Perchè i Pro sono riluttanti al disco ?

pietro1973

:angrymod:
Membro dello Staff
13 Aprile 2011
7.123
1.392
Granducato di Toscana
Bici
tutte rigorosamente nere
ma siete sicuri?



Il primo video è della prima parte del 2019 con il vecchio modello mentre il secondo è del modello nuovo, mi sembra usato dal TDF in poi, sono in inglese ma la parola "HI-Mod" è abbastanza chiara quando viene pronunciata.
Che io sappia devono essere modelli “uci approved” pertanto modelli in commercio
 
  • Like
Reactions: gasht

 

green dolphin

Scalatore
3 Gennaio 2008
6.783
1.165
A me non interessa sapere quante gare vincono con rim o con disc. Mi interessa molto di più capire perché il corridore top, di una squadra top, con a disposizione una marca di biciclette top, scelga di correre con la bici NON top. Che poi è il succo di questa discussione.

Sul fatto che a loro cambi poco è sempre e solo il tuo pensiero.
Non ho capito se abbia dichiarato tale scelta per la presenza dei dischi o meno. Ma se invece avesse scelto per il tipo di telaio?

Non sarebbe il primo. Anni e anni fa, anche Cunego vinse il Giro ma con un Caad 8 travestito perché non voleva il telaio top Cannondale di allora, ovvero il Six 13, che usava tutta la squadra.
 

Mauro1988

Apprendista Cronoman
31 Gennaio 2011
3.112
71
Bici
MCipollini RB1000
ti confermo che la versione di rigo è quella da poveracci. no hi mod. se ci corre lui ce possiamo sta tutti dentro specie i taccagni come me. non l'ho presa come cattiva notizia.

ma poi non ho ben capito se i pro possono correre su telai non commercializzati o in generale su roba che non andrà commercializzata. mi pare di no. pare, eh.
boh...se non devo credere a loro che mi fanno la prova della bici dicendo carbonio ad alto modulo allora non so..
 

Mauro1988

Apprendista Cronoman
31 Gennaio 2011
3.112
71
Bici
MCipollini RB1000
al tour of utah corrono con l'ultegra le squadre usa (alcune)
praticamente è il dura-ace ma con materiali meno "pregiati"....anche alcune squadre PRO femminili lo usano da noi. Shimano magari accetta la sponsorizzazione ma se sa che determinate corse sono semi-sconosciute mica "regala" dura ace di2 a caso, di certo non vedrai mai al mondiale uomini un Ultegra.
 
  • Like
Reactions: albertissimo

Mauro1988

Apprendista Cronoman
31 Gennaio 2011
3.112
71
Bici
MCipollini RB1000
Probabilmente l'ennesima riprova di quanto il carbonio ad alto modulo sia una grossa "fregnaccia", nel senso che con test di laboratorio risulterà più rigido, ecc., ma a livello pratico le differenze sono impercettibili.
chiaro...ma come una infinità di altre cose sponsorizzate sulle bici ogni volta che si giustifica un modello nuovo, cuscinetti in ceramica su componenti che ruotano velocità che non portano a nessuna differenza rispetto all'acciaio, materiali "esotici" che promettono un qualche dato maggiore, e l'ultima moda di questi anni..i test in galleria del vento della bici, peccato che poi ci sale un ciclista di costituzione X che pedala in posizione Y e manda all'aria tutto il test e tutto il lavoro fatto su telaio, manubrio, ecc... Io vado ancora alla vecchia maniera, la provo e vado a sensazione, se poi mi piace anche esteticamente sono a posto....non ho scelto la Propel perchè quando è uscita la Giant ha pubblicato un test di aerodinamica superiore a Trek e Specy
 

bicilook

Scalatore
15 Giugno 2008
7.373
1.279
Genova
Bici
Colnago C60
Io da questa discussione deduco che se non ci fosse una enorme spinta da parte dei costruttori,che addirittura stanno eliminando dalla loro alta gamma le bici rim...sia i Pro e di conseguenza noi amatori,andremmo in giro con le bici rim.
Ma per fare spendere soldi bisogna tirare fuori sempre qualcosa di nuovo...e non c'è nulla di meglio di una bici disc,così a quel punto uno cambia la bici intera e non magari il singolo componente.
Mi sembra significativo che alcuni atleti professionisti con a disposizione i migliori materiali,siano disposti ad usare un telaio di media gamma pur di avere i freni tradizionali.
Cmq attendo con curiosità di vedere se sui podi dei grandi giri 2020 ci saranno bici disc...quest'anno nemmeno l'ombra.
Ma forse nel 2020 non forniranno più bici rim alle squadre pro...chissà.
 

cbr70

Apprendista Velocista
6 Giugno 2018
1.365
1.314
genova
Bici
Specy
secondo me come fra gli amatori, anche tra i pro ci sara' chi e' a favore dei disc chi no, aldila' delle imposizioni .
io povero amatore vado coi disc a prescindere da quel che fanno i pro.
 

mikimetal91

Apprendista Cronoman
10 Agosto 2010
3.314
278
28
torino
Bici
Pellegrino proto01
Mi sembra significativo che alcuni atleti professionisti con a disposizione i migliori materiali,siano disposti ad usare un telaio di media gamma pur di avere i freni tradizionali.
Può anche essere che il prof " X " abbia scelto il medio gamma perchè ha una geometria più adatta a lui e che il freno non centri nulla
 
  • Like
Reactions: green dolphin

Raven

Pignone
3 Novembre 2018
112
72
37
milano
Bici
Cannondale
stessa cosa...ecco perchè sorrido quando mi si dice che no i piloti devono frenare il piu forte possibile il piu tardi possibile, invece di imparare a fare quanto basta in quella curva....va beh, pareri discordanti se ne sentono in bici come in pista, a non finire, se ti metti a discutere passi la giornata a parlare invece di girare. Poi dopo se uno va più veloce si dice "non riesco a capire come fa..."
temo tu non abbia ancora capito, cbr70 ti sta dicendo la stessa cosa che ti dico io. In curva si entra alla velocità giusta (frenando al momento giusto forte) la si mantiene fino al punto di corda e si accelera in uscita (tendenzialmente dopo la corda). Frenare forte, è l'unico modo per frenare in pista (altra cosa sono leggeri colpetti per spostare il carico o fare correzioni), e vuol dire, per esempio, passare da 180 a 50 km/h, ovvero la velocità di percorrenza corretta. Più rapida è la perdita di velocità (forte la frenata grazie all'efficacia del sistema) più veloce vai. Uno degli errori piu comuni infatti è entrare troppo forte, difficilmente entrare troppo piano. Ma se ti manca questo concetto in pista non ti vedo bene, oltre che lento sei anche pericoloso per gli altri perché di fatto una chicane mobile in frenata, poco piacevole.
F2
 

pietro1973

:angrymod:
Membro dello Staff
13 Aprile 2011
7.123
1.392
Granducato di Toscana
Bici
tutte rigorosamente nere
Io da questa discussione deduco che se non ci fosse una enorme spinta da parte dei costruttori,che addirittura stanno eliminando dalla loro alta gamma le bici rim...sia i Pro e di conseguenza noi amatori,andremmo in giro con le bici rim.
Ma per fare spendere soldi bisogna tirare fuori sempre qualcosa di nuovo...e non c'è nulla di meglio di una bici disc,così a quel punto uno cambia la bici intera e non magari il singolo componente.
Mi sembra significativo che alcuni atleti professionisti con a disposizione i migliori materiali,siano disposti ad usare un telaio di media gamma pur di avere i freni tradizionali.
Cmq attendo con curiosità di vedere se sui podi dei grandi giri 2020 ci saranno bici disc...quest'anno nemmeno l'ombra.
Ma forse nel 2020 non forniranno più bici rim alle squadre pro...chissà.
su questo stanne certo visto che le rim andranno a sparire
 

sheik yerbouti

Maglia Amarillo
8 Dicembre 2013
8.473
2.044
Bici
disc
praticamente è il dura-ace ma con materiali meno "pregiati"....anche alcune squadre PRO femminili lo usano da noi. Shimano magari accetta la sponsorizzazione ma se sa che determinate corse sono semi-sconosciute mica "regala" dura ace di2 a caso, di certo non vedrai mai al mondiale uomini un Ultegra.
alcuni under 23 hanno corso il mondiale uomini con l'ultegra,
 

Paolore

Pignone
13 Luglio 2012
265
139
53
albinea
Bici
Nevi titanio
temo tu non abbia ancora capito, cbr70 ti sta dicendo la stessa cosa che ti dico io. In curva si entra alla velocità giusta (frenando al momento giusto forte) la si mantiene fino al punto di corda e si accelera in uscita (tendenzialmente dopo la corda). Frenare forte, è l'unico modo per frenare in pista (altra cosa sono leggeri colpetti per spostare il carico o fare correzioni), e vuol dire, per esempio, passare da 180 a 50 km/h, ovvero la velocità di percorrenza corretta. Più rapida è la perdita di velocità (forte la frenata grazie all'efficacia del sistema) più veloce vai. Uno degli errori piu comuni infatti è entrare troppo forte, difficilmente entrare troppo piano. Ma se ti manca questo concetto in pista non ti vedo bene, oltre che lento sei anche pericoloso per gli altri perché di fatto una chicane mobile in frenata, poco piacevole.
Il punto non è come percorrere una curva, anche perché come forse potrai immaginare, forse, ci sono curve e curve. Il punto è quello che tu hai affermato ovvero che la fisica è uguale per tutti. Dal taglia erba alla moto passando per la bici. La fisica, come la intendi tu, ti dice che se percorri una curva con una forza propulsiva (motore), è sicuramente diverso dal percorrerla senza propulsione. Cambia tutto. Questo è quello che alcuni dicono. La forza propulsiva in avanti ti aiuta nella percorrenza e ti fa contrastare la forza centrifuga. Ora io non sono laureato e mi sono espresso con parole molto semplici. Tu parli esclusivamente di come si percorre 1 tipo di curva in pista, io ho detto che, FACENDO LE DEBITE DIFFERENZE, su strada, in pista e in fuori strada se si riesce ad applicare trazione alla ruota è meglio. Logico dipende dal tipo di curva. In un tornante in discesa dello Stelvio in 2 più bagagli non acceleri quasi mai, in altre curve più larghe accelleri anche da subito. Come già detto dipende da tante cose. L unica cosa sicura è che se hai un motore sotto è diverso dal non averlo. Cambiano le forze in gioco. L esempio che hai fatto tu Dell ingresso in curva è solo uno. Addirittura in fuori strada si accelera quasi sempre (ho scritto anche qua QUASI sempre) perché aiuta a fare le curve e aumenta la trazione in tutta la percorrenza. Su strada cambia ancora, naturalmente per le velocità più limitate. Per avere una guida fluida, non devi frenare molto forte per entrare in curva, devi arrivare con una velocità consona e il gas ti aiuta a cambiare traiettorie. In bici come fai se non pedali neanche. Addirittura ti può capitare di accelerare e frenare con il posteriore assieme. Morale..... Per me e questo è il discorso PRINCIPALE al di là del tipo di curva, e poi la chiudo, tra taglia erba, bici e moto, ci sono differenze abissali che non permettono nessun paragone a parte le 2 ruote comuni (come già detto). Tranne il taglia erba che ne ha 4 di ruote ma è un altro discorso ancora..... E per favore ora non venite a dirmi che nella prima chicane di Monza le moto gp, dopo un rettilineo percorsa a 340 km/h, accelerano solo dalla corda della curva in poi.... Grazie
Paolo
 

sheik yerbouti

Maglia Amarillo
8 Dicembre 2013
8.473
2.044
Bici
disc
Io da questa discussione deduco che se non ci fosse una enorme spinta da parte dei costruttori,che addirittura stanno eliminando dalla loro alta gamma le bici rim...sia i Pro e di conseguenza noi amatori,andremmo in giro con le bici rim.
Ma per fare spendere soldi bisogna tirare fuori sempre qualcosa di nuovo...e non c'è nulla di meglio di una bici disc,così a quel punto uno cambia la bici intera e non magari il singolo componente.
Mi sembra significativo che alcuni atleti professionisti con a disposizione i migliori materiali,siano disposti ad usare un telaio di media gamma pur di avere i freni tradizionali.
Cmq attendo con curiosità di vedere se sui podi dei grandi giri 2020 ci saranno bici disc...quest'anno nemmeno l'ombra.
Ma forse nel 2020 non forniranno più bici rim alle squadre pro...chissà.
mi sembra che la squadra piu' vincente del world tour usi solo bici disc e che abbia vinto piu' di una classica, a partire dalla milano sanremo per arrivare alla san sebastian,
o queste sono corse minori e contano solo i grandi giri?
 

gasht

Scalatore
6 Febbraio 2005
5.957
577
Bici
con gruppi shimano
mi sembra che la squadra piu' vincente del world tour usi solo bici disc e che abbia vinto piu' di una classica, a partire dalla milano sanremo per arrivare alla san sebastian,
o queste sono corse minori e contano solo i grandi giri?
il punto principale è che se ci fossero vantaggi acclarati sarebbero tutti passati al disc. al volo ossia entro l'anno solare 2019. come la squadra più vincente ossia la quick step. e lo avrebbero fatto subito dopo le vittorie di inizio stagione della quick step, visto che vince dall'inizio.

gli sky ineos possono usare l'equipaggiamento che più gli aggrada, alemeno in passat era sicuramente così visto che froome ha usato ax light. sul ventoux sul posteriore. se un thomas avesse voluto il disco per il tour lo avrebbe avuto visto che pinarello produce la bici gemella.




sarebbe curioso sapere se dopo il primo vincitore di powermeter di gran tour ci siano stati vincitori senza power meter.
forse...cobo che aveva solo il cardio...
lo dico perché una volta introdotto il pm non si vedono squadre a macchia di leopardo. infondo la guarnitura pesa meno se il pm è sullo spider specie gli srm di qualche anno fa. poi i produttori di pm non è che possano metterti la pistola alla tempia per adoperarlo. sono di solito pesci troppo piccoli.


faccio notare che dopo che uno ha vinto un gt col pm i capoccioni lo hanno adottato tutti abbastanza rapidamente tranne cobo (o qualcun altro, forse).
 
Ultima modifica:

Raven

Pignone
3 Novembre 2018
112
72
37
milano
Bici
Cannondale
La fisica, come la intendi tu, ti dice che se percorri una curva con una forza propulsiva (motore), è sicuramente diverso dal percorrerla senza propulsione. Cambia tutto. Questo è quello che alcuni dicono. La forza propulsiva in avanti ti aiuta nella percorrenza e ti fa contrastare la forza centrifuga
Temo non sia solo come la intendo io. Mi sembra tu faccia un bel po' di confusione.

Se mi spieghi meglio come la "forza propulsiva" possa contrastare la forza centrifuga magari mi convinci.

occhio che a volte le intuizioni pratiche sono fuorvianti, per questo si prova a discutere non di casi pratici specifici ma a livello un po' più "alto"
 
Ultima modifica:

Petgold969

Apprendista Cronoman
29 Dicembre 2010
3.487
698
Foligno
Bici
Caad 12 + MTB full 29"
Può anche essere che il prof " X " abbia scelto il medio gamma perchè ha una geometria più adatta a lui e che il freno non centri nulla
In realtà non è proprio così. Nel caso specifico della EF ad esempio la bici (supersix 2020) è identica nelle forme e geometrie solo che cannondale fa il telaio top di gamma solo in versione disk mentre per la versione rim mette a disposizione il telaio chiamiamolo di seconda fascia. Se alla Sky decidessero di correre con i dischi il telaio sarebbe il medesimo visto che Pinarello ha disponibili entrambi a catalogo. Stessa cosa vale per Canyon e Merida, telai e geometrie identiche per le versioni disk e rim.
 

gasht

Scalatore
6 Febbraio 2005
5.957
577
Bici
con gruppi shimano
In realtà non è proprio così. Nel caso specifico della EF ad esempio la bici (supersix 2020) è identica nelle forme e geometrie solo che cannondale fa il telaio top di gamma solo in versione disk mentre per la versione rim mette a disposizione il telaio chiamiamolo di seconda fascia. Se alla Sky decidessero di correre con i dischi il telaio sarebbe il medesimo visto che Pinarello ha disponibili entrambi a catalogo. Stessa cosa vale per Canyon e Merida, telai e geometrie identiche per le versioni disk e rim.
canyon ha smesso di "sviluppare" il rim per voce di un suo manager. o meglio telai per il rim.
sia chiaro sono voci di canyonisti (invero abbastanza informati, di solito) su siti esteri.

probabilmente passerà ad entrambe le squadre col disc. anche se ha ancora bici in vendita ( uscite nel 2016) con i rim.
 

Raven

Pignone
3 Novembre 2018
112
72
37
milano
Bici
Cannondale
E per favore ora non venite a dirmi che nella prima chicane di Monza le moto gp, dopo un rettilineo percorsa a 340 km/h, accelerano solo dalla corda della curva in poi..
Non telo dico, anche perché li devi sacrificare la prima parte quindi non accelerando alla corda e anche la seconda la fai "quadrata" per accelerare forte in uscita:mrgreen:
 

ulau75

Apprendista Scalatore
11 Settembre 2008
2.116
156
Provincia Veronese
Bici
Bianchi OltreXr4
..........
Non c'è verso. Per puntiglio certi utenti non ti daranno mai ragione, finanche a denegare l'ovvio, ossia che un telaio Hm non da alcun plus per vincere.
Queste discussioni la dicono lunga su quante elugubrazioni ci facciamo noi amatori, probabilmente i professionisti pensano a pedalare e basta senza farsi tante domande.
Ho un compagno di squadra che passa più tempo a cambiare pezzi e bici che a pedalare.
Mediamente ogni 6 mesi cambia bici, ogni volta il mezzo nuovo a suo dire sembra migliore del precedente, ecc. ecc.
Se l'hobby della bici ci facesse essere razionali, molte case costruttrici e relativo indotto avrebbero già chiuso da tempo per mancati utili. gandalf
 
  • Like
Reactions: golias
F3