Perchè i Pro sono riluttanti al disco ?

pantera

Apprendista Cronoman
5 Marzo 2009
3.255
359
Napoli
Bici
da corsa
Non si può non ammettere l'innegabile maggiore efficienza di un freno a disco ma bisogna anche ammettere che se in altri contesti è essenziale in bdc lo è molto meno, questo fa sì che alcuni pensano di non adoperarlo per i più svariati motivi dal amatore al prof,se in una bici da corsa adottassimo tutto quello che ci rende più sicuro e comodo gireremo oltre che con i dischi con ammortizzatori frecce e specchietto retrovisore,non dico che sia sbagliato farlo probabilmente per una bicicletta da ciclo turismo è l'ideale ma la bici da corsa è concepita per essere essenziale
 

 

samuelgol

Schützen
24 Settembre 2007
30.346
3.501
Eppan an der Weinstrasse.
Bici
Cannondale Caad 12. Nome: Andrea
Cercando di rimanere in topic....
terminata la vuelta. i podi dei grandi giri 2019 (giro, tour, e appunto vuelta) vedono 9 corridori che hanno corso con biciclette esclusivamente con freni "rim". I grandi giri sono gare molto rappresentative. Diverse tipologie di percorso, tante salite (e discese) e diverse condizioni meteo. Nelle tappe con meteo avverso (pioggia) e di montagna i corridori che sono andati a podio, avendo cmq possibilità di scelta, hanno sempre utilizzato freni rim. Anche li dove, il sistema frenante a disco dovrebbe avere i sui plus (tappe bagnate con dislivello) chi è andato a podio ha utlizzato sistemi rim. Perchè questa scelta? Perchè se c'è un indubbio vantaggio nella frenata in discesa bagnata (e anche in termini di sicurezza) chi si gioca "la gloria" non sposa certe soluzioni tecniche? Io rispondo che evidentemente queste soluzioni tecniche, semplicemente, non sono necessarie.
I 3 Gt sono 3. E un qualsiasi problema è molto più ammortizzabile di una gara singola. Nelle gare di un giorno, quelle dove un problema reale di cambio ruote più ti farebbe perdere la gara, Bora e Quick Step, hanno vinto 100 gare quest'anno e tutte con i disk. Questo dimostra che non è la gara né il corridore che decidono, né ci sono più problemi di cambio ruote per standard strani (men che meno all'interno della stessa squadra). E' lo sponsor tecnico che decide. Il caso ha voluto che i GT siano stati vinti da squadre il cui sponsor tecnico ha detto rim (per ragioni commerciali loro). Aspetto ancora qualcuno che abbia perso una gara a causa di una foratura disc che con il rim non avrebbe avuto problema. Eppure ormai metà gruppo è disc, anche gente fortissima.

Questa è veramente incredibile… sto cercando in tutti i modi di crederci ma proprio non ci riesco.
Ah, ecco. I dischi non vanno in ebollizione nelle discese lunghe coi freni in mano , vanno in ebollizione con le correzioni per stare in gruppo.
La prossima volta saranno radioattivi :ueh:
L’impianto frenante non va eventualmente in ebollizione perché si sta con i freni in mano, ma perché si dissipa un sacco di energia.
In discesa la forza di gravità ti spinge e prima di una curva occorre rallentare e dissipare l’energia cinetica in calore.
In piano l’unica cosa che spinge è il corridore, sfido chiunque a portare in ebollizione un impianto frenante senza stramazzare al suolo dopo 1h, mantenendo una media ben superiore ai 40 km/h.
Avrebbero lo stesso problema con i rim, o in caso di foratura non potrebbero prendere le ruote in mano senza ustionarsi.
Penso che quel pro l’abbia sparata un po’ grossa.
Non è perchè la detto un Pro, che questo lo esuli da dire sciocchezze. Sono esseri umani e quindi non perfetti.
Come ho detto nel primo intervento, i prò sono gente fisicamente forte perché geneticamente forte, ma anche tra di loro c'è gente non capace di fare una O col bicchiere. Certe sortite, (come quella che volle addurre un taglio da disco quando poi fu dimostrato che non era un taglio da disco), dimostrano come anche alcuni di loro siano influenzabili al limite dell'ebetismo sino a fargli dire delle sciocchezze inenarrabili.
 

cbr70

Apprendista Velocista
6 Giugno 2018
1.370
1.318
genova
Bici
Specy
Non si può non ammettere l'innegabile maggiore efficienza di un freno a disco ma bisogna anche ammettere che se in altri contesti è essenziale in bdc lo è molto meno, questo fa sì che alcuni pensano di non adoperarlo per i più svariati motivi dal amatore al prof,se in una bici da corsa adottassimo tutto quello che ci rende più sicuro e comodo gireremo oltre che con i dischi con ammortizzatori frecce e specchietto retrovisore,non dico che sia sbagliato farlo probabilmente per una bicicletta da ciclo turismo è l'ideale ma la bici da corsa è concepita per essere essenziale
se la disc pesasse 6 kg la prenderesti al volo. il problema non e' l'impianto ma il peso .
7,5 kg + i pedali per almeno 5000 euro capisco che faccia girare le balle (e tra l'altro concordo) perche' va contro i principi che ispirano le bici racer .
secondo me oggi con i gruppi che ci sono ma con due ruote con tubolari a 6,3kg ci dovrebbero gia' essere , se non ci sono e' perche' fanno i furbi.
 
  • Like
Reactions: razor 1

Gamba_tri

Scalatore
29 Marzo 2005
6.708
814
43
Genova
Bici
Barco Spirit-Xcr - Cannondale Synapse carbon
Non si può non ammettere l'innegabile maggiore efficienza di un freno a disco ma bisogna anche ammettere che se in altri contesti è essenziale in bdc lo è molto meno, questo fa sì che alcuni pensano di non adoperarlo per i più svariati motivi dal amatore al prof,se in una bici da corsa adottassimo tutto quello che ci rende più sicuro e comodo gireremo oltre che con i dischi con ammortizzatori frecce e specchietto retrovisore,non dico che sia sbagliato farlo probabilmente per una bicicletta da ciclo turismo è l'ideale ma la bici da corsa è concepita per essere essenziale
Si, certo, ma a traffico chiuso, in corsa. Quelle che usiamo noi, che per il 99% del tempo non siamo in corsa, sono bici da strada, con tutti gli annessi e connessi di essere su strada, pericoli in primis.

Sent from my MAR-LX1A using Tapatalk
 

pietro1973

:angrymod:
Membro dello Staff
13 Aprile 2011
7.124
1.393
Granducato di Toscana
Bici
tutte rigorosamente nere
Non si può non ammettere l'innegabile maggiore efficienza di un freno a disco ma bisogna anche ammettere che se in altri contesti è essenziale in bdc lo è molto meno, questo fa sì che alcuni pensano di non adoperarlo per i più svariati motivi dal amatore al prof,se in una bici da corsa adottassimo tutto quello che ci rende più sicuro e comodo gireremo oltre che con i dischi con ammortizzatori frecce e specchietto retrovisore,non dico che sia sbagliato farlo probabilmente per una bicicletta da ciclo turismo è l'ideale ma la bici da corsa è concepita per essere essenziale
Forse non te ne sei reso conto ma gli ordinativi di bdc rim sono prossime alle zero., pertanto parliamo di qualche sparuto amatore, i prof sono un altra cosa


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

pantera

Apprendista Cronoman
5 Marzo 2009
3.255
359
Napoli
Bici
da corsa
se la disc pesasse 6 kg la prenderesti al volo.
Il peso ed il costo influisce negativamente nella scelta,ma non è essenziale (giro su ruote in alluminio) personalmente non sento la necessità di aggiungere un qualcosa che necessita di maggior manutenzione di sicuro più costosa e che proprio non riesco a farmi piacere anche esteticamente
 
  • Like
Reactions: Motubuntu

pantera

Apprendista Cronoman
5 Marzo 2009
3.255
359
Napoli
Bici
da corsa
Forse non te ne sei reso conto ma gli ordinatovi di bdc rim sono prossime alle zero., pertanto parliamo di qualche sparuto amatore, i prof sono un altracosa


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Questo cosa dovrebbe significare farsi piacere i dischi e salire da subito nel carro dei vincitori così da poter dire di essere stato precursore di qualcosa?
Come ho già detto poco mi importa di cosa acquistano gli altri fino a quando avrò una scelta eviterò i dischi e se il mercato me li impone dicendo cosa è meglio per me continueranno a girarmi,per fortuna fino ad oggi c'è scelta e al contrario di qualcuno mi auguro che sia sempre così
 

marcenix

Pedivella
7 Maggio 2014
435
249
Brescia
Bici
Wilier GTR
Questo cosa dovrebbe significare farsi piacere i dischi e salire da subito nel carro dei vincitori così da poter dire di essere stato precursore di qualcosa?
Come ho già detto poco mi importa di cosa acquistano gli altri fino a quando avrò una scelta eviterò i dischi e se il mercato me li impone dicendo cosa è meglio per me continueranno a girarmi,per fortuna fino ad oggi c'è scelta e al contrario di qualcuno mi auguro che sia sempre così
Capito?
Ormai siamo "sparuti".
E forse c'è chi vorrebbe fossimo già "spariti" o magari "sparati"...:mrgreen:

PS per gli "angry" mod: si scherza, eh (e fatti una risata, che sembri sempre inc***to)
 

PKMic

Pedivella
28 Settembre 2018
495
440
B
Bici
T
I pro in MTB sono sempre stati i primi supporter delle innovazioni. Correvano con i dischi prima che questi fossero commercializzati in massa...
Shurter ha anticipato in gara l'uscita dello sram eagle 12, idem ha anticipato l'elettronico...
Invece ci ha messo 10 anni a digerire la 29 perché era pessima.
Se una cosa serve state tranquilli che i pro la usano subito.
I dischi su bdc sono stati osteggiati dai pro sin dall'inizio, anche con motivazioni ridicole, vi ricordate il taglio del tendine da disco rovente?
I dischi a un pro non servono a niente, altrimenti li userebbero tutti da 10 anni, non da 1.
È una legittima forzatura delle case produttrici.

Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk
 
  • Like
Reactions: golias

pietro1973

:angrymod:
Membro dello Staff
13 Aprile 2011
7.124
1.393
Granducato di Toscana
Bici
tutte rigorosamente nere
Questo cosa dovrebbe significare farsi piacere i dischi e salire da subito nel carro dei vincitori così da poter dire di essere stato precursore di qualcosa?
Come ho già detto poco mi importa di cosa acquistano gli altri fino a quando avrò una scelta eviterò i dischi e se il mercato me li impone dicendo cosa è meglio per me continueranno a girarmi,per fortuna fino ad oggi c'è scelta e al contrario di qualcuno mi auguro che sia sempre così
E mica è una guerra con vincitori e vinti, vi è stato in precedenza nella mtb, poco prima anche nella bdc con la diatriba tra alluminiò e carbonio, fa parte del gioco vi sono alcune cose che possono piacere ed altre no ma alla fine, la storia insegna, tutti si adeguano volenti o nolenti


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
F2
 

Gamba_tri

Scalatore
29 Marzo 2005
6.708
814
43
Genova
Bici
Barco Spirit-Xcr - Cannondale Synapse carbon
I pro in MTB sono sempre stati i primi supporter delle innovazioni. Correvano con i dischi prima che questi fossero commercializzati in massa...
Shurter ha anticipato in gara l'uscita dello sram eagle 12, idem ha anticipato l'elettronico...
Invece ci ha messo 10 anni a digerire la 29 perché era pessima.
Se una cosa serve state tranquilli che i pro la usano subito.
I dischi su bdc sono stati osteggiati dai pro sin dall'inizio, anche con motivazioni ridicole, vi ricordate il taglio del tendine da disco rovente?
I dischi a un pro non servono a niente, altrimenti li userebbero tutti da 10 anni, non da 1.
È una legittima forzatura delle case produttrici.

Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk
Vi ricordate gli spinaci? Permettevano una posizione aerodinamica molto redditizia pedalando in solitaria. I pro li adottarono in massa, in gruppo servivano poco, ma erano utilissimi in fuga. Naturalmente anche gli amatori li adottarono. Poi l'Uci lì bandi in gara, i professionisti furono costretti ad abbandonarli. Anche gli amatori non impegnati in gare UCI li abbandonarono, eppure li rendevano molto più veloci ed era più probabile che si trovassero loro a pedalare in solitaria che i pro. Quindi, usiamo quello che usano i professionisti perché loro usano solo il meglio per andare più veloce, o perché ci piace imitarli e quando non usano più un accessorio che pure ci rende più veloci non lo usiamo più neanche noi? (Stesso discorso per le ruote Spinergy).

Sent from my MAR-LX1A using Tapatalk
 
  • Like
Reactions: Raven and sembola

RedCaad

Apprendista Velocista
17 Marzo 2016
1.521
803
Elba
Bici
Caad12
E mica è una guerra con vincitori e vinti, vi è stato in precedenza nella mtb, poco prima anche nella bdc con la diatriba tra alluminiò e carbonio, fa parte del gioco vi sono alcune cose che possono piacere ed altre no ma alla fine, la storia insegna, tutti si adeguano volenti o nolenti


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Non è che bisogna cambiare la bici ogni anno.

Io ho caad12, rim, mi sarebbe anche piaciuta la versione disk, però poi penso, devo spendere di più, pesa anche di più, lo sai che faccio, la tengo per altri 3/4 anni...

Anzi, ora che cambia il mercato compro ruote bomba ad un prezzaccio... alla fine doppio guadagno.

Perché nei magazzini di ricambi per bici rim ci sono ancora, e cosa cosa faranno? Pressa idraulica? O fossa delle Marianne?
 

estro

Novellino
25 Maggio 2018
47
2
45
genova
Bici
merida reacto
Invece in gruppo a 50 km/h aria non se ne prende? Siamo seri...


Dipende dalla discesa. Ma quella che "in discesa ripida vanno in ebollizione" era una delle obiezioni più gettonate.
Pensavo fosse chiaro che il termine ebollizione l'ho appositamente usato come esagerazione e non come termine di fisica assoluta.

sbagliato io a non mettere le virgolette.
 

sembola

Apprendista Velocista
22 Aprile 2004
1.653
926
Siena
www.sembola.it
Bici
verde
Pensavo fosse chiaro che il termine ebollizione l'ho appositamente usato come esagerazione e non come termine di fisica assoluta.

sbagliato io a non mettere le virgolette.
Perchè l'impianto perda efficacia bisogna che il fluido arrivi vicino al punto di ebollizione... per cui le virgolette non sono necessarie o-o
 

thelorleo

Pignone
24 Maggio 2014
115
35
29
Ravenna
Bici
Scapin Dyesys
Sono Ilgli sponsor che pressano, il pro sa quando frenare dove frenare e quanto rischiare, difficile che si faccia una discesa e incroci un'auto che non gli dà la precedenza o che col bagnato si impanichi.

L'amatore ne può trarre dei benefici, non siamo tutti discesisti, sempre lucidi coi riflessi al 100% (nemmeno loro ma hanno meno criticità in corsa).

Nelle tappe in salita guardano più di tutti al peso, non sforano di un grammo i 6.8kg. Non sacrificano l'affidabilità per avere roba esotica e alleggerìre una disc che ai 6.8 ci si avvicina difficilmente.

In mezzo alla massa qualcuno li apprezza sicuramente e li vuole, tipo Nibali con i gruppi meccanici.
Il vantaggio aerodinamico è marginale se non trascurabile nel gruppo. Storia diversa nelle cronometro dove stanno saltando fuori anche le lenticolari disc.
 
  • Like
Reactions: RedCaad

pantera

Apprendista Cronoman
5 Marzo 2009
3.255
359
Napoli
Bici
da corsa
difficile che si faccia una discesa e incroci un'auto che non gli dà la precedenza o che col bagnato si impanichi.
Nella situazione da te descritta non so tu ma mi vedrei a terra anche su di un motorino figuriamoci con le gomme da mezzo pollice che ci ritroviamo in BDC

A mio parere le aspettative sono un tantino troppo alte
 

garbino82

Apprendista Passista
20 Febbraio 2011
1.003
300
Saraghinaland
Bici
bellissime
.... i prò sono gente fisicamente forte perché geneticamente forte, ma anche tra di loro c'è gente non capace di fare una O col bicchiere. Certe sortite, (come quella che volle addurre un taglio da disco quando poi fu dimostrato che non era un taglio da disco), dimostrano come anche alcuni di loro siano influenzabili al limite dell'ebetismo sino a fargli dire delle sciocchezze inenarrabili.
:))):
Drammaticamente vero...
Motivo per cui di quel che fanno\dicono pro et similia me ne impipo...
In ogni caso fanno un altro sport.
(Poi dopo aver sentito quello che in pianura va coi freni tirati....;pirlùn^) :mitra:
 
  • Like
Reactions: Raven

Bertoglio

Pignone
17 Novembre 2016
127
80
colline pescaresi
Bici
colnago E1
Secondo me ai Top-pro dei dischi non gliene frega niente o quasi... è solo questione di marketing... Certo, il problema del cambio ruota è reale, ma risolveranno anche quello...duelo-oo-o
 
F3