Conosciamo il codice della strada?

markibox 48

Gregario
13 Ottobre 2019
581
58
24
Napoli
Bici
Scott addict 10 (rim) 2020
Boh se è scritto dalla polizia... Comunque sono andato anche a cercare proprio nel testo del cds ma non si nomina minimamente... Se fosse concesso ci sarebbe anche lì, no?

Ma da quando superare a destra è normale scusa?
Non hai capito, metti una situazione normale, tu stai a destra in bici, le auto rallentano e tu continui a proseguire strettamente a destra... È normale.
Metti che non c'è spazio a destra, per superare a sinistra in tal caso anche in bici stai compiendo una manovra di sorpasso, con tutto ciò che ne consegue, ovvero non superare la linea se continua, avere la visibilità, segnalare la manovra eccetera.
 
  • Mi piace
Reactions: EliaCozzi

EliaCozzi

Apprendista Cronoman
2 Marzo 2016
3.194
2.352
Mozzate (CO)
www.eliacozzi.it
Bici
Costelo Aeromachine, BTwin FC7,
Boh se è scritto dalla polizia... Comunque sono andato anche a cercare proprio nel testo del cds ma non si nomina minimamente... Se fosse concesso ci sarebbe anche lì, no?

Ma da quando superare a destra è normale scusa?

Il superamento da destra è normale in tutte i casi in cui si viaggia su più corsie. Superamente si differenzia dal sorpasso perché non cambio corsia, cioè proseguo lungo la mia direzione. Un esempio molto comune quando siamo in coda in autostrada che quelli che stanno nella corsia di destra non è che non "superano" quelli che stanno a sinistra se sono più lenti. Ma anche se su un'autostrada a 3 o 4 corsie trovi quello che viaggia nella corsia centrale più lento di te che sei tutto a destra, non è che tagli tre corsie per sorpassarlo e poi ritorni nella tua, stai nella tua e lo superi.
La mia domanda di qualche messaggio fa era appunto capire, a livello di codice della strada come fosse scritta questa cosa e applicarla alle bici (velocipedi), cioè io sto a dx, le auto mi passano a sx perché più veloci, arrivo al semaforo, 10 auto in coda, io a dx le posso superare restando nel giusto, oppure devo passare a sx?

Che le possa superare è certo perché nelle ultimi aggiornamenti hanno scritto che, dove è possibile, ai semafori devono essere predisposte le "case" per i ciclisti, cioè delle zone ben definite sulla linea di arresto esclusivamente riservate ai ciclisti che passano davanti quando il semaforo è rosso. A Varese, ad esempio, molti semafori in centro hanno questa zona. Ma io non ho trovato da nesusna parte se con il "superamento" a destra sono nel giusto oppure no.
Non mi resta che scrivere alla Polizia di Stato.
 

markibox 48

Gregario
13 Ottobre 2019
581
58
24
Napoli
Bici
Scott addict 10 (rim) 2020
Il superamento da destra è normale in tutte i casi in cui si viaggia su più corsie. Superamente si differenzia dal sorpasso perché non cambio corsia, cioè proseguo lungo la mia direzione. Un esempio molto comune quando siamo in coda in autostrada che quelli che stanno nella corsia di destra non è che non "superano" quelli che stanno a sinistra se sono più lenti. Ma anche se su un'autostrada a 3 o 4 corsie trovi quello che viaggia nella corsia centrale più lento di te che sei tutto a destra, non è che tagli tre corsie per sorpassarlo e poi ritorni nella tua, stai nella tua e lo superi.
La mia domanda di qualche messaggio fa era appunto capire, a livello di codice della strada come fosse scritta questa cosa e applicarla alle bici (velocipedi), cioè io sto a dx, le auto mi passano a sx perché più veloci, arrivo al semaforo, 10 auto in coda, io a dx le posso superare restando nel giusto, oppure devo passare a sx?

Che le possa superare è certo perché nelle ultimi aggiornamenti hanno scritto che, dove è possibile, ai semafori devono essere predisposte le "case" per i ciclisti, cioè delle zone ben definite sulla linea di arresto esclusivamente riservate ai ciclisti che passano davanti quando il semaforo è rosso. A Varese, ad esempio, molti semafori in centro hanno questa zona. Ma io non ho trovato da nesusna parte se con il "superamento" a destra sono nel giusto oppure no.
Non mi resta che scrivere alla Polizia di Stato.
Tra dire e fare c'è di mezzo il mare
 

FedeNova12

Novellino
7 Febbraio 2020
44
32
19
Como
Bici
Rockrider 520 e triban 520 gravel
Non hai capito, metti una situazione normale, tu stai a destra in bici, le auto rallentano e tu continui a proseguire strettamente a destra... È normale.
Metti che non c'è spazio a destra, per superare a sinistra in tal caso anche in bici stai compiendo una manovra di sorpasso, con tutto ciò che ne consegue, ovvero non superare la linea se continua, avere la visibilità, segnalare la manovra eccetera.
No, evidentemente non ho capito...Se gli altri veicoli rallentano te continui come se niente fosse? Restando nella stessa corsia? E lo spazio dove lo prendi?
Se pretendiamo 1.5 m quando ci sorpassano non vedo perché non dovremmo fare lo stesso noi...si supera a sinistra perché si presume che si debba lasciare anche una distanza laterale di sicurezza. A destra a meno di pedalare nei campi o sui marciapiedi non vedo come possa essere rispettata. :yoga:

Il superamento da destra è normale in tutte i casi in cui si viaggia su più corsie. Superamente si differenzia dal sorpasso perché non cambio corsia, cioè proseguo lungo la mia direzione. Un esempio molto comune quando siamo in coda in autostrada che quelli che stanno nella corsia di destra non è che non "superano" quelli che stanno a sinistra se sono più lenti. Ma anche se su un'autostrada a 3 o 4 corsie trovi quello che viaggia nella corsia centrale più lento di te che sei tutto a destra, non è che tagli tre corsie per sorpassarlo e poi ritorni nella tua, stai nella tua e lo superi.
La mia domanda di qualche messaggio fa era appunto capire, a livello di codice della strada come fosse scritta questa cosa e applicarla alle bici (velocipedi), cioè io sto a dx, le auto mi passano a sx perché più veloci, arrivo al semaforo, 10 auto in coda, io a dx le posso superare restando nel giusto, oppure devo passare a sx?

Che le possa superare è certo perché nelle ultimi aggiornamenti hanno scritto che, dove è possibile, ai semafori devono essere predisposte le "case" per i ciclisti, cioè delle zone ben definite sulla linea di arresto esclusivamente riservate ai ciclisti che passano davanti quando il semaforo è rosso. A Varese, ad esempio, molti semafori in centro hanno questa zona. Ma io non ho trovato da nesusna parte se con il "superamento" a destra sono nel giusto oppure no.
Non mi resta che scrivere alla Polizia di Stato.
Si certo, se c'è traffico su tutte le colonne e quella di dx è più veloce certo che vai, mica stai lì ad aspettare quella di sx...
Per il resto, se sei l'auto più veloce stai a sinistra, e non a destra... Cioè, io a sto punto se sono in seconda corsia posso superare quelli in prima, che dovrebbero essere i più veloci, basta che non cambio corsia;nonzo%
Per la bici ho già scritto sopra... Secondo me devi sorpassare a sinistra (anche perché scusate, ma i ciclomotori e le moto non possono passare a destra... Perché le bici dovrebbero?)
 

Paolore

Apprendista Scalatore
13 Luglio 2012
1.860
1.739
54
albinea
Bici
Nevi titanio
No, evidentemente non ho capito...Se gli altri veicoli rallentano te continui come se niente fosse? Restando nella stessa corsia? E lo spazio dove lo prendi?
Se pretendiamo 1.5 m quando ci sorpassano non vedo perché non dovremmo fare lo stesso noi...si supera a sinistra perché si presume che si debba lasciare anche una distanza laterale di sicurezza. A destra a meno di pedalare nei campi o sui marciapiedi non vedo come possa essere rispettata. :yoga:


Si certo, se c'è traffico su tutte le colonne e quella di dx è più veloce certo che vai, mica stai lì ad aspettare quella di sx...
Per il resto, se sei l'auto più veloce stai a sinistra, e non a destra... Cioè, io a sto punto se sono in seconda corsia posso superare quelli in prima, che dovrebbero essere i più veloci, basta che non cambio corsia;nonzo%
Per la bici ho già scritto sopra... Secondo me devi sorpassare a sinistra (anche perché scusate, ma i ciclomotori e le moto non possono passare a destra... Perché le bici dovrebbero?)
In autostrada è come dice @EliaCozzi . Se tu sei nella corsia di dx e fai i 125 km/h e in quella centrale c è un auto che fa i 120 non devi cambiare corsia e superarla a sx. Tieni presente che in questo caso la violazione al CDS la fa l' auto in centro che dovrebbe sempre percorrere la corsia libera più a dx. Quindi tu puoi continuare la tua marcia seguendo la tua corsia.
 
  • Mi piace
Reactions: EliaCozzi

EliaCozzi

Apprendista Cronoman
2 Marzo 2016
3.194
2.352
Mozzate (CO)
www.eliacozzi.it
Bici
Costelo Aeromachine, BTwin FC7,
...
Per la bici ho già scritto sopra... Secondo me devi sorpassare a sinistra (anche perché scusate, ma i ciclomotori e le moto non possono passare a destra... Perché le bici dovrebbero?)

Perché le bici sono velocipedi e non veicoli a motore e quindi seguono regole diverse.
Come le seguono i pedoni (che non sono velocipedi) e infatti i pedoni hanno la precedenza sulle strisce pedonali, se invece le attraversi in sella alla bici (o su un monopattino) non hai la precedenza e se ti investono sei dalla parte del torto.
 

markibox 48

Gregario
13 Ottobre 2019
581
58
24
Napoli
Bici
Scott addict 10 (rim) 2020
No, evidentemente non ho capito...Se gli altri veicoli rallentano te continui come se niente fosse? Restando nella stessa corsia? E lo spazio dove lo prendi?
Se pretendiamo 1.5 m quando ci sorpassano non vedo perché non dovremmo fare lo stesso noi...si supera a sinistra perché si presume che si debba lasciare anche una distanza laterale di sicurezza. A destra a meno di pedalare nei campi o sui marciapiedi non vedo come possa essere rispettata. :yoga:


Si certo, se c'è traffico su tutte le colonne e quella di dx è più veloce certo che vai, mica stai lì ad aspettare quella di sx...
Per il resto, se sei l'auto più veloce stai a sinistra, e non a destra... Cioè, io a sto punto se sono in seconda corsia posso superare quelli in prima, che dovrebbero essere i più veloci, basta che non cambio corsia;nonzo%
Per la bici ho già scritto sopra... Secondo me devi sorpassare a sinistra (anche perché scusate, ma i ciclomotori e le moto non possono passare a destra... Perché le bici dovrebbero?)
Non c'entra niente io sto parlando di auto... E comunque il "continuare a circolare strettamente a destra, ""superando"" automobili, è sempre ovviamente riferito a velocità ridotte e con sufficiente spazio e sicurezza... Non si viola nessun codice...
 
  • Mi piace
Reactions: EliaCozzi

FedeNova12

Novellino
7 Febbraio 2020
44
32
19
Como
Bici
Rockrider 520 e triban 520 gravel
Perché le bici sono velocipedi e non veicoli a motore e quindi seguono regole diverse.
Come le seguono i pedoni (che non sono velocipedi) e infatti i pedoni hanno la precedenza sulle strisce pedonali, se invece le attraversi in sella alla bici (o su un monopattino) non hai la precedenza e se ti investono sei dalla parte del torto.
E dove sono scritte ste regole? C'è forse un cds a parte per le bici?
Che io sappia i pedoni seguono regole diverse perché non stanno sulla carreggiata ma sul marciapiedi... Se circoli su una strada con un veicolo (e con "veicolo" si intendono tutti, auto, bici, carretti...) devi seguire il cds (con tutti i limiti che impone alla tua categoria).
Quindi io potrei andare in giro a tirare sotto tutti i ciclisti che vedo attraversare sulle strisce? Ma va? Quante cose interessanti sto scoprendo;pirlùn^
Per favore... Tu che attraversavi in bici magari ti becchi una multa, ma quello che ti ha investito non vedo come possa essere nel giusto. Come l'ha fatto con un ciclista poteva farlo benissimo con un pedone... Se l'ha visto e ha pensato di avere la precedenza è anche peggio...
 
Ultima modifica:

EliaCozzi

Apprendista Cronoman
2 Marzo 2016
3.194
2.352
Mozzate (CO)
www.eliacozzi.it
Bici
Costelo Aeromachine, BTwin FC7,

Coma 9 ter. I ciclisti posso fermarsi davanti ai veicoli fermi ove previsto.

Dispositivo dell'art. 182 Codice della strada
1. I ciclisti devono procedere su unica fila in tutti i casi in cui le condizioni della circolazione lo richiedano e, comunque, mai affiancati in numero superiore a due; quando circolano fuori dai centri abitati devono sempre procedere su unica fila, salvo che uno di essi sia minore di anni dieci e proceda sulla destra dell'altro.

2. I ciclisti devono avere libero l'uso delle braccia e delle mani e reggere il manubrio almeno con una mano; essi devono essere in grado in ogni momento di vedere liberamente davanti a sé, ai due lati e compiere con la massima libertà, prontezza e facilità le manovre necessarie.



3. Ai ciclisti è vietato trainare veicoli, salvo nei casi consentiti dalle presenti norme, condurre animali e farsi trainare da altro veicolo.



4. I ciclisti devono condurre il veicolo a mano quando, per le condizioni della circolazione, siano di intralcio o di pericolo per i pedoni. In tal caso sono assimilati ai pedoni e devono usare la comune diligenza e la comune prudenza.

5. È vietato trasportare altre persone sul velocipede a meno che lo stesso non sia appositamente costruito e attrezzato. È consentito tuttavia al conducente maggiorenne il trasporto di un bambino fino a otto anni di età, opportunamente assicurato con le attrezzature, di cui all'articolo 68, comma 5.

6. I velocipedi appositamente costruiti ed omologati per il trasporto di altre persone oltre al conducente devono essere condotti, se a più di due ruote simmetriche, solo da quest'ultimo.

7. Sui veicoli di cui al comma 6 non si possono trasportare più di quattro persone adulte compresi i conducenti; è consentito anche il trasporto contemporaneo di due bambini fino a dieci anni di età.



8. Per il trasporto di oggetti e di animali si applica l'art. 170.



9. I velocipedi devono transitare sulle piste loro riservate quando esistono, salvo il divieto per particolari categorie di essi, con le modalità stabilite nel regolamento.

9-bis. Il conducente di velocipede che circola fuori dai centri abitati da mezz'ora dopo il tramonto del sole a mezz'ora prima del suo sorgere e il conducente di velocipede che circola nelle gallerie hanno l'obbligo di indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità, di cui al comma 4-ter dell'articolo 162.

9-ter. Nelle intersezioni semaforizzate, sulla base di apposita ordinanza adottata ai sensi dell'articolo 7, comma 1, previa valutazione delle condizioni di sicurezza, sulla soglia dell'intersezione può essere realizzata la casa avanzata, estesa a tutta la larghezza della carreggiata o della semicarreggiata. La casa avanzata può essere realizzata lungo le strade con velocità consentita inferiore o uguale a 50 km/h, anche se fornite di più corsie per senso di marcia, ed è posta a una distanza pari almeno a 3 metri rispetto alla linea di arresto stabilita per il flusso veicolare. L'area delimitata è accessibile attraverso una corsia di lunghezza pari almeno a 5 metri riservata alle biciclette, situata sul lato destro in prossimità dell'intersezione(1).

10. Chiunque viola le disposizioni del presente articolo è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 26 a € 102. La sanzione è da € 42 a € 173 quando si tratta di velocipedi di cui al comma 6.
 

FedeNova12

Novellino
7 Febbraio 2020
44
32
19
Como
Bici
Rockrider 520 e triban 520 gravel

EliaCozzi

Apprendista Cronoman
2 Marzo 2016
3.194
2.352
Mozzate (CO)
www.eliacozzi.it
Bici
Costelo Aeromachine, BTwin FC7,
OK, grazie, però sono andato a vedere l'articolo e si riferisce alla svizzera
.
Per l'Italia ho trovato di tutto e di più... Su Bikeitalia c'è un si secco però secondo altri siti sarebbe vietato: Vedi l'allegato 239602 Vedi l'allegato 239603

E qui però ritorniamo alla questione che ho evidenziato qualche messaggio fa, cioè la differenza tra sorpasso (mi sposto dalla mia corsia) e superamento (resto nella mia corsia) che a destra è consentito. Resta ovviamente da capire se i ciclisti hanno una corsia "virtuale" a destra dovendo già per l'art 182 viaggiare a destra della corsia.
 
Ultima modifica:

bradipus

Moderator
Membro dello Staff
23 Luglio 2009
24.412
5
8.563
Bugliano
Bici
qualunquemente
E dove sono scritte ste regole? C'è forse un cds a parte per le bici?
Che io sappia i pedoni seguono regole diverse perché non stanno sulla carreggiata ma sul marciapiedi... Se circoli su una strada con un veicolo (e con "veicolo" si intendono tutti, auto, bici, carretti...) devi seguire il cds (con tutti i limiti che impone alla tua categoria).
Quindi io potrei andare in giro a tirare sotto tutti i ciclisti che vedo attraversare sulle strisce? Ma va? Quante cose interessanti sto scoprendo;pirlùn^
Per favore... Tu che attraversavi in bici magari ti becchi una multa, ma quello che ti ha investito non vedo come possa essere nel giusto. Come l'ha fatto con un ciclista poteva farlo benissimo con un pedone... Se l'ha visto e ha pensato di avere la precedenza è anche peggio...
non puoi tirare sotto tutti i ciclisti che attraversano sulle strisce, perché devi comunque dimostrare che hai fatto di tutto per evitare l'incidente.
così come non puoi tirare sotto un pedone che attraversa fuori dalle strisce.
comunque, il ciclista può attraversare sulle strisce con precedenza solo con la bici a mano, e quindi diventare pedone.
se l'attraversa in sella e viene investito, sicuramente ha una parte preponderante di torto, con un concorso di colpa più o meno grave da parte dell'investitore, a seconda delle cirrcostanze.
la norma è fatta in questo modo per una precisa ragione: per evitare che dalle strisce pedonali sbuchi improvvisamente un ciclista, magari a velocità sostenuta, e chi circola sulla strada (che può anche essere un altro ciclista, non solo un automobilista) se lo trovi improvvisamente davanti senza avere il tempo di frenare o di porre in essere qualsiasi manovra atta ad evitare un incidente.
 
  • Mi piace
Reactions: EliaCozzi

palmer

Apprendista Velocista
20 Ottobre 2005
1.240
512
vicino a Milano
Bici
Una in carbonio ma sei in acciaio
Buongiorno a tutti,
qualora avessimo già parlato del sorpasso me ne scuso, visto che non ho letto tutte le 9 pagine di questo thread, ma vorrei sottoporvi un quesito.
Parliamo di sorpasso, normato dall'art. 148 del codice della strada, dove il comma 5 così recita:
"Quando la larghezza, il profilo o lo stato della carreggiata, tenuto anche conto della densità della circolazione in senso contrario, non consentono di sorpassare facilmente e senza pericolo un veicolo lento, ingombrante o obbligato a rispettare un limite di velocità, il conducente di quest'ultimo veicolo deve rallentare e, se necessario, mettersi da parte appena possibile, per lasciar passare i veicoli che seguono. Nei centri abitati non sono tenuti all'osservanza di quest'ultima disposizione i conducenti di veicoli in servizio pubblico di linea per trasporto di persone".
La fattispecie: strada di montagna, io pedalo in salita (lentamente) procedendo sul margine destro della strada, arriva dietro di me un'auto e non riesce a sorpassarmi, causa colonna di auto che scende dal lato opposto. Secondo voi mi devo fermare e lasciar passare l'auto che sta dietro di me?
 

FedeNova12

Novellino
7 Febbraio 2020
44
32
19
Como
Bici
Rockrider 520 e triban 520 gravel
non puoi tirare sotto tutti i ciclisti che attraversano sulle strisce, perché devi comunque dimostrare che hai fatto di tutto per evitare l'incidente.
così come non puoi tirare sotto un pedone che attraversa fuori dalle strisce.
comunque, il ciclista può attraversare sulle strisce con precedenza solo con la bici a mano, e quindi diventare pedone.
se l'attraversa in sella e viene investito, sicuramente ha una parte preponderante di torto, con un concorso di colpa più o meno grave da parte dell'investitore, a seconda delle cirrcostanze.
la norma è fatta in questo modo per una precisa ragione: per evitare che dalle strisce pedonali sbuchi improvvisamente un ciclista, magari a velocità sostenuta, e chi circola sulla strada (che può anche essere un altro ciclista, non solo un automobilista) se lo trovi improvvisamente davanti senza avere il tempo di frenare o di porre in essere qualsiasi manovra atta ad evitare un incidente.
Si certo, ovviamente ero ironico... o-o
Certo che se uno attraversa di fretta, senza guardare, si prende la colpa... Ma questo può succedere anche nel caso in cui ci sia un pedone e non un ciclista.
Poi personalmente quando uso attraversamenti pedonali prendo sempre quelli regolati da semaforo... Non ho il problema di dare la precedenza ad altri veicoli... Se non c'è allora si scendo e attraverso da pedone.
 

EliaCozzi

Apprendista Cronoman
2 Marzo 2016
3.194
2.352
Mozzate (CO)
www.eliacozzi.it
Bici
Costelo Aeromachine, BTwin FC7,
Buongiorno a tutti,
qualora avessimo già parlato del sorpasso me ne scuso, visto che non ho letto tutte le 9 pagine di questo thread, ma vorrei sottoporvi un quesito.
Parliamo di sorpasso, normato dall'art. 148 del codice della strada, dove il comma 5 così recita:
"Quando la larghezza, il profilo o lo stato della carreggiata, tenuto anche conto della densità della circolazione in senso contrario, non consentono di sorpassare facilmente e senza pericolo un veicolo lento, ingombrante o obbligato a rispettare un limite di velocità, il conducente di quest'ultimo veicolo deve rallentare e, se necessario, mettersi da parte appena possibile, per lasciar passare i veicoli che seguono. Nei centri abitati non sono tenuti all'osservanza di quest'ultima disposizione i conducenti di veicoli in servizio pubblico di linea per trasporto di persone".
La fattispecie: strada di montagna, io pedalo in salita (lentamente) procedendo sul margine destro della strada, arriva dietro di me un'auto e non riesce a sorpassarmi, causa colonna di auto che scende dal lato opposto. Secondo voi mi devo fermare e lasciar passare l'auto che sta dietro di me?

Secondo il codice della strada sì, ma direi anche secondo il buon senso e l'educazione.
Senza entrare nel caso specifico di strade strette dove un'auto e un ciclista faticano a passare (es. concreto la salita PonteDiLegno-Gavia), direi che dopo un tempo ragionevole di attesa di qualche minuto, prima che l'auto azzardi manovre irresponsabili, è buona norma rallentare e far segno di passare, oppure spostarsi di lato su un tornante, un breve allargamento, ecc.
Dipende anche dalla nostra velocità, se stiamo salendo a 20 all'ora e le auto ragionevolmente non riuscirebbero ad andare a più di 25 all'ora possiamo anche farle aspettare, se invece siamo incatramati a 6km/h direi che sarebbe bene cedere il passo quanto prima.

Questo vale anche in pianura (mi viene in mente giusto la strada Como -Bellagio fatta oggi)

Onestamente credo di applicare questa regola sempre, e devo dire che ultimamente comincio a trovare anche molti automobilisti che cedono il passo ai ciclisti sulle discese.
 

EliaCozzi

Apprendista Cronoman
2 Marzo 2016
3.194
2.352
Mozzate (CO)
www.eliacozzi.it
Bici
Costelo Aeromachine, BTwin FC7,
Si certo, ovviamente ero ironico... o-o
Certo che se uno attraversa di fretta, senza guardare, si prende la colpa... Ma questo può succedere anche nel caso in cui ci sia un pedone e non un ciclista.
Poi personalmente quando uso attraversamenti pedonali prendo sempre quelli regolati da semaforo... Non ho il problema di dare la precedenza ad altri veicoli... Se non c'è allora si scendo e attraverso da pedone.


E infatti il pedone ha la precdenza sulle strisce nel momento in cui ha chiaramente manifestato la volontà di attraversare, non è che sono in giro a correre arrivo sulle strisce e attraverso senza guardare e soprattutto senza farmi notare.

La vicenda della precedenza sulle strisce esclusivamente dei pedoni (a piedi) ultimamente è stata ribadita da vari Comuni/PolizieLocali (purtroppo però anche qui non c'è una parola scritta col fuoco!) per i numerosi incidenti di persone in monopattino che attraversano sulle strisce credendo di avere la precendenza.

Per la verità a me sembra banale che sulle strisce pedonali solo i pedoni abbiano la precedenza e tutti gli altri veicoli (a motore, senza motore, a cavallo, coi pattini, lo skatebord, ecc.) debbano dare la precedenza e, nel caso i veicoli attraversassero la strada sulle strisce, dovrebbero essere considerati attraversamenti e basta, come se le strisce non ci fossero.
Questa cosa però, che a me sembra molto banale, scritta nero su bianco da un'autorità nazionale alcora non l'ho trovata.

Addirittura ci sono sentenze di cause per incidenti che in alcuni casi danno ragione al ciclista investito sulle strisce, in altri all'automobilista. E' chiaro che dipende dalla dinamica perché, come detto da qualcuno poco sopra, si deve dimostrare di aver fatto di tutto per evitare l'incidente, ma una regola chiara non mi sembra ci sia.