Froome pensa solo al Tour 2020

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
15.533
3.145
94
dove capita
Tra circa un’ora si conoscerà il percorso del Tour de France 2020, un Tour che secondo le indiscrezioni sarà farcito di salita e montagna come mai prima, con “pochissime tappe piatte”, parola di Christian Proudhomme.
Un Tour che sarà l’obiettivo unico della stagione di Chris Froome, 34 anni, capitano del Team Ineos, il quale sta lavorando per tornare ai migliori livelli dopo il terribile incidente allo scorso Criterium du Dauphiné in cui si è fratturato in più punti un femore e delle costole, dopo aver perso il controllo della bici mentre faceva la ricognizione della cronometro individuale. In una parte in discesa ha tolto una mano dal manubrio per tossire ed ha perso il controllo del mezzo, finendo contro un muro.

Froome si è raccontato in un’intervista a France Télévisions, in cui è stato anche accompagnato in allenamento, cosa in cui si sta impegnando assieme...
Continue reading...


 

 

golias

Maglia Amarillo
28 Marzo 2018
8.528
4.004
.
Bici
mia
Corridore e personaggio di un certo spessore, sono quasi sicuro che si porterà a casa il suo quinto tour o almeno glielo auguro, tanti nella sua condizione avrebbero smesso dopo un infortunio del genere.
 
  • Like
Reactions: maxtor70

ildoppingnonvincemai

Apprendista Velocista
5 Ottobre 2015
1.340
281
Bici
nome proprio "Morgana"
Corridore di livello leggendario ma non mi piace. Non mi piace il fatto che punti tutto sul tour ... lo fa dal 2012 ... magari un assaggio a qualcosa di diverso non guasterebbe, farebbe bene alla sua immagine, sarebbe un rendere onore al Ciclismo ed agli appassionati che lo vorrebbero vedere battagliare con i più forti anche ad un Lombardia o in giro per il mondo.
Non mi piace poi, ma questa non è colpa sua, che la Ineos pur priva di Froome abbia fatto 1° e 2°. Potenzialmente il prossimo anno potrebbero schierare alla partenza i 4 corridori più forti in circolazione. Da spettatore mi piacerebbe vedere Bernal scattare sui denti al britannico e vinca il migliore. A questo punto se il Giro fiuta l'affare potrebbe inserire una 60ina di km a crono per ammiccarsi un po' di nomi interessanti (Doumulin? Thomas? Nibali? ... Roglic?)
 
  • Like
Reactions: andry96

ildoppingnonvincemai

Apprendista Velocista
5 Ottobre 2015
1.340
281
Bici
nome proprio "Morgana"
Tipo un giro vinto + 3° al tour nel 2018
o un tour e una vuelta vinti nel 2017
?
;)
Tipo! Esatto!
... cmq penso sia chiaro il concetto di quello che intendo, penso sia innegabile che le sue stagioni agonistiche siano ridotte all'osso per quel che riguarda il mondo fuori dal tour. Ed a mio avviso è un grosso peccato. A rimetterci è tutto il mondo del ciclismo. imho.
 

VECCHIA

Apprendista Cronoman
4 Settembre 2014
2.795
2.130
49
Vicenza
Bici
COLNAGO V2R , COLNAGO C64 , COLNAGO CONCEPT
Diciamo che Froom in questi anni ha puntato prevalentemente il Tour ma non solo perche' ha saputo vincere sia Giro che Vuelta e non mi sembra poco !!!
 

Valerio_S

Pedivella
8 Febbraio 2017
420
97
Torre del Lago Puccini
Bici
L
Anche perché, onestamente, ha ben poco del corridore da corse di 1 giorno quindi cosa dovrebbe fare in più di due GT a stagione puntando al massimo in entrambe le competizioni? Salvo rari casi, non è il tipo da correre per fare numero.

Tralascio le brevi corse a tappe perché, per definizione, per uno come lui sono preparatorie a un GT. Ciò detto, se non ricordo male ha vinto 2-3 volte sia Delfinato che Romandia più altre minori, quindi?
 
  • Like
Reactions: bastianella31
9 Ottobre 2013
4.890
2.563
38
modena, ma col cuore, ed originario, di Reggio Emi
Bici
(advanced pro nox, argon 18 gallium), ora Cervèlo S3
Corridore di livello leggendario ma non mi piace. Non mi piace il fatto che punti tutto sul tour ... lo fa dal 2012 ... magari un assaggio a qualcosa di diverso non guasterebbe, farebbe bene alla sua immagine, sarebbe un rendere onore al Ciclismo ed agli appassionati che lo vorrebbero vedere battagliare con i più forti anche ad un Lombardia o in giro per il mondo.
Non mi piace poi, ma questa non è colpa sua, che la Ineos pur priva di Froome abbia fatto 1° e 2°. Potenzialmente il prossimo anno potrebbero schierare alla partenza i 4 corridori più forti in circolazione. Da spettatore mi piacerebbe vedere Bernal scattare sui denti al britannico e vinca il migliore. A questo punto se il Giro fiuta l'affare potrebbe inserire una 60ina di km a crono per ammiccarsi un po' di nomi interessanti (Doumulin? Thomas? Nibali? ... Roglic?)

no dai davvero?;nonzo%
ancora con questa "leggenda" che corre solo il Tour?

così, tra le cose principali:
2012 Tour + Vuelta
2013 Oman, Tirreno Adriatico, Liegi, Criterium international, Delfinato, Tour, mondiale (ritirato)
2014 Oman, ROmandia, Delfinato, Tour (ritirato), Vuelta, mondiale (ritirato)
2015 Andalucia, Romandia, Delfinato, Tour, Vuelta (ritirato)
2016 Herald Sun, Romandia, Delfinato, Tour, Vuelta, Olimpiade
2017 Tour , Vuelta, Mondiale
2018 Giro, Tour
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
15.533
3.145
94
dove capita
Tipo! Esatto!
... cmq penso sia chiaro il concetto di quello che intendo, penso sia innegabile che le sue stagioni agonistiche siano ridotte all'osso per quel che riguarda il mondo fuori dal tour. Ed a mio avviso è un grosso peccato. A rimetterci è tutto il mondo del ciclismo. imho.
Veramente le sue stagioni sono sempre state in linea con quello che hanno fatto i suoi avversari diretti. Quintana è uno che si è mai visto alle classiche? Yates? Uràn? Porte? Contador (che non si sa perché sembra intoccabile sotto questo punto di vista)? O anche Indurain ancora prima.

Bisogna anche considerare le caratteristiche di ogni corridore. Froome è forte in salita ed a crono, ma non ha spunto (come tanti dei suddetti). Quindi perché dovrebbe attaccarsi a gare dove non ha (o ne ha poche) possibilità?
 

ildoppingnonvincemai

Apprendista Velocista
5 Ottobre 2015
1.340
281
Bici
nome proprio "Morgana"
no dai davvero?;nonzo%
ancora con questa "leggenda" che corre solo il Tour?

così, tra le cose principali:
2012 Tour + Vuelta
2013 Oman, Tirreno Adriatico, Liegi, Criterium international, Delfinato, Tour, mondiale (ritirato)
2014 Oman, ROmandia, Delfinato, Tour (ritirato), Vuelta, mondiale (ritirato)
2015 Andalucia, Romandia, Delfinato, Tour, Vuelta (ritirato)
2016 Herald Sun, Romandia, Delfinato, Tour, Vuelta, Olimpiade
2017 Tour , Vuelta, Mondiale
2018 Giro, Tour
Lo ricorco anche presente a diverse Parigi-Nizza, ma mi hai citato una sola monumento e 3 mondiali + olimpiadi (ritirato in tutte e 4) come corse in linea di un certo livello. Continuo a pensare che non sia molto eclettico come corridore. Ho apprezzato tanto la Tirreno del 2013 per esempio, gran parte delle brevi corse a tappe cui a partecipato sono state funzionali al tour e mi riferisco al Delfinato e al romandia su tutti, per cui anche in quei casi l'obiettivo era il tour (a prescindere dal fatto che poi magari abbia anche vinto). E' una cosa che critico anche a Sagan, di avere poco coraggio a cambiare, e Sagan mi sta molto più simpatico.
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
15.533
3.145
94
dove capita
E' una cosa che critico anche a Sagan, di avere poco coraggio a cambiare, e Sagan mi sta molto più simpatico.
Bisogna anche vedere se sia coraggio o una cosa senza senso.....Sagan dovrebbe mettersi a fare classifica ad un grande giro? Perché? Per arrivare forse 20°?
Polivalente o lo sei o non lo sei....oggi come ieri tra l'altro, perché ad esempio un Anquetil nelle classiche ha combinato pochetto anche negli anni '60.
 

ildoppingnonvincemai

Apprendista Velocista
5 Ottobre 2015
1.340
281
Bici
nome proprio "Morgana"
Veramente le sue stagioni sono sempre state in linea con quello che hanno fatto i suoi avversari diretti. Quintana è uno che si è mai visto alle classiche? Yates? Uràn? Porte? Contador (che non si sa perché sembra intoccabile sotto questo punto di vista)? O anche Indurain ancora prima.
Penso Yates si possa togliere dalla lista, ed anche il primo Uran, quello che vinceva l'argento alle olimpiadi di Londra, che si piazzava al Lombardia e che cadeva all'ultimo giro del mondiale, mentre per gli altri condivido in pieno il pensiero. Quintana su tutti sopratutto da quando nei GT non incide minimamente sulla classifica finale.

p.s. Indurain non lo ricordo benissimo, ma un argento alle spalle di Bugno lo ha vinto anche lui, oltre che aver sfiorato una Liegi (mi pare) ed aver lasciato il mondiale in Colombia ad Olano

Bisogna anche considerare le caratteristiche di ogni corridore. Froome è forte in salita ed a crono, ma non ha spunto (come tanti dei suddetti). Quindi perché dovrebbe attaccarsi a gare dove non ha (o ne ha poche) possibilità?
Vero, ok, ma è uno che ha dimostrato qualcosa, potrebbe anche dimostrare qualcos'altro essendo che ha numeri fuori dal comune. Roglic lo fa (giusto per non nominare il siciliano il quale si accosta spesso in questi casi), Bardet ha rischiato di vincere una Strade Bianche cui nessuno ci avrebbe scommesso una lira, Doumulin prima di vincere il Giro era un corridore molto divertente da seguire, attaccava ad ogni occasione in ogni circostanza e gli riusciva pure di fare la differenza.
Giustamente punta alto negli ambiti in cui riesce meglio (e nei quali si è specializzato) il gioco vale la candela, dico che apprezzerei un po' più di coraggio in questi corridori. Anche se sembra sia in minoranza a pensarla cosìo-o
 

ildoppingnonvincemai

Apprendista Velocista
5 Ottobre 2015
1.340
281
Bici
nome proprio "Morgana"
Bisogna anche vedere se sia coraggio o una cosa senza senso.....Sagan dovrebbe mettersi a fare classifica ad un grande giro? Perché? Per arrivare forse 20°?
Polivalente o lo sei o non lo sei....oggi come ieri tra l'altro, perché ad esempio un Anquetil nelle classiche ha combinato pochetto anche negli anni '60.
Quello di Sagan è più il rammarico per non vederlo al Giro ma obbiettivamente i calendari per i cacciatori di classiche sono ideali per programmare in questo modo i 2 picchi di forma e per puntare agli obiettivi più alti.
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
15.533
3.145
94
dove capita
Penso Yates si possa togliere dalla lista
Perché Yates è forte nelle corse di un giorno? :idea:

che apprezzerei un po' più di coraggio in questi corridori. Anche se sembra sia in minoranza a pensarla cosìo-o
Come detto non mi sembra si tratti di coraggio, ma di simpatia....stranamente Contador non è mai stato criticato per "mancanza di coraggio" (che infatti non credo abbia mai avuto) o per non essere polivalente. È semplicemente stato sempre amato.
 
  • Like
Reactions: bastianella31

golias

Maglia Amarillo
28 Marzo 2018
8.528
4.004
.
Bici
mia
Continuo a pensare che non sia molto eclettico come corridore.
Di tutto si può dire di Chris ma non che sia eclettico, lui è un programmatore.
La sua forza oltre a qualità fisiche e nella testa, programmazione con consistenti allenamenti mirati, obiettivi nelle gare a tappe ben precisi, ottima visuale sulla situazione gara nonché gestione della squadra, se la ineos (ex Sky) è quel che è a livello di marginals game credo lo debba in buona parte anche alla sua presenza nel team
 
  • Like
Reactions: diegop

ildoppingnonvincemai

Apprendista Velocista
5 Ottobre 2015
1.340
281
Bici
nome proprio "Morgana"
Perché Yates è forte nelle corse di un giorno? :idea:
Lo scorso anno era uno spauracchio per il mondiale, e cmq non sono (entrambi) corridori che fino ad ora hanno incentrato ogni anno la stagione allo stesso modo. Si alternano tra fratelli anno dopo anno.

Come detto non mi sembra si tratti di coraggio, ma di simpatia....stranamente Contador non è mai stato criticato per "mancanza di coraggio" (che infatti non credo abbia mai avuto) o per non essere polivalente. È semplicemente stato sempre amato.
Non ho difficoltà a riconoscere non sia il corridore che mi sta più simpatico, come non ho difficoltà a riconoscerne il valore assoluto, proprio per questo motivo mi piacerebbe vederlo in altri contesti magari fuori dalla sua confort-zone, potrebbe stupire tutti...
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
15.533
3.145
94
dove capita
mi piacerebbe vederlo in altri contesti magari fuori dalla sua confort-zone, potrebbe stupire tutti...
mah, forse con un'azione fortunata da lontano...ma in una dinamica normale mi pare troppo fermo sullo spunto per combinare qualcosa in una classica.
Tra l'altro con gli anni anche in salita non ha più fatto vedere le frullate furiose di un paio di km di anni fa (e che comunque su salite brevi dubito farebbero la differenza contro un Valverde o un Alaphilippe).
Sul pavé l'unica volta che si è visto è naufragato malamente (cosi come Contador e Quintana).