News Obbligo di assicurazione per monopattini e bici elettriche?

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
23.229
24.446
98
dove capita
Visita sito
L'assicurazione per la responsabilità civile diventa obbligatoria anche per i veicoli elettrici leggeri, compresi i monopattini e le bici. Lo ha deciso il consiglio dei ministri, il quale ha approvato - in via preliminare - il decreto legislativo che recepisce la direttiva europea sulla riforma della RC Auto, apportando modifiche...
Leggi tutto...
 

motogpdesmo16

Pedivella
29 Ottobre 2008
496
360
Visita sito
Bici
Trek Madone 4.7
purtroppo il nostro è un paese dei campanelli.....al posto di educare la gente sanzionarla quando si fa un uso improprio si sceglie di caricare ulteriori balzelli per fare cassa e scoraggiare l utilizzo. paese da FUGGIRE
Nel 2000 in Italia l'uso del casco è diventato obbligatorio per tutti coloro che guidano i ciclomotori (precedentemente, legge del 1986, ne erano stati esonerati i maggiorenni). Ad oggi, 23 anni dopo, soprattutto in determinate zone della nostra penisola, c'è gente che va ancora in giro senza.
Né l'educazione né le sanzioni hanno fatto sì che il 100% dei guidatori di ciclomotori indossasse il casco.
Sorvolo poi sullo spostarsi in un numero di persone superiore a 2 su un motorino ed altre esotiche amenità.

Penso che tu ti accorga quotidianamente di quello che succede sulle strade da nord a sud, da est ad ovest e questa volta focalizzarmi sulle determinate zone della nostra penisola, con ebike, monopattini elettrici ed in generale mezzi di trasporto dotati di batteria, alcuni a volte di dubbia legittimità sulla loro omologazione.
Che si fa quindi? Si regolamenta oppure si confida nel senso civico (che non c'è) della gente? Quando ci scapperà il morto oppure quando chi è alla guida di questi mezzi causerà lesioni ad un'altra persona, sotto quale palazzo andremo a protestare? Contro chi urleremo dicendo "ah ma non ci hai tutelato, non ci hai protetto"?

Andrò controcorrente, ma la mia posizione è ancora più estrema ed auspico, infatti, una introduzione dell'assicurazione RC obbligatoria anche per le biciclette.
 

bochic

Apprendista Velocista
22 Febbraio 2005
1.744
324
potenza
Visita sito
Bici
Cannondale system six
Oggi pomeriggio avevo appuntamento in negozio per l'acquisto di una ebike usata da città che avrei voluto utilizzare per gli spostamenti quotidiani casa-lavoro circa 10km di cui 3 in salita oltre il 5% tra andata e ritorno, credo che non acquisterò più la bici elettrica e continuerò ad usare l'auto
 

RamboGuerrazzi

via col vento
28 Marzo 2007
5.198
3.704
centroitalico
Visita sito
Bici
corsa+gravel
Andrò controcorrente, ma la mia posizione è ancora più estrema ed auspico, infatti, una introduzione dell'assicurazione RC obbligatoria anche per le biciclette.

ma quale RC, ma quali danni farai mai con una bicicletta, rispetto ai danni che fai con 20 quintali di lamiera lanciati a 70 km/h nel centro abitato, ma per favore
 

sembola

Velocista
22 Aprile 2004
5.757
6.102
Siena
www.sembola.it
Bici
verde

EliaCozzi

Scalatore
2 Marzo 2016
6.600
6.016
Mozzate (CO)
www.eliacozzi.it
Bici
Costelo Aeromachine, BTwin FC7, Workswell 226, Seraph TT-X2, Og-EVkin CF054
Nel 2000 in Italia l'uso del casco è diventato obbligatorio per tutti coloro che guidano i ciclomotori (precedentemente, legge del 1986, ne erano stati esonerati i maggiorenni). Ad oggi, 23 anni dopo, soprattutto in determinate zone della nostra penisola, c'è gente che va ancora in giro senza.
Né l'educazione né le sanzioni hanno fatto sì che il 100% dei guidatori di ciclomotori indossasse il casco.
Sorvolo poi sullo spostarsi in un numero di persone superiore a 2 su un motorino ed altre esotiche amenità.

Perdonatemi il commento che può sembrare razzista: ho un collega che ha il fratello nella polizia a Napoli e gli racconta che nei controlli che fanno spesso fermano quelli in moto col casco perché sono quelli che più probabilmente commettono reati di altri tipo e usano il casco per non farsi riconoscere. Quindi bisogna sempre verificare le circostanze in cui un'infrazione viene sanzionata o meno.
Alcuni anni fa ho lavorato 9 mesi in Messico e in molte città (do per certo Città del Messico e Puebla) dopo il tramonto è consentito, anzi consigliato, passare il semaforo con il rosso, per evitare rapine.


Penso che tu ti accorga quotidianamente di quello che succede sulle strade da nord a sud, da est ad ovest e questa volta focalizzarmi sulle determinate zone della nostra penisola, con ebike, monopattini elettrici ed in generale mezzi di trasporto dotati di batteria, alcuni a volte di dubbia legittimità sulla loro omologazione.

Su questo sono perfettamente d'accordo. In un altra discussione ho scritto che serve a NULLA aumentare le sanzioni per chi guida col telefono in mano, perché basterebbe applicare quelle che ci sono ora. A Milano, dove lavoro, basta stare fermi a bordo strada e vedere quanti automobilisti passano mentre telefonano: le auto sono 1 su 3, i furgoni 3 su 3.
Se solo venissero fermati e sanzionati con gli attuali 500 euro previsti, state sicuri che la smettono subito, anche quelli che si giustificano dicendo "ma io sto lavorando".

Che si fa quindi? Si regolamenta oppure si confida nel senso civico (che non c'è) della gente? Quando ci scapperà il morto oppure quando chi è alla guida di questi mezzi causerà lesioni ad un'altra persona, sotto quale palazzo andremo a protestare? Contro chi urleremo dicendo "ah ma non ci hai tutelato, non ci hai protetto"?

Andrò controcorrente, ma la mia posizione è ancora più estrema ed auspico, infatti, una introduzione dell'assicurazione RC obbligatoria anche per le biciclette.
Concordo con la tua opinione, soprattutto visti i costi dell'assicurazione. Io con 500.000 euro di massimale pago 35 euro l'anno e copre tutti i componenti della famiglia, sia in bici sia a piedi.
 

sembola

Velocista
22 Aprile 2004
5.757
6.102
Siena
www.sembola.it
Bici
verde
Se solo venissero fermati e sanzionati con gli attuali 500 euro previsti...
...e 5 punti sulla patente...


, state sicuri che la smettono subito, anche quelli che si giustificano dicendo "ma io sto lavorando".
L'ultimo giro che hi fatto in Belgio prima di rientrare ho dovuto attraversare una strada nazionale a 4 corsie, mi sono avvicinato alle strisce pedonali ed un camion si è fermato. Lavorava di certo, e si è fermato.
 

pantera

Passista
5 Marzo 2009
4.699
1.512
Napoli
Visita sito
Bici
da corsa
Nel 2000 in Italia l'uso del casco è diventato

Andrò controcorrente, ma la mia posizione è ancora più estrema ed auspico, infatti, una introduzione dell'assicurazione RC obbligatoria anche per le biciclette.
Ma si mettiamoci anche l'obbligo di patente per portare la bicicletta e monopattino in strada,tanto al peggio non c'è mai fine, bici e monopattini stavano facendo qualcosa di molto pericoloso alla società hanno reso gli spostamenti giornalieri meno costosi ed il guadagno di pochi si sa è visti male da molti
 

theswiss

Apprendista Velocista
3 Febbraio 2014
1.264
1.460
Belin-zona
Visita sito
Bici
vecchie mtb di metallo
Concordo con la tua opinione, soprattutto visti i costi dell'assicurazione. Io con 500.000 euro di massimale pago 35 euro l'anno e copre tutti i componenti della famiglia, sia in bici sia a piedi.
ora che non é obbligatoria.
Il giorno che lo diventasse, inevitabilmente aumenteranno i costi, ed altrettanto inevitabilmente ci saranno quelli che se approfittano con torte e truffe varie. Alimentando il circolo vizioso.
Visto che viviamo nella Terra dei Cachi (cit. EELST)
 

marcus989

Apprendista Velocista
16 Luglio 2016
1.512
849
Piacenza
Visita sito
Bici
Carrera Estremo
Nel 2000 in Italia l'uso del casco è diventato obbligatorio per tutti coloro che guidano i ciclomotori (precedentemente, legge del 1986, ne erano stati esonerati i maggiorenni). Ad oggi, 23 anni dopo, soprattutto in determinate zone della nostra penisola, c'è gente che va ancora in giro senza.
Né l'educazione né le sanzioni hanno fatto sì che il 100% dei guidatori di ciclomotori indossasse il casco.
Sorvolo poi sullo spostarsi in un numero di persone superiore a 2 su un motorino ed altre esotiche amenità.

Penso che tu ti accorga quotidianamente di quello che succede sulle strade da nord a sud, da est ad ovest e questa volta focalizzarmi sulle determinate zone della nostra penisola, con ebike, monopattini elettrici ed in generale mezzi di trasporto dotati di batteria, alcuni a volte di dubbia legittimità sulla loro omologazione.
Che si fa quindi? Si regolamenta oppure si confida nel senso civico (che non c'è) della gente? Quando ci scapperà il morto oppure quando chi è alla guida di questi mezzi causerà lesioni ad un'altra persona, sotto quale palazzo andremo a protestare? Contro chi urleremo dicendo "ah ma non ci hai tutelato, non ci hai protetto"?

Andrò controcorrente, ma la mia posizione è ancora più estrema ed auspico, infatti, una introduzione dell'assicurazione RC obbligatoria anche per le biciclette.
Sono in parte d'accordo; tuttavia, c'è un motivo ben preciso per il quale non viene resa obbligatoria la targa o l'assicurazione su alcune categorie di veicoli. Ed è quello che se metti l'assicurazione obbligatoria alla bici, che sia quella dell'operaio immigrato che ci va a lavorare e fa la campagna del pomodoro magari facendosi 20 chilometri sotto il sole o la pioggia o quella del signore che ci va a prendere il giornale la mattina di fatto scoraggi l'uso di questi mezzi in favore di altri più ingombranti o inquinanti. Perché magari l'operaio neanche lo sa che ci vuole l'assicurazione e ha mille casini a cui pensare, ma il signore prende su la sua bella auto e va a prendere il giornale di fatto intasando ancora di più il traffico.
Inoltre, a me starebbe bene pagare per una assicurazione, a patto che valga per tutte le bici, anzi anche per i veicoli. Scusa io ho una moto 125 del 1984, che assicuro a volte i mesi estivi se mi va, perché devo tenerla assicurata tutto l'anno? In inverno col piffero che ci andrei in giro, stessa storia la moto da enduro, da quando ho smesso la tengo solo per farci gli spettacoli nelle aree chiuse degli ospedali e nei centri, quella che viene chiamata mototerapia. In conclusione se si vuole andare verso una direzione di questo tipo e cioè avere tutti i mezzi assicurati, si dovrebbe andare verso una assicurazione unica, o da spostare, tipo che se guido l'auto non posso essere contemporaneamente guidare la bici o la moto.
 

motogpdesmo16

Pedivella
29 Ottobre 2008
496
360
Visita sito
Bici
Trek Madone 4.7
ma quale RC, ma quali danni farai mai con una bicicletta, rispetto ai danni che fai con 20 quintali di lamiera lanciati a 70 km/h nel centro abitato, ma per favore
I 20 quintali di lamiera lanciati in città a 70 km/h sono assicurati per legge.
I 90-100 kg (ciclista + bicicletta) lanciati in città a 30 km/h possono fare danni ma la legge non prevede che ci sia alcuna assicurazione. Se io vengo investito e rimango lesionato a chi vado a chiedere i danni?

Ricordi questo incidente di Bettiol al giro d'Italia 2023?
1691137022827.png
(qui trovi anche il video)

Immaginalo su strada urbana...
 
  • Mi piace
Reactions: madqwerty

bochic

Apprendista Velocista
22 Febbraio 2005
1.744
324
potenza
Visita sito
Bici
Cannondale system six
Concordo con la tua opinione, soprattutto visti i costi dell'assicurazione. Io con 500.000 euro di massimale pago 35 euro l'anno e copre tutti i componenti della famiglia, sia in bici sia a piedi.
Scommettiamo che come per incanto diventando obbligatoria il suo costo lievitera' stranamente verso l'alto a sfiorare i 100 euro?
 
  • Mi piace
Reactions: amello

EliaCozzi

Scalatore
2 Marzo 2016
6.600
6.016
Mozzate (CO)
www.eliacozzi.it
Bici
Costelo Aeromachine, BTwin FC7, Workswell 226, Seraph TT-X2, Og-EVkin CF054
ma quale RC, ma quali danni farai mai con una bicicletta, rispetto ai danni che fai con 20 quintali di lamiera lanciati a 70 km/h nel centro abitato, ma per favore
ti porto come esempio quello che mi ha fatto sottoscrivere l'assicurazione lo stesso giorno in cui mi è capitato il caso: in mountain bike esco dal bosco e nella radura, prima ancora di arrivare sulla pubblica strada, c'è parcheggiata una Lamborghini, che evito per pochi millimetri. Nella zona c'è il divieto di transito e di sosta trattandosi di un parco regionale.
Esco sulla strada e incontro auto dei carabinieri. Mi fermo e gli dico dell'auto in divieto di sosta dicendo che per un pelo non mi ha fatto capottare, chiedendo anche se fossi caduto con dei danni avrei potuto chiedere il risarcimento. Risposta: "quell'auto è ferma, quindi è lei che la deve evitare. La sanzione per quell'auto è per divieto di sosta. Se lei la impatta paga i danni di quell'auto".
Stupito da questa risposta, molto chiaramente i carabinieri mi hanno portato un esempio concreto: "lei è un ciclista, immagini che prima di lei dal bosco esca un altro ciclista che cade a terra, lei arriva e siccome non ha visibilità lo travolge? Pensa di aver ragione?"
Ho detto tutto. Sono arrivato a casa, ho verificato che effettivamente avessero ragione, e ho sottoscritto l'assicurazione.
 

pedalone della bassa

Otztaler inside
9 Ottobre 2013
13.496
17.812
43
modena, ma col cuore, ed originario, di Reggio Emi
Visita sito
Bici
(advanced pro nox, argon 18 gallium), ora Cervèlo S3
ti porto come esempio quello che mi ha fatto sottoscrivere l'assicurazione lo stesso giorno in cui mi è capitato il caso: in mountain bike esco dal bosco e nella radura, prima ancora di arrivare sulla pubblica strada, c'è parcheggiata una Lamborghini, che evito per pochi millimetri. Nella zona c'è il divieto di transito e di sosta trattandosi di un parco regionale.
Esco sulla strada e incontro auto dei carabinieri. Mi fermo e gli dico dell'auto in divieto di sosta dicendo che per un pelo non mi ha fatto capottare, chiedendo anche se fossi caduto con dei danni avrei potuto chiedere il risarcimento. Risposta: "quell'auto è ferma, quindi è lei che la deve evitare. La sanzione per quell'auto è per divieto di sosta. Se lei la impatta paga i danni di quell'auto".
Stupito da questa risposta, molto chiaramente i carabinieri mi hanno portato un esempio concreto: "lei è un ciclista, immagini che prima di lei dal bosco esca un altro ciclista che cade a terra, lei arriva e siccome non ha visibilità lo travolge? Pensa di aver ragione?"
Ho detto tutto. Sono arrivato a casa, ho verificato che effettivamente avessero ragione, e ho sottoscritto l'assicurazione.

ecco, esco un po' dal selciato, ma neanche tanto
un RC classica del "capofamiglia" trovo quantomeno "bizzarro" che una persona non ce l'abbia
quelle classiche, coprono anche danni che potresti arrecare tu con la bicicletta (o tutti quelli del tuo nucleo familiare)
 

EliaCozzi

Scalatore
2 Marzo 2016
6.600
6.016
Mozzate (CO)
www.eliacozzi.it
Bici
Costelo Aeromachine, BTwin FC7, Workswell 226, Seraph TT-X2, Og-EVkin CF054
ecco, esco un po' dal selciato, ma neanche tanto
un RC classica del "capofamiglia" trovo quantomeno "bizzarro" che una persona non ce l'abbia
quelle classiche, coprono anche danni che potresti arrecare tu con la bicicletta (o tutti quelli del tuo nucleo familiare)
infatti, ho sottoscritto proprio quella.
Non mi pare sia un salasso, visto che costa meno di un copertone.
 

motogpdesmo16

Pedivella
29 Ottobre 2008
496
360
Visita sito
Bici
Trek Madone 4.7
Ma si mettiamoci anche l'obbligo di patente per portare la bicicletta e monopattino in strada,tanto al peggio non c'è mai fine, bici e monopattini stavano facendo qualcosa di molto pericoloso alla società hanno reso gli spostamenti giornalieri meno costosi ed il guadagno di pochi si sa è visti male da molti
Almeno esame teorico: quante "papere sperse" hai visto in bicicletta, ovvero persone (spesso ragazzini) che ignoravano completamente quali fossero le basilari norme di circolazione (es.: precedenza e svolte a sinistra, per rimanere sul banale e senza scomodare la segnaletica orizzontale e verticale).
Vuoi andare in strada in bicicletta? Benissimo, lo fai a partire dai 12 anni e solo se superi l'esamino.
 
  • Wow
Reactions: pantera

theswiss

Apprendista Velocista
3 Febbraio 2014
1.264
1.460
Belin-zona
Visita sito
Bici
vecchie mtb di metallo
Almeno esame teorico: quante "papere sperse" hai visto in bicicletta,
io ne vedo tantissime papere sperse, anche alla guida di auto e motoveicoli....eppure la patente devono averla presa.

Se le persone non si mettono in testa che la strada NON é il salotto di casa dove potersi fare i caxxi propri, potete mettere tutte le patenti ed assicurazioni obbligatorie, ma non cambierà nulla in meglio.
 

EliaCozzi

Scalatore
2 Marzo 2016
6.600
6.016
Mozzate (CO)
www.eliacozzi.it
Bici
Costelo Aeromachine, BTwin FC7, Workswell 226, Seraph TT-X2, Og-EVkin CF054
Aggiungo un caso riportato dai giornali:
si spera di non arrivare mai a questi estremi, ma rende giusto il concetto che c'è sempre una possibilità molto concreta che si possano fare dei danni, senza ipotizzare che cada un meteorite esattamente quando il fulmine colpisce la torre dell'orologio.