19a tappa 2020 Morbegno - Asti

jan80

Maglia Iridata
3 Marzo 2008
12.302
2.852
bassano del grappa
Bici
Colnago
Non è tanto cercare il capro espiatorio: se anche fosse Hansen e la Lotto, non è che hanno puntato un mitra e costretto tutti gli altri ad unirsi alla loro decisione. C'è stata, pare una votazione e ha vinto la maggioranza, pure democraticamente a questo punto. Quello che è scandaloso, a mio avviso, è come è stato fatto. La lunghezza della tappa si conosceva; il meteo pure (tra l'altro la temperatura non glaciale), e si "svegliano" il giorno stesso dopo che tanta gente ha lavorato per preparare la tappa. Mi sembrano i capricci di bambino viziato. Se è vero, come pare, che una richiesta di accorciare la tappa fosse già stata fatta la sera prima (respinta), è comunque troppo tardi. Qualcuno dell'associazione che rappresenta i pro, avrebbe dovuto pensarci prima. 250 km sotto la pioggia non sono piacevoli, ma neanche impossibili per un pro, che chissà quante altre volte ha trovato condizioni anche peggiori. Partivano in modalitá cicloturistica, chi voleva tentava la fuga, e gli altri tagliavano il traguardo con 100 km in più nelle gambe. Ma sicuramente non moriva, e evitava queste polemiche che danneggiano il ciclismo, e quindi i pro per primi.
Ovviamente non sono solo i Lotto ma almeno 80% del gruppo ha preso questa decisione
 

 

kekino

Gregario
17 Maggio 2007
636
222
36
R'lyeh (Venezia)
Bici
Cannondale CAADX Tiagra 2018
magari son cecato, ma io qui di sanpietrini sul traguardo non ne vedo...
Vedi l'allegato 239569
Si diciamo che era 10m indietro, non proprio sulla riga del traguardo, all'altezza delle strisce pedonali che vedi dietro.. li sul momento ho scritto erroneamente "esattamente sul traguardo"... comunque in un punto che reputo bello pericoloso, in massima spinta / velocità in volata
 

rapportoagile

Moderatoren
20 Agosto 2008
14.754
3.000
59
Settequerce (Bolzano)
Bici
Scapin Dyapason
Questa tappa così lunga era fuori luogo, viste anche le due ore di trasferimento di ieri (oltre allo Stelvio) e la tappa di montagna di domani.

OK, era fuori luogo, ma lo scopri il giorno stesso? Lo si sapeva da tanto tempo, e un po' di rispetto per chi organizza, chi allestisce, e per il pubblico lungo le strade (anche se poco) i ciclisti devono portarlo.
Passano da eroi dello Stelvio, a "bambini capricciosi e viziati". Ricordo ancora che Keldermann non ha esitato e togliersi la mantellina dopo lo Stelvio (penso che facesse nche più freddo di oggi), e oggi viene a parlare di sistema immunitari delicato?
 

GhidoRen

Gregario
7 Febbraio 2020
510
228
Non so
Bici
Bianchi
Io invece sono dalla parte dei ciclisti. Capisco che RCS debba andare dove offrono più soldi per ospitare le tappe, però hanno organizzato una settimana finale di giro un po' troppo dura se considerate che martedì mattina erano a Udine e domani saranno a Sestriere.

Questa tappa così lunga era fuori luogo, viste anche le due ore di trasferimento di ieri (oltre allo Stelvio) e la tappa di montagna di domani.

L'unico appunto ai corridori è che avrebbero dovuto protestare prima e non attendere l'ultimo momento.
Hai ragione in ragione che siano ad ottobre... Fosse stata a Maggio era troppo lunga?... Ma a parte questo, come hai detto dovevano dirlo per tempo
 

Jack_89

Apprendista Scalatore
23 Giugno 2013
1.979
57
Alba (CN)
Bici
Trek 4.5 Madone
Non è tanto cercare il capro espiatorio: se anche fosse Hansen e la Lotto, non è che hanno puntato un mitra e costretto tutti gli altri ad unirsi alla loro decisione. C'è stata, pare una votazione e ha vinto la maggioranza, pure democraticamente a questo punto. Quello che è scandaloso, a mio avviso, è come è stato fatto. La lunghezza della tappa si conosceva; il meteo pure (tra l'altro la temperatura non glaciale), e si "svegliano" il giorno stesso dopo che tanta gente ha lavorato per preparare la tappa. Mi sembrano i capricci di bambino viziato. Se è vero, come pare, che una richiesta di accorciare la tappa fosse già stata fatta la sera prima (respinta), è comunque troppo tardi. Qualcuno dell'associazione che rappresenta i pro, avrebbe dovuto pensarci prima. 250 km sotto la pioggia non sono piacevoli, ma neanche impossibili per un pro, che chissà quante altre volte ha trovato condizioni anche peggiori. Partivano in modalitá cicloturistica, chi voleva tentava la fuga, e gli altri tagliavano il traguardo con 100 km in più nelle gambe. Ma sicuramente non moriva, e evitava queste polemiche che danneggiano il ciclismo, e quindi i pro per primi.
Sul metodo, sulla tempistica, su tutto. Siamo d'accordo che è stata una buffonata dove ci hanno perso tutti alla fine.
Però,"pretendo", mi aspetto l'assunzione delle responsabilità e di sapere la verità.
Ci sono 16 squadre che hanno tirato i freni? Bene,chi sono? Chi è il rappresentante di squadra? La butto lì per esempio..per la Trek è Mosca e ha votato si, di nuovo bene....vogliamo quindi credere che ha deciso da solo per gli altri? Personalmente è questa cosa che mi sta facendo "arrabbiare". Poi come detto,sul resto possiamo dicosutere su tutto. Io addirittura sono abbastanza comprensivo con i corridori... però la farsa del "io non sapevo nulla"," io volevo correre"ecc..NO NO NO. Proprio non mi va giù
 

bradipus

Moderator
Membro dello Staff
23 Luglio 2009
22.586
1
6.406
Bugliano
Bici
qualunquemente
OK, era fuori luogo, ma lo scopri il giorno stesso? Lo si sapeva da tanto tempo, e un po' di rispetto per chi organizza, chi allestisce, e per il pubblico lungo le strade (anche se poco) i ciclisti devono portarlo.
Passano da eroi dello Stelvio, a "bambini capricciosi e viziati". Ricordo ancora che Keldermann non ha esitato e togliersi la mantellina dopo lo Stelvio (penso che facesse nche più freddo di oggi), e oggi viene a parlare di sistema immunitari delicato?
concordo, la protesta poteva essere fondata se fatta qualche mese fa, non è che lo hanno scoperto ieri.
secondo me, all'atto di organizzare una corsa, prima di svelare il percorso dovrebbero illustrarlo ai rappresentanti dei ciclisti, dei team e dell'UCI, per approvazione.
una volta che il percorso è approvato, nessuno dovrebbe più poter tirarsi indietro, a meno di cause di forza maggiore (e non certo per una giornata con pioggia ed 11 gradi, altrimenti in alcuni anni bisognerebbe cancellare tutta la stagione delle classiche del Nord).
 
  • Mi piace
Reactions: rapportoagile

rapportoagile

Moderatoren
20 Agosto 2008
14.754
3.000
59
Settequerce (Bolzano)
Bici
Scapin Dyapason
... consiglierei ai corridori di cercare un altro rappresentante. Salvato non è proprio credibile.
Inoltre auspicherei anche che si desse più ascolto ai ciclisti, che in fondo sono quelli che "tengono su la baracca". E che le tappe venissero organizzate sentendo il loro parere. (non però Salvato, per il quale 11° è freddissimo; si correrebbe solo da giugno a metà settembre)
 

GhidoRen

Gregario
7 Febbraio 2020
510
228
Non so
Bici
Bianchi
Sul metodo, sulla tempistica, su tutto. Siamo d'accordo che è stata una buffonata dove ci hanno perso tutti alla fine.
Però,"pretendo", mi aspetto l'assunzione delle responsabilità e di sapere la verità.
Ci sono 16 squadre che hanno tirato i freni? Bene,chi sono? Chi è il rappresentante di squadra? La butto lì per esempio..per la Trek è Mosca e ha votato si, di nuovo bene....vogliamo quindi credere che ha deciso da solo per gli altri? Personalmente è questa cosa che mi sta facendo "arrabbiare". Poi come detto,sul resto possiamo dicosutere su tutto. Io addirittura sono abbastanza comprensivo con i corridori... però la farsa del "io non sapevo nulla"," io volevo correre"ecc..NO NO NO. Proprio non mi va giù
Mi sa che le tue, saranno richieste prive di risposta
 
  • Mi piace
Reactions: Jack_89

GhidoRen

Gregario
7 Febbraio 2020
510
228
Non so
Bici
Bianchi
Domani propongo sciopero (per riderci un po' su)... Tutti in bici con dopo sci e giacche a vento (quelle no perché non si allacciano)
 

sunboy

Maglia Gialla
15 Ottobre 2007
10.798
400
Comunque fossi stato in Vegni avrei usato pugno piu' duro.......non partite???ok il Giro finisce qua!!!
Purtroppo ci sono interessi economici sotto ma il pugno duro sarebbe stata unica soluzione per avere rispetto,anche perche' sembra che nessuno voleva presentarsi alla partenza,ma se metti che veramente il Giro fisnisce,vedi come si presenta la Ineos o altre squadre per non rischiare di perdere punti o possibilita' di vittoria
Esatto, chi c'è ce come succedeva a scuola e il fagiano di turno esiste sempre e poi vedrai che gli altri si adeguano :-)xxxx
 
  • Mi piace
Reactions: GhidoRen

sembola

Apprendista Cronoman
22 Aprile 2004
2.981
2.236
Siena
www.sembola.it
Bici
verde
concordo, la protesta poteva essere fondata se fatta qualche mese fa...
Qualche mese fa la stragrande maggioranza del gruppo non sapeva se avrebbe preso lo stipendio relativo al 2020. Qualcuno avrebbe accettato anche di correre su Marte. Corso il Tour, che piaccia o no è la corsa più importante e che ha consentito di tenere in piedi il baraccone, si poteva anche andare tutti a casa.
 
  • Mi piace
Reactions: GhidoRen

danieletesta79

Scalatore
1 Settembre 2012
7.899
2.447
firenze
Bici
Bianchi Specialissima - Formigli GENESI
concordo, la protesta poteva essere fondata se fatta qualche mese fa, non è che lo hanno scoperto ieri.
secondo me, all'atto di organizzare una corsa, prima di svelare il percorso dovrebbero illustrarlo ai rappresentanti dei ciclisti, dei team e dell'UCI, per approvazione.
una volta che il percorso è approvato, nessuno dovrebbe più poter tirarsi indietro, a meno di cause di forza maggiore (e non certo per una giornata con pioggia ed 11 gradi, altrimenti in alcuni anni bisognerebbe cancellare tutta la stagione delle classiche del Nord).


Però così sembra che si stia ragionando del governo che illustra la legge di stabilità alle parti sociali. Concordo sulla pioggia e gli 11°, se non corri in quelle condizioni, certe corse non le fai mai.
 

GhidoRen

Gregario
7 Febbraio 2020
510
228
Non so
Bici
Bianchi
Però così sembra che si stia ragionando del governo che illustra la legge di stabilità alle parti sociali. Concordo sulla pioggia e gli 11°, se non corri in quelle condizioni, certe corse non le fai mai.
secondo me è mancatala comunicazione fra gli atleti. avevano tutto il tempo per avanzare proposte, o suggerimenti. Fatta così sembra proprio una presa di posizione dettata dall'impulso e basta... una non voglia di pochi o di molti non si è capito (i proclami dicono la maggior parte, presi singolarmente dicono il contrario)