News Zipp lancia le nuove ruote 353 NSW Disc Brake

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
17.473
7.257
96
dove capita
Ma visto che tu hai modo di provarne varie ed eventuali anche in diversi contesti e con diversi mezzi.. per l'amatore comune (che magari partecipa a qualche Gf) quale trovi più indicato come rapporto/rendimento ?

Personalmente uso 25mm. Tra tubeless e camera non trovo grandi differenze in generale.
Ultimamente uso solo tubeless, che nei giri lunghi senza velleità sono più comodi consentendo pressioni inferiori senza paura di pizzicature. In giri magari con tanta salita le gomme un po' "sgonfie" invece non mi piacciono, soprattutto quando ti alzi sui pedali l'effetto "gomma molla" mi da fastidio. Anche in discesa non mi piace granché, hai più grip, ma si sente la gomma che cede un po' in appoggio. È solo una sensazione senza chissà che controindicazioni, ma non mi piace.

Ogni tanto uso dei 23mm, soprattutto tubolari, e la prima sensazione è sempre negativa abituato ai 25mm: più scomodi e con meno grip. Poi dopo un po' non ci pensi più e vai lo stesso eh.....

I 28mm li uso qualche volta, ma non vedo molto il motivo: pesano di più e la differenza di comodità con i 25 non mi pare eclatante. Li uso ogni tanto nelle rando al posteriore, giusto per aumentare un po' la comodità, ma tanto alla fine hai mal di culo lo stesso :))):

In generale il bello è che oggi l'amatore ha ampia scelta tra sezioni e tipologie e può "trasformare" la bici a piacimento in base all'uso/preferenze. Come tutto il ciclismo in generale. Anche solo 10 anni fa non era cosi. Secondo me un netto miglioramento.
 

golias

Ammiraglia
28 Marzo 2018
15.164
8.431
.
Bici
mia
Personalmente uso 25mm. Tra tubeless e camera non trovo grandi differenze in generale.
Ultimamente uso solo tubeless, che nei giri lunghi senza velleità sono più comodi consentendo pressioni inferiori senza paura di pizzicature. In giri magari con tanta salita le gomme un po' "sgonfie" invece non mi piacciono, soprattutto quando ti alzi sui pedali l'effetto "gomma molla" mi da fastidio. Anche in discesa non mi piace granché, hai più grip, ma si sente la gomma che cede un po' in appoggio. È solo una sensazione senza chissà che controindicazioni, ma non mi piace.

Ogni tanto uso dei 23mm, soprattutto tubolari, e la prima sensazione è sempre negativa abituato ai 25mm: più scomodi e con meno grip. Poi dopo un po' non ci pensi più e vai lo stesso eh.....

I 28mm li uso qualche volta, ma non vedo molto il motivo: pesano di più e la differenza di comodità con i 25 non mi pare eclatante. Li uso ogni tanto nelle rando al posteriore, giusto per aumentare un po' la comodità, ma tanto alla fine hai mal di culo lo stesso :))):

In generale il bello è che oggi l'amatore ha ampia scelta tra sezioni e tipologie e può "trasformare" la bici a piacimento in base all'uso/preferenze. Come tutto il ciclismo in generale. Anche solo 10 anni fa non era cosi. Secondo me un netto miglioramento.
Grazie e ottimo.. sei riuscito a soddisfare le mie curiosità legate certamente alle mie esperienze che combaciano assai con le tue considerazioni, però io i 23 oramai non riesco più ad usarli così come la camera d'aria che ho usato per qualche uscita pur avendo la copertura tubeless che faticava a tallonare ed ho notato che a parità di pressione c'è meno assorbimento.. quindi meno comfort specialmente sui lunghi.
Per il mal di chiulo, tanti non lo dicono, ma dopo tot ore è quasi difficile non averne.
 

silvershadow

Pignone
17 Maggio 2012
259
68
Bici
BMC SLT01, Bianchi Xr2, Cipollini RB1k TT, Trek Equinox 9.9 SSL
Personalmente i 25 sono diventati un must, i 28 un lusso. Se passo tempo in bici a Roma, con uscite da 5h ore e piu' in giorni consecutivi non avere male al sedere e' quasi impossibile con i 22 o i 23. C'e poco da fare. Asfalto terribile quasi ovunque. I 23mm mi funzionano bene ma in Svizzera. In Italia le strade sono da dimenticare
 
  • Mi piace
Reactions: MIKBELL and andry96