Seduta corsaiola o endurance

Discussione in 'Principianti' iniziata da noctifero58, 12 Novembre 2017.

  1. noctifero58

    noctifero58 Novellino

    Registrato:
    11 Novembre 2017
    Messaggi:
    26
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Sono un principiante e ho letto parecchi post del forum. Che differenza c'è tra seduta corsaiola e endurance? Per un neofita è meglio la seconda?
     
  2. abatta68

    abatta68 Scalatore

    Registrato:
    7 Novembre 2008
    Messaggi:
    6.135
    Mi Piace Ricevuti:
    252
    Sono due termini molto generici che il mercato ha usato per diversificare la proposta commerciale. Cambiano le geometrie (a parità di lunghezza del telaio una geometria endurance presenta un tubo sterzo più alto di 1-2cm e un passo tra le due ruote più lungo, rispetto ad una impostazione racing) ma questo non vuol dire che uno debba cambiare il proprio assetto in sella. Se si definisce correttamente la propria posizione sulla bici (altezza sella, arretramento e distanza sella/manubrio) qualsiasi telaio della giusta taglia diventa adattabile. Non è il ciclista a doversi adattare, ma è la bici a dover consentire al ciclista di posizionarsi su di essa nel modo migliore, a seconda delle proprie caratteristiche fisiche (struttura normolinea, longilinea o brevilinea).
    Per un neofita non c'è nessuna differenza in quanto, essendo neofita, non ha nessuna posizione di riferimento precedente e il suo problema è potersi adattare alla posizione che impone una bici da corsa. I maggiori vantaggi che determina una bdc endurance sono principalmente determinati dalle soluzioni tecniche applicate al telaio e alla forcella (utilizzo di certi materiali o soluzioni particolari per attenuare le vibrazioni, passo più lungo, sezione delle coperture maggiorate,ecc...) finalizzate a garantire un maggiore comfort sulle lunghe distanze (da 100km in sù, tanto per intenderci), cosa che difficilmente sarà in grado di sostenere in breve tempo un neofita.
     
  3. noctifero58

    noctifero58 Novellino

    Registrato:
    11 Novembre 2017
    Messaggi:
    26
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Grazie per info beh diciamo che io con la mia mtb quando preparavo il trialthon se dovevo fare solo bici l'allenatore mi faceva fare 60-70 km che con una mtb non sono pochini ;)
     
  4. peppe59

    peppe59 Velocista

    Registrato:
    6 Luglio 2011
    Messaggi:
    5.387
    Mi Piace Ricevuti:
    147
    l'ideale sarebbe definire prima che posizione vuoi ottenere e poi capire quale bici ti permette di farlo nel modo più "naturale" (cioè con regolazioni centrate, avendo margine per spostamenti). Io **personalmente** trovo che le bici reclamizzate come "endurance" siano scomodissime su medie/lunghe distanze caricando troppo la parte lombare (per dare una posizione più eretta, ed apparentemente comoda); ma questo dipende dalla mia morfologia, e ad esempio per chi ha gambe lunghe quella geometria può andar meglio evitando di dover mettere troppi spessori sotto la piega.

    PS se hai nelle gambe 70 km in MTB, i 100 in BDC vengono tranquilli...
     
  5. noctifero58

    noctifero58 Novellino

    Registrato:
    11 Novembre 2017
    Messaggi:
    26
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Cosa sarebbe la piega?
    Accidenti se sono ignorante di questo mondo
     
  6. mcodda

    mcodda Apprendista Passista

    Registrato:
    17 Luglio 2015
    Messaggi:
    940
    Mi Piace Ricevuti:
    40
    Il manubrio ! (vabbè in mtb è dritto ...)
    Intende che sotto all'attacco manubrio (detto anche "pipa" o in inglese stem :-x), per trovare la posizione ottimale si usano mettere degli spessori che alzano tutta la zona sterzo.
     
  7. Shadowplay

    Shadowplay Apprendista Passista

    Registrato:
    12 Giugno 2017
    Messaggi:
    859
    Mi Piace Ricevuti:
    117
    Ironia della sorte :mrgreen: ma ti capisco benissimo: nel mio caso avevo problemi in mezzo alle scapole e alla zona cervicale, cosa che ho risolto abbassandomi davanti.
    Potenza del marketing, a quanto pare è proprio difficile far capire che le bici endurance non vanno bene per chi ha il cavallo basso (rispetto all'altezza).
     
    A rosetta piace questo elemento.
  8. mcodda

    mcodda Apprendista Passista

    Registrato:
    17 Luglio 2015
    Messaggi:
    940
    Mi Piace Ricevuti:
    40
    ... magari è un po' categorica come indicazione però sicuramente c'è del vero.

    Forse sarebbe meglio dire che chi ha il cavallo basso dovrebbe valutare bene l'acquisto di una bdc con "posizione di base" cioè rapporto reach/stack molto basso (tipicamente le endurance) perchè potrebbe non riuscire ad ottenere il dislivello sella manubrio adeguato.

    Viceversa, chi ha gambe lunghe e busto corto dovrebbe acquistare con cautela geometrie molto aggressive (lunghe e basse), tipicamente da bici "racing"...

    Poi come sempre, meglio documentarsi bene prima di acquistare e magari farsi una visita biomeccanica (ma col cervello acceso possibilmente, cioè cercando di capire)
     
    A rosetta piace questo elemento.
  9. noctifero58

    noctifero58 Novellino

    Registrato:
    11 Novembre 2017
    Messaggi:
    26
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Per capire qnt hai il cavallo basso rispetto all altezza quali sono i tuoi valori?
     
  10. Joe_T

    Joe_T Apprendista Passista

    Registrato:
    11 Ottobre 2016
    Messaggi:
    1.138
    Mi Piace Ricevuti:
    36
    Peppe perdonami, ma non sarebbe più corretto dire..
    ..che posizione puoi ottenere??
    le variabili in gioco sono tante e possono essere diverse da individuo a individuo

    A me "piacerebbe" stare in bici spalmato sull orizzontale e con un dislivello sella manubrio di 7/8 cm... ma il mio fisico me lo consente!? NO.

    C'è un ragazzo che conosco, a età siam coetanei, ad altezza siamo pressappoco li sotto l 1,65

    Lui stando in piedi si piega e poggia i palmi delle mani aperti a terra
    Io mi piego e arrivo a malapena poco su delle caviglie.

    a parità di taglia bici, e a parità di conformazione antropometrica possiamo essere posizionati in bici allo stesso modo??
     
  11. abatta68

    abatta68 Scalatore

    Registrato:
    7 Novembre 2008
    Messaggi:
    6.135
    Mi Piace Ricevuti:
    252
    Peppe magari dorme ancora!:mrgreen:
    Provo a risponderti io... direi di si, potete essere posizionati nello stesso modo, anzi... dovreste essere posizionati nello stesso modo! L'angolo che si genera tra busto e gambe durante la pedalata è molto più aperto, rispetto ad un piegamento del busto verso le gambe, sia in presa alta che in presa bassa.
    Dopodichè una maggiore distensione del busto favorisce proprio quelle persone che hanno una maggiore rigidità della colonna perchè, a parità di lunghezza di un telaio, se hai minore dislivello tra sella e manubrio hai anche meno spazio in lunghezza, soprattutto in presa bassa e quindi un maggiore inarcamento della schiena. Una posizione più rialzata del busto però favorisce il tratto cervicale, questo si, ma che non ha molto a che vedere con la capacità di estensione dei flessori delle cosce.
     
  12. D.m.D

    D.m.D Gregario

    Registrato:
    16 Gennaio 2015
    Messaggi:
    522
    Mi Piace Ricevuti:
    3
    Ciao ragazzi,
    Da cosa possono dipendere dei dolorini lombari sulle lunghe distanze?
     
  13. Joe_T

    Joe_T Apprendista Passista

    Registrato:
    11 Ottobre 2016
    Messaggi:
    1.138
    Mi Piace Ricevuti:
    36
    Capito.
    Consentimi ancora una domanda Abatta
    Prendendo come punto fermo l altezza sella e la distanza retro sella MC che credo non possono essere variati.
    Posso invece cercare una diversa posizione con lunghezza stem (..Attualmente utilizzo un 90) e conseguente variazione di spessori sotto?
     
  14. bomberos

    bomberos Apprendista Velocista

    Registrato:
    27 Settembre 2010
    Messaggi:
    1.760
    Mi Piace Ricevuti:
    61
    Che parametro usi per determinare chi ha il cavallo basso rispetto all'altezza???
     
  15. mcodda

    mcodda Apprendista Passista

    Registrato:
    17 Luglio 2015
    Messaggi:
    940
    Mi Piace Ricevuti:
    40
    Occhio che "stessa conformazione antropometrica" significa stesso cavallo, stessa lunghezza femore/tibia, busto e braccia.
    Se è così e se aggiungiamo "a parità di flessibilità articolare, storia di infortuni, acciacchi vari, ecc ecc" allora la posizione può essere la stessa, naturalmente tenendo conto anche di ambizioni ciclistiche, grado di allenamento, obiettivi agonistici e amatoriali.

    Il test di toccarsi i piedi con le mani conta fino a un certo punto, se hai gambe lunghe e busto/braccia corte non ci arriverai mai, per quanto stretching o esercizi potrai fare !
     
  16. mcodda

    mcodda Apprendista Passista

    Registrato:
    17 Luglio 2015
    Messaggi:
    940
    Mi Piace Ricevuti:
    40
    Esatto. Puoi inoltre ancora giocare sull'angolo dello stem (tipicamente da -8/9° a -5°) per guadagnare qualche mm in altezza sterzo.
    Ovviamente poi resta la piega con le misure più importanti di reach e drop.
     
  17. Joe_T

    Joe_T Apprendista Passista

    Registrato:
    11 Ottobre 2016
    Messaggi:
    1.138
    Mi Piace Ricevuti:
    36
    codda considerando che quelli trek sono 7° se non ricordo male... per averlo totalmente neutro quale dovrei prendere?
     
  18. Shadowplay

    Shadowplay Apprendista Passista

    Registrato:
    12 Giugno 2017
    Messaggi:
    859
    Mi Piace Ricevuti:
    117
    La mia risposta era categorica, sicuramente, tu hai spiegato in dettaglio ciò di cui si è parlato molte volte in questo forum, ma purtroppo passa sempre il messaggio "endurance = comodità" quando ciò non è assolutamente vero e non ho mai visto un sito o brochure che spiegassero questa cosa: aggiungo che una bici endurance potrebbe andar bene anche a persone che hanno patologie alla colonna vertebrale che ne riduca la mobilità/flessibilità, ma aldilà di quello non c'è alcun motivo si sceglie in base alle misure antropometriche.
    Documentarsi è la chiave di tutto, non solo per la bici, a maggior ragione quando la spesa spesso supera le 4 cifre.
    o-o
     
  19. never give up!

    never give up! foggy mod.

    Registrato:
    9 Gennaio 2010
    Messaggi:
    15.602
    Mi Piace Ricevuti:
    482
    o-o

    però fa più figo prendere il super top di gamma con sterzo basso...

    e poi mettere 5 cm di spessori sotto lo stem...:bua:
     
  20. Shadowplay

    Shadowplay Apprendista Passista

    Registrato:
    12 Giugno 2017
    Messaggi:
    859
    Mi Piace Ricevuti:
    117
    Qui http://speedtheory.co.nz/the-difference-between-boys-girls-part-1/ un articolo che analizza l'argomento (in particolare per le eventuali differenze maschi/femmine).
    Comunque, cavallo fratto altezza dovrebbe risultare all'incirca 0,475.

    Il problema è, più che altro, misurare correttamente il cavallo dato che sbagliare di 1-2 cm è abbastanza facile.
    Io ho 81,5/174 cm (misurato con livella/libro da 5 cm e premendo BENE contro le ossa ischiatiche). In pratica mi serve una taglia 53 come piantone e una 55 come OV.
     

Condividi questa Pagina