L'UCI vieta i sensori metabolici in corsa

derrick

Cronoman
28 Febbraio 2014
709
246
Bergamo
Bici
Rose sl pro 2000. Merida Scultura Team
In alcune foto, essendo diabetico, è uguale al sensore che uso io. Comunque per avere il valore in tempo reale io devo avvicinare l'apparecchio o telefono vicino al sensore. Non so come facciano loro ad avere i valori in tempo reale sull'ammiraglia, mi interesserebbe saperlo.
 

bianco222

Passista
24 Giugno 2013
4.735
1.765
Bici
Olmo ZeroTre Disc
In alcune foto, essendo diabetico, è uguale al sensore che uso io. Comunque per avere il valore in tempo reale io devo avvicinare l'apparecchio o telefono vicino al sensore. Non so come facciano loro ad avere i valori in tempo reale sull'ammiraglia, mi interesserebbe saperlo.
Se tu lo hai sul tuo telefono e il tuo telefono è connesso ad internet non dovrebbe essere difficile farlo vedere su un altro telefono. Anche tramite un'app terza di condivisione dati.
 
  • Mi piace
Reactions: PKMic and longjnes

derrick

Cronoman
28 Febbraio 2014
709
246
Bergamo
Bici
Rose sl pro 2000. Merida Scultura Team
Se tu lo hai sul tuo telefono e il tuo telefono è connesso ad internet non dovrebbe essere difficile farlo vedere su un altro telefono. Anche tramite un'app terza di condivisione dati.
Vero. Il fatto è che il telefono deve essere vicino almeno un cm al sensore. Almeno così per noi comuni mortali
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
39.177
13.453
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
Mi sembra la motivazione (non necessariamente la decisione) assurda. Vieti una cosa ai professionisti dicendo che non tutti possono avere le disponibilità di usarli, ma non per tutti i prò, solo riferendoti alle categorie minori e aggiungi che un ragazzo deve imparare a conoscersi.
E in che cosa queste cose vengono salvaguardate vietandolo anche ai prò? Senza contare che sarebbe lo stesso divieto del misuratore. E' vero che bisogna imparare a usarlo, ma mica ci vuole un Nobel. Fai dei test, incrociati con la fc e sai quali sono le tue potenze critiche. Ci riesco io da solo a usarlo così, e ci riescono a maggior ragione i prò. Alla stessa maniera, dovranno fare dei test di tolleranza alla deplezione, per valutare quando è il momento di alimentarsi e quando tirar la corda per rimanere leggeri (atteggiamento figlio della disidratazione controllata).
Sarebbe come vietare la VAR nel calcio perchè nelle serie minori non ci sono le disponibilità per averla su ogni campo o perchè i ragazzi devono imparare a rispettare le decisioni e gli sbagli dell'arbitro.
Se invece non si vuole dare troppa rilevanza al progresso tecnologico a scapito dello sport di cui fanno parte anche gli errori di gestione in corsa dell'atleta, allora è una motivazione accettabile (fino a un certo punto), ma questa deve essere la motivazione....ma analogamente andrebbero vietati i pm.
 
  • Mi piace
Reactions: Zac36100

jacknipper

Scalatore
9 Febbraio 2013
7.913
2.860
Bici
Colnago per la strada & Kona per il fango
Mi sembra la motivazione (non necessariamente la decisione) assurda. Vieti una cosa ai professionisti dicendo che non tutti possono avere le disponibilità di usarli, ma non per tutti i prò, solo riferendoti alle categorie minori e aggiungi che un ragazzo deve imparare a conoscersi.
E in che cosa queste cose vengono salvaguardate vietandolo anche ai prò? Senza contare che sarebbe lo stesso divieto del misuratore. E' vero che bisogna imparare a usarlo, ma mica ci vuole un Nobel. Fai dei test, incrociati con la fc e sai quali sono le tue potenze critiche. Ci riesco io da solo a usarlo così, e ci riescono a maggior ragione i prò. Alla stessa maniera, dovranno fare dei test di tolleranza alla deplezione, per valutare quando è il momento di alimentarsi e quando tirar la corda per rimanere leggeri (atteggiamento figlio della disidratazione controllata).
Sarebbe come vietare la VAR nel calcio perchè nelle serie minori non ci sono le disponibilità per averla su ogni campo o perchè i ragazzi devono imparare a rispettare le decisioni e gli sbagli dell'arbitro.
Se invece non si vuole dare troppa rilevanza al progresso tecnologico a scapito dello sport di cui fanno parte anche gli errori di gestione in corsa dell'atleta, allora è una motivazione accettabile (fino a un certo punto), ma questa deve essere la motivazione....ma analogamente andrebbero vietati i pm.
senza contare che chi ha i mezzi economici ha dietro di se un'equipe di persone che gli prepara\misura\stabilisce tutto sempre e comunque fin nei minimi particolari: di certo non sarà un sensore ad aumentare o diminuire il divario tra chi può e chi non può
credo sia più una decisione simile a quella che vieta certe posizioni sulla bici (e, così, ci può anche stare)
 

martin_galante

Apprendista Passista
24 Ottobre 2017
955
754
Russia, eh già
Bici
Merida
Vero. Il fatto è che il telefono deve essere vicino almeno un cm al sensore. Almeno così per noi comuni mortali
Non conosco questo tipo di sensori, ma ci sono vari modi di inviare un segnale digitale wireless. In particolare questi possono essere passivi (non necessitano di batteria, ma utilizzano il segnale proveniente dal ricevente per 'risuonare' i loro dati indietro), come ad esempio i sensori NFC; oppure attivi -che utilizzano una fonte energetica propria (es. batteria, ma non solo) come un bluetooth.

Va da se' che un device passivo avra' un range di trasmissione piu' corto, perche' deve 'sentire' la vicinanza del tuo telefono ed usare il segnale (presumo NFC) emesso da questo per ritornare il proprio segnale. Se vuoi un range di piu' di qualche cm devi usare le antenne di Radio Maria, non quelle del telefono. Viceversa un segnale attivo puo' avere range molto ampi, a seconda della frequenza e della potenza utilizzate. Certo che un sensore non-ricaricabile che costa 50 euro a settimana, puo' permettersi fonti energetiche ad altissima densita' come un golden cap. Quindi trasmettere il segnale ad una distanza tale da poter essere ricevuto e ripetuto da un telefono nelle tasche.

Da un lato, e' vero che le applicazioni per scopo medico sono pure molto costose, e per un diabetico sarebbe utile monitorare in tempo reale i livelli di glicemia 24h, non solo quando si avvicina il telefono al sensore. Pero' e' anche vero che la medicina raramente usa tecnologie all'avanguardia -in parte per la natura giurassica e privilegiata di chi produce hardware a scopo medico, in parte perche' validare e certificare tale hardware richiede giustamente molto tempo e lavoro, ed e' senz'altro piu' semplice evitare golden cap e batterie sulle patch dei pazienti.


La foto di Froome che sbircia il Garmin di Voigt (che probabilmente dice "Shut up legs!") è fantastica!
Spesso si dice che Froome pedali male con la testa china. Ma non e' cosi'. Semplicemente il suo sguardo e' ipnoticamente attratto dagli attacchi manubrio. Suoi o di altri, poco importa.
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
39.177
13.453
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
senza contare che chi ha i mezzi economici ha dietro di se un'equipe di persone che gli prepara\misura\stabilisce tutto sempre e comunque fin nei minimi particolari: di certo non sarà un sensore ad aumentare o diminuire il divario tra chi può e chi non può
..........
Non fra i prò, visto che ci dicono che il costo limitato non sarebbe un problema per i prò.
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
17.191
6.649
95
dove capita
Non vanno sottovalutati gli importanti e molto innovativi contributi che la ricerca in questo campo ha portato alla sienzia tutta! :==

E3XM_AhVIAQGfX-
 

Maverik89

Apprendista Passista
15 Dicembre 2009
1.129
286
Torino
Bici
lsdb 666 road XCr
Gli atleti del team novonordisk che sono diabetici di tipo1 vengono "toccati" da questo divieto oppure è una faccenda diversa?
 

golance

Apprendista Scalatore
18 Febbraio 2013
2.640
1.973
Bergamo
Bici
cannnnnondale
è da qualche mese che vedo pompati sui social questi sensori e francamente mi sembrano l'apoteosi del ridicolo specie in ambito amatoriale, mentre tra i pro probabilmente si diffonderanno senza possibilità di vietarli, magari viste le dimensioni esigue verranno integrati nell'abbigliamento e resi invisibili, voglio vedere a andare a controllare l'interno di un fondello piuttosto che di una soletta della scarpa piuttosto che se la fascia cardio non ha qualche "plus" o ancora l'imbottitura del casco, impensabile.. purtroppo temo non ci sia nulla da fare e dico purtroppo perchè con questa siamo all'apoteosi del ciclismo robotico.
oltretutto verranno usati quotidianamente in allenamento, qualcuno lo starà già facendo sicuro
 

golance

Apprendista Scalatore
18 Febbraio 2013
2.640
1.973
Bergamo
Bici
cannnnnondale
Spesso si dice che Froome pedali male con la testa china. Ma non e' cosi'. Semplicemente il suo sguardo e' ipnoticamente attratto dagli attacchi manubrio. Suoi o di altri, poco importa.
è ossessionato dal fatto che qualche goccia di sudore possa ossidarne le viti, si narra che sia stato in psicoterapia per questo
 
  • Haha
Reactions: Giomas

Doctor Speck

Ötztalnauta
18 Settembre 2004
9.049
710
44
Gorizia
Bici
Nerina
è da qualche mese che vedo pompati sui social questi sensori e francamente mi sembrano l'apoteosi del ridicolo specie in ambito amatoriale, mentre tra i pro probabilmente si diffonderanno senza possibilità di vietarli, magari viste le dimensioni esigue verranno integrati nell'abbigliamento e resi invisibili, voglio vedere a andare a controllare l'interno di un fondello piuttosto che di una soletta della scarpa piuttosto che se la fascia cardio non ha qualche "plus" o ancora l'imbottitura del casco, impensabile.. purtroppo temo non ci sia nulla da fare e dico purtroppo perchè con questa siamo all'apoteosi del ciclismo robotico.
oltretutto verranno usati quotidianamente in allenamento, qualcuno lo starà già facendo sicuro
Condivido (a parte il sensore nel fondello :mrgreen:)
Manca poco che gli installino un port vascolare bluetooth per misurare il lattato in diretta :roll: