CBT ITALIA che delusione!

zagortenay

Novellino
11 Agosto 2014
36
2
Bici
corsa
Buongiorno, vorrei farvi partecipe della bruttissima esperienza con questo marchio Italiano (sic!), che, piuttosto di tenersi stretto il cliente, lo indirizza per forza di cose, appunto, fa di tutto per dirottarlo verso marchi stranieri che alla fine danno pure soddisfazioni.
Ho comprato un telaio (CBT mod. Obsession) presso Cavaliere Bici, ne avevo preso un'altro prima e, dopo solo sei mesi ho notato una "crepa" sul tubo orizzontale (vedi foto), d'accordo con il rivenditore di monitorare la situazione, dopo alcuni mesi decido di smontare la bici e inviare il telaio per una revisione (il tutto coperto da garanzia!). Il rivenditore, di par suo, trasferisce il telaio a CBT ITALIA per una verifica, questi, comunica a Cavaliere Bici che il telaio verrà sostituito con uno di pari misura, modello e grafica identica! Prontamente, il rivenditore mi avvisa tramite mail (vedi foto) di tale sostituzione. Fin da subito mi accorgo che qui "gatta ci cova", infatti, guarda caso, seppur sia un telaio fuori produzione, sarà dato TALE E QUALE al mio (mah!), Mi resta solo di aspettare. Giunto il telaio a casa mia, oplà! come volevasi dimostrare !!! Mi viene restituito il mio stesso telaio, riverniciato in parte nella zona crepata, ripristino fatto con i piedi !! Una evidente scannellatura al passaggio della mano, insomma, un "gradino" tra una verniciatura e un'altra, desolante!
Mi attivo sin da subito di capire il perché di tale situazione, dapprima con il mio rivenditore, elencati con CBT ITALIA, che, si rimangia tutto e afferma che non sono obbligati alla sostituzione del telaio poiché si sono accorti di non essere rotto (non volevo per forza la sostituzione, ma, la coerenza ...), che hanno svolto un "parziale" ripristino e semmai avessi voluto incluso verniciatura tutto a mie spese !!! Il tutto, ripeto, in regime di garanzia ancora attiva.
In conclusione, ne CBT Italia, ne il rivenditore hanno voluto intendere che, seppur il telaio non presentava rotture, questi avrebbe dovuto ri-consegnare il telaio nella sua condizione di originalità completa, senza nessun ripristino fatto esclusivamente per un piccolo risparmio, se anche fosse stato necessario riverniciare il telaio non vedo quali grandi costi avrebbe comportato ad una azienda che vuole vantarsi di fare produzione in Italia, probabilmente in futuro avrei acquistato ancora questo marchio, adesso ne recensisco solo il peggio, peccato.
 

Allegati

 

lupin IV

Velocista
21 Settembre 2008
4.954
566
48
Basilicata del sud
Bici
Rose X-Lite, Canyon Ultimate CF10
telai fatti in italia? stai scherzando vero?
Dal loro sito......
"Amiamo definirci alfieri del Made in Italy in quanto tutta la produzione avviene all’interno del nostro stabilimento di Cuneo, struttura all’interno della quale è presente anche il nostro outlet di fabbrica." ;nonzo%
Comunque tornano alla questione, se è vero che "fanno tutto loro" sarebbe uno scherzo riparare in modo decente quel telaio, sia che si tratti di una crepa del carbono si nel caso fosse solo la vernice
 

Petgold969

Apprendista Cronoman
29 Dicembre 2010
3.634
810
Foligno
Bici
Caad 12 + MTB full 29"
Sono anni che CBT rimarchia telai made in cina, al massimo come molti faranno le venrniciature. Si trovano comunque a prezzi molto concorrenziali :mrgreen: :mrgreen:


 

abcar

Gregario
1 Marzo 2016
662
80
Bici
BMC SLR01, ktm revelator lisse, trek boone
telai di bassa qualità....a proposito hai dato un'occhiata al lunghissimo post dedicato al tuo venditore??
 

sheik yerbouti

Maglia Rosa
8 Dicembre 2013
9.484
2.595
Bici
disc
telai di bassa qualità....a proposito hai dato un'occhiata al lunghissimo post dedicato al tuo venditore??
chi lo ha stabilito che sono telai di bassa qualita'? forse perche' non costano 3000 euro? o forse perche' non c'e' scritto specialized o compagnia cantante?
spiegaci bene il perche' di questa tua affermazione,
 

lupin IV

Velocista
21 Settembre 2008
4.954
566
48
Basilicata del sud
Bici
Rose X-Lite, Canyon Ultimate CF10
Io proverei a scrivere direttamente a CBT...
Tal cosa avrebbe senso solo nel caso in cui uno può ritenere che il rivenditore non abbia provveduto a far ispezionare il telaio dal produttore, cosa che credo, in questo caso, sia assodata.
Farebbe invece bene a cercare di far risolvere il problema a Cavaliere stesso, secondo me.
 

peppe59

Maglia Amarillo
6 Luglio 2011
8.243
1.741
roma / milano
Bici
Moser (acciaio); Bianchi (acciaio)
Io intendevo proprio per mettersi tranquillo rispetto al fatto che il telaio sia arrivato in fabbrica e sia stato restituito tal quale.
Dopodiché è chiaro che lui la bici l'ha comprata da Cavaliere, ed il problema lo deve risolvere Cavaliere.
 

zagortenay

Novellino
11 Agosto 2014
36
2
Bici
corsa
Innanzitutto, grazie a tutti per partecipare alla discussione. Il mio parere di "parte in causa" è il seguente:
I telai CBT non so se fatti in Italia o meno, credo siano dei buon telai a prezzi abbordabili, poi, se fatti in Cina o Taiwan lo possono sapere solo loro o pochi altri. Il punto, comunque è questo, sto premendo Cavaliere Bici affinché si adoperi prima di intraprendere una azione legale visto, tra l'altro, che il telaio è ancora in garanzia sino a gennaio prossimo e concordo che debba essere quest'ultimo a risolvere il tutto. La mia perplessità su CBT Italia e che non mi capacito come una azienda che si definisce e si vuole distinguere quale brand italiano di eccellenza, si perda, poi, nel rimettere a nuovo un telaio a proprie spese piuttosto che restituire lo stesso telaio incredibilmente "ritoccato", credetemi ragazzi, roba da veri principianti!! Paradossalmente, tra l'altro, mi indicano che se lo voglio rimettere a nuovo devo pagare di tasca propria quando il difetto è giunto dopo pochi mesi dall'acquisto.
Ecco, credo che il punto sia questo, al di là delle responsabilità oggettive del rivenditore o dell'azienda, come può una realtà aziendale rinunciare ad avere un cliente soddisfatto (nel pieno del suo diritto) piuttosto che perderlo e insieme a lui tanti altri. Certo, sono una goccia in mezzo al mare probabilmente per loro, prendiamo atto di ciò, resta il fatto compiuto, mi ritrovo con un telaio non rotto (e sono contento), ma che dell'originale che ho comprato è rimasto poco o nulla.
 

newbie

Apprendista Cronoman
24 Aprile 2014
2.700
474
31
Brescia
Bici
Trek domane disc + Cannondale trail 2+scapin eos5
 

lupin IV

Velocista
21 Settembre 2008
4.954
566
48
Basilicata del sud
Bici
Rose X-Lite, Canyon Ultimate CF10
Innanzitutto, grazie a tutti per partecipare alla discussione. Il mio parere di "parte in causa" è il seguente:
I telai CBT non so se fatti in Italia o meno, credo siano dei buon telai a prezzi abbordabili, poi, se fatti in Cina o Taiwan lo possono sapere solo loro o pochi altri. Il punto, comunque è questo, sto premendo Cavaliere Bici affinché si adoperi prima di intraprendere una azione legale visto, tra l'altro, che il telaio è ancora in garanzia sino a gennaio prossimo e concordo che debba essere quest'ultimo a risolvere il tutto. La mia perplessità su CBT Italia e che non mi capacito come una azienda che si definisce e si vuole distinguere quale brand italiano di eccellenza, si perda, poi, nel rimettere a nuovo un telaio a proprie spese piuttosto che restituire lo stesso telaio incredibilmente "ritoccato", credetemi ragazzi, roba da veri principianti!! Paradossalmente, tra l'altro, mi indicano che se lo voglio rimettere a nuovo devo pagare di tasca propria quando il difetto è giunto dopo pochi mesi dall'acquisto.
Ecco, credo che il punto sia questo, al di là delle responsabilità oggettive del rivenditore o dell'azienda, come può una realtà aziendale rinunciare ad avere un cliente soddisfatto (nel pieno del suo diritto) piuttosto che perderlo e insieme a lui tanti altri. Certo, sono una goccia in mezzo al mare probabilmente per loro, prendiamo atto di ciò, resta il fatto compiuto, mi ritrovo con un telaio non rotto (e sono contento), ma che dell'originale che ho comprato è rimasto poco o nulla.
Se penso ad aziende italiane che fanno telai "eccellenti" sicuramente non mi passa neanche lontanamente di inserire CBT, poi uno può darsi le definizioni che vuole, quello che contano sono i fatti e non mi pare che i loro prodotti rientrino nelle eccellenze in questo settore
 

newbie

Apprendista Cronoman
24 Aprile 2014
2.700
474
31
Brescia
Bici
Trek domane disc + Cannondale trail 2+scapin eos5
dove si trova questo post? puoi mettere il link? grazie
 

krusty il clown

Apprendista Velocista
27 Maggio 2018
1.299
1.445
Varese e provincia
Bici
da corsa
Io posseggo un telaio CBT e devo dire che per il momento tutto bene.
Ho invece avuto una pessima esperienza con Cavaliere bici. Prima di acquistare on line, sarebbe bene leggere sul forum o simili, cosa si dice di quel venditore.
 

abcar

Gregario
1 Marzo 2016
662
80
Bici
BMC SLR01, ktm revelator lisse, trek boone
Innanzitutto, grazie a tutti per partecipare alla discussione. Il mio parere di "parte in causa" è il seguente:
I telai CBT non so se fatti in Italia o meno, credo siano dei buon telai a prezzi abbordabili, poi, se fatti in Cina o Taiwan lo possono sapere solo loro o pochi altri. Il punto, comunque è questo, sto premendo Cavaliere Bici affinché si adoperi prima di intraprendere una azione legale visto, tra l'altro, che il telaio è ancora in garanzia sino a gennaio prossimo e concordo che debba essere quest'ultimo a risolvere il tutto. La mia perplessità su CBT Italia e che non mi capacito come una azienda che si definisce e si vuole distinguere quale brand italiano di eccellenza, si perda, poi, nel rimettere a nuovo un telaio a proprie spese piuttosto che restituire lo stesso telaio incredibilmente "ritoccato", credetemi ragazzi, roba da veri principianti!! Paradossalmente, tra l'altro, mi indicano che se lo voglio rimettere a nuovo devo pagare di tasca propria quando il difetto è giunto dopo pochi mesi dall'acquisto.
Ecco, credo che il punto sia questo, al di là delle responsabilità oggettive del rivenditore o dell'azienda, come può una realtà aziendale rinunciare ad avere un cliente soddisfatto (nel pieno del suo diritto) piuttosto che perderlo e insieme a lui tanti altri. Certo, sono una goccia in mezzo al mare probabilmente per loro, prendiamo atto di ciò, resta il fatto compiuto, mi ritrovo con un telaio non rotto (e sono contento), ma che dell'originale che ho comprato è rimasto poco o nulla.
scusa ma come fa una azienda che si definisce di "eccellenza" come hai riportato tu a vendere dei telai a prezzi abbordabili? per caso lo fa per beneficenza? come reputi a confronto i telai colnago e pinarello? hai fatto un affare tu a comprare questo telaio o sono stati stupidi quelli che hanno comprato i telai concorrenti? o viceversa?
 

zagortenay

Novellino
11 Agosto 2014
36
2
Bici
corsa
scusa ma come fa una azienda che si definisce di "eccellenza" come hai riportato tu a vendere dei telai a prezzi abbordabili? per caso lo fa per beneficenza? come reputi a confronto i telai colnago e pinarello? hai fatto un affare tu a comprare questo telaio o sono stati stupidi quelli che hanno comprato i telai concorrenti? o viceversa?
"L'ECCELLENZA" viene definita da loro (sic!) forse impropriamente si elevano a paladini del made in Italy ma non lo sono. Naturalmente, ripeto, i telai saranno di fattura apprezzabile, di prezzo abbordabile e non voglio fare paragoni con marche più blasonate poiché non sarei in grado di giudicare. Ribadisco il concetto spiegato prima, rimane inspiegabile e paradossalmente non concepibile, il fatto che, pur qualificandosi azienda rispettabile, il loro comportamento risulta alquanto deleterio dal momento in cui si "perdono" in un bicchier d'acqua nel voler rispettare le normali regole della garanzia di un prodotto. Insomma, qui il dilemma è chiaro, vorrebbero far soldi nuovamente con il cliente (da qui la proposta oscena di riverniciare il telaio a spese mie), piuttosto che gratificare chi compra i loro prodotti, nel mio caso è il secondo che compro.