L'UCI vieta i sensori metabolici in corsa

golance

Apprendista Scalatore
18 Febbraio 2013
2.639
1.973
Bergamo
Bici
cannnnnondale
Al momento li usano in tantissimi. Supersapiens sponsorizza la Ineos, e la Canyon/SRAM tanto per dire.
Froome sponsorizza Supersapiens in ogni suo video.

Supersapiens che se non sbaglio ha solo l’esclusiva per uso sportivo dei prodotti per diabetici della Abbott.
li usano anche in gara?io non ho mai fatto caso a patch varie in vista..sotto la manica forse?
Negli aeroporti scansionano migliaia di persone al minuto. A Pechino ti scansionano anche in metropolitana (e non sono pochi a Pechino).
Basterebbero due scanner portatili e farci passare 160 corridori prende meno di 5'.
si ma per beccare un coltello un arma o dello stupefacente, per trovare una cosa della dimensione di un cerotto magari come ho già detto integrata nella maglia o nella salopette hai voglia..un distinguo qualitativo sul tipo di tessuto con uno scanner è ai limiti dell'impossibile, poi mi immagino già la scena, già lo fanno una tantum per i motorini perchè sarebbe imbarazzante per tutti
 

derrick

Cronoman
28 Febbraio 2014
709
246
Bergamo
Bici
Rose sl pro 2000. Merida Scultura Team
li usano anche in gara?io non ho mai fatto caso a patch varie in vista..sotto la manica forse?
I produttori suggeriscono di utilizzarli dietro al braccio, quindi coperti dalla mezza manica. Posso dirvi con sicurezza che funziona benissimo anche sopra la chiappa, parola di chi lo utilizza per salute :-)xxxx
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
17.191
6.649
95
dove capita
li usano anche in gara?io non ho mai fatto caso a patch varie in vista..sotto la manica forse?

cineos-grenadiers-img0524.JPG


Supersapiens-intro.jpg
 
  • Love
Reactions: golance

Fill

Pignone
23 Ottobre 2020
143
92
51
Venezia
Bici
Specialiezed
Le Tecnologie attuali se sviluppate adeguatamente per i Ciclismo professionistico, possono' offrire un Gap tale da diventare soffocante per intero movimento.
Ineos che Budget ha... 30ml... Credo basti un 10%... Con 3 ML ne fai, sviluppi di cose... E ti portano a risultati che sono Oggettivi....

Per rimanere a fatti che più' o meno si conosco diciamo al 90%...
I Postini di Fortebraccio credo spendessero più' del 10% del Budget in chimica... e i risultati non erano sicuri... Non erano oggettivi...

Qualche tempo fa mi è capitato di vedere dei numeri....
prove fatte su galleria del vento statica..
Telaio Tradizionale a tubi tondi... Ruote a profilo medio da 40-45mm... Abbigliamento normale pantaloncini e maglietta tradizionale.
Telaio diciamo semi Areo, ma non da crono per intenderci... Con delle diciamo così... Opzioni nuove..( stampo costerebbe tanti reni..!!)
stesse Ruote Ma abbigliamento con opzioni ( diciamo per convenzione nuove anche in questo caso..)
La simulazione è avvenuta su il tracciato Iron di Kona se non mi sbaglio...
Il risultato è stato di un 35% di tempo in meno a favore della seconda prova...

35%.. E' una differenza non Applicabile tra 2 Professionisti... Significherebbe che uno dei 2 non lo è...!
 
  • Mi piace
Reactions: Maverik89

Lumi

Gregario
8 Novembre 2020
672
493
50
Legnano
Bici
Colnago V3Rs
Faccio un commento controcorrente, magari dico una cavolata, ma perche’ invece di vietarli non li perfezionano per scoprire il doping mediante analisi del sangue durante la prestazione e l’allenamento, con appositi algoritmi che rilevano la baseline di un atleta su vari parametri fisiologici e si accorgono di deviazioni sospette?
 
  • Mi piace
Reactions: Jelmo
23 Ottobre 2015
4.717
2.075
Varese
Bici
Cube, Specialized
Mah, a me sembra assurdo vietare il loro uso con la scusa dei costi.
Questi sensori costano meno di una gomma, tanto quanto un set di pastiglie dei freni, per dire.
Forse vietare il loro uso crea un gap tra team ricchi e poveri, perchè per avere quei dati occorreranno test molto più costosi, a meno che vengano usati una volta passata la linea del traguardo.
Idem per l'uso dei pm in corsa e spiare i dati degli avversari, visto che con velon si può sapere in diretta tutto di tutti.
Basta banalmente uno a casa che studia i valori degli avversari e telefona all'ammiraglia per comunicare se qualcuno è o meno in crisi.
 

Pigia

Pedivella
22 Gennaio 2008
490
134
Provincia di Milano
Bici
Alcune
Se fosse per costi e per il discorso giovani, dovrebbero vietare anche tutte le prolunghe crono stampate in 3d customizzate su ogni atleta, quelle sì che costano un boato
 

Shinkansen

Xeneize
20 Giugno 2006
13.450
2.869
Genova
Bici
Colnago 50 Anniversary
Non trovo male la giustificazione sul fatto che i corridori debbano fare esperienza su alimentazione e idratazione in corsa. Già mi pare che siano molto teleguidati dalle ammiraglie, tanto che non si capisce più quanta farina ci sia nel sacco di un atleta o meno.
Già, 'sta cosa che tramite app guidano i corridori nelle cronometro mi lascia (molto) perplesso. Dove finiscono le abilità di guida di un corridore? Alla fine si rischia di trasformare gli atleti in robot dove dall'ammiraglia gli dicono tutto e lui deve stare attento a non arrivare al limite della FTP.
 

Lumi

Gregario
8 Novembre 2020
672
493
50
Legnano
Bici
Colnago V3Rs
Non trovo male la giustificazione sul fatto che i corridori debbano fare esperienza su alimentazione e idratazione in corsa. Già mi pare che siano molto teleguidati dalle ammiraglie, tanto che non si capisce più quanta farina ci sia nel sacco di un atleta o meno.
Già, 'sta cosa che tramite app guidano i corridori nelle cronometro mi lascia (molto) perplesso. Dove finiscono le abilità di guida di un corridore? Alla fine si rischia di trasformare gli atleti in robot dove dall'ammiraglia gli dicono tutto e lui deve stare attento a non arrivare al limite della FTP.
Il ciclismo ha caratteristiche miste fra sport di squadra e sport individuali, a volte il limite è sottile ...
 

Shinkansen

Xeneize
20 Giugno 2006
13.450
2.869
Genova
Bici
Colnago 50 Anniversary
Il ciclismo ha caratteristiche miste fra sport di squadra e sport individuali, a volte il limite è sottile ...
Mi riferisco ai suggerimenti dall'ammiraglia. Negli ultimi tempi mi sembra che con la tecnologia attuale le ammiraglie stiano diventando troppo invadenti e non lascino spazio agli atleti.
Sarà che sto diventando vecchio, ma concepisco ancora lo sport come un'insieme di abilità tecniche, tattiche, fisiche che ogni atleta deve possedere e sviluppare con l'esperienza. Se vengo continuamente guidato sarò dimostrerò mai il mio valore? Se ho bisogno dell'ammiraglia che mi dica cosa devo fare potrò mai essere valutato un buon atleta?
 

RamboGuerrazzi

Apprendista Scalatore
28 Marzo 2007
2.423
1.277
centroitalico
Bici
corsa+gravel
Con il misuratore di potenza e il cardiofrequenzimetro imparano a gestire lo sforzo, non sono teleguidati. E' quasi impossibile farsi teleguidare da un qualsivoglia algoritmo durante una corsa, i numeri del computerino sono più un riferimento che una guida. Lo stesso succederebbe con l'alimentazione. La conoscenza non la vedo mai come un impoverimento.
 

Corvo Torvo

Cronoman
11 Aprile 2016
726
374
Novara
Bici
Specialized Roubaix
Faccio un commento controcorrente, magari dico una cavolata, ma perche’ invece di vietarli non li perfezionano per scoprire il doping mediante analisi del sangue durante la prestazione e l’allenamento, con appositi algoritmi che rilevano la baseline di un atleta su vari parametri fisiologici e si accorgono di deviazioni sospette?
E' uno strumento che le squadre pagano e usano per ottimizzare i risultati.
Quello che proponi tu fa esattamente il contrario.
;-)
 
  • Mi piace
Reactions: Lumi

golance

Apprendista Scalatore
18 Febbraio 2013
2.639
1.973
Bergamo
Bici
cannnnnondale
Con il misuratore di potenza e il cardiofrequenzimetro imparano a gestire lo sforzo, non sono teleguidati. E' quasi impossibile farsi teleguidare da un qualsivoglia algoritmo durante una corsa, i numeri del computerino sono più un riferimento che una guida. Lo stesso succederebbe con l'alimentazione. La conoscenza non la vedo mai come un impoverimento.
l'utilizzo pieno di questi sensori però potrebbe chiudere il cerchio..un conto è sapere dall'ammiraglia a quanti watt e battiti sta andando il corridore, un conto è sapere esattamente a quanta fatica metabolica corrispondono questi valori, magari confrontato con quelli dei rivali, dare il comando di attaccare o meno sapendo che hai ancora più o meno benzina o che il rivale sta accumulando più lattato, che dovrai prendere il ciuccino fra tot minuti, etc..per me ci possono stare ma togliendo le radioline. il corridore avrebbe tutti i suoi parametri sotto controllo e in base a questi e alle proprie sensazioni valuta come comportarsi in corsa
 

Shinkansen

Xeneize
20 Giugno 2006
13.450
2.869
Genova
Bici
Colnago 50 Anniversary
Con il misuratore di potenza e il cardiofrequenzimetro imparano a gestire lo sforzo, non sono teleguidati. E' quasi impossibile farsi teleguidare da un qualsivoglia algoritmo durante una corsa, i numeri del computerino sono più un riferimento che una guida. Lo stesso succederebbe con l'alimentazione. La conoscenza non la vedo mai come un impoverimento.
Qui non si parla di misuratori di potenza o di cardiofrequenzimetri, ma di ulteriori supporti, fra l'altro nemmeno gestiti dall'atleta stesso.
Un conto è gestirli sotto sforzo con gli avversari che ti stanno intorno, con la concitazione del momento, senza avere un quadro preciso e completo della situazione, un altro è avere una persona dentro un'ammiraglia, dotata di televisore che in tutta calma prende delle decisioni. Una bella differenza.
 

bianco222

Passista
24 Giugno 2013
4.735
1.765
Bici
Olmo ZeroTre Disc
si ma per beccare un coltello un arma o dello stupefacente, per trovare una cosa della dimensione di un cerotto magari come ho già detto integrata nella maglia o nella salopette hai voglia..un distinguo qualitativo sul tipo di tessuto con uno scanner è ai limiti dell'impossibile, poi mi immagino già la scena, già lo fanno una tantum per i motorini perchè sarebbe imbarazzante per tutti
Con i moderni scanner ti trovano anche un cerotto. Vedono i pacemaker del cuore. Il controllare sarebbe davvero l'ultimo dei problemi.
 

RamboGuerrazzi

Apprendista Scalatore
28 Marzo 2007
2.423
1.277
centroitalico
Bici
corsa+gravel
Qui non si parla di misuratori di potenza o di cardiofrequenzimetri, ma di ulteriori supporti, fra l'altro nemmeno gestiti dall'atleta stesso.
Un conto è gestirli sotto sforzo con gli avversari che ti stanno intorno, con la concitazione del momento, senza avere un quadro preciso e completo della situazione, un altro è avere una persona dentro un'ammiraglia, dotata di televisore che in tutta calma prende delle decisioni. Una bella differenza.

la persona dentro l'ammiraglia ce l'hanno tutti però, si gareggia ad armi pari. Tra l'altro mi sembra che tra radioline e misuratori si prospettava già da anni un ciclismo robotizzato, invece di fuochi d'artificio ne abbiamo visti eccome. Neanche un anno fa un Tour è stato ribaltato all'ultima giornata. Roglic aveva radiolina, misuratore, cardio, cerotti, ammiraglia... eppure è arrivato col casco storto dalla fatica
 
23 Ottobre 2015
4.717
2.075
Varese
Bici
Cube, Specialized
la persona dentro l'ammiraglia ce l'hanno tutti però, si gareggia ad armi pari. Tra l'altro mi sembra che tra radioline e misuratori si prospettava già da anni un ciclismo robotizzato, invece di fuochi d'artificio ne abbiamo visti eccome. Neanche un anno fa un Tour è stato ribaltato all'ultima giornata. Roglic aveva radiolina, misuratore, cardio, cerotti, ammiraglia... eppure è arrivato col casco storto dalla fatica
Ma anche non avendolo sul l’ammiraglia ne potrebbero avere quanti ne vogliono a casa che studiano i dati Velon in diretta di tutti i partecipanti alle gare.
Poi basta una telefonata in ammiraglia e il gioco è fatto
 

leandro_loi

Apprendista Velocista
20 Luglio 2019
1.419
971
51
milano
Bici
mia
Mi sembra una cosa assurda vietare. In nome dello spettacolo poi. E' spettacolo che un ciclista salti per aria per crisi di fame?
Per una volta che c'è la possibilità di sviluppare qualcosa di concretamente utile anche alla ricerca medica, avere una enorme mole di dati disponibili sul comportamento di un fisico durante uno sforzo anche massimale, invece no, decidiamo che di colpo il mondo deve tornare indietro a Coppi e Bartali.
Mentre digitiamo da uno smartphone però.
 

Amala

Novellino
25 Gennaio 2020
15
6
42
Formia
Bici
Fuji
In alcune foto, essendo diabetico, è uguale al sensore che uso io. Comunque per avere il valore in tempo reale io devo avvicinare l'apparecchio o telefono vicino al sensore. Non so come facciano loro ad avere i valori in tempo reale sull'ammiraglia, mi interesserebbe saperlo.
se hai il freestyle hai ragione , io ad esempio uso dexcom della roche , non serve avvicinare nessun dispositivo basta guardare i dati o sul ricevitore o cellulare , oppure essere avvisato da un bip in caso di ipo o iper , comodissimo