Storia Maglie mitiche: Automoto

BDC-MAG.COM

Apprendista Scalatore
18 Febbraio 2014
1.968
224
Le ultime sei edizioni del Tour de France sono state vinte dal Team Sky, diventato l'anno scorso Team Ineos. Un dominio cominciato nel 2012 ed interrotto solo nel 2014 da Vincenzo Nibali in maglia Astana. Il Team Sky/Ineos ha cosi eguagliato il numero di vittorie consecutive della Banesto, cinque, con...
Leggi tutto...
 

 

salomone

Apprendista Velocista
21 Settembre 2009
1.492
135
Cuneo
Bici
Specialized Roubaix & Pepiniello
Perché nelle maglie mettevano quella tasca anteriore con il bottone?
Aveva qualche funzione particolare???
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
15.534
3.146
94
dove capita
Perché nelle maglie mettevano quella tasca anteriore con il bottone?
Aveva qualche funzione particolare???
Ci mettevano le cose più delicate e da non perdere, come la carta del percorso con l'altimetria, la carta da far timbrare ai controlli (finché ci sono stati) e roba da mangiare, tipo le uova, come dice newbie.
Non tutti usavano la maglia con la o le tasche anteriori. E comunque erano più che altro utilizzate nei grandi giri. Qualcuno ha continuato ad usarle anche negli anni '50.

Credo fosse anche un modo per non caricare troppo quelle posteriori, dato che le maglie in lana si allungavano a dismisura.

Una cosa curiosa, per chi l'ha notata, è che le maglie dei tempi eroici erano tutte a maniche lunghe. Le tappe partivano di notte o al mattino prestissimo e poteva far freddo, tipo nel nord della Francia. E nessuno si metteva quelle a maniche corte perché non esistevano i manicotti e nessuno voleva portarsi dietro due maglie. Da regolamento quello con cui partivi doveva arrivare al traguardo.
Proprio H. Pellissier fu penalizzato per aver gettato via la maglia a maniche lunghe a metà gara nel Tour 1924. Da questo nacque tutta una polemica con Desgrange che portò poi all'abbandono di Pellissier.
 

Elio79

Novellino
19 Gennaio 2020
24
15
41
italy
Bici
Qualcosa in mente ce l'ho
Bellissimo leggere questa storia . . . . praticamente anche Automoto e' stata vittima della globalizzazione :):)
Mi ha colpito vedere nel dettaglio dela forca anche il freno anteriore diverso da quelli attuali infatti porta nella zona posteriore della forca un supporto (forse per il parafango?) e delle molle all'altezza del pattino.
R-Tete-de-fourche-AuTomoTo.jpg

Il viola usato e' proprio bello per non parlare della lavorazione del trifoglio molto dettagliato il livello di design qui e' molto alto anche nelle locandine lo si nota tanto :):)
 
  • Like
Reactions: Carluccino

Gamba_tri

Scalatore
29 Marzo 2005
6.835
914
43
Genova
Bici
Barco Spirit-Xcr - Cannondale Synapse carbon
Bellissimo leggere questa storia . . . . praticamente anche Automoto e' stata vittima della globalizzazione :):)
Mi ha colpito vedere nel dettaglio dela forca anche il freno anteriore diverso da quelli attuali infatti porta nella zona posteriore della forca un supporto (forse per il parafango?) e delle molle all'altezza del pattino.
Vedi l'allegato 194833

Il viola usato e' proprio bello per non parlare della lavorazione del trifoglio molto dettagliato il livello di design qui e' molto alto anche nelle locandine lo si nota tanto :):)
Può essere un supporto per parafango, ma anche un levachiodi o raschoetto per tenere pulita la ruota.
 
  • Like
Reactions: Elio79

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
15.534
3.146
94
dove capita
un supporto (forse per il parafango?) e delle molle all'altezza del pattino.
un levachiodi o raschoetto per tenere pulita la ruota.
Confermo che si tratta di un raschietto per tenere pulita la ruota ed evitare che sassi appuntiti che sono appena conficcati ad ogni giro di ruota penetrino sempre più. Altri usavano delle catenelle (qualcuno le usa ancora oggi).
 
  • Like
Reactions: Elio79