News Paternoster e Bussi investite

  • Dopo anni di onorato servizio, è venuto il momento di mettere in naftalina il vecchio mercatino e di dare il benvenuto al nuovo mercatino

    È organizzato per categorie/marchi e prodotti, per rendere più facile trovare i prodotti che si cercano, e soprattutto è completamente integrato al forum, il che vuol dire che trovate tutte le notifiche inerenti al mercatino nel vostro pannello. Per ricevere le notifiche, controllate le impostazioni cliccando qui

    Come al solito, è gratuito per i privati e a pagamento per i negozi, con una vetrina che si vedrà anche qui nel forum, nel caso decideste di dare più visibilità alla vostra inserzione.

    Fondamentale è la ricerca per filtri, molto dettagliati e organizzati anche per città (finalmente, direte). Usateli!

    Il vecchio mercatino si trova nel menu a tendina "mercatino", in fondo, e sarà attivo ancora per 30 gg. Già da adesso non è possibile inserire nuovi prodotti, ma i vecchi rimangono visibili e possono essere rinnovati. Inserite nel nuovo i prodotti che avete nel vecchio, non vengono contati come doppi, ovviamente. Bisogna farlo manualmente.

    Tutti i feedback sono stati importati nel nuovo sistema, li trovate nel vostro profilo o direttamente di fianco alle inserzioni. Se lasciate dei fedback nel vecchio mercatino, non verranno più riportati nel nuovo.

    Provatelo bene prima di fare domande qui. È identico a quello mtb, chi lo usa di là sarà già a sui agio.

Bert51

Apprendista Passista
5 Ottobre 2018
986
1.301
69
Gattinara (Vercelli)
Bici
Entry level da strada no brand
Ho lavorato otto anni in svizzera tedesca e lì tutti rispettano le regole, anche perché chi non lo fa viene subito beccato e “punito”.
Per dirne una: una mattina in inverno vado al lavori in macchina (perché alla sera sarei tornato in Italia) e tolgo la brina facendo un “oblò“ solo davanti per fare in fretta e come ho sempre fatto a Varese, tanto dopo qualche minuto il vetro col calore si pulisce.
Incrocio un pattuglia della polizia e subito mi ferma.
Dico che nel giro di poco il vetro sarebbe stato pulito e che sono arrivato.
Risposta: o pulisci il vetro o ti faccio la multa.

La stessa gente che rispetta le regole da loro quando viene in Italia si adatta e non le rispetta consapevole del fatto che raramente viene beccato, quindi rischiare vale la pena.
Perfetto, la penso totalmente così.
Con l'aggiunta che credo, e tu me lo potrai confermare, che in Svizzera le regole sono univoche e più chiare che da noi, lasciando spazio zero all'interpretazione. E magari magari... lì non esistono due tipi di rotonde...
E poi "viene subito beccato e punito"
ECCOLA LA DIFFERENZA!!!
 
Ultima modifica:

 

Scaldamozzi ogni tanto

Apprendista Cronoman
23 Ottobre 2015
3.462
1.075
Varese
Bici
Cube, Specialized
Perfetto, la penso totalmente così.
Con l'aggiunta che credo, e tu me lo potrai confermare, che in Svizzera le regole sono univoche e più chiare che da noi, lasciando spazio zero all'interpretazione. E magari magari... lì non esistono due tipi di rotonde...
E poi "viene subito beccato e punito"
ECCOLA LA DIFFERENZA!!!
Confermo
Altra differenza è che se ti beccano prima paghi (vanno in giro col pos e accettano anche oggetti di valore in pegno se proprio non si hanno carte), poi puoi far tutti i ricorsi che vuoi.
Colpiti nel portafogli tutti imparano le regole in fretta e le rispettano.
 

golias

Maglia Gialla
28 Marzo 2018
10.962
5.614
.
Bici
mia
Gli strumenti ci sono ma c'è anche tanta inefficienza da parte delle istituzioni.
Gli strumenti ci sono.. ma pare servano più per fare cassa che non far rispettare il CdS.
In Inghilterra invece oltre che fare cassa.. ti vengono a prendere anche se credi di averla fatta franca, ci sono telecamere quasi su tutti gli incroci, svincoli o zone di pericolo.. anche se nessuno ti ferma, dopo 2 giorni ti ritrovi i gendarmi dentro casa ;-)
 
  • Like
Reactions: Bert51

golias

Maglia Gialla
28 Marzo 2018
10.962
5.614
.
Bici
mia
A mio avviso sarebbe più semplice creare un accrocchio elettronico collegato all'accensione del motore che inibisce ogni possibilità di trafficare con lo smartphone lasciando solo l'opzione chiamata via bluetooth.. vuoi chattare o mandare sms o navigare.. trovi una piazzuola ti fermi spegni il motore e fai quel che vuoi ;-)
 

Zagor69

Pignone
15 Marzo 2010
129
43
Shangri-La
Bici
una nera, una rossa ed una gialla

green dolphin

Scalatore
3 Gennaio 2008
7.521
2.007
La cosa peggiore è che tra i commenti su FB puntuali arrivano anche gli haters (termine che non vorrei usare ma non ne trovo di più calzanti ora) che girano la frittata: con un morto da poco sulla strada, un ciclista che era solo e viaggiava come il codice richiede sul lato destro, comincano ad arringare che non se ne può più, che i ciclisti fanno quello che vogliono, che sono sempre affiancati, contromano, passano con il rosso...

Nessuno lo scrive, ma è come se fosse sottinteso nel modo in cui scrivono e si arrabbiano e sbraitano, che se poi finisce così, un po' i ciclisti se lo meritano.

È questo che mi fa davvero paura, questo punto di vista della gente che sembra fin troppo ben radicato, ormai. E che non sono così sicuro che si possa cambiare inasprendo la normativa ed i controlli.
 

Zagor69

Pignone
15 Marzo 2010
129
43
Shangri-La
Bici
una nera, una rossa ed una gialla
La cosa peggiore è che tra i commenti su FB puntuali arrivano anche gli haters (termine che non vorrei usare ma non ne trovo di più calzanti ora) che girano la frittata: con un morto da poco sulla strada, un ciclista che era solo e viaggiava come il codice richiede sul lato destro, comincano ad arringare che non se ne può più, che i ciclisti fanno quello che vogliono, che sono sempre affiancati, contromano, passano con il rosso...

Nessuno lo scrive, ma è come se fosse sottinteso nel modo in cui scrivono e si arrabbiano e sbraitano, che se poi finisce così, un po' i ciclisti se lo meritano.

È questo che mi fa davvero paura, questo punto di vista della gente che sembra fin troppo ben radicato, ormai. E che non sono così sicuro che si possa cambiare inasprendo la normativa ed i controlli.
Mah, c'è poco da aggiungere, il solito deja vu italiota, però effettivamente questa modo di pensare si sta radicando proprio perché non si è messo ancora un freno a queste stragi e a questo dilagare di odio, non sarà facile invertire questo trend, ma non si sta facendo neanche granché per cambiare le cose, mi sembra che manchi proprio la volontà. Che poi basterebbe guardare qualche paese scandinavo x capire che la bici non è un problema, ma la soluzione...ma a chi glielo spieghi? È un problema che va molto oltre il semplice ambito ciclistico...
 

golias

Maglia Gialla
28 Marzo 2018
10.962
5.614
.
Bici
mia
ma la soluzione...ma a chi glielo spieghi? È un problema che va molto oltre il semplice ambito ciclistico...
Una campagna martellante pro ciclismo, i vantaggi che restituisce sia in termini di benessere fisico/mentale sia in termini di risparmio e vantaggio ecologico.. si fa un gran parlare di ecologia.
Cominciando adesso i risultati si vedranno negli anni a venire.. ma da qualche parte bisogna pur cominciare.
 
  • Like
Reactions: Bert51

Zagor69

Pignone
15 Marzo 2010
129
43
Shangri-La
Bici
una nera, una rossa ed una gialla
Una campagna martellante pro ciclismo, i vantaggi che restituisce sia in termini di benessere fisico/mentale sia in termini di risparmio e vantaggio ecologico.. si fa un gran parlare di ecologia.
Cominciando adesso i risultati si vedranno negli anni a venire.. ma da qualche parte bisogna pur cominciare.
Quello sicuramente è il punto di partenza più efficace e tutto sommato a basso costo rispetto al dotarsi di infrastrutture x far circolare noi ciclisti in sicurezza, eppure non ricordo di aver mai visto uno spot di 'pubblicità progresso' su questo tema, in compenso si vedono spot su auto a raffica... Speriamo che questa ventata di ecologia e di green-economy, vera o presunta, alla fine produca qualcosa nella giusta direzione, perché così non si può continuare.
 
  • Like
Reactions: Bert51 and golias

Bert51

Apprendista Passista
5 Ottobre 2018
986
1.301
69
Gattinara (Vercelli)
Bici
Entry level da strada no brand
[QUOTE="green dolphin, post: 6547428

È questo che mi fa davvero paura, questo punto di vista della gente che sembra fin troppo ben radicato, ormai. E che non sono così sicuro che si possa cambiare inasprendo la normativa ed i controlli.
[/QUOTE]

Si può. .. si potrebbe, se li si sbattesse dentro per un po'. Ma con quale giustizia? Quella dei magistrati che il giorno dopo il fatto liberano un assassino che guidando da drogato ha travolto un ragazzo?
 

golias

Maglia Gialla
28 Marzo 2018
10.962
5.614
.
Bici
mia
Neanche più nelle strade secondarie di campagna si può star tranquilli.
Io che ci viaggio spesso.. posso dirti che quel genere di strade sono forse tra le più pericolose proprio perchè deserte e spesso incontrollate, tanti viaggiano a velocità da fuori di testa certi che nessuno li beccherà mai.
Come già detto in altro thread.. spero che il tipo si becchi il massimo della pena e che giornali e tv ne parlino a raffica così che qualcuno si renda conto di cosa significa provocare incidenti simili.
 

martin_galante

Pedivella
24 Ottobre 2017
428
246
Russia, eh già
Bici
Merida
La cosa peggiore è che tra i commenti su FB puntuali arrivano anche gli haters (termine che non vorrei usare ma non ne trovo di più calzanti ora) che girano la frittata: con un morto da poco sulla strada, un ciclista che era solo e viaggiava come il codice richiede sul lato destro, comincano ad arringare che non se ne può più, che i ciclisti fanno quello che vogliono, che sono sempre affiancati, contromano, passano con il rosso...

Nessuno lo scrive, ma è come se fosse sottinteso nel modo in cui scrivono e si arrabbiano e sbraitano, che se poi finisce così, un po' i ciclisti se lo meritano.

È questo che mi fa davvero paura, questo punto di vista della gente che sembra fin troppo ben radicato, ormai. E che non sono così sicuro che si possa cambiare inasprendo la normativa ed i controlli.
Secondo me non è peggiorata l'attitudine verso i ciclisti rispetto mettiamo agli anni '80. Solo al tempo non c'erano forum e social media e quindi i confronti non erano così diretti. Anzi si è creata una cultura pro-bici ancora minoritaria ma abbastanza ampia. Per carità, è assolutamente troppo poco, e se qualche cambiamento in meglio c'è stato questo non è avvenuto certo per lungimiranza delle politiche di mobilità. I paesi del nord, per esempio la Danimarca, non sono da sempre dei ciclo-paradisi. Hanno deciso negli anni '70 di favorire la diffusione e cultura della bici, da zero, ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Grandi città come Parigi, hanno sviluppato negli ultimi 15 anni la mobilità a due ruote. Ed oggi si calcola che se chiudesse il bike sharing parigino, la rete di trasporti in città collasserebbe. Quindi campagna o città, sole o pioggia, la transizione ad una mobilità alternativa all'auto è possibile, ma ci serve uno sforzo sia dall'alto che dal basso. Questo sforzo in Italia non è mai stato fatto.
 
  • Like
Reactions: Bert51