Frattura al femore... aiuto

Fitzcarraldo

Apprendista Scalatore
13 Novembre 2008
2.304
1
927
Bici
klein, lynskey, sunn
Penso di aver già scritto in questa discussione la mia esperienza, comunque:
ho avuto anche io una frattura pertrocanterica, nell'estate 2015.
ricordo un mese senza carico sull'arto, in cui gradualmente cercavo di fare un po' di movimenti della gamba infortunata senza caricarla, poi quindici giorni di carico parziale in cui ho iniziato a pedalare e, forse più faticosamente, a camminare con le due stampelle parzializzando il carico.
dopo di che ho abbandonato le stampelle, continuato pian piano a pedalare e faticosamente a camminare, cercando di non zoppicare e non assumere asimmetrie che temevo mi sarei portato dietro anche a guarigione avvenuta. Non mi sono fatto seguire da fisioterapisti, ne ho visto solo uno in ospedale il giorno dopo l'operazione poi più niente.
insomma riprendere a camminare senza fastidi richiede più tempo che pedalare, questo penso sia assodato.
ricordo molti esercizi per riprendere la mobilità completa e la funzionalità della gamba, non volevo restare con una asimmetria funzionale e ci ho lavorato con dedizione.

Dopo sei mesi probabilmente camminavo senza difficoltà o alterazioni del gesto, a parte forse un affaticamento precoce perchè ancora non avevo recuperato l'asimmetria muscolare. dopo un anno approssimativamente non avevo più alcun disturbo.
Ho tolto il chiodo dopo quasi un anno e mezzo. Troppo tempo, andava fatto prima, ma comunque sono ben contento di averlo tolto.
il chiodo non mi dava dolori o fastidi nella normale attività, ma essendo un bel pezzo di titanio lungo mezzo femore, quando caricavo la gamba come per salire un gradone, soprattutto portando del peso aggiuntivo (uno zaino pesante o la mtb in spalla) sentivo distintamente il punto di discontinuità a metà del femore dove finiva il chiodo.
L'operazione per toglierlo è stata più lunga e difficoltosa della prima, che penso sia il motivo per cui gli ortopedici sono riluttanti alla rimozione. Ne sono uscito con un perdurante fastidio tipo sciatica, probabilmente un ematoma interno che comprimeva o spostava il nervo. E' durato qualcosa più di un mese, ma poi il problema è rientrato (immagino quando l'ematoma si sia riassorbito) e da allora tutto bene.
Dopo questa avventura oltre a continuare con la bici ho iniziato anche con la corsa, e negli anni a seguire ho fatto anche due Ironman.
 

 

andrea

Apprendista Passista
20 Febbraio 2006
989
227
49
SIENA
Bici
Canyon Ultimate Cf Slx
Penso di aver già scritto in questa discussione la mia esperienza, comunque:
ho avuto anche io una frattura pertrocanterica, nell'estate 2015.
ricordo un mese senza carico sull'arto, in cui gradualmente cercavo di fare un po' di movimenti della gamba infortunata senza caricarla, poi quindici giorni di carico parziale in cui ho iniziato a pedalare e, forse più faticosamente, a camminare con le due stampelle parzializzando il carico.
dopo di che ho abbandonato le stampelle, continuato pian piano a pedalare e faticosamente a camminare, cercando di non zoppicare e non assumere asimmetrie che temevo mi sarei portato dietro anche a guarigione avvenuta. Non mi sono fatto seguire da fisioterapisti, ne ho visto solo uno in ospedale il giorno dopo l'operazione poi più niente.
insomma riprendere a camminare senza fastidi richiede più tempo che pedalare, questo penso sia assodato.
ricordo molti esercizi per riprendere la mobilità completa e la funzionalità della gamba, non volevo restare con una asimmetria funzionale e ci ho lavorato con dedizione.

Dopo sei mesi probabilmente camminavo senza difficoltà o alterazioni del gesto, a parte forse un affaticamento precoce perchè ancora non avevo recuperato l'asimmetria muscolare. dopo un anno approssimativamente non avevo più alcun disturbo.
Ho tolto il chiodo dopo quasi un anno e mezzo. Troppo tempo, andava fatto prima, ma comunque sono ben contento di averlo tolto.
il chiodo non mi dava dolori o fastidi nella normale attività, ma essendo un bel pezzo di titanio lungo mezzo femore, quando caricavo la gamba come per salire un gradone, soprattutto portando del peso aggiuntivo (uno zaino pesante o la mtb in spalla) sentivo distintamente il punto di discontinuità a metà del femore dove finiva il chiodo.
L'operazione per toglierlo è stata più lunga e difficoltosa della prima, che penso sia il motivo per cui gli ortopedici sono riluttanti alla rimozione. Ne sono uscito con un perdurante fastidio tipo sciatica, probabilmente un ematoma interno che comprimeva o spostava il nervo. E' durato qualcosa più di un mese, ma poi il problema è rientrato (immagino quando l'ematoma si sia riassorbito) e da allora tutto bene.
Dopo questa avventura oltre a continuare con la bici ho iniziato anche con la corsa, e negli anni a seguire ho fatto anche due Ironman.
sti cazzi!!
complimenti.
Mi puoi dire se pensi che lo scick che sento io quando salgo le scale con la bici in spalla o con le borse della spesa possa dipendere dal ferro? secondo te correre col ferro è normale che faccia infiammare il tutto?
se non ce lo avessi starei meglio? sono veramente combattuto se rimuoverlo o no..
 

Fitzcarraldo

Apprendista Scalatore
13 Novembre 2008
2.304
1
927
Bici
klein, lynskey, sunn
Mi puoi dire se pensi che lo scick che sento io quando salgo le scale con la bici in spalla o con le borse della spesa possa dipendere dal ferro? secondo te correre col ferro è normale che faccia infiammare il tutto?
se non ce lo avessi starei meglio? sono veramente combattuto se rimuoverlo o no..
come hai detto tu ogni situazione è diversa dall'altra, ed io non ho alcuna competenza medica, questa è la premessa.
a più di un anno dall'intervento mi sembra strano sia il primo fastidio che descrivi (ho avuto fastidi simili ma in tempi molto più vicini alle due operazioni), ma può essere che il motivo sia quello indicato dal tuo chirurgo.
è strano anche il fatto che ti si infiammi tutto correndo, ma è chiaro che se c'è anche un piccolo problema, con la ripetitività del gesto di corsa la zona finisce per infiammarsi.
Al tuo posto cercherei di individuare il problema, se c'è qualche calcificazione anomala, perchè il chiodo non dovrebbe dare questi problemi di per se. il motivo per cui io l'ho tolto e sono contento di averlo fatto l'ho scritto, preferivo nettamente sottopormi ad una operazione piuttosto che portarmi un ferro così importante nello scheletro, ma la funzionalità e mobilità l'avevo ben recuperata anche col chiodo.
Può darsi che rimuovere il chiodo ti risolva il problema, ma non ho alcuna competenza per dirlo. farei comunque indagini e sentirei diverse opinioni (ortopedici e fisioterapisti).
La rimozione è un'operazione tosta dopo così tanti mesi, un lungo lavoro di scalpello e frese sulle calcificazioni per riportare allo scoperto le viti. ho capito durante l'operazione (ero perfettamente sveglio) il motivo per cui l'ortopedico l'avrebbe volentieri evitata.
 
  • Mi piace
Reactions: andrea

Luigicilli

Novellino
4 Ottobre 2020
18
6
Pescara
Bici
Bcd
Salve a tutti a distanza di quattro mesi permangono dolori alla deambulazione con 1 bastone all inguine e esternamente sul trocantere (zona che ho battuto a terra con frattura mediocervicale trattata con 3 viti) tutto ciò mi preoccupa un po perché dopo una fase di miglioramento ora mi sembra di regredire, nonostante fisioterapia eseguita regolarmente tutti i giorni, il dolore lo avverto solo sul carico.. Qualcuno di voi mi sa dare qualche consiglio se per caso ci è passato pure lui... Premetto che ho già prenotato ulteriori radiografie che eseguirò a breve
 

Luigicilli

Novellino
4 Ottobre 2020
18
6
Pescara
Bici
Bcd
Salve eccomi qua dopo circa 6 mesi da infortunio la guarigione procede molto lentamente le viti danno un po fastidio, sto ancora camminando a tratti con un bastone perché la RMN ha evidenziato un ritardo di guarigione, proseguo fkt ed ikt e faccio biostim tutte le notti.. Speriamo che al controllo tra 2 mesi è tutto a posto.. La bici aspetta
 
  • Mi piace
Reactions: luigi_g

Tontoboy

Novellino
29 Luglio 2019
89
101
Udine
Bici
Rose Pro sl
sti cazzi!!
complimenti.
Mi puoi dire se pensi che lo scick che sento io quando salgo le scale con la bici in spalla o con le borse della spesa possa dipendere dal ferro? secondo te correre col ferro è normale che faccia infiammare il tutto?
se non ce lo avessi starei meglio? sono veramente combattuto se rimuoverlo o no..
Ciao, qui nel Friuli mi hanno messo il lista per la rimozione del chiodo ma non prima di due anni dalla frattura. Tale lasso di tempo è da protocollo, una regola insomma! Alcuni dicono di togliere quanto prima, altri di non togliere....
 

never give up!

Ammiraglia
9 Gennaio 2010
22.285
10.342
Piacenza
Bici
krypton xroad - GALLIUM
Ciao, qui nel Friuli mi hanno messo il lista per la rimozione del chiodo ma non prima di due anni dalla frattura. Tale lasso di tempo è da protocollo, una regola insomma! Alcuni dicono di togliere quanto prima, altri di non togliere....
due anni mi sembra tantissimo, anche se penso dipenda dal tipo di chiodo...
il mio (gamma 3), dopo 16 mesi era al limite, nel senso che se aspettavamo ancora si sarebbe calcificato insieme all'osso in maniera praticamnte irreversibile...già così fatica enorme per la rimozione...
 
Ultima modifica:

Tontoboy

Novellino
29 Luglio 2019
89
101
Udine
Bici
Rose Pro sl
due anni mi sembra tantissimo, anche se penso dipenda dal tipo di chiodo...
il mio (gamma 3), dopo 13 mesi era al limite, nel senso che se aspettavamo ancora si sarebbe calcificato insieme all'osso in maniera praticamnte irreversibile...già così fatica enorme per la rimozione...
Il mio è pfna. Sulle tempistiche mi fido dei medici che mi hanno operato. Intanto mi hanno messo in lista di attesa, fine estate 2022 vedremo.
 

Tontoboy

Novellino
29 Luglio 2019
89
101
Udine
Bici
Rose Pro sl
Mah... Io se guarisco e le viti danno sempre meno fastidio non penso di operarmi di nuovo per la rimozione... Non si sa mai che può succedere...
Ti sapranno consigliare di sicuro. E poi al massimo potrai chiedere altri consulti. Se tutti convergeranno sulla rimozione, io non mi farei scrupoli a farmele togliere le viti. A me l'idea di cascarci sopra di nuovo è aver ferri dentro mi spaventa. Tieni presente che dopo 3 mesi sono tornato a cadere in bici... Ma dall'altro lato per fortuna è mi sono sublussato una spalla, che mi ero già rotto in una precedente caduta. La sfiga però ci vede bene, meglio non sfidarla.
 

never give up!

Ammiraglia
9 Gennaio 2010
22.285
10.342
Piacenza
Bici
krypton xroad - GALLIUM
Il mio è pfna. Sulle tempistiche mi fido dei medici che mi hanno operato. Intanto mi hanno messo in lista di attesa, fine estate 2022 vedremo.
che è come il gamma 3...
fai bene a fidarti, non sono medico, anche se hai tempi ho studiato la materia sull'inchiodamento endomidollare, spiega che fai regolarmente attività, l'osso si forma con il carico, il protocollo può essere valido per l'anziano scarsamente attivo, che sono la maggioranza dei soggetti coinvolti in questo tipo fratture.
io riporto solo la mia esperienza, all'ingresso in sala operatoria qualcuno ipotazzava un lavoro rapido, risposta dell'ortopedico: "giovane e sportivo..." aveva ragione...45 min di lavoro di martello e scalpello...altro dato che per farti capire la difficoltà; tagli per posizionamento chiodo suturati con 3+4 punti...tagli per rimozione 3+15...
 

Fitzcarraldo

Apprendista Scalatore
13 Novembre 2008
2.304
1
927
Bici
klein, lynskey, sunn
io riporto solo la mia esperienza, all'ingresso in sala operatoria qualcuno ipotazzava un lavoro rapido, risposta dell'ortopedico: "giovane e sportivo..." aveva ragione...45 min di lavoro di martello e scalpello...altro dato che per farti capire la difficoltà; tagli per posizionamento chiodo suturati con 3+4 punti...tagli per rimozione 3+15...
stessa esperienza io, non ho contato i punti ma più o meno siamo lì.
rimozione chiodo gamma dopo 16 mesi circa, il chirurgo era ben conscio che sarebbe stato un lavoro complicato e nelle visite precedenti me lo aveva detto chiaramente, consigliandomi anche di non procedere alla rimozione.

io non avevo potuto anticipare la rimozione per via della stagionalità del mio lavoro, ma chiedendo diversi pareri dopo la frattura avevo avuto consigli molto differenti da medico a medico, qualcuno consigliava di rimuoverlo dopo 8-10 mesi, la maggior parte dopo 12 mesi, altri sconsigliavano la rimozione...
 
  • Mi piace
Reactions: never give up!

never give up!

Ammiraglia
9 Gennaio 2010
22.285
10.342
Piacenza
Bici
krypton xroad - GALLIUM
stessa esperienza io, non ho contato i punti ma più o meno siamo lì.
rimozione chiodo gamma dopo 16 mesi circa, il chirurgo era ben conscio che sarebbe stato un lavoro complicato e nelle visite precedenti me lo aveva detto chiaramente, consigliandomi anche di non procedere alla rimozione.

io non avevo potuto anticipare la rimozione per via della stagionalità del mio lavoro, ma chiedendo diversi pareri dopo la frattura avevo avuto consigli molto differenti da medico a medico, qualcuno consigliava di rimuoverlo dopo 8-10 mesi, la maggior parte dopo 12 mesi, altri sconsigliavano la rimozione...
infatti sono rimasto sorpreso di un protocollo a 24 mesi...l'ortopedico mi disse che se volevo toglierlo, e lui era d'accordo, vista l'età e le possibili conseguenze in caso di nuovo incidente con il chiodo impiantato, di non aspettare oltre l'anno...poi, tra esami e attese siamo arrivati a 16 mesi, ma, come detto, abbastanza al limite...(poi si toglie comunque, ma diventa complicato...)

p.s. scusate, 16 mesi, prima ho scritto erroneamente 13 mesi...
 
  • Mi piace
Reactions: Fitzcarraldo

Tontoboy

Novellino
29 Luglio 2019
89
101
Udine
Bici
Rose Pro sl
infatti sono rimasto sorpreso di un protocollo a 24 mesi...l'ortopedico mi disse che se volevo toglierlo, e lui era d'accordo, vista l'età e le possibili conseguenze in caso di nuovo incidente con il chiodo impiantato, di non aspettare oltre l'anno...poi, tra esami e attese siamo arrivati a 16 mesi, ma, come detto, abbastanza al limite...(poi si toglie comunque, ma diventa complicato...)

p.s. scusate, 16 mesi, prima ho scritto erroneamente 13 mesi...
Non so cosa dirti! Da noi in quel reparto ci vanno tutti! È un'eccellenza conclamata. Tanto che io rifiutiai il ricovero in altro ospedale e mi feci portare in ambulanza privatamente. Proverò a chiedere ad altri ortopedici! Magari hanno inventato nuovi estrattori? Vi farò saper.
 
  • Mi piace
Reactions: never give up!

semolo

Pignone
22 Agosto 2019
157
60
Bergamo
Bici
Wilier Zero.7 - Campagnolo Chorus 11V - Fulcrum Racing Zero
Ciao a tutti, riporto qui la mia esperienza, 38 anni 59 kg.

Dicembre 13 ho fatto una caduta stupidissima in MTB e mi sono procurato una frattura sottotrocanterica; operato lo stesso giorno, chiodo (non so come si chiama) + una vite grande sulla testa del femore e due piccole sotto; dopo 3 giorni mi hanno messo sul girello, il giorno dopo stampelle e dopo 6 giorni mi hanno dimesso con un carico del 20/30%; ho cominciato a fare fisioterapia 3 volte a settimana, 20 sedute passate dall' ospedale, segnali buoni.

Gennaio 5 prima pedalata sulla spin bike, è stato come una liberazione poter muovere il tutto, ho cominciato con 15 minuti al giorno senza nessun carico, man mano ho incrementato.
Gennaio 20 prima visita ed RX, callo osseo a metà, carico del 50%; nel frattempo ho incrementato sulla spin bike, sia la durata che il carico (leggero).

Ad oggi ho finito la fisioterapia, il livello articolare è quasi recuperato, da una settimana sento di poter caricare ma ho aspettato ad oggi: fatto visita, callo osseo buono, niente stampelle né calze antitrombo, ma ho provato e devo abituarmi quindi vado con una stampella sola.
Mi sento abbastanza bene anche perché nel frattempo ci ho dato dentro con la spin bike, mi è solo rimasta una contrattura al quadricipite che spero andrà via settimana prossima con una visita dal mio fisioterapista di fiducia.

Adesso ho un' altra visita ed RX fra 3 mesi; penso di cominciare ad uscire in bici inizio aprile (il tutto permettendo) per una mia sicurezza personale anche a livello psicologico; volevo fare la Gimondi ma a questo punto penso salti, mi hanno detto di non fare troppi lavori di forza fino a quando non avrò un recupero di massa muscolare e faccio l' altra visita.
Nel frattempo però mi alleno sulla spin bike e ho anche comprato un paio di cavigliere per fare esercizi per quadricipite e femorale.

Ho anche chiesto circa la rimozione del chiodo; il medico mi ha detto che in genere si toglie dopo un anno e mezzo ma che è un' operazione non semplice perché si perde molto sangue; io sinceramente se si può lo faccio togliere, non oso pensare ad una botta alle viti o simili.

Questo è tutto, saluti.

semolo
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: stambe