclista, siamo a 2,5 metri. con strade larghe quando va di lusso 3,25 lascio tra me e il ciclista 75cm, cioè la metà della distanza di sicurezza codificata da chiunque, nel mondo la abbia codificata (ci sono eccezioni sul metro al variare della velocità).
quindi ho bisogno dell'altra corsia, senza se e senza ma. a questo punto, mi conviene superare un oggetto lungo 7 metri o un oggetto lungo 22?

a te torna più semplice superare un trattore o un autoarticolato?

se i 3 stanno affiancati, 1,80 loro, 1,90 io, sto a 3,70, su 6,50 di strada, ho tutto lo spazio laterale.

solo che quando davanti c'è il trattore, va bene così, si sorpassa rapidamente e niente storie. quando c'è il camion si sta dietro a innervosirsi ma senza essere aggressivi e si passa difficilmente, se ci sono i ciclisti, si pretende di sfiorarli infrangendo l'art 148

beh, sì, non sono io che sono razzista, sono loro che sono neri...

se i ciclisti stanno appaiati, molto semplicemente, l'automobilista deve rispettare il codice. l'unico motivo per cui un automobilista possa preferire i ciclisti in fila è per infrangere il codice della strada in modo pericoloso.

sei parecchio confuso i ciclisti se ne devono sbattere del cds mentre gli automobilisti devono rispettarlo alla regola ;nonzo%;nonzo%;nonzo%, continuiamo con la solita manfrina che non fa altro che alimentare l'antipatia verso noi ciclisti con questi atteggiamenti senza senso, il cds vale x TUTTI, come mi incazzo quando mi fanno il pelo le auto, alla stessa stregua mi incazzo quando in auto mi trovo beatamente i grupponi che occupano mezza carreggiata, sono entrambi dei comportamenti scorretti nonche' violazioni del cds, non e' che uno e' meno grave dell'altro oppure giustificabile,hanno solo in comune che entrambi i casi si rischia l'incolumita' del ciclista visto che mediamente un'auto pesa 15 volte di piu'.
 

RicktheQuick

Apprendista Scalatore
30 Giugno 2013
2.524
807
Arezzo
Bici
wilier zero.7,wilier 501
sei parecchio confuso i ciclisti se ne devono sbattere del cds mentre gli automobilisti devono rispettarlo alla regola ;nonzo%;nonzo%;nonzo%, continuiamo con la solita manfrina che non fa altro che alimentare l'antipatia verso noi ciclisti con questi atteggiamenti senza senso, il cds vale x TUTTI, come mi incazzo quando mi fanno il pelo le auto, alla stessa stregua mi incazzo quando in auto mi trovo beatamente i grupponi che occupano mezza carreggiata, sono entrambi dei comportamenti scorretti nonche' violazioni del cds, non e' che uno e' meno grave dell'altro oppure giustificabile,hanno solo in comune che entrambi i casi si rischia l'incolumita' del ciclista visto che mediamente un'auto pesa 15 volte di piu'.

invece c'è una differenza di gravità enorme, perchè la norma che prescrive ai ciclisti di stare in fila, è pericolosa, quella che impone agli automobilisti di lasciare margine laterale di sicurezza, è sicura.
ci passa tutta la differenza del mondo.

e torno a chiederti: quando sei in auto e trovi il gruppo di ciclisti, ti incazzi. ok, perchè? cosa faresti se stessero in fila che non puoi fare se stanno raggruppati? li passeresti a mezzo metro di distanza? perchè se ti serve l'altra corsia per superare, è meglio che siano più compatti possibile, così il sorpasso è più corto.

l'unica ragione perchè un'automobilista preferisca fare un sorpasso lungo il doppio, o il triplo, è perchè non ha alcuna intenzione di fare quel sorpasso in sicurezza, intende farlo in modo pericoloso.
oppure ci sono dei motivi che non mi vengono in mente, ti prego di esplicitarli, dal momento che dici di essere uno di quelli che si incazzano se trovano il gruppo, e che quindi ritengono di avere un vantaggio se i ciclisti stanno in fila.

rammentando sempre che le nostre corsie a 3,75 non c'arrivano sostanzialmente mai (stiamo comodamente sotto l'1% della rete stradale percorribile in bicicletta).
 
  • Mi piace
Reactions: rosetta

pietro1973

Maglia Amarillo
13 Aprile 2011
8.264
2.395
Granducato di Toscana
Bici
tutte rigorosamente nere
invece c'è una differenza di gravità enorme, perchè la norma che prescrive ai ciclisti di stare in fila, è pericolosa, quella che impone agli automobilisti di lasciare margine laterale di sicurezza, è sicura.
ci passa tutta la differenza del mondo.

e torno a chiederti: quando sei in auto e trovi il gruppo di ciclisti, ti incazzi. ok, perchè? cosa faresti se stessero in fila che non puoi fare se stanno raggruppati? li passeresti a mezzo metro di distanza? perchè se ti serve l'altra corsia per superare, è meglio che siano più compatti possibile, così il sorpasso è più corto.

l'unica ragione perchè un'automobilista preferisca fare un sorpasso lungo il doppio, o il triplo, è perchè non ha alcuna intenzione di fare quel sorpasso in sicurezza, intende farlo in modo pericoloso.
oppure ci sono dei motivi che non mi vengono in mente, ti prego di esplicitarli, dal momento che dici di essere uno di quelli che si incazzano se trovano il gruppo, e che quindi ritengono di avere un vantaggio se i ciclisti stanno in fila.

rammentando sempre che le nostre corsie a 3,75 non c'arrivano sostanzialmente mai (stiamo comodamente sotto l'1% della rete stradale percorribile in bicicletta).

sono entrambe fatte per la sicurezza dei ciclisti, con l'unica differenza che mi sembra a leggere certi commenti alcuni ciclisti pretendono di sbattersene beatamente delle regole e a venire qui a fare le verginelle non capendo nemmeno il limite tra cio' che e' giusto e cio' che e' sbagliato ovvero interpretano la norma a proprio uso e consumo a seconda di cio' che gli conviene.

Ps in merito al sorpasso con l'auto, visto che il codice della strada vale per tutti i veicoli, come io automobilista mi attengo alle regola alla stessa stregua si devono attenere i ciclisti che occupano tutta la carreggiata.
 

RicktheQuick

Apprendista Scalatore
30 Giugno 2013
2.524
807
Arezzo
Bici
wilier zero.7,wilier 501
sono entrambe fatte per la sicurezza dei ciclisti, con l'unica differenza che mi sembra a leggere certi commenti alcuni ciclisti pretendono di sbattersene beatamente delle regole e a venire qui a fare le verginelle non capendo nemmeno il limite tra cio' che e' giusto e cio' che e' sbagliato ovvero interpretano la norma a proprio uso e consumo a seconda di cio' che gli conviene.

Ps in merito al sorpasso con l'auto, visto che il codice della strada vale per tutti i veicoli, come io automobilista mi attengo alle regola alla stessa stregua si devono attenere i ciclisti che occupano tutta la carreggiata.

chiedo scusa, forse non ho posto la domanda in modo chiaro, provo a dividerla in due:
1-in che modo viaggiare in fila è "più sicuro" che viaggiare affiancati? (poichè dici che entrambe le norme siano fatte per la sicurezza dei ciclisti)
2-se ti trovi davanti un gruppo, ad esempio di 9, oppure 9 ciclisti in fila, cosa cambia nella tua guida? incazzandoti te se li trovi in gruppo, evidentemente il gruppo non ti permette di fare qualcosa che ti permetterebbero i ciclisti in fila, mi spiegheresti cosa?
 

golias

Maglia Iridata
28 Marzo 2018
12.086
6.281
.
Bici
mia
con l'unica differenza che mi sembra a leggere certi commenti alcuni ciclisti pretendono di sbattersene beatamente delle regole e a venire qui a fare le verginelle non capendo nemmeno il limite tra cio' che e' giusto e cio' che e' sbagliato ovvero interpretano la norma a proprio uso e consumo a seconda di cio' che gli conviene.
Non so a chi ti riferisci ma a me non pare sia così, ma credo non valga la pena andare oltre questo discorso.
 

golias

Maglia Iridata
28 Marzo 2018
12.086
6.281
.
Bici
mia
chiedo scusa, forse non ho posto la domanda in modo chiaro, provo a dividerla in due:
1-in che modo viaggiare in fila è "più sicuro" che viaggiare affiancati? (poichè dici che entrambe le norme siano fatte per la sicurezza dei ciclisti)
2-se ti trovi davanti un gruppo, ad esempio di 9, oppure 9 ciclisti in fila, cosa cambia nella tua guida? incazzandoti te se li trovi in gruppo, evidentemente il gruppo non ti permette di fare qualcosa che ti permetterebbero i ciclisti in fila, mi spiegheresti cosa?
Sai bene cosa farebbe il 90% e passa degli automobilisti.. però non si può dire ;-)
 
  • Mi piace
Reactions: RicktheQuick

pietro1973

Maglia Amarillo
13 Aprile 2011
8.264
2.395
Granducato di Toscana
Bici
tutte rigorosamente nere
chiedo scusa, forse non ho posto la domanda in modo chiaro, provo a dividerla in due:
1-in che modo viaggiare in fila è "più sicuro" che viaggiare affiancati? (poichè dici che entrambe le norme siano fatte per la sicurezza dei ciclisti)
2-se ti trovi davanti un gruppo, ad esempio di 9, oppure 9 ciclisti in fila, cosa cambia nella tua guida? incazzandoti te se li trovi in gruppo, evidentemente il gruppo non ti permette di fare qualcosa che ti permetterebbero i ciclisti in fila, mi spiegheresti cosa?

Vedi io non capisco cosa sto a perdere tempo qui con chi non conosce la mera differenza tra un obbligo imposto dalla legge e l’interpretazione soggettiva di ciò che non gli conviene, comunque già il solo fatto che in auto io abbia più visibilità e miglior spazio di manovra già di per se fa capire cosa conviene e non a noi ciclisti ma vedo che oltre te vi sono altri che hanno una visione limitata dei pericoli sulle nostre strade.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 
  • Mi piace
Reactions: Bert51

RicktheQuick

Apprendista Scalatore
30 Giugno 2013
2.524
807
Arezzo
Bici
wilier zero.7,wilier 501
Vedi io non capisco cosa sto a perdere tempo qui con chi non conosce la mera differenza tra un obbligo imposto dalla legge e l’interpretazione soggettiva di ciò che non gli conviene, comunque già il solo fatto che in auto io abbia più visibilità e miglior spazio di manovra già di per se fa capire cosa conviene e non a noi ciclisti ma vedo che oltre te vi sono altri che hanno una visione limitata dei pericoli sulle nostre strade.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


perdonami ma non sei molto chiaro nella risposta: tu sostieni che i ciclisti debbano stare in fila per la loro sicurezza.
se ho capito bene la tua risposta è che l'auto ha "più facilità di manovra" e "più visibilità".
-allora se l'auto ha "più visibilità" significa che il "ciclista affiancato" gli impalla la strada, ergo i due ciclisti sono meglio visibili. addirittura "troppo visibili". quindi come sicurezza dei ciclisti mi pare che sia migliore la situazione nella quale siano "meglio visibili".
-facilità di manovra: se tu hai una carreggiata di 6,5metri e già sei costretto ad utilizzare la corsia di sinistra per il sorpasso, ti mette in difficoltà la manovra di spostarti altri 60cm più a sinistra? ma scusa eh, e avere un sorpasso lungo il doppio, o il triplo, non ti rende più complicata la manovra? col solito esempio dei 9 ciclisti, se stanno 3x3, devi allargarti di 1,20 in più,ma se sono in fila, devi sorpassare un oggetto di 15 metri più lungo: diventa un sorpasso per il quale è necessario un sacco di spazio, e se poi non lo calcoli bene e sui primi ti trovi costretto a stringere e passargli vicino?

poi ci tengo a una nota sulla prima fase: io ti ho posto con educazione delle domande alle quali rispondi in modo, perdonami, piuttosto evasivo e non molto esplicito, non vedo perchè tu debba aggiungere quella considerazione sul "perdere tempo". sto dedicando ben più tempo io a spiegare la mia posizione e chiederti di chiarire la tua di quanto ne utilizzi tu per non darmi una risposta semplicissima:

-cosa fai di diverso se ti trovi i ciclisti 3x3 o 9 in fila?

se vuoi, giochiamo a carte scoperte: se rispondi in modo evasivo, è chiarissimo quel che fai, fai il pelo ai ciclisti non utilizzando l'altra corsia. solo che ad ammettere questa cosa, poi ti tocca semplicemente dire che la norma che impone ai ciclisti di stare in fila è molto pericolosa. sarebbe una norma in qualche modo definibile "di sicurezza" se effettivamente le nostre corsie fossero larghe 4 metri, e non lo sono mai.
altrimenti è semplicemente una norma sbagliata e pericolosa e chi ne invoca il rispetto lo fa esclusivamente per infrangere l'art.148 e passare i ciclisti in modo pericoloso.

non vedo perchè io non dovrei capire l'obbligo, lo capisco benissimo, esattamente come capisco benissimo le leggi razziali, ciò non significa né che una legge sia giusta, né che io la condivida. e "i ciclisti devono stare in fila" è uno stupido dogma che ha come unico beneficiario chi abbia intenzione di guidare in modo pericoloso. tutti quelli che non guidano in modo pericoloso, i ciclisti li preferiscono raggruppati, perchè più sono raggruppati, più è semplice sorpassarli in sicurezza, da codice.
 

RicktheQuick

Apprendista Scalatore
30 Giugno 2013
2.524
807
Arezzo
Bici
wilier zero.7,wilier 501
Sai bene cosa farebbe il 90% e passa degli automobilisti.. però non si può dire ;-)

vorrei provare, prima o poi, a riuscire a farlo ammettere a qualcuno, che magari se uno si rende conto di pronunciarla lui la frase "voglio che stiano in fila perchè io voglio sorpassarli in modo pericoloso violando l'art.148" poi si sblocca qualcosa e l'automobilista mi viene da sperare che possa rendersi conto di quel che gli succede intorno e di come funzioni meglio un "sistema circolazione".
 

pietro1973

Maglia Amarillo
13 Aprile 2011
8.264
2.395
Granducato di Toscana
Bici
tutte rigorosamente nere
perdonami ma non sei molto chiaro nella risposta: tu sostieni che i ciclisti debbano stare in fila per la loro sicurezza.
se ho capito bene la tua risposta è che l'auto ha "più facilità di manovra" e "più visibilità".
-allora se l'auto ha "più visibilità" significa che il "ciclista affiancato" gli impalla la strada, ergo i due ciclisti sono meglio visibili. addirittura "troppo visibili". quindi come sicurezza dei ciclisti mi pare che sia migliore la situazione nella quale siano "meglio visibili".
-facilità di manovra: se tu hai una carreggiata di 6,5metri e già sei costretto ad utilizzare la corsia di sinistra per il sorpasso, ti mette in difficoltà la manovra di spostarti altri 60cm più a sinistra? ma scusa eh, e avere un sorpasso lungo il doppio, o il triplo, non ti rende più complicata la manovra? col solito esempio dei 9 ciclisti, se stanno 3x3, devi allargarti di 1,20 in più,ma se sono in fila, devi sorpassare un oggetto di 15 metri più lungo: diventa un sorpasso per il quale è necessario un sacco di spazio, e se poi non lo calcoli bene e sui primi ti trovi costretto a stringere e passargli vicino?

poi ci tengo a una nota sulla prima fase: io ti ho posto con educazione delle domande alle quali rispondi in modo, perdonami, piuttosto evasivo e non molto esplicito, non vedo perchè tu debba aggiungere quella considerazione sul "perdere tempo". sto dedicando ben più tempo io a spiegare la mia posizione e chiederti di chiarire la tua di quanto ne utilizzi tu per non darmi una risposta semplicissima:

-cosa fai di diverso se ti trovi i ciclisti 3x3 o 9 in fila?

se vuoi, giochiamo a carte scoperte: se rispondi in modo evasivo, è chiarissimo quel che fai, fai il pelo ai ciclisti non utilizzando l'altra corsia. solo che ad ammettere questa cosa, poi ti tocca semplicemente dire che la norma che impone ai ciclisti di stare in fila è molto pericolosa. sarebbe una norma in qualche modo definibile "di sicurezza" se effettivamente le nostre corsie fossero larghe 4 metri, e non lo sono mai.
altrimenti è semplicemente una norma sbagliata e pericolosa e chi ne invoca il rispetto lo fa esclusivamente per infrangere l'art.148 e passare i ciclisti in modo pericoloso.

non vedo perchè io non dovrei capire l'obbligo, lo capisco benissimo, esattamente come capisco benissimo le leggi razziali, ciò non significa né che una legge sia giusta, né che io la condivida. e "i ciclisti devono stare in fila" è uno stupido dogma che ha come unico beneficiario chi abbia intenzione di guidare in modo pericoloso. tutti quelli che non guidano in modo pericoloso, i ciclisti li preferiscono raggruppati, perchè più sono raggruppati, più è semplice sorpassarli in sicurezza, da codice.

Come dice un mio amico “hai perfettamente ragione” e comunque io una mio particolare convinzione ce l’ho ovvero se buona parte degli automobilisti non ci può vedere è anche colpa di quei dementi di ciclisti che occupano tutta la carreggiata sbattendose delle regole.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 
  • Mi piace
Reactions: rapportoagile

Shinkansen

Moderatore Xeneize
Membro dello Staff
20 Giugno 2006
13.072
2.264
Genova
Bici
Colnago 50 Anniversary
invece i ciclisti appaiati non sono pericolosi, oppure non infrangono il CDS????
Con una domanda poni due questioni differenti.
Presumo che tu ti riferisca alla circolazione extraurbana: sì, in coppia i ciclisti infrangono il codice. Non c'è altro da aggiungere.
Che i ciclisti appaiati siano pericolosi ho i miei dubbi, al contrario, penso che siano più visibili. Che talvolta ostruiscano il passaggio è vero anche questo.
 

pietro1973

Maglia Amarillo
13 Aprile 2011
8.264
2.395
Granducato di Toscana
Bici
tutte rigorosamente nere
Con una domanda poni due questioni differenti.
Presumo che tu ti riferisca alla circolazione extraurbana: sì, in coppia i ciclisti infrangono il codice. Non c'è altro da aggiungere.
Che i ciclisti appaiati siano pericolosi ho i miei dubbi, al contrario, penso che siano più visibili. Che talvolta ostruiscano il passaggio è vero anche questo.

È più pericoloso per loro incolumità visto la velocità e l’ingombro delle auto.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

Shinkansen

Moderatore Xeneize
Membro dello Staff
20 Giugno 2006
13.072
2.264
Genova
Bici
Colnago 50 Anniversary
perdonami ma non sei molto chiaro nella risposta: tu sostieni che i ciclisti debbano stare in fila per la loro sicurezza.
se ho capito bene la tua risposta è che l'auto ha "più facilità di manovra" e "più visibilità".
-allora se l'auto ha "più visibilità" significa che il "ciclista affiancato" gli impalla la strada, ergo i due ciclisti sono meglio visibili. addirittura "troppo visibili". quindi come sicurezza dei ciclisti mi pare che sia migliore la situazione nella quale siano "meglio visibili".
-facilità di manovra: se tu hai una carreggiata di 6,5metri e già sei costretto ad utilizzare la corsia di sinistra per il sorpasso, ti mette in difficoltà la manovra di spostarti altri 60cm più a sinistra? ma scusa eh, e avere un sorpasso lungo il doppio, o il triplo, non ti rende più complicata la manovra? col solito esempio dei 9 ciclisti, se stanno 3x3, devi allargarti di 1,20 in più,ma se sono in fila, devi sorpassare un oggetto di 15 metri più lungo: diventa un sorpasso per il quale è necessario un sacco di spazio, e se poi non lo calcoli bene e sui primi ti trovi costretto a stringere e passargli vicino?

poi ci tengo a una nota sulla prima fase: io ti ho posto con educazione delle domande alle quali rispondi in modo, perdonami, piuttosto evasivo e non molto esplicito, non vedo perché tu debba aggiungere quella considerazione sul "perdere tempo". sto dedicando ben più tempo io a spiegare la mia posizione e chiederti di chiarire la tua di quanto ne utilizzi tu per non darmi una risposta semplicissima:

-cosa fai di diverso se ti trovi i ciclisti 3x3 o 9 in fila?

se vuoi, giochiamo a carte scoperte: se rispondi in modo evasivo, è chiarissimo quel che fai, fai il pelo ai ciclisti non utilizzando l'altra corsia. solo che ad ammettere questa cosa, poi ti tocca semplicemente dire che la norma che impone ai ciclisti di stare in fila è molto pericolosa. sarebbe una norma in qualche modo definibile "di sicurezza" se effettivamente le nostre corsie fossero larghe 4 metri, e non lo sono mai.
altrimenti è semplicemente una norma sbagliata e pericolosa e chi ne invoca il rispetto lo fa esclusivamente per infrangere l'art.148 e passare i ciclisti in modo pericoloso.

non vedo perchè io non dovrei capire l'obbligo, lo capisco benissimo, esattamente come capisco benissimo le leggi razziali, ciò non significa né che una legge sia giusta, né che io la condivida. e "i ciclisti devono stare in fila" è uno stupido dogma che ha come unico beneficiario chi abbia intenzione di guidare in modo pericoloso. tutti quelli che non guidano in modo pericoloso, i ciclisti li preferiscono raggruppati, perchè più sono raggruppati, più è semplice sorpassarli in sicurezza, da codice.
Nella tua esposizione sei molto radicale. Sono d'accordo con te quando dici che viaggiare in coppia sia meglio che in fila indiana, i ciclisti si vedono meglio.
Non lo sono quando dici che i gruppi (sempre affiancati in coppia) non comportano problemi all'automobilista.
Dipende da caso per caso. In una strada larga 12 metri non danno (diamo) problemi, in una strada larga 6, trafficata, diamo problemi.
Aggiungo che ci vorrebbe maggiore sensibilità da entrambe le parti. Dai ciclisti che dovrebbero capire quando stare affiancati e quando no e gli automobilisti che dovrebbero capire che la strada non è solo loro e che se perdono 30 secondi per superare un gruppo di ciclisti non muoiono. Vuol dire che arrivano 5 minuti più tardi.

Lo dico sia da ciclista che da automobilista. Sinceramente, se dovessi scrivere una norma del CdS per stabilire come i ciclisti dovrebbero stare sulle strade extraurbane non saprei come muovermi. Sono troppe le variabili da tenere in considerazioni.
Forse l'unica sarebbe rendere obbligatorio il sorpasso utilizzando la corsia opposta.
 

Shinkansen

Moderatore Xeneize
Membro dello Staff
20 Giugno 2006
13.072
2.264
Genova
Bici
Colnago 50 Anniversary
È più pericoloso per loro incolumità visto la velocità e l’ingombro delle auto.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Parlo per mia esperienza personale, ma sulle strade extraurbane (intendo quello dove il limite è sopra i 70) non ricordo di aver subito un pelo (altrimenti non sarei qui a raccontarlo). I peli li ho quasi sempre subiti o in città o su strade extraurbane dove il limite è di 50 e quasi sempre per non aver aspettato quei 10 secondi che passasse la macchina che veniva in senso contrario.

Però, leggo anche di utenti del forum che hanno situazioni spiacevoli su strade extraurbane, quindi, mi rendo conto che la situazione è complessa.
 

golias

Maglia Iridata
28 Marzo 2018
12.086
6.281
.
Bici
mia
io una mio particolare convinzione ce l’ho ovvero se buona parte degli automobilisti non ci può vedere è anche colpa di quei dementi di ciclisti che occupano tutta la carreggiata sbattendose delle regole.
Hai detto bene.. è anche colpa, una tra le tante cause che ci rende insopportabili sulle strade ma la causa principale è che creiamo intralcio sia che si viaggi da soli o in gruppo in fila indiana o sparpagliato, comunque sia il più delle volte rallentiamo il traffico e siccome il credo comune è quello di arrivare prima e in fretta è ovvio che non siamo ben visti, non a caso tutti ci vorrebbero sulle ciclovie.. quindi se ti faccio il pelo zitto e muto che io vado veloce tu invece sei in giro per divertimento e ostacoli me che.. che chissà cosa mai dovrò fare per arrivare prima.