TRIATHLON, alleniamoci insieme (parte 5)

  • Dopo anni di onorato servizio, è venuto il momento di mettere in naftalina il vecchio mercatino e di dare il benvenuto al nuovo mercatino

    È organizzato per categorie/marchi e prodotti, per rendere più facile trovare i prodotti che si cercano, e soprattutto è completamente integrato al forum, il che vuol dire che trovate tutte le notifiche inerenti al mercatino nel vostro pannello. Per ricevere le notifiche, controllate le impostazioni cliccando qui

    Come al solito, è gratuito per i privati e a pagamento per i negozi, con una vetrina che si vedrà anche qui nel forum, nel caso decideste di dare più visibilità alla vostra inserzione.

    Fondamentale è la ricerca per filtri, molto dettagliati e organizzati anche per città (finalmente, direte). Usateli!

    Il vecchio mercatino si trova nel menu a tendina "mercatino", in fondo, e sarà attivo ancora per 30 gg. Già da adesso non è possibile inserire nuovi prodotti, ma i vecchi rimangono visibili e possono essere rinnovati. Inserite nel nuovo i prodotti che avete nel vecchio, non vengono contati come doppi, ovviamente. Bisogna farlo manualmente.

    Tutti i feedback sono stati importati nel nuovo sistema, li trovate nel vostro profilo o direttamente di fianco alle inserzioni. Se lasciate dei fedback nel vecchio mercatino, non verranno più riportati nel nuovo.

    Provatelo bene prima di fare domande qui. È identico a quello mtb, chi lo usa di là sarà già a sui agio.

 

lmattana

Gregario
17 Febbraio 2007
507
62
Buongiorno ragazzi,
sabato andrò per 10 gg al mare (costa adriatico)
consiglio per nuoto: al mattino presto sarà da utilizzare la muta?
 

NormaJean

Apprendista Scalatore
25 Gennaio 2013
1.877
160
Bici
n/a
Finita ultima seduta di onde d'urto e mesoterapia. Ho avuto incoltre occasione di fare vedere la risonanza anche a questo dottore (medico fisiatra specializzato in medicina dello sport e riabilitativa, ex medico del milan) che mi conferma che i menischi e le cartilagini non sono da toccare. Tra una settimana posso tornare a correre con l'indicazione di evitare ovviamente percorsi che caricano come la discesa, e in particolare mi dice che per i primi tempi dovrò correre con un minimo di dolore/fastidio, l'importante è che rimanga costante e non cresca durante l'attività, se no bisogna mollare tutto e avvertirlo. In più mi dice di lasciare almeno 1/2 tra una seduta e l'altra. La mia intenzione è quindi di fare all'inizio corsa,nuoto,bici,nuoto,corsa e cosi via.
speriamo!!!

Parlando di allenamenti mi sto fermando attualmente a circa 2h di bici e poi ci aggiungo il nuoto. Non potendo fare salita più di 2h di pianura mi annoiano.
 

palix

Apprendista Scalatore
14 Settembre 2007
2.036
147
conca fallata milano
Bici
Cannondale Supersix Evo HM, BMC Timemachine Road 01, Cervelo S3, Trek Speed Concept TT
canyon per ora, BMC in caso voglia usar un brand del mio meccanico (ce non mi vede da agosto) ..più che altro attendo la presentazione dei modelli nuovi per vedere ...non c'è fretta.
Che tu sappia dovrebbe uscire il nuovo modello della Speedmax? Con freni a disco immagino...
 

Darius

Velocista
18 Ottobre 2005
5.326
537
Bici
Colnago V1-r
20" di differenza sono un'enormità, probabilmente anche le condizioni di corrente erano differenti. a proposito di acque libere, visto che ormai tutta la mia attività natatoria è open water, ho iniziato ad utilizzare gli shorts in neoprene, così quando sono più affaticato, posso "trascinare" le gambe, senza creare troppo drag. secondo me sono un accessorio molto utile
Si sono un'enormità, ma ci stanno, non è questione di correnti, semplicemente sabato sono andato proprio piano e con diverse correzioni di rotta dovute al fondale, poi era il primo 1500 in mare da quando ho ripreso a nuotare e volevo andare lungo e rilassato, domenica invece mare forza olio, mi sentivo bene e ho spinto meglio, mi sono allontanato più dalla riva e ho anche seguito una rotta più pulita, tutto qui.

Buona idea il jammer in neoprene, è un utile ausilio a patto di non abusarne, quasi quasi lo prendo anche io... o-o
 

Fitzcarraldo

Apprendista Scalatore
13 Novembre 2008
1.834
682
Bici
klein, lynskey, sunn
Zona riccione ci sono meduse? 24 gradi cmq è il limite per un freddoloso come me...
tra una settimana sarà ancora più calda, sta salendo velocemente la temperatura.
zona riccione non so se ci siano meduse, io sono a cervia.
la mattina presto comunque se vuoi mettere la muta riesci a nuotarci, se aspetti che si alzi il sole ci cuoci dentro anche in acqua.
 

Darius

Velocista
18 Ottobre 2005
5.326
537
Bici
Colnago V1-r
Buongiorno ragazzi,
sabato andrò per 10 gg al mare (costa adriatico)
consiglio per nuoto: al mattino presto sarà da utilizzare la muta?
Dipende dalle condizioni, dove nuoto io ci sono molti tagli termici con sbalzi caldo freddo importanti, per questo anche ad agosto nuoto sempre col mutino misto neoprene lycra smanicato (sailfish pacific), sull'adriatico non ci dovrebbero essere questi problemi, magari potresti considerare una muta da snorkeling tropicale, ma ne ho provata una della Mares e non ne sono rimasto soddisfatto, tuttavia è l'unico rimedio contro le meduse.
 

lmattana

Gregario
17 Febbraio 2007
507
62
la muta la porto lo stesso nel caso decidessi di arrivare fino in croazia....
grazie per i consigli, slip e boa e via...
 

Darius

Velocista
18 Ottobre 2005
5.326
537
Bici
Colnago V1-r
Zona riccione ci sono meduse? 24 gradi cmq è il limite per un freddoloso come me...
Se la tua soglia di freddo è sui 24°C e vuoi nuotare a lungo forse una protezione ci vuole, magari una cosa leggera tipo le maglie rash guard in lycra, facendo attenzione però a prendere la misura adatta, devono vestire a pelle altrimenti in acqua si arricciano, attenzione alle cuciture che devono essere piatte, efficaci anche contro le meduse.

La maglia serve anche come filtro UV, se sei di pelle chiara o non sei già abbronzato, alla prima nuotata lunga ti si cuoce la schiena, e il problema è che in acqua non senti niente, ma dopo..., se non indossi la maglia una crema solare con fattore UV almeno 30 e resistente all'acqua è altamente consigliabile.
 

lmattana

Gregario
17 Febbraio 2007
507
62
Se la tua soglia di freddo è sui 24°C e vuoi nuotare a lungo forse una protezione ci vuole, magari una cosa leggera tipo le maglie rash guard in lycra, facendo attenzione però a prendere la misura adatta, devono vestire a pelle altrimenti in acqua si arricciano, attenzione alle cuciture che devono essere piatte, efficaci anche contro le meduse.

La maglia serve anche come filtro UV, se sei di pelle chiara o non sei già abbronzato, alla prima nuotata lunga ti si cuoce la schiena, e il problema è che in acqua non senti niente, ma dopo..., se non indossi la maglia una crema solare con fattore UV almeno 30 e resistente all'acqua è altamente consigliabile.
Darius sei sempre molto esaustivo!!! godo sempre a leggerti!! ora vado a googolare per capire cosa sono le "rash guard"..... in effetti un minimo di protezione anti meduse non la escluderei.....
 

gipsy

Passista
6 Agosto 2004
3.929
455
Se la tua soglia di freddo è sui 24°C e vuoi nuotare a lungo forse una protezione ci vuole, magari una cosa leggera tipo le maglie rash guard in lycra, facendo attenzione però a prendere la misura adatta, devono vestire a pelle altrimenti in acqua si arricciano, attenzione alle cuciture che devono essere piatte, efficaci anche contro le meduse.

La maglia serve anche come filtro UV, se sei di pelle chiara o non sei già abbronzato, alla prima nuotata lunga ti si cuoce la schiena, e il problema è che in acqua non senti niente, ma dopo..., se non indossi la maglia una crema solare con fattore UV almeno 30 e resistente all'acqua è altamente consigliabile.
ha scritto che andrà la mattina presto, pertanto è difficile ustionarsi la schiena
 
  • Like
Reactions: daniele ultra

Darius

Velocista
18 Ottobre 2005
5.326
537
Bici
Colnago V1-r
Darius sei sempre molto esaustivo!!! godo sempre a leggerti!! ora vado a googolare per capire cosa sono le "rash guard"..... in effetti un minimo di protezione anti meduse non la escluderei.....
Mi piace riportare le mie esperienze personali, condivisibili o meno penso siano utili per la comunità, le rash guard sono quelle maglie sottili in lycra che si usano al mare per proteggersi dagli UV e dalle meduse, si possono usare anche con acque caldissime, tipo quelle dei tropici.

ha scritto che andrà la mattina presto, pertanto è difficile ustionarsi la schiena
Si certo, se va presto e fa nuotate brevi il problema si ridimensiona, oltre mi proteggerei almeno con una crema solare, gli UV fanno più male delle scottature, noi sportivi outdoor solitamente arriviamo all'estate già scuri, ma dipende dal fototipo che non è uguale per tutti.
 

Fitzcarraldo

Apprendista Scalatore
13 Novembre 2008
1.834
682
Bici
klein, lynskey, sunn
io con una lycra non ci nuoto più... qualche giorno fa ho avuto la bella idea di farlo, non per il freddo nè per il sole nè per le meduse, ma volevo entrare in un posto, uscire in un altro ed avere una maglia per girare in paese (senza portare la boa)... beh in acqua era pieno di quelle che chiamiamo pulci di mare, ora sono pieno di bolle tipo morbillo. sulla pelle nuda scivolano via senza attaccarsi ma sotto la maglia ed il pantaloncino/costume un disastro.
 

Darius

Velocista
18 Ottobre 2005
5.326
537
Bici
Colnago V1-r
io con una lycra non ci nuoto più... qualche giorno fa ho avuto la bella idea di farlo, non per il freddo nè per il sole nè per le meduse, ma volevo entrare in un posto, uscire in un altro ed avere una maglia per girare in paese (senza portare la boa)... beh in acqua era pieno di quelle che chiamiamo pulci di mare, ora sono pieno di bolle tipo morbillo. sulla pelle nuda scivolano via senza attaccarsi ma sotto la maglia ed il pantaloncino/costume un disastro.
Cioè le pulci sono entrate nella maglia? :shock: Quelle che conosco vivono solo sul fondo, o forse erano altre bestiacce? Sei sicuro che siano state loro e non una reazione della pelle allo sfregamento?

Comunque la mia esperienza con la lycra è che deve vestire a pelle, tipo body da triathlon o roba compressiva, altrimenti in acqua si gonfia, fa le grinze e... effettivamente qualcosa dentro ci può entrare.
 

NormaJean

Apprendista Scalatore
25 Gennaio 2013
1.877
160
Bici
n/a
Domanda tecnica sul nuoto, quando durante la bracciata si sente caricare molto sulla spalla il gesto è corretto o sbagliato? Nel secondo caso cosa si deve modificare?
 

Fitzcarraldo

Apprendista Scalatore
13 Novembre 2008
1.834
682
Bici
klein, lynskey, sunn
Cioè le pulci sono entrate nella maglia? :shock: Quelle che conosco vivono solo sul fondo, o forse erano altre bestiacce? Sei sicuro che siano state loro e non una reazione della pelle allo sfregamento?

Comunque la mia esperienza con la lycra è che deve vestire a pelle, tipo body da triathlon o roba compressiva, altrimenti in acqua si gonfia, fa le grinze e... effettivamente qualcosa dentro ci può entrare.
no, ho visto su wikipedia cosa sono le pulci di mare e non sono quelle che intendo... qua le chiamiamo così ma sono ben più piccole e stanno in sospensione in acqua, nell'acqua non si vedono fuori sì ma sono proprio piccole. sulla pelle scivolano via ma riescono a fermarsi se c'è un tessuto sopra, anche solo il costume. si fermano anche tra le dita della mano.