TRIATHLON, alleniamoci insieme (parte 5)

NormaJean

Apprendista Scalatore
25 Gennaio 2013
1.918
168
Bici
n/a
conta molto metodo. allenamento. adattamento. recupero . E gara x finalizzare .
se hai tempo , voglia , e poca vita personale , puoi raggiungere onesti risultati da amatore .
Il problema più grosso è il recupero ovviamente.
Metodo c'è (non ci penso io quindi siamo sicuri)
Voglia c'è
Adattamento...non lo so
Tempo NO (perdo 2h30 al giorno in viaggio per andare e tornare al lavoro)
Recupero NO (è figlio del tempo, quando puoi allenarti o dalle 20 in avanti o alle 6 per forza di cose il tempo si assottiglia)
Vita personale DEVE ESSERCI (non sono professionista quindi non mi va di riunciare a nulla per il benessere psicofisico, al massimo qualche uscita nell'ultimo mese prima dell'IM, ma ho visto negli anni davvero tante persone "andare di testa" con il triathlon e mettere in crisi i propri rapporti personali per non arrivare nemmeno nei primi 100 di categoria)
Gare dovrei farne di più
 

 

NormaJean

Apprendista Scalatore
25 Gennaio 2013
1.918
168
Bici
n/a
a parte la corsa che ultimamente mi è sempre uscita male non ho avuto segnali "tangibili" di stanchezza o mancanza di riposo.
e se nella prima parte di stagione (fino ad giugno) posso dire di non aver mai mollato un secondo , negli ultimi mesi sono stato molto piu "controllato" ma la situazione è andata peggiorando.....
forse l'unico vero riposo che mi manca è quello notturno (gli allenamenti mi impongono la sveglia alle 4.30)
4:30 è da farti i complimenti, tutti i giorni? E' l'unico slot che hai di allenamento?
Nel mio caso se mi sveglio alle 6 per correre evito lavori specifici, non ce la farei
 

N3bbia

Maglia Amarillo
27 Agosto 2012
8.339
1.607
Parma
Bici
Cannondale slice 2011
a parte la corsa che ultimamente mi è sempre uscita male non ho avuto segnali "tangibili" di stanchezza o mancanza di riposo.
e se nella prima parte di stagione (fino ad giugno) posso dire di non aver mai mollato un secondo , negli ultimi mesi sono stato molto piu "controllato" ma la situazione è andata peggiorando.....
forse l'unico vero riposo che mi manca è quello notturno (gli allenamenti mi impongono la sveglia alle 4.30)
Opinione da uno che si allena presto (non quanto te)..non è tanto la sveglia ma le ore e la qualità del sonno. IO per svegliarmi alle 4.30 in maniera continuativa dovrei andare a letto alle 9 massimo 9.30 e non riesco più a farlo se non raramente. Poi capita di far la sessione con un debito di sonno ma devono esser casi isolati se no la paghi.

con una sveglia mediamente alle 5.30 son riuscito a far settimane con un buon numero di ore di allenamento nei periodi clou l unica imposizione alla famiglia è il lungo bici della domenica ma per il resto son fiero di dire che durante la settimana per i bimbi ci sono.

Se poi c'è l occasione qualche volta togliere la sveglia e far allenamento alle 19 circa è una concessione che mi faccio.
 

daniele ultra

Apprendista Velocista
6 Gennaio 2009
1.687
332
a parte la corsa che ultimamente mi è sempre uscita male non ho avuto segnali "tangibili" di stanchezza o mancanza di riposo.
e se nella prima parte di stagione (fino ad giugno) posso dire di non aver mai mollato un secondo , negli ultimi mesi sono stato molto piu "controllato" ma la situazione è andata peggiorando.....
forse l'unico vero riposo che mi manca è quello notturno (gli allenamenti mi impongono la sveglia alle 4.30)
ora molla e stacca.
 

lmattana

Gregario
17 Febbraio 2007
546
70
4:30 è da farti i complimenti, tutti i giorni? E' l'unico slot che hai di allenamento?
Nel mio caso se mi sveglio alle 6 per correre evito lavori specifici, non ce la farei
e si, tranne sabato e domenica dove mi concedo una oretta in piu......
è l'unico orario in cui riesco a mettere insieme fino alle 2 ore di allenamento. poi pausa pranzo nuoto (quotidianamente)....
come dice fabio vuol dire andare anche a letto mediamente presto..... molto difficile con 2 bimbi per casa :)
 

NormaJean

Apprendista Scalatore
25 Gennaio 2013
1.918
168
Bici
n/a
e si, tranne sabato e domenica dove mi concedo una oretta in piu......
è l'unico orario in cui riesco a mettere insieme fino alle 2 ore di allenamento. poi pausa pranzo nuoto (quotidianamente)....
come dice fabio vuol dire andare anche a letto mediamente presto..... molto difficile con 2 bimbi per casa :)
beh complimenti, io non ci riuscirei mai.
curiosità, non riusciresti ad alternare in pausa pranzo nuoto e corsa?
 

gipsy

Passista
6 Agosto 2004
4.006
488
e si, tranne sabato e domenica dove mi concedo una oretta in piu......
è l'unico orario in cui riesco a mettere insieme fino alle 2 ore di allenamento. poi pausa pranzo nuoto (quotidianamente)....
come dice fabio vuol dire andare anche a letto mediamente presto..... molto difficile con 2 bimbi per casa :)
mah, con queste premesse, sveglia alle 4.30 e 20 ore di allenamento alla settimana, è pressoché sicuro che sei in overtraining. riposati e vedrai che torni come nuovo
 

lmattana

Gregario
17 Febbraio 2007
546
70
mah, con queste premesse, sveglia alle 4.30 e 20 ore di allenamento alla settimana, è pressoché sicuro che sei in overtraining. riposati e vedrai che torni come nuovo
no, mi sono spiegato male.
riesco a fare le 2 ore. solo alcune volte mi alleno le 2 ore.... la maggior parte dei giorni tra l'ora e l'ora e trenta...
settimanalmente cmq sono tra le 13 e le 18 ore settimanali
 

N3bbia

Maglia Amarillo
27 Agosto 2012
8.339
1.607
Parma
Bici
Cannondale slice 2011
svegliarsi alle 4.30 di per se non vuol dire nulla. son le ore di sonno che contano. se a mezzanotte sei su netflix e ti svegli alle 4.30 duri poco, se ti abitui è una sveglia come un altra.

IO ormai ho standardizzato la risposta quando si parla di sveglie...la parte difficile per me è andar a letto presto perchè la tentazione di farsi u po i cavoli propri nell unico momento della giornata in cui si potrebbe è alta.
 

Darius

Velocista
18 Ottobre 2005
5.412
559
Bici
Colnago V1-r
a parte la corsa che ultimamente mi è sempre uscita male non ho avuto segnali "tangibili" di stanchezza o mancanza di riposo.
e se nella prima parte di stagione (fino ad giugno) posso dire di non aver mai mollato un secondo , negli ultimi mesi sono stato molto piu "controllato" ma la situazione è andata peggiorando.....
forse l'unico vero riposo che mi manca è quello notturno (gli allenamenti mi impongono la sveglia alle 4.30)
Il recupero, questo sconosciuto...

Purtroppo la stanchezza non si manifesta solo con sintomi tangibili, questo è il nostro vero problema, è un complesso di fattori che ti hanno elencato anche gli altri, poi noi amatori per le caratteristiche dei nostri ritmi sportivi (orari, calendarizzazione, intensità etc.) siamo abituati ad essere sempre stanchi, nel senso che sviluppiamo una capacità di sopportare fisiologicamente livelli di stanchezza e stress psico-fisico molto più alti di un sedentario, noi crediamo di non essere stanchi e invece lo siamo.

Questo significa che spesso ci alleniamo sulla stanchezza della sessione precedente mentre dovremmo fare sessioni di scarico ben programmate, insomma mentre il fisico chiederebbe di riposare la nostra mente ci spinge a scendere in strada o in vasca, inibiamo la supercompensazione e i risultati non sono proporzionali agli sforzi.

Sai bene che i pro del ciclismo dopo una tappa fanno un'ora di rulli per scaricare, ci sarà pure una ragione no? Poi massaggi, alimentazione ad hoc, integrazione etc., questa è la loro giornata, bella differenza con me che quando torno dalle uscite della domenica mattina, con 100Km nelle gambe, devo aiutare nelle faccende di casa o uscire per la spesa mentre agognerei a mettermi gambe all'aria sul divano fino a sera, e i miei ragazzi sono grandi, ma so bene cosa significa averli piccoli come nel vostro caso.

L'organismo umano ha bisogno in media di 6-8 ore di sonno per recuperare, ma ben fatto però, con orari che non alterino i ritmi circadiani, quando si ha sonno si dovrebbe andare a letto e basta, la variabilità degli orari influisce negativamente sulla qualità del sonno, e anche l'alimentazione fa il suo...

...quasi impossibile da attuare per un amatore... lavoratore... compagno... marito... padre... etc. etc..
 
  • Like
Reactions: daniele ultra

lmattana

Gregario
17 Febbraio 2007
546
70
Il recupero, questo sconosciuto...

Purtroppo la stanchezza non si manifesta solo con sintomi tangibili, questo è il nostro vero problema, è un complesso di fattori che ti hanno elencato anche gli altri, poi noi amatori per le caratteristiche dei nostri ritmi sportivi (orari, calendarizzazione, intensità etc.) siamo abituati ad essere sempre stanchi, nel senso che sviluppiamo una capacità di sopportare fisiologicamente livelli di stanchezza e stress psico-fisico molto più alti di un sedentario, noi crediamo di non essere stanchi e invece lo siamo.

Questo significa che spesso ci alleniamo sulla stanchezza della sessione precedente mentre dovremmo fare sessioni di scarico ben programmate, insomma mentre il fisico chiederebbe di riposare la nostra mente ci spinge a scendere in strada o in vasca.

Sai bene che i pro del ciclismo dopo una tappa fanno un'ora di rulli per scaricare, ci sarà pure una ragione no? Poi massaggi, alimentazione ad hoc, integrazione etc., questa è la loro giornata, bella differenza con me che quando torno dalle uscite della domenica mattina, con 100Km nelle gambe, devo aiutare nelle faccende di casa o uscire per la spesa mentre agognerei a mettermi gambe all'aria sul divano fino a sera, e i miei ragazzi sono grandi, ma so bene cosa significa averli piccoli come nel vostro caso.

L'organismo umano ha bisogno in media di 6-8 ore di sonno per recuperare, ma ben fatto però, con orari che non alterino i ritmi circadiani, quando si ha sonno si dovrebbe andare a letto e basta, la variabilità degli orari influisce negativamente sulla qualità del sonno, e anche l'alimentazione fa il suo...

...quasi impossibile da attuare per un amatore... lavoratore... compagno... marito... padre... etc. etc..
pienamente d'accordo.
il recupero per un atleta amatore è quasi impossibile, però mi sarei aspettato un decadimento in tutte le 3 discipline e magari anche sensazioni "non piacevoli" nel quotidiano, ma cosi non è stato. magari la sto pagando principalmente nella corsa mentre nella bici riesco a mascherarla meglio. ora sto facendo 2 settimane di " alleniamoci senza tabelle a ritmi blandissimi e non guardando l'orologio" alla caccia del recupero mentale e fisico....speriamo
 

LucLov

Pignone
21 Giugno 2019
291
81
Fregona
Bici
BDC Wilier Cento1 NDR disk MTB Cannondale Trail - BDC2 old Columbus ALU
Eh, consola capire che i problemi sono comuni, tutto basato sul tempo che per far tutto bene non c’è mai. Quindi è un continuo equilibrio (ma direi purtroppo disequilibrio) tra allenamento lavoro vita privata e riposo. Questo non aiuta ma appunto almeno consola un po’ sapere che siamo tutti nella stessa barca
 
  • Like
Reactions: lmattana

gipsy

Passista
6 Agosto 2004
4.006
488
svegliarsi alle 4.30 di per se non vuol dire nulla. son le ore di sonno che contano. se a mezzanotte sei su netflix e ti svegli alle 4.30 duri poco, se ti abitui è una sveglia come un altra.

IO ormai ho standardizzato la risposta quando si parla di sveglie...la parte difficile per me è andar a letto presto perchè la tentazione di farsi u po i cavoli propri nell unico momento della giornata in cui si potrebbe è alta.
avresti ragione se non fosse che, se poi devi lavorare fino alle 17.30-18, lo fai col cervello su "on" da 13-14 ore, e pure quello assorbe energie, che in quanto tali necessitano di recupero.
 

N3bbia

Maglia Amarillo
27 Agosto 2012
8.339
1.607
Parma
Bici
Cannondale slice 2011
avresti ragione se non fosse che, se poi devi lavorare fino alle 17.30-18, lo fai col cervello su "on" da 13-14 ore, e pure quello assorbe energie, che in quanto tali necessitano di recupero.
si però è la stessa cosa se ti alzi alle 6.30 (per me è ormai l orario automatico) e stai al lavoro fino alle 19 ( non sono orari a caso...erano i miei 15 anni fa)

Non voglio portar il discorso sul caso personale, sono 'fortunato' ad aver da anni un impiego che mi libera ben prima delle 17.30 ..

@lmattana non fa testo perchè ha un lavoro in cui il cervello lo disattiva alle 13 se va bene...
 

lmattana

Gregario
17 Febbraio 2007
546
70
si però è la stessa cosa se ti alzi alle 6.30 (per me è ormai l orario automatico) e stai al lavoro fino alle 19 ( non sono orari a caso...erano i miei 15 anni fa)

Non voglio portar il discorso sul caso personale, sono 'fortunato' ad aver da anni un impiego che mi libera ben prima delle 17.30 ..

@lmattana non fa testo perchè ha un lavoro in cui il cervello lo disattiva alle 13 se va bene...
io il cervello lo metto su off appena entro in ufficio....dovrei essere riposatissimo mentalmente;pirlùn^
 
  • Haha
Reactions: stevecemento

Darius

Velocista
18 Ottobre 2005
5.412
559
Bici
Colnago V1-r
E pensate a chi va in trasferta, come me che, in modo non prevedibile, e magari nel bel mezzo della preparazione mi cucco una due settimane di sosta, e purtroppo non sempre si va in posti dove è possibile allenarsi.
 
  • Sad
Reactions: gipsy