Visita a Tiziano Zullo

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
17.471
7.233
96
dove capita
Ci sono persone che ad una certa età hanno delle solide convinzioni, che più spesso sono pareri inamovibili, e difendono le proprie posizioni sulla scorta della propria esperienza, senza mai mettere in questione la possibilità che, tutto sommato, la nostra esperienza é pur sempre limitata.
Tiziano Zullo non é una persona di questo tipo. E' una di quelle persone che ti ascoltano, magari sorridono o scuotono la testa, fanno una pausa, ed alla fine, dopo averci pensato un po' in silenzio ti risponde: "potrebbe essere, ci pensero' su".
Una persona aperta insomma. E cosi', mentre ci mangiamo un bel piatto di polenta e funghi e degli ottimi tortelli di zucca, si discute di bici, ed ho l'impressione di dire anche io delle cose sensate, nonostante la differenza di esperienza in materia sia di 40 (anni) a zero a suo favore.

IMG_1695.JPG


Eggià, perché Tiziano ha cominciato tanti anni, fa, cosi', un po' per passione, un po' per provare. Andando a bottega come si faceva una volta, ma, a differenza di quello che si faceva una volta, non restando legato ad un "maestro" in particolare, ma facendo dei periodi di apprendistato da più telaisti, girando praticamente tutti quelli del veronese.Per imparare un po' da tutti, per carpire qualche segreto da ognuno. Persone aperte evidentemente si nasce.

IMG_16841.JPG


La consacrazione del lavoro di un telaista, spesso, é il fornire una squadra professionistica. Tiziano questa consacrazione l'ha avuta fornendo la TVM, squadra olandese in cui hanno corso Konyshev, Phil Anderson, ed altri, dal 1986 al 1992, e poi la spagnola MxOnda dal 1993 al 1994; oltre alla fornitura per degli atleti che correvano su pista ed hanno vinto campionati del mondo e medaglie d'oro alle olimpiadi come lo spagnolo Joan Llaneras.

IMG_1720.JPG


IMG_17341.JPG


Col passare degli anni Tiziano si é evoluto, passando come tutti dall'acciaio all'alluminio, dal silver brazing al Tig, fino al carbonio. Perché il sig. Zullo le novità non le ha mai disdegnate. Anzi, continua a lavorarci su.

IMG_1711.JPG


Con un punto fermo pero': La qualità.
"In 35 anni non mi é mai tornato indietro un telaio per una rottura. Non uno. Mai. Nemmeno queli dei pro che correvano la Parigi-Roubaix. Che erano assolutamente uguali agli altri. Solo un pelo di rake in più per la forcella."

IMG_17031.JPG


IMG_17011.JPG


IMG_1699.JPG


Essere aperti alle novità non vuol dire non avere una dimensione propria, delle idee proprie, delle convinzioni.
Ormai, Tiziano, lavora praticamente da solo, facendo tutto da se, verniciatura e grafiche comprese. Un passaggio importante che invece molti "artigiani" demandano a terzi.

IMG_1704.JPG


Mi confessa che gli piacerebbe avere dei giovani attorno a cui insegnare, a cui tramandare quello che sa e che ha imparato. Invece, ai giovani di qui non gliene frega poi tanto di saldature, e le leggi italiche non favoriscono molto gli "apprendistati" come una volta. Cosi' non c'é da stupirsi se la maggior parte delle richieste di venire a lavorare tra i filari d'uva del veronese vengano, al solito, dall'estero. Come "Maso", Masateru Yasuda, giapponese di Osaka con la passione della grafica e del pedale, che qui sta imparando e dando il proprio contributo di gusto.

IMG_1706.JPG


IMG_16971.JPG


IMG_17271.JPG


Le convinzioni, in casa Zullo, ormai sono legate all'acciaio. E' su quello che Tiziano ormai si concentra di più, coniugando il gusto per la classica tradizione italica che ancora vanta estimatori nel mondo, a quell'apertura che gli impone di provare cose nuove. Ad esempio facendo esperimenti su una nuova forcella a steli dritti e foderi oversize su cui continuamente prova nuovi spessori del cannotto e dei foderi.

IMG_1679.JPG


IMG_1752.JPG


O costruendosi utensili per dare la curvatura "giusta" ai foderi del carro.
Provando. Sbagliando. Riprovando.
Con 40 anni di esperienza alle spalle però. Ed il gusto per le cose fatte bene, con pazienza. Da fare tra un giro in bici attorno al lago di Garda ed un piatto di fettuccine al ragu'. Ma anche portando i propri telai al Nahbs e con l'occasione fare una visita alla Zipp. Perché ci deve essere tempo per tutto. Anche per imparare cose nuove. Sempre e soprattutto.

IMG_1687.JPG


IMG_1726.JPG


Nel suo laboratorio-negozio di Castelnuovo sul Garda si respira un'aria di semplicità. Tutto é molto essenziale e senza fronzoli. Pulizia e grandi lavagne dove segnare gli ordini ed il loro stato di avanzamento. Niente coppe, foto ricordo ovunque, altarini votivi ai bei tempi andati. Qui si vive nel presente.

IMG_1737.JPG


Anche se da qualche cassetto-macchina del tempo saltano fuori dei gioiellini "NOS" dal passato per i clienti più esigenti...

IMG_1739.JPG


IMG_1741.JPG


A volte più che parole, gli aneddoti, i racconti colpiscono le immagini, per quella loro capacità di fissare in uno sguardo un insieme di cose, un'idea, un particolare momento, una situazione. In questa visita un'immagine mi ha colpito in questo senso: Una tabellina promemoria sugli ordini del MaxSilenus.

IMG_17251.JPG


Il telaio a congiunzioni in cui Tiziano ha racchiuso tutta la propria esperienza e capacità. Un gioiellino prodotto, ovviamente su misura, in soli 20 esemplari. Anzi, da produrre, perché ci vuole il suo tempo a fare un telaio cosi'.
Quelli già prodotti e consegnati, accanto al numero seriale hanno anche la destinazione.
Quando si dice che un'immagine vale più di mille parole:
IMG_17451.JPG

(TW sta per Taiwan)

http://www.zullo-bike.com/
 

bicilook

Maglia Gialla
15 Giugno 2008
10.200
4.612
Genova
Bici
Colnago C60
Come sempre ci fai vivere al meglio l'atmosfera degli artigiani e delle aziende che vai a visitare,continua cosi'... P.S. Io,purtroppo, sono un po' lontano da Zullo,ma ci andrei molto ,ma molto volentieri ad apprendere l'arte di costruire e saldare un telaio in acciaio,... chissa' ...magari gli andasse di assumere del personale?!o-o
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
17.471
7.233
96
dove capita
Grazie a tutti. o-o

@bicilook: prova a contattarlo, al massimo ti dice di no :-)

@tripleacc: tu chiedi poi vediamo. Il punto è che non tutto è fattibile. Non sembrerà, ma ci vuole parecchio tempo a fare queste visite. In primis per organizzarle, in particolare con le grosse aziende, poi per andarci fisicamente, infine per scriverle. Generalmente le faccio per "zone", cercando di farne il più possibile nella stessa zona, in modo da economizzare i costi di trasferta.
Conta anche che alcuni mi rispondono "picche".
 

quakee

Apprendista Velocista
25 Aprile 2006
1.220
0
58
Verona
Bici
Poche
@Ser averlo saputo e "casualmente" passavo a trovare Tiziano, si andava a magnare 4 aole de lago
Giusto riconoscimento ad un artigiano che ha sempre creduto più al lavoro che al profitto o-o
 

montegiano

Cronoman
4 Ottobre 2008
716
20
Antrodoco(RI) Centro d'Italia
Bici
Zullo Bianchi Colnago
Che bella sorpresa!!! Ser Pecora, posseggo una zullo, Tiziano zullo, dal 1992 .
Nonostante l'eta' e tanta strada è come se fosse nuova.
Color blu metallizzato, campagnolo chorus con guaine bianche, bellissima, comodissima... attraente!!!o-o

P.s.
Una curiosita', la portò lui direttamente da Verona e la consegnò, al negozio dove l'ordinai, in occasione della tappa del giro d'Italia in quel di Rieti. La TVM in quegli anni correva su bici ZULLO.
 

ettobike

Novellino
19 Dicembre 2007
88
1
el lac de com
Bici
cervelo R5 campy revolution.
grande diretur. per una bestia del ciclismo come me che ho conosciuto le bici 6 anni fa ( ne ho 47) e' un grande rimpianto non aver conosciuto qs mondo prima. altro che carbonio ( sul quale pedalo)
 
Ultima modifica:

sparviero

Passista
1 Settembre 2007
4.031
85
mare e monti
Bici
Pegoretti Duende / Colnago C59
Che bella sorpresa!!! Ser Pecora, posseggo una zullo, Tiziano zullo, dal 1992 .
Nonostante l'eta' e tanta strada è come se fosse nuova.
Color blu metallizzato, campagnolo chorus con guaine bianche, bellissima, comodissima... attraente!!!o-o

P.s.
Una curiosita', la portò lui direttamente da Verona e la consegnò, al negozio dove l'ordinai, in occasione della tappa del giro d'Italia in quel di Rieti. La TVM in quegli anni correva su bici ZULLO.

Perchè non posti una foto, fa sempre piacere vedere cose belle.o-o
 

rinoge

Apprendista Cronoman
20 Dicembre 2007
3.446
142
genova
Bici
Olmo, Olmo ,Olmo ,Pego Luigino, Pego MxxxxxO,Bianchi XL Titanium, Colnago Tecnos,Carrera El Pantani,
che spettacolo!! e quel telaio a gfiunzioni è superbo

immagino che siano già stati venduti tutti.....
se ne avanzasse uno martedi sono proprio da quelle parti, chissà
 

NIKOGEO

Apprendista Cronoman
13 Settembre 2008
3.235
18
34
Desenzano del Garda
Bici
..........
........GRANDE COME SEMPRE SER PERCORA!!

Zullo non è una novità per noi del Gardesano.....praticamente è ancora sinonimo dell'artigiano di una volta......ossia del vero telaio fatto come una volta!
 

Aqualung

Ammiraglia
21 Aprile 2004
16.407
137
Bici
sì e ci pedalicchio
Servizio bello ed interessante! o-o

A vedere le foto con i particolari dei telai in acciaio, pur ritenendo, personalmente, questo materiale oramai obsoleto per l'agonismo (non crocefiggetemi!), è un'ulteriore conferma che sono straordinariamente belli!
Sono con l'acciaio si possono realizzare veri capolavori artistici, ed anche con un'anima.
Carbonio ed alluminio sono solo numeri che fanno sensazione.