Gare in Salita Cronoscalate ecc.

gpc

Gregario
14 Luglio 2004
504
9
46
Genova/Milano
digilander.libero.it
a della "Vuelta" organizzarono questa gara "last minute".
Com'è la salita?

circa 3.5 km come da volantino; dopo qualche centinaio di metri in piano sale subito con pendenze decise (attorno almeno al 10%). Più in alto un breve tratto in leggera discesa, senza difficoltà tecniche, e parte finale tutta in salita forse un po' meno pendente delle prime rampe.
 

Aquila

Passista
15 Febbraio 2006
4.311
11
52
Visita sito
circa 3.5 km come da volantino; dopo qualche centinaio di metri in piano sale subito con pendenze decise (attorno almeno al 10%). Più in alto un breve tratto in leggera discesa, senza difficoltà tecniche, e parte finale tutta in salita forse un po' meno pendente delle prime rampe.

per noi che veniamo da lontano è quasi impossibile parteciparvi..visto l'orario di partenza del primo concorrente.
Peccato..perchè era bello terminare la stagione in terra ligure.o-o
 

somaro

Apprendista Velocista
per noi che veniamo da lontano è quasi impossibile parteciparvi..visto l'orario di partenza del primo concorrente.
Peccato..perchè era bello terminare la stagione in terra ligure.o-o
Appunto, visto il periodo, il luogo e il numero di concorrenti prevedibile (alle altre tre gare della "vuelta" non più di 40 iscritti, in "alta stagione") si potrebbe tranquillamente posticipare di un'ora senza costringere nessuno a rientrare troppo tardi. Tanto poi quel tempo si perderebbe lo stesso facendo le premiazioni con calma per tirare mezzogiorno...Oltretutto lo stesso giorno è in programma il recupero del "criterium europeo IPA" a Savona, chi non ha interessi di classifica nella "vuelta" opterà per l'altra gara.
Riguardo al luogo, è in "terra ligure" solo dal punto di vista amministrativo, in realtà è in val Bormida, al confine con la provincia di Cuneo, uno dei posti più freddi della zona.
 

tewi

Gregario
23 Aprile 2008
645
39
Filadelfia
Visita sito
Bici
granata
Riguardo al luogo, è in "terra ligure" solo dal punto di vista amministrativo, in realtà è in val Bormida, al confine con la provincia di Cuneo, uno dei posti più freddi della zona.
in parte OT: Sì, da appassionato direi che va bene fare le gare anche a novembre ma andare a tutti i costi a cercare di inserire una gara, tra l'altro in un posto veramente freddo (nonostante sia una cronoscalata), mi sembra una forzatura. Il vero ciclista in certi periodi dell'anno riposa. E le organizzazioni dovrebbero capire queste cose, mettendo gare nei periodi più "caldi" in tutti i sensi ed evitare che la gente sia fuori soglia da gennaio a dicembre. Questo ovviamente è in linea con la nostra società, frenetica in tutto e per tutto...
 

senna977

Ammiraglia
14 Ottobre 2005
15.749
407
Visita sito
in parte OT: Sì, da appassionato direi che va bene fare le gare anche a novembre ma andare a tutti i costi a cercare di inserire una gara, tra l'altro in un posto veramente freddo (nonostante sia una cronoscalata), mi sembra una forzatura. Il vero ciclista in certi periodi dell'anno riposa. E le organizzazioni dovrebbero capire queste cose, mettendo gare nei periodi più "caldi" in tutti i sensi ed evitare che la gente sia fuori soglia da gennaio a dicembre. Questo ovviamente è in linea con la nostra società, frenetica in tutto e per tutto...

Nessuno obbliga nessuno a partecipare! Ci sono i ciclocross, ci puo stare anche una cronoscalata
 

gpc

Gregario
14 Luglio 2004
504
9
46
Genova/Milano
digilander.libero.it
Penso che gli organizzatori si riserveranno una minima flessibilità entro i 30' sull'orario del primo partente in ragione del meteo del momento. Chi viene da fuori e pensa di arrivare in extremis ritengo possa preavvisare per telefono, come capita purtroppo di fare tante volte anche in "alta stagione" a chi arriva alle gare per esempio direttamente dal lavoro :-)
 

pantacugi

Apprendista Passista
12 Giugno 2007
948
9
GENOVA/SAVONA
Visita sito
Bici
Bmc
Se saltano le gare ci lamentiamo......
se c'è qualcuno che, accogliendo le lamentele, si fa in quattro per organizzare in pochissimo tempo una gara similare di recupero nello stesso giorno, ci lamentiamo lo stesso....
siamo proprio incontentabili....
 

gpc

Gregario
14 Luglio 2004
504
9
46
Genova/Milano
digilander.libero.it
OT: Questo lo so bene, infatti spesso chi fa ciclocross o non corre su strada o comunque si prende anche delle pause.
Quello che mi scrivi conferma appunto, che se non ci sono gare...certa gente...non ce la fa a stare ferma...:mrgreen:

mah io al momento ho meno di 6000 km da gennaio, non sono certo logorato; di conseguenza sono uno di quelli che correrebbe poco sempre piuttosto che fermarmi e ripartire da zero dopo due mesi di stop con enormi difficoltà; quindi se ci sono gare "tardi" tanto meglio. Ovviamente avessi 30000 km e 40 granfondo sulle spalle (come ormai tanti amatori hanno) la penserei diversamente. Tutto dipende dai programmi, chi fa certi tipi di corse potrebbe anche non fermarsi o magari cambiare attività (es. io faccio qualche gara con gli sci l'inverno) chi ha un programma che non ha nulla da invidiare a quello di un pro di qualche anno fa deve ovviamente fare una bella pausa per non morire per strada...
 

tewi

Gregario
23 Aprile 2008
645
39
Filadelfia
Visita sito
Bici
granata
mah io al momento ho meno di 6000 km da gennaio, non sono certo logorato; di conseguenza sono uno di quelli che correrebbe poco sempre piuttosto che fermarmi e ripartire da zero dopo due mesi di stop con enormi difficoltà; quindi se ci sono gare "tardi" tanto meglio. Ovviamente avessi 30000 km e 40 granfondo sulle spalle (come ormai tanti amatori hanno) la penserei diversamente. Tutto dipende dai programmi, chi fa certi tipi di corse potrebbe anche non fermarsi o magari cambiare attività (es. io faccio qualche gara con gli sci l'inverno) chi ha un programma che non ha nulla da invidiare a quello di un pro di qualche anno fa deve ovviamente fare una bella pausa per non morire per strada...
Pienamente d'accordo con te sulle considerazioni fatte...c'è gente che capisce quando è il momento di staccare, altri no. E non dico che tutti "devono" staccare, ma dovrebbero almeno pensare all'eventualità di farlo, ma evidentemente non ce la fanno...
 

rambelli.f

Apprendista Velocista
21 Settembre 2005
1.707
87
45
Lugo (Ra)
Visita sito
Bici
Prestigio
Chi lavora 8 ore al giorno in inverno stacca per forza, durante la settimana è impossibile andare in bici e poi magari il weekend piove pure come sta facendo ultimamente.
Più che una scelta ... è un'imposizione !
 

rambelli.f

Apprendista Velocista
21 Settembre 2005
1.707
87
45
Lugo (Ra)
Visita sito
Bici
Prestigio
Io lavoro 8 ore al giorno ma in bici ci vado senza problemi..............dipende dagli orari

Hai ragione, dipende dagli orari.
Partendo dal presupposto che al mattino e alla sera non è possibile uscire (in condizioni umane ovviamente), l'unica possibilità resta la pausa del mezzogiorno ma anche in questo caso, a meno che non si lavori attaccati a casa o in proprio, diventa molto difficile ritagliarsi il tempo necessario per fare un allenamento decente senza considerare che bisognerebbe saltare il pranzo.
 

rambelli.f

Apprendista Velocista
21 Settembre 2005
1.707
87
45
Lugo (Ra)
Visita sito
Bici
Prestigio
Pranzo che è?
Io 2h45 tutti i giorni in pausa pranzo

Io ho 2 ore di pausa e tra andare/tornare al lavoro perdo mezz'ora, poi bisogna considerare il tempo che si perderebbe a cambiarsi e lavarsi, alla fine sarebbe un miracolo fare un'ora (di sola piana).
Il pranzo? Quando arrivo a casa mi mangerei un maiale intero, figuriamoci se lo salto !
 

jascin 12

Apprendista Scalatore
18 Ottobre 2007
1.927
34
imperia
Visita sito
Bici
Colnago C60
in parte OT: Sì, da appassionato direi che va bene fare le gare anche a novembre ma andare a tutti i costi a cercare di inserire una gara, tra l'altro in un posto veramente freddo (nonostante sia una cronoscalata), mi sembra una forzatura. Il vero ciclista in certi periodi dell'anno riposa. E le organizzazioni dovrebbero capire queste cose, mettendo gare nei periodi più "caldi" in tutti i sensi ed evitare che la gente sia fuori soglia da gennaio a dicembre. Questo ovviamente è in linea con la nostra società, frenetica in tutto e per tutto...
c'è da dire che giugno luglio agosto e settembre nel savonese non si possono più organizare corse percui diventa inevitabile andare così avanti nella stagione, quello che mi lascia perplesso è che a novembre organizano due corse a pochi km lo steso giorno( questa e il "criterium europeo IPA") ma non potevano mettersi daccordo e farne una il 7 e una il 14?;nonzo%
 
  • Mi piace
Reactions: loz

somaro

Apprendista Velocista
in parte OT: Sì, da appassionato direi che va bene fare le gare anche a novembre ma andare a tutti i costi a cercare di inserire una gara, tra l'altro in un posto veramente freddo (nonostante sia una cronoscalata), mi sembra una forzatura. Il vero ciclista in certi periodi dell'anno riposa. E le organizzazioni dovrebbero capire queste cose, mettendo gare nei periodi più "caldi" in tutti i sensi ed evitare che la gente sia fuori soglia da gennaio a dicembre. Questo ovviamente è in linea con la nostra società, frenetica in tutto e per tutto...
La gara sostituita con questa (la Finalborgo-San Bernardino) fu sempre disputata a novembre, tranne nel 2009 quando saltò, e tradizionalmente in Liguria (per motivi climatici e di permessi) il calendario prevede gare quando altrove l'attività su strada è sospesa, mentre nei mesi centrali è più diradato. Il problema non è il periodo dell'anno, ma il fatto che si sia deciso di organizzare la gara sostitutiva in un luogo freddo dell'interno piuttosto che sul litorale. D'altro canto però fino al 2008 la domenica prima di Natale si svolgeva la cicloscalata al Santuario della Madonna della Guardia (800m) una vera scommessa contro gli eventi atmosferici. L'ultima edizione qualcuno anche di noi se la ricorda bene...
 

gpc

Gregario
14 Luglio 2004
504
9
46
Genova/Milano
digilander.libero.it
Il problema non è il periodo dell'anno, ma il fatto che si sia deciso di organizzare la gara sostitutiva in un luogo freddo dell'interno piuttosto che sul litorale.

ovviamente i tempi erano brevi (si è appreso dell'annullamento di San Bernardino alla fine della scorsa settimana) e penso che sia stato deciso di organizzare la gara dove era possibile, nel senso dove già era nota la disponibilità di una società organizzatrice e di una amministrazione comunale ben disposte a collaborare in tempi molto rapidi alla creazione della gara.
Comunque è vero che la Val Bormida non ha un clima tropicale ma anche sulla costa se tira vento le temperature percepite sono tutt'altro che piacevoli :-)) cerchiamo quindi sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno e di accogliere benevolmente gli sforzi che permettono di avere comunque una gara in più nel calendario non ricchissimo della Liguria. Tra l'altro pare che la gara della Guardia quest'anno non si disputerà quindi almeno la cronoscalata di Cengio prolunga leggermente la stagione delle gare in salita in attesa del 2011. Poi 15 minuti di gara anche al freddo si possono fare; sentivo da parte dell'organizzazione che si pensava probabilmente anche di mettere a disposizione un paio di rulli per il riscaldamento per chi non avesse i propri e volesse scaldarsi "da fermo".
 

loz

Apprendista Velocista
18 Giugno 2007
1.456
17
Visita sito
CAMPIONATI NAZIONALI UDACE 2011

19 giugno: 27° Campionato italiano individuale ad Armeno (No), organizzato dall’Agrate Conturbia
17 luglio: 10° Campionato Centro-Sud d’Italia (riservato ai tesserati Udace) a Zafferana Etnea, organizzato dall’Etnea Bike
24 luglio: 8° Campionato italiano cronoscalata individuale a Gignese (Vb), organizzato dalla Funtos Bike
15 agosto: 20° Campionato europeo individuale a Pavia di Udine, organizzato dalla Se-Al
21 agosto: 15° Campionato del Mondo (26^ Trento-Bondone) a Trento, organizzata dalla Marzola
 

Ultimi itinerari e allenamenti