Storia Jean Malléjac e il doping sul Ventoux

 

andrea

Apprendista Passista
20 Febbraio 2006
964
207
48
SIENA
Bici
Canyon Ultimate Cf Slx
complimenti per il bellissimo articolo che amplia notevolmente il già alto livello di questo forum!
...queste storie ci insegnano che l'essere umano cerca sempre le scorciatoie…
 

alespg

Apprendista Velocista
26 Dicembre 2017
1.542
862
pavia
Bici
scapin eos 3
Articolo bellissimo, da tenere come monito per chi ogni tanto propone il doping libero.....ok in 70 anni la medicina ha fatto passi da gigante, ma il rischio che qualcuno esageri c'è sempre!
 

Airone del Chianti

Uisp Italian Champion
9 Dicembre 2004
19.941
2.124
Barberino Val d'Elsa (FI)
Bici
Scott Addict R2
Giusto per la precisione: Robic al Tour 1953 non era nella squadra ufficiale francese, ma nella squadra regionale "Ouest" assieme agli altri bretoni Mahé e Mallejac. L'attacco in massa della nazionale francese della 13° tappa fu fatto proprio per far fuori lui e Mahé (2° e 1° della generale).
 

Elio79

Novellino
19 Gennaio 2020
39
28
41
italy
Bici
Qualcosa in mente ce l'ho
Leggere questa storia e pensare alla morte di Simpson & Mallejac mi ha fatto cadere un mito . . . . . pensavo che in quegli anni lo sport fosse piu pulito, dico lo sport perche' ovviamente se il doping era presente nel ciclismo sicuramente lo era anche nelle altre discipline.
Certo che farsi di anfetamine e alcool manco dovesse partecipare ad un Rave party :):).
 

bradipus

Moderator
Membro dello Staff
23 Luglio 2009
21.696
5.565
Bugliano
Bici
qualunquemente
Leggere questa storia e pensare alla morte di Simpson & Mallejac mi ha fatto cadere un mito . . . . . pensavo che in quegli anni lo sport fosse piu pulito, dico lo sport perche' ovviamente se il doping era presente nel ciclismo sicuramente lo era anche nelle altre discipline.
Certo che farsi di anfetamine e alcool manco dovesse partecipare ad un Rave party :):).
secondo alcuni l'alcool trovato nel corpo di Simpson fu la conseguenza di uno scherzo che alcuni 'tifosi' fecero ai corridori, dando loro delle borracce piene di pessimo brandy mentre i ciclisti pensavano contenesse della semplice acqua.
avevo letto da qualche parte che un corridore italiano se ne accorse subito e gettò via la borraccia, mentre l'inglese, assetato, ne inghiottì un lungo sorso accorgendosi troppo tardi del reale contenuto.
 
  • Mi piace
Reactions: Elio79

Aracnide

Novellino
23 Novembre 2017
16
3
Bici
Aracnide A01RR T°REd
Leggere questa storia e pensare alla morte di Simpson & Mallejac mi ha fatto cadere un mito . . . . . pensavo che in quegli anni lo sport fosse piu pulito, dico lo sport perche' ovviamente se il doping era presente nel ciclismo sicuramente lo era anche nelle altre discipline.
Certo che farsi di anfetamine e alcool manco dovesse partecipare ad un Rave party :):).
Probabilmente lo facevano per i soldi che si prendevano se avessero vinto. Andavano giù di qualsiasi roba disponibile. Lo stesso dispiacere l’ho provato anche io quando ho saputo come gestivano le cose i contadini di una volta... altro che duro e puro ...