Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

Freni a disco: pregi e difetti (Parte 4)

Discussione in 'Abbigliamento e altre parti' iniziata da pietro1973, 13 Luglio 2019.

  1. pietro1973

    pietro1973 :angrymod:
    BDC Staff

    Registrato:
    13 Aprile 2011
    Messaggi:
    6.870
    Mi Piace Ricevuti:
    1.219
  2. biciklanto

    biciklanto Pedivella

    Registrato:
    6 Gennaio 2013
    Messaggi:
    461
    Mi Piace Ricevuti:
    80
    stamattina frenata di emergenza , uno scooter in coda ad alcune auto ha scartato a destra e poi ha frenato all'improvviso davanti a me non andavo veloce ma lo spazio di frenata era veramente poco , mi sono fermato a pochi cm , e la seconda frenata d"emergenza da quando uso i dischi e devo dire che è una situazione in cui si nota la differenza. Mentre nelle normali frenata la differenza non e cosi marcata , quando ci si attacca ai freni per evitare un pericolo immediato si apprezza la risposta immediata, che specialmente nelle prime fasi ha piu mordente con meno sforzo risultando nel complesso piu efficace , un motivo per qui ho scelto i dischi era proprio per queste situazioni, dove con i rim mi sono trovato spesso in difficoltà, devo dire che non mi hanno deluso , lo metterei fra i pregi .
     
    A Boooooo piace questo elemento.
  3. leonisa

    leonisa Apprendista Cronoman

    Registrato:
    27 Febbraio 2013
    Messaggi:
    2.788
    Mi Piace Ricevuti:
    153
    Ottimo spunto, 10 minuti fa un dritto di De Marchi in una curva al Tour, con freni caliper. Si sarebbe fermato prima con i dischi?
     
  4. cbr70

    cbr70 Apprendista Passista

    Registrato:
    6 Giugno 2018
    Messaggi:
    1.140
    Mi Piace Ricevuti:
    1.060
    Penso di non dire un eresia se l'impianto disc idraulico è più pronto di un sistema a cavo. Questa prontezza, anche a parità di potenza , potrebbe tornare utile al momento giusto
     
  5. j-axl

    j-axl Apprendista Scalatore

    Registrato:
    29 Maggio 2013
    Messaggi:
    2.239
    Mi Piace Ricevuti:
    483
    La prontezza dipende dalla distanza pattini/Pastiglie e/o dalla mescola pattini/ferodi, ma non ha a che fare con la natura dell'impianto. Se mettete i pattini alla distanza delle Pastiglie, la prontezza sarà simile e solo differenziata dalle mescole in gioco.
    Ma chi osa mettere un pattino a distanza millimetrica sapendo che un cerchio ha una minima tolleranza di svergolamento?
    È solo questa la differenza, il disco se sballato fa zin zin.... Il cerchio tocca il pattino e frena.
     
  6. teoullrich

    teoullrich Pedivella

    Registrato:
    22 Settembre 2005
    Messaggi:
    313
    Mi Piace Ricevuti:
    7
    Sono passato oggi dal mio sivende per far controllare lo stato delle pastiglie, che sono ok. Con un po' di sorpresa mi ha detto però di portare su la bici che deve effettuare lo spurgo dei freni...Impianto ultegra disc (bici anno 2018) e 10.000 km all'attivo (1 anno e mezzo da quando ho la bici). L'impianto frenante di per sé non ha nulla. Ma è normale uno spurgo dopo 10.000 km, o è solo una strategia per lavorare? Si è vero, faccio parecchia salita e discesa e sono uno prudente che frena molto, ma mi sono venuti dei dubbi sulla necessità di fare lo spurgo. Costo dell'operazione secondo voi?
     
  7. leonisa

    leonisa Apprendista Cronoman

    Registrato:
    27 Febbraio 2013
    Messaggi:
    2.788
    Mi Piace Ricevuti:
    153
    si, ma è una bazzecola che eventualmente puoi fare da te.
     
  8. fsol

    fsol Gregario

    Registrato:
    1 Luglio 2015
    Messaggi:
    589
    Mi Piace Ricevuti:
    282
    La quantità di olio nell'impianto è talmente ridicola che anche solo poche bolle di aria influiscono. Quindi si, è normale ma si può fare a casa senza alcun strumento particolare.

    Sent from my Redmi 5 Plus using BDC-Forum mobile app
     
  9. longjnes

    longjnes Passista

    Registrato:
    10 Luglio 2008
    Messaggi:
    3.727
    Mi Piace Ricevuti:
    777
    per me la prontezza non dipende dalla distanza della pasticca, ma dalla corsa libera della leva prima di frenare.
     
  10. FrankMar

    FrankMar Pignone

    Registrato:
    2 Ottobre 2017
    Messaggi:
    246
    Mi Piace Ricevuti:
    80
    Io ho fatto grosso modo lo stesso chilometraggio con un impianto uguale al tuo e non necessita di spurgare.
    Come le senti le leve? Sono spugnose e cedono nella frenata? Si è allungata eccessivamente la corsa delle leve?
    Questa necessità si spurgare gli impianti a me non convince molto. Ho bici con freni a disco idraulici da 20 anni (MTB comprese) e non ho mai effettuato spurghi. La MTB con impianto Shimano XT montato oltre 10 anni fa è ancora pefettamente funzionante, senza cabi olio o spurghi.
    Ovviamente i più attenti e scrupolosi inorridiranno (come, mai cambiato olio o spurgato? chissa che impianto ti ritrovi) ma invece posso affermare che funziona ancora benissimo.
    Preciso che uso le bici prettamente su percorsi che comprendano salite abbastanza lunghe e che quindi i freni li utliizzo molto.
    ciao.
     
  11. j-axl

    j-axl Apprendista Scalatore

    Registrato:
    29 Maggio 2013
    Messaggi:
    2.239
    Mi Piace Ricevuti:
    483
    E la corsa libera da cosa
    Non so nelle bici da corsa perché ho un impianto rim brake, ma normalmente la corsa libera nelle moto serve a non tenere l'impianto in pressione, poi c'è la distanza della leva. Considera che regolando la distanza della leva con la vite apposita e la distanza del pattino col filo si può regolare anche sul rim.... Perciò ribadisco che secondo me la prontezza è dovuta alla regolazione della distanza dei freni.
    Regolare un freno con corsa eccessiva è sbagliato e pericoloso, devono mantenere una corsa a vuoto stabilita dal costruttore.
    Questa è la mia opinione sul discorso prontezza del disk, che comunque reputo superiore avendolo su altre bici.
     
  12. biciklanto

    biciklanto Pedivella

    Registrato:
    6 Gennaio 2013
    Messaggi:
    461
    Mi Piace Ricevuti:
    80
    la mia impressione è che abbiano piu mordente nella fase iniziale della frenata con i rim nelle frenate di emergenza a volte mi sono trovato in difficolta non riuscendo a rallentare con efficacia proprio nella prima parte della frenata
     
  13. j-axl

    j-axl Apprendista Scalatore

    Registrato:
    29 Maggio 2013
    Messaggi:
    2.239
    Mi Piace Ricevuti:
    483
    Mah, anche quello è dovuto alla mescola del freno ed al fatto che il pattino(gomma o sughero) assorbe parte sella spinta, mentre la pastiglia non si comprime essendo rigida, ma col giusto pattino e la giusta pressione e se ne ha abbastanza per ribaltarsi.
    Ovvio che sono tutti punti che ai più rendono per facilità ed uso, superiore il disco .... Anche se a livello di frenatura superiore non è, secondo me.
    E per le bdc fa ancora troppa differenza la superficie di contatto con l'asfalto per la poca gomma a terra.
     
    A golias e EliaCozzi piace questo messaggio.
  14. jack070767

    jack070767 Gregario

    Registrato:
    20 Febbraio 2013
    Messaggi:
    607
    Mi Piace Ricevuti:
    109
    Sabato scorso in discesa con forte pendenza mi esce all'improvviso da un campo un furgone, allora mi attacco ai freni preso dal panico e la ruota posteriore inchioda iniziando a slittare mentre quella anteriore arriva quasi al bloccaggio slittando per un istante (subito alleggerisco).
    Per fortuna il furgone inchioda in mezzo di strada ed io riesco a passare contromano sulla banchina del lato opposto.
    La mia velocità era tra i 65 ed i 70 km/h su pendenza poco oltre 10%.
    Leggo qui sul forum di "ribaltamenti" nelle frenate di emergenza...
    Ma come stanno realmente le cose?
    A me è capitato di arrivare anche al bloccaggio (con slittamento) della ruota anteriore, ma mai un sollevamento della ruota posteriore...
    Dipende forse dal peso del biker (io peso 88 kg) dove chi è più leggero ribalta e chi è più peso invece fa slittare l'anteriore?
    Anche con tutte le moto che ho avuto nella frenata di emergenza arrivavo allo slittamento ruota anteriore e mai ribaltamento...

    Inviato dal mio SM-N950F utilizzando Tapatalk
     
  15. bonny92

    bonny92 Apprendista Velocista

    Registrato:
    16 Luglio 2017
    Messaggi:
    1.377
    Mi Piace Ricevuti:
    451
    Non vedo come possa ribaltare, ribalta se sei in piedi sui pedali e tiri violentemente il freno anteriore come con altre tipologie di freno, mi è capitato più di una volta di effettuare frenate di emergenza restando in sella e non si è mai sollevata nemmeno la ruota posteriore, ne in pianura ne in discesa, questo anche se non ero indietro col peso ma normalmente seduto.
    Le uniche volte che mi si è sollevata leggermente la ruota posteriore è stato quando a una rotonda qualche macchina non rispetta la precedenza, ma in quei casi mi si è sollevata la ruota perchè durante la frenata staccavo il piede per appoggiarlo a terra avanzando con il corpo verso il manubrio, ma da qui al ribaltare hai voglia.
     
  16. Docste

    Docste Apprendista Velocista

    Registrato:
    6 Giugno 2013
    Messaggi:
    1.610
    Mi Piace Ricevuti:
    318
    Ti assicuro che ci si ribalta...eccome!

    Inviato dal mio LM-G710 utilizzando Tapatalk
     
  17. cbr70

    cbr70 Apprendista Passista

    Registrato:
    6 Giugno 2018
    Messaggi:
    1.140
    Mi Piace Ricevuti:
    1.060
    No non dipende dal peso del biker (quello influenza la forza frenante necessaria) ma dalla posizione del baricentro .
    La posizione del baricentro corrisponde al minimo coefficiente di attrito gomma/asfalto necessario per ribaltare

    Essendo la bici corta rispetto all altezza del baricentro , basta un minimo di grip (coeff.attrito) per ribaltare se blocchi la ruota.
    E che per puro spirito di soppravivenza nessuno è così folle da bloccare la ruota ma molla istintivamente il freno
     
  18. j-axl

    j-axl Apprendista Scalatore

    Registrato:
    29 Maggio 2013
    Messaggi:
    2.239
    Mi Piace Ricevuti:
    483
    Diciamo che nel tuo caso il panic stop ha giocato a favore.
    Hai bloccato e subito mollato.
    Se avessi frenato meno, caricando la gomma ed il peso sull'anteriore, forzando la frenata poi, il ribaltamento non è così improbabile.
    Basta comunque spostare il peso in dietro, esagerando tipo pancia sulla sella per evitarlo. Ci sono comunque fior di video su YouTube che dimostrano che è possibile, anche con i rim brake.
    Questo però non deve essere uno spauracchio a una consapevolezza su come si frena.
     
    A t65 piace questo elemento.
  19. jack070767

    jack070767 Gregario

    Registrato:
    20 Febbraio 2013
    Messaggi:
    607
    Mi Piace Ricevuti:
    109
    Aggiungo che in discesa sono sempre in presa bassa perché mi sento più sicuro...

    Inviato dal mio SM-N950F utilizzando Tapatalk
     
  20. Leosacco

    Leosacco Pedivella

    Registrato:
    30 Maggio 2019
    Messaggi:
    483
    Mi Piace Ricevuti:
    199
    Come si dice in questi casi, uno spurgo non si nega a nessuno...
    L'olio DOT necessita effettivamebte spurghi programmati perché è igroscopico e quindi assorbe umidità e quindi ogni anno o anno e mezzo va comunque spurgato. Ma se Shimano usa su BDC olio minerale come su MTB non è affatto detto che serva spurgare.
    Se le leve sono brusche e belle rigide, non spugnose, puoi proseguire tranquillamente il loro utilizzo anche a fronte di cambi pastiglie, se invece senti che le leve non hanno la stessa "durezza" di un tempo può aver senso spurgare. Io sulla mia vecchia MTB con olio minerale una volta all'anno circa facevo solo fuoriuscire le eventuali bolle d'aria che sinpotevano essere formate nell'impianto mentre in 6 anni lo spurgo totale lo ho fatto una sola volta...

    Sent from my SM-N960F using BDC-Forum mobile app
     

Condividi questa Pagina