Le e-bike sono ancora sport?

 

SCR1

Recordman
19 Maggio 2008
25.982
3.969
Fiorentino ai 100%
Bici
Scott CR1 SL+Specialized New tarmac SL6
tu prova e poi ci racconti.
  • continui a non capire che non è una sostituzione ma un assistenza, il limite di supporto fornito e 250w, poi il resto lo metti tu, se tu ne butti su 300 alla fine ne hai 550, se ne butti 10 ne hai 260
  • tu pensa che si fanno anche gare in pista con mezzi a motore, che noia
    • in pista, in gara, su una macchina a motore, la frequenza media cardiaca, a seconda della categoria dell'impegno è di molto superiore ad un allenamento in bici a fondo lento, in f1 per fare un esempio di facile riscontro la frequenza media in un gp è tra i 160 e i 170
  • se limiti l'assistenza disponibile a 250 per tutti l'ingegnere elettronico con le palle ci fa relativamente poco
Inutile sbracciarsi, a me per ora i watt non servono. L'ingegnere ti fa credere di avere 250 poi swiccia e te ne pianta 500 e magari mentre va, e lo hai belle preso
Leggere questo mi dà ragione
 
Ultima modifica:

EMAC

Passista
18 Gennaio 2010
4.505
1.628
50
Bassano del Grappa
Bici
Trek Emonda
tu prova e poi ci racconti.
  • continui a non capire che non è una sostituzione ma un assistenza, il limite di supporto fornito e 250w, poi il resto lo metti tu, se tu ne butti su 300 alla fine ne hai 550, se ne butti 10 ne hai 260
  • tu pensa che si fanno anche gare in pista con mezzi a motore, che noia
    • in pista, in gara, su una macchina a motore, la frequenza media cardiaca, a seconda della categoria dell'impegno è di molto superiore ad un allenamento in bici a fondo lento, in f1 per fare un esempio di facile riscontro la frequenza media in un gp è tra i 160 e i 170
  • se limiti l'assistenza disponibile a 250 per tutti l'ingegnere elettronico con le palle ci fa relativamente poco
Una gara con mezzi a motore e' una cosa, una gara di bici e' un'altra, una gara di e-mtb e' solo una manifestazione che serve a vendere i mezzi. Dimmi che senso ha fare correre degli atleti con mezzi con assistenza se non quello di promuovere un prodotto.
 

diegop

Pedivella
10 Novembre 2014
374
312
Bici
Rose Xlite CRS
Oramai un anno fa questa discussione mi ha incuriosito al punto che ho acquistato una e-bike per farmi una mia idea (mtb a motore centrale).

Ho aspettato a scrivere che trascorresse un po' di tempo così da poter trarre delle conclusioni più obiettive una volta calati l'entusiasmo e l'interesse che all'inizio provo ogni volta che mi regalo un nuovo giocattolo, .

Iniziamo con il descrivere il mio profilo di "ciclista" (parolona, vado molto in bici ma a modo mio)
Parlando solo di bici da corsa :

- Percorro 12-15mila km l'anno
- Pratico allenamenti strutturati, sia in inverno che durante la stagione
- peso 63kg, ftp 285w

I miei giri tipici sono con distanze che vanno dai 60-80 km e 1000-1500mt dsl (infrasettimanali) fino ai 200-250km e 4000mt dsl che in qualche occasione percorro. I miei preferiti rimangono percorsi montani con distanze su 100-150km e un paio di bei passi alpini nel mezzo.
Pratico anche cicloturismo con giri da un migliaio di km in una settimana.

Insomma di una e-bike ne posso fare a meno ma come dicevo sono curioso e mi piace provare.


Quanta fatica si fa?
Quanta se ne vuole, verrebbe da dire, ma...

In e-bike ci ho fatto, ad esempio, il percorso della Alta Valtellina Bike Marathon (non in gara, ovviamente). Non posso dire che sia stato facile portare a casa i 100km ed oltre 3200mt di dislivello: molti tratti senza assistenza, il resto al minimo per portarla a casa con una sola batteria. E come questo ho fatto molti giri intorno ai 3000 dsl , le sensazioni sono state sempre le stesse.

In altri casi, prima di cena avevo voglia di veder tramontare il sole da un lago alpino: assistenza a palla e 50 minuti scarsi per percorrere i 1400mt di dislivello che mi hanno portato dove volevo. Fatica? a tratti intensa ma breve nelle rampe più ripide dei boschi (parliamo del 30%). per lo più lo sforzo che provo in questi casi è simile allo steady-state che si prova sui rulli allenandosi ad intensità costante intorno al 60-70% del mio ftp.
In questi casi si va su davvero forte la fatica è poca anche per lo sforzo breve.

Ma c'è un ma: col tempo l'entusiasmo è venuto meno e ho avuto la tendenza a chiedere sempre di più all'assistenza del motore, proprio perchè la voglia di faticare a volte manca ed avere un motore sotto è una tentazione a volte irresistibile. Ora fatica tendo a farne poca.

Che uso ne faccio?
Principalmente la uso per mettere insieme delle uscite di scarico che non prevedano di fare il solito giro in mezzo al traffico o a fondovalle. Molto ma molto meglio godersi l'aria buona di un bel rifugio over 2000.

Anche qui però non sempre riesco a farne l'uso che vorrei: la mia e-bike è una MTB da oltre 22kg con ruote 27,5+. i tratti di trasferimento in pianura sono proibitivi perchè anche spingendo forte è difficile arrivare molto oltre i 25 kmh (ebbene si, sono uno di quelli che non l'ha modificata e nemmeno ne ho intenzione). spostarmi in macchina non se ne parla, quindi a volte rinuncio perchè non mi va di fare sempre lo stesso percorso o impiegare oltre 2 ore fra andata e ritorno per un giro che dovrebbe essere di scarico.

La ritengo adatta ad un uso sportivo?
Se per sporto intendiamo le competizioni, anche amatoriali, no.
Potrebbe essere adatta perchè comunque esauriti i 250w del motore elettrico il resto lo devono fare le gambe. Comunque è un utilizzo che non capisco: gamba per gamba che cambia se alla fine se non la media che fai sullo è di 15 invece che 25 all'ora?


La ricomprerei?
No, perchè ho praticamente smesso di usarla.
e
Si, perchè è uno dei mezzi più divertenti che abbia mai avuto: perchè puoi spingerti e raggiungere, in poco tempo, in posti che prima richiedevano un uscita di almeno mezza giornata. Perchè così anche mia moglie che la gamba l'ha persa con l'arrivo dei figli può uscire e divertirsi magari accompagnandomi (con grande fatica per lei).


Quale ritengo sia il problema più grosso con le e-bike?
Gli utilizzatori, purtroppo. frequento le alpi e sempre più spesso vedo gente che grazie all'assistenza si è spinta più in la di quanto l'esperienza gli avrebbe consentito e rimane bloccata in situazioni difficili e a volte anche pericolose.
giusto per fare esempi:
gente bloccata, al tramonto, senza batterie residue a metà dello stelvio lato prato, con base a bormio
2 ragazzi bloccati in mezzo a un bosco che dovevano percorrere una 10ina di km a spinta
1 signore, senza casco ne protezioni, che si è lanciato in una discesa ripida e tecnica su asfalto e cadenzo quasi ci lascia le penne


Comunque al di la di tutto il giudizio sulle e-bike in è e rimane positivo, sono una nuova via per consentire anche a chi non ha mai praticato attività di muoversi. possono consentire di tenersi in movimento e piuttosto che guardare gli altri che fanno sport in TV... anche questo è sport.


ora vado, i rulli mi aspettano
 

SCR1

Recordman
19 Maggio 2008
25.982
3.969
Fiorentino ai 100%
Bici
Scott CR1 SL+Specialized New tarmac SL6
Oramai un anno fa questa discussione mi ha incuriosito al punto che ho acquistato una e-bike per farmi una mia idea (mtb a motore centrale).

Ho aspettato a scrivere che trascorresse un po' di tempo così da poter trarre delle conclusioni più obiettive una volta calati l'entusiasmo e l'interesse che all'inizio provo ogni volta che mi regalo un nuovo giocattolo, .

Iniziamo con il descrivere il mio profilo di "ciclista" (parolona, vado molto in bici ma a modo mio)
Parlando solo di bici da corsa :

- Percorro 12-15mila km l'anno
- Pratico allenamenti strutturati, sia in inverno che durante la stagione
- peso 63kg, ftp 285w

I miei giri tipici sono con distanze che vanno dai 60-80 km e 1000-1500mt dsl (infrasettimanali) fino ai 200-250km e 4000mt dsl che in qualche occasione percorro. I miei preferiti rimangono percorsi montani con distanze su 100-150km e un paio di bei passi alpini nel mezzo.
Pratico anche cicloturismo con giri da un migliaio di km in una settimana.

Insomma di una e-bike ne posso fare a meno ma come dicevo sono curioso e mi piace provare.


Quanta fatica si fa?
Quanta se ne vuole, verrebbe da dire, ma...

In e-bike ci ho fatto, ad esempio, il percorso della Alta Valtellina Bike Marathon (non in gara, ovviamente). Non posso dire che sia stato facile portare a casa i 100km ed oltre 3200mt di dislivello: molti tratti senza assistenza, il resto al minimo per portarla a casa con una sola batteria. E come questo ho fatto molti giri intorno ai 3000 dsl , le sensazioni sono state sempre le stesse.

In altri casi, prima di cena avevo voglia di veder tramontare il sole da un lago alpino: assistenza a palla e 50 minuti scarsi per percorrere i 1400mt di dislivello che mi hanno portato dove volevo. Fatica? a tratti intensa ma breve nelle rampe più ripide dei boschi (parliamo del 30%). per lo più lo sforzo che provo in questi casi è simile allo steady-state che si prova sui rulli allenandosi ad intensità costante intorno al 60-70% del mio ftp.
In questi casi si va su davvero forte la fatica è poca anche per lo sforzo breve.

Ma c'è un ma: col tempo l'entusiasmo è venuto meno e ho avuto la tendenza a chiedere sempre di più all'assistenza del motore, proprio perchè la voglia di faticare a volte manca ed avere un motore sotto è una tentazione a volte irresistibile. Ora fatica tendo a farne poca.

Che uso ne faccio?
Principalmente la uso per mettere insieme delle uscite di scarico che non prevedano di fare il solito giro in mezzo al traffico o a fondovalle. Molto ma molto meglio godersi l'aria buona di un bel rifugio over 2000.

Anche qui però non sempre riesco a farne l'uso che vorrei: la mia e-bike è una MTB da oltre 22kg con ruote 27,5+. i tratti di trasferimento in pianura sono proibitivi perchè anche spingendo forte è difficile arrivare molto oltre i 25 kmh (ebbene si, sono uno di quelli che non l'ha modificata e nemmeno ne ho intenzione). spostarmi in macchina non se ne parla, quindi a volte rinuncio perchè non mi va di fare sempre lo stesso percorso o impiegare oltre 2 ore fra andata e ritorno per un giro che dovrebbe essere di scarico.

La ritengo adatta ad un uso sportivo?
Se per sporto intendiamo le competizioni, anche amatoriali, no.
Potrebbe essere adatta perchè comunque esauriti i 250w del motore elettrico il resto lo devono fare le gambe. Comunque è un utilizzo che non capisco: gamba per gamba che cambia se alla fine se non la media che fai sullo è di 15 invece che 25 all'ora?


La ricomprerei?
No, perchè ho praticamente smesso di usarla.
e
Si, perchè è uno dei mezzi più divertenti che abbia mai avuto: perchè puoi spingerti e raggiungere, in poco tempo, in posti che prima richiedevano un uscita di almeno mezza giornata. Perchè così anche mia moglie che la gamba l'ha persa con l'arrivo dei figli può uscire e divertirsi magari accompagnandomi (con grande fatica per lei).


Quale ritengo sia il problema più grosso con le e-bike?
Gli utilizzatori, purtroppo. frequento le alpi e sempre più spesso vedo gente che grazie all'assistenza si è spinta più in la di quanto l'esperienza gli avrebbe consentito e rimane bloccata in situazioni difficili e a volte anche pericolose.
giusto per fare esempi:
gente bloccata, al tramonto, senza batterie residue a metà dello stelvio lato prato, con base a bormio
2 ragazzi bloccati in mezzo a un bosco che dovevano percorrere una 10ina di km a spinta
1 signore, senza casco ne protezioni, che si è lanciato in una discesa ripida e tecnica su asfalto e cadenzo quasi ci lascia le penne


Comunque al di la di tutto il giudizio sulle e-bike in è e rimane positivo, sono una nuova via per consentire anche a chi non ha mai praticato attività di muoversi. possono consentire di tenersi in movimento e piuttosto che guardare gli altri che fanno sport in TV... anche questo è sport.


ora vado, i rulli mi aspettano
Non fa una piega, la E Bike da grande slancio ed è divertentissima, e il fatto di usarla a assistenza zero o troppo bassa mi sembra una cosa da non fare altrimenti non avrebbe senso.
Il resto lo hai detto tu
 

rapportoagile

Moderatoren
20 Agosto 2008
14.089
1.812
58
Settequerce (Bolzano)
Bici
Scapin Dyapason
Come ho già scritto, non sono contrario alle E-bike, ma non le considero "ciclismo"
L'altro ieri però sono stato felice che le abbiano inventate.
Uscita dopolavoro (una delle ultime, temo): parto alle 16:45 da casa e mi avvio verso Merano. L'idea è quella di fare un giro con diverse salitelle brevi, ma durette, così se mi stufo, o sono stanco, posso sempre decidere di rientrare prima.
Così succede, ma il tempo è passato e mi rendo conto di essere in ritardo (sia per rientrare ancora con la luce, sia per un impegno serale).
Attraverso Merano e mi dirigo verso la bella ciclabile che corre lungo l'Adige. Il tratto cittadino della ciclabile è molto frequentato da joggers, ciclisti da diporto e cani (che portano al guinzaglio i loro padroni :mrgreen: ).
Riesco comunque a tenere una velocità intorno ai 33/34 km/h. Ad un certo punto mi accorgo che mi si è accodato qualcuno; sbircio nello specchietto e vedo che è un tizio, vestito in abiti borghesi (jeans, giubbino bomber, scarpe sneakers e borsello) ed era pure piuttosto robusto.
Un E-biker cittadino che ciuccia ruota ad uno in bdc? Questa "domanda esistenziale" trova risposta appena fuori dalla città, dove la ciclabile non ha più ostacoli (incroci, semafori e pedoni) e diventa un drittone. Infatti mi supera e mi si mette davanti, solo che la velocità aumenta!
L'uomo avrà su per giù la mia etá (tra i 55 e i 60anni), e spinge apparentemente senza fatica sui pedali della sua E-city bike Kalkhoff, che è evidentemente manipolata, per andare così forte: viaggiamo, anzi viaggia (lui) intorno ai 38/40 km/h. Una goduria stargli dietro!
Si premura pure di segnalarmi gli ostacoli (ciclisti più lenti, joggers). Mi "porta" fino a Vilpiano, quindi a pochi kilometri da casa mia. Poi rallenta, mi fa segno di affiancarlo, e dice "bon, torno indietro. Ciao". Mi ha volutamente scortato per un bel pezzo, ad una velocità che da solo mai mi sognerei di tenere. L'ho ringraziato e quasi stavo per chiedergli quando avesse voglia di uscire un'altra volta:mrgreen:
 
Ultima modifica:

gherardo

Novellino
20 Febbraio 2017
6
0
Bici
corsa
gamba_tri
scopri l'acqua calda, basta pensare che con lo stesso sforzo di frequenza cardiaca tra un podista ed un ciclista il rapporto è di 1a 3 cioè 20 minuti di corsa di un podista equivalgono a 60 minuti di un ciclista.
 

cbr70

Apprendista Scalatore
6 Giugno 2018
2.338
2.029
genova
Bici
Specy
La e bike non è una bici...è un mezzo a 2 ruote spinto da altra energia che non è quella del ciclista.
quella si chiama moto, fino a prova contraria bisogna pedalare su una e-bike , quanto? da poco a come su una bici . poi la mia ha pure il PM integrato e se voglio andare con la spinta delle gambe a 250 watt , non esiste forumendolo che me lo impedisca.
 

parolin88

via col vento
20 Novembre 2019
416
278
32
San Martino di Lupari
Bici
Kuota
gamba_tri
scopri l'acqua calda, basta pensare che con lo stesso sforzo di frequenza cardiaca tra un podista ed un ciclista il rapporto è di 1a 3 cioè 20 minuti di corsa di un podista equivalgono a 60 minuti di un ciclista.
Quindi se faccio 1h a 150bpm medi in bici mi sono allenato meno rispetto a chi ha fatto 1h a 150bpm correndo a piedi?
 

Gamba_tri

Scalatore
29 Marzo 2005
7.132
1.096
43
Genova
Bici
Barco Spirit-Xcr - Cannondale Synapse carbon
Quindi se faccio 1h a 150bpm medi in bici mi sono allenato meno rispetto a chi ha fatto 1h a 150bpm correndo a piedi?
A parità di battiti ti sei allenato di più in bici perché la soglia è più bassa di almeno 10bpm. Ma un'ora di bici la fai la prima volta che inforchi una bici, per arrivare a correre, senza camminare, un'ora ci vogliono settimane.
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: ernia

ernia

Apprendista Cronoman
28 Settembre 2005
2.830
988
con 150 bpm medi più i watt del motore della e-bike, credo che di strada ne fai parecchia
i watt non si sommano, si sostituiscono, quelli che metti tu non li mette piú la batteria.
credo che marmar ironizzasse, 150 bpm sono 150 bpm.
all'inizio di questa discussione postai un file garmin sulla mia ebike di allora dove spingevo 184 watt medi misurati alla pedivella, compresi risc e defa, ma quello non era andare in bicicletta :mrgreen:
 

marmar

Apprendista Scalatore
31 Ottobre 2008
1.813
260
72
savona
Bici
Wilier 100 Hybrid
i watt non si sommano, si sostituiscono, quelli che metti tu non li mette piú la batteria.
credo che marmar ironizzasse, 150 bpm sono 150 bpm.
all'inizio di questa discussione postai un file garmin sulla mia ebike di allora dove spingevo 184 watt medi misurati alla pedivella, compresi risc e defa, ma quello non era andare in bicicletta :mrgreen:
Non ironizzavo. I watt si sostituiscono se li vuoi sostituire, si sommano se li vuoi sommare. La ebike è uno strumento come tutti gli altri. Dipende dall'uso che ne fai. Se la usi per fare sport, fai sport, se la usi per fare i kom sei un cretino.
 

EMAC

Passista
18 Gennaio 2010
4.505
1.628
50
Bassano del Grappa
Bici
Trek Emonda
Non ironizzavo. I watt si sostituiscono se li vuoi sostituire, si sommano se li vuoi sommare. La ebike è uno strumento come tutti gli altri. Dipende dall'uso che ne fai. Se la usi per fare sport, fai sport, se la usi per fare i kom sei un cretino.
Non per fare polemica ma se devo fare sport non vedo perché devo pedalare su un'e-bike e non suona normale bicicicletta.
 
  • Like
Reactions: durden74 and catman