Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

Assicurazione bici per danneggiamenti/smarrimento voli aerei

Discussione in 'Triathlon' iniziata da Pinzolo, 4 Settembre 2018.

  1. Pinzolo

    Pinzolo Novellino

    Registrato:
    30 Marzo 2016
    Messaggi:
    20
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Il triathleta lunghe distanze è,tendenzialmente,destinato ad utilizzare voli aerei.
    Siano brevi tratte o intercontinentali l'imbarco della ns. bici è un trauma,superato solo dall'angoscia che si prova al gate ritiro bagagli voluminosi.
    L'ultimo mio IM si è concluso con il ritiro,a Malpensa,della mia valigia rigida ( Abs ) distrutta .
    Fortunatamente la bici,all'interno,era integra ma....la riflessione si pone.
    Ovvero:
    le compagnie aeree,convenzione di Montreal,indennizzano,al massimo 30 € al kg di bagaglio imbarcato,con un massimo di 32 kg.
    Quindi,qualora la bike bag andasse distrutta ( credo sia successo a De Gasperi pre Kona 2016,schiacciata da un carrello elevatore ) o smarrita non recupereremo neanche il costo di una ruota.
    Ho chiesto alle compagnie aeree,al mio assicuratore,ad Europe Assistance: pare non esista una specifica assicurazione che copra,integralmente,il rischio volo.
    Corretto?
    Avete qualche dritta da suggerirmi?
     
    #1 Pinzolo, 4 Settembre 2018
    Ultima modifica: 5 Settembre 2018
  2. gipsy

    gipsy Apprendista Cronoman

    Registrato:
    6 Agosto 2004
    Messaggi:
    3.281
    Mi Piace Ricevuti:
    144
    ci sarebbe da sentire qualcuno che ha fatto causa alla compagnia aerea e sapere com'è andata
     
  3. NormaJean

    NormaJean Apprendista Passista

    Registrato:
    25 Gennaio 2013
    Messaggi:
    1.051
    Mi Piace Ricevuti:
    33
    A memoria mi sembra di aver letto su un gruppo di un caso in cui la bici è stata ripagata.
    L'argomento mi interessa visto che sto iniziando a pensare al prossimo anno e l'aereo credo dovrò prenderlo. Già non sono capace di smontare la bici figuriamoci se succede qualcosa.
     
  4. Riccardo The White

    Registrato:
    31 Agosto 2017
    Messaggi:
    561
    Mi Piace Ricevuti:
    155
  5. Pinzolo

    Pinzolo Novellino

    Registrato:
    30 Marzo 2016
    Messaggi:
    20
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Forse vorrei la botte piena e la moglie ubriaca.
    Anzitutto grazie per il link.
    Utilizzo una Cervello P5 ed l'evitare lo smontaggio manubrio,prolunghe e spessori vari,operazione obbligatoria per il 99 % delle valigie rigide in Abs,mi ha indirizzato all'unica opzione esistente: la valigia 4bikepro.
    Ed è quella che a Malpensa mi hanno distrutto.
    Quindi il problema permane.
    Se non lo risolvono le valigie professionali, rigide o semirigide che siano,se non esiste un'accettabile assicurazione extra da stipularsi,il rischio aereo é forse sottovalutato!
     
  6. Riccardo The White

    Registrato:
    31 Agosto 2017
    Messaggi:
    561
    Mi Piace Ricevuti:
    155
    Mettila in una scatola indistruttibile e affidala ad uno spedizioniere, molto meglio che data in gestione al personale bagagli di un aeroporto.
     
    A rosetta piace questo elemento.
  7. Darius

    Darius Passista

    Registrato:
    18 Ottobre 2005
    Messaggi:
    4.237
    Mi Piace Ricevuti:
    178
    L'unica cosa che resiste ai maltrattamenti negli aeroporti, escludendo ovviamente i contenitori militari in alluminio, sono i "flight case", con quelli non c'è caduta che tenga, sono fatti apposta per trasportare roba delicata nelle stive degli aerei, sono molto usati anche nel campo musicale.

    Purtroppo sono costosi e pesanti, ma sul web ci sono artigiani che te li costruiscono su misura, in ogni caso visto quanto costa la tua bici forse vale la pena di investire un po' di soldi in una valigia realmente "rugged".
     
    A Pinzolo piace questo elemento.
  8. eleaticus

    eleaticus Novellino

    Registrato:
    20 Gennaio 2011
    Messaggi:
    6
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Anche io stavo pensando di prendere la 4bike pro... ma leggendo il tuo messaggio mi sono un attimo bloccato... com’è la borsa??? A questo punto le scicon semirigide per triathlon sono da evitare assolutamente?
     
  9. Pinzolo

    Pinzolo Novellino

    Registrato:
    30 Marzo 2016
    Messaggi:
    20
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Io arrivo da una Scicon Aerotech rigida.
    Ottima valigia,leggera ma con buona protezione intrinseca.
    L'ho sostituita causa obbligo smontaggio cockpit sulla mia nuova Cervelo P5.
    Diversamente la 4bike pro esaudisce il mio desiderio: viaggiare con una crono TT senza toccare quel groviglio di cavi e viti del blocco manubrio-prolunghe.
    Unico difetto imputabile...un peso superiore con conseguente limitata possibilità di carico extra bici ( restando nella franchigie aeree di 30/32 kg ).
    Per il resto considero,e tuttora consiglio,la 4bike pro come un'innovativa opzione per chi viaggia in aereo ed,ottimisticamente,considero il danno di Malpensa frutto di una intenzionata negligenza degli addetti allo scarico: la valigia sembra esplosa!
    Infatti cercherò o di ripararla oppure ne ricomprerò un'altra.
    Anche a causa di qualche dubbio sulla sicurezza,con prolunghe montate ( come da loro video esplicativi ) suScicon semirigida Triathlon 3 ....
     
    A eleaticus piace questo elemento.
  10. eleaticus

    eleaticus Novellino

    Registrato:
    20 Gennaio 2011
    Messaggi:
    6
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Infatti trovo la protezione delle appendici con comandi compresi ridicola per la scicon, tanto che anche loro la sconsigliano per i voli( la semirigida intendo)
     
  11. petrus74

    petrus74 Novellino

    Registrato:
    12 Ottobre 2017
    Messaggi:
    62
    Mi Piace Ricevuti:
    10
    Segnalo questa, copia della scicon rigida a quasi metà prezzo.

    Io ce l’ho, per ora un volo fatto e tutto OK, sia valigia che bici.

    https://m.probikekit.com/cycling-accessories/pbk-bike-travel-case/11437202.html
     

Condividi questa Pagina