Visita a Bianchi

 

lupo solitario

Ammiraglia
3 Febbraio 2008
20.283
364
Bici
Quelle che testo.
i luoghi comuni lasciano il tempo che trovano. Basta pensare che il più grande produttore di telai in carbonio ha sede a Taiwan. Il 90% della produzione mondiale viene dall'oriente. Del resto tutto il carbonio viene dall'oriente ( toray, mitsubushi, ecc.) o comunque la maggiore produzione. Inoltre hanno soldi per avere le migliori fabbriche con macchinari all'avanguardia ed ingegneri eccelsi. Quello che conta è avere un prodotto performante e di qualità e non pagarlo cifre assurde.
 

pas77

Novellino
15 Marzo 2011
8
0
Bici
frw
ciao Ser Pecora come hai fatto per visitare lo stabilimento BIANCHI?Lo possono fare tutti?
 

Paolopt

Novellino
17 Gennaio 2013
3
0
Monsummano Terme
Bici
Bianchi Centostrade, Bianchi Impulso
Ciao, io da affezionato bianchista, ho chiesto tramite mail, se era possibile fare una visita presso lo stabilimento di Treviglio, ma purtroppo non lo è . Visti i vari reportage eseguiti durante le visite, pensavo lo fosse; peccato.
 

alex2

Novellino
23 Luglio 2013
43
1
Bici
De Rosa Protos
125 anni fa inizio' tutto da qui



In via Nirone 7, a Milano. In questo stabile in ristrutturazione nel centro "chic" di Milano, che da molti anni è stato adibito a scuola tecnica statale e fa parte del complesso del museo archeologico del capoluogo lombardo.

Fu questo signore che inizio' in un piccolo negozietto a questo indirizzo:



Edoardo Bianchi. L'uomo che fondo' quella che in breve tempo diventerà una delle prime industrie di produzione di biciclette in Italia, e poi di motociclette, automobili (Autobianchi) e mezzi militari, blindati compresi.

Già da prima della 2^guerra le biciclette Bianchi erano costruite in vari stabilimenti sparsi per Milano, alcuni dei quali in quello che ora è il centro storico regno della moda.
Sono passati moltissimi anni, molte vicissitudini, cambi di proprietà e da molti anni lo stabilimento principale è stato spostato in provincia di Bergamo, a Treviglio



Oggi è questo lo stabilimento "storico" della Bianchi.
-La più anziana ditta costruttrice di biciclette in attività-
In questo stabilimento, di dimensioni veramente enormi, nell'epoca "d'oro" si costruivano e uscivano circa 2000 biciclette al giorno (!).
Biciclette di tutti i tipi. Perchè la vocazione della Bianchi è sempre stata quella di fare biciclette di tutti i tipi e per tutte le utenze: da quelle da bambino fino alle specialissime per i Tour de France
E cosi' è ancora oggi.



Oggi la Bianchi fa parte di un gruppo industriale enorme, uno dei più grandi nel settore ciclo, il quale comprende molti marchi diversi, tra cui una "nemica" storica, la Legnano di Bartali: [url]http://www.cycleurope.com/index.html[/URL]
La proprietà del gruppo è svedese. Come una delle guide della mia visita, il gentile (e fortissimo pedalatore) Lars.
Le biciclette Bianchi (e quelle degli altri marchi del gruppo) vengono oggi fabbricate fisicamente in 3 stabilimenti: 2 di proprietà del gruppo ed uno di un fornitore. La bassa e media gamma viene prodotta in Francia, mentre l'alta gamma in carbonio a Taiwan (questo dovrebbe far riflettere chi crede ancora che si delocalizzi certa produzione in oriente solo per contenere i costi...).
E nello stabilimento di Treviglio?
Oltre che gli stock di bici da distribuire ai negozianti, vi è la sede del famoso Reparto Corse.
Ovvero qui vengono costruiti e verniciati i telai su-misura in acciaio, alluminio e titanio (eggià ;-))











e vengono assemblate le bici di alta gamma.





Vengono anche forniti servizi "particolari" come il restauro e la riverniciatura delle vecchie glorie celesti.
Sono molti infatti i clienti che mandano qui le vecchie biciclette (o quelle nuove un po' graffiate) a cui sono affezionati per dargli una rinfrescata, farle riverniciare nel celebre celeste o trovare le decals adatte.



In particolare il montaggio dell'alto di gamma viene curato attentamente con l'utilizzo di componentistica dedicata "aftermarket" per dare da subito alle bici quel tocco di "tuning" molto apprezzato dagli appassionati; come guaine e copricomandi in tinta o la viteria in titanio anodizzato



Altro settore che si trova nello stabilimento di Treviglio è il cosidetto "laboratorio tecnologico", ovvero una sala in cui si trovano le macchine per i test d'impatto e di fatica per le omologazioni, ed i test a campione della produzione o per lo sviluppo dei nuovi prodotti





In questo laboratorio si trovano pero' anche una macchina dedicata ai test sulle ruote ed un vecchio mobile in cui vengono conservati gli attrezzi per gli standard presenti e passati





A qualche metro di distanza si trova il laboratorio di biomeccanica, necessario per fornire il "su-misura". Regno del signor Giacomo: 52 anni di esperienza nel settore. L'uomo che ha messo in sella tutti i campioni e non che hanno cavalcato Bianchi in questo lasso di tempo; da Bugno a Pantani passando per Ullrich. Una persona che potrebbe riempire un volume di aneddoti sul tema :-)



Scendendo al grande piano seminterrato si entra invece nel reparto ricerca e sviluppo.
Qui vengono concepiti e sviluppati tutti i prodotti del marchio.
Grandi lavagne sulle mura a scandire il piano dei lavori, le idee da sviluppare; componentistica di tutti i tipi sulle mensole per valutare compatibilità, accostamenti cromatici, etc.. e grandi monitor sui cui girano i programmi CAD su cui lavorano gli ingegneri per sviluppare i telai e le bici nel complesso.

Particolarmente interessante per capire in cosa consista la "ricerca e sviluppo" è una speciale "stampante 3D" collegata ai pc



Questa macchina assomigliante ad un distributore di caffè, in realtà consente di realizzare fisicamente i pezzi progettati al computer.

Nei due slot in basso vengono inserite delle tavolette di plastica, su cui viene fatto colare un filo di resina fusa (quello blu in alto sul tavolo che potete vedere in foto) millimetro per millimetro fino a comporre il pezzo finito



In questo modo i progettisti in breve tempo possono avere in mano i pezzi singoli che compongono il telaio o il telaio intero e provare su di esso, realmente, i componenti che vi saranno montati.
Questa resina non è abbastanza solida per permettere di creare un telaio che possa sopportare il peso di un ciclista o un uso "pedalato", ma è abbastanza robusta da permettere il montaggio dei componenti reali. In questo modo si possono verificare passaggi cavi, adattatori, compatibilità dimensionali dei componenti o la loro ergonomia



Molta strada è stata evidentemente fatta in 125 anni partendo da quel piccolo negozietto in via Nirone 7.
E probabilmente ancora di più ne è stata fatta in sella alle bici uscite in 125 anni dai vari stabilimenti Bianchi.
Una lunga corsa che continua :-)
bello ed interessante.
 

gerry68

Novellino
25 Giugno 2014
4
0
Bici
nessuna
salve ragazzi chi puo darmi un consiglio su quanto potrebbe valere una bianchi via nirone 7 cz del 2010 telaio carbonio alluminio cambio campagnolo veloce manubrio itm sella san marco pedali look cerchi fulcru 3 racing guarnitura 53/39???? grazie.
 

Gimondi92

Novellino
8 Gennaio 2015
90
2
Bici
Bianchi 1885
Sulla mia 1885 alu/carbon c é scritto handmade in Italy..
Non vuol dire che é stata fatta a mano in Italia??
 

AndreaFaz

Gregario
18 Dicembre 2014
543
5
Roma
Bici
Merida Scultura 904
Non e' stata fatta in Italia, ma bensi sono esportate da altri paesi, dal 2003 la bianchi e, stata rilevata dalla cicleurope.
 

poldocoop

Cronoman
20 Febbraio 2013
715
53
Bologna
Bici
Solo con la "B"
Allora perchè mettono l adesivo Handmade in Italy??
Se lo mettono sono autorizzati dalla legge, da quello che so per usare Hand made o made in italy devi avere almeno metà della lavorazione in italia.

Sempre da quello che avevo letto in giro, le Bianchi "Hand made in italy" hanno telai provenienti dall'estero ma sono totalmente assemblate a Treviglio

Spero di non aver preso dei granchi... Nel caso illuminatemi! o-o
 

gerardocodardo

Pignone
16 Settembre 2013
124
19
Valdagno(VI)
Bici
Bmc Teammachine Slr01. Colnago V1-R
Se lo mettono sono autorizzati dalla legge, da quello che so per usare Hand made o made in italy devi avere almeno metà della lavorazione in italia.

Sempre da quello che avevo letto in giro, le Bianchi "Hand made in italy" hanno telai provenienti dall'estero ma sono totalmente assemblate a Treviglio

Spero di non aver preso dei granchi... Nel caso illuminatemi! o-o
Giusto, i telai arrivano da Taiwan, i componenti da altri posti (Cina, Romania, Giappone,...) ma l'assemblaggio è fatto a Treviglio.
 

Baracus

Apprendista Velocista
13 Novembre 2004
1.616
84
Mi (Cinisello Beach)
Bici
Time
Se lo mettono sono autorizzati dalla legge, da quello che so per usare Hand made o made in italy devi avere almeno metà della lavorazione in italia.

Sempre da quello che avevo letto in giro, le Bianchi "Hand made in italy" hanno telai provenienti dall'estero ma sono totalmente assemblate a Treviglio

Spero di non aver preso dei granchi... Nel caso illuminatemi! o-o
In realta' non e' sulla lavorazione ma sul del costo della lavorazione. Questo vuol dire che in realta' la percentuale di "aggiunto" in Italia e' minore, visto il costo di manodopera maggiore.

E forse le ultime hanno solo un "Italian Design". L' "handmade in Italy" e' sparito...
 

Gimondi92

Novellino
8 Gennaio 2015
90
2
Bici
Bianchi 1885
In realta' non e' sulla lavorazione ma sul del costo della lavorazione. Questo vuol dire che in realta' la percentuale di "aggiunto" in Italia e' minore, visto il costo di manodopera maggiore.

E forse le ultime hanno solo un "Italian Design". L' "handmade in Italy" e' sparito...
Quindi il mio telaio è stato fatto materialmente fuori dall Italia??
E io che credevo di avere un telaio fatto interamente in Italia :(..
Praticamente quali modelli sono fatti completamente in Italia??
 

Baracus

Apprendista Velocista
13 Novembre 2004
1.616
84
Mi (Cinisello Beach)
Bici
Time
Scusa mi sono espresso male.. :)
intendevo dei principali marchi Italiani quali modelli sono fatti interamente in Italia... :)
Direi che monoscocca... Cipollini, tutte. Ed e' la prima casa che mi viene in mente.

Poi di altre case solo quelle realizzate tramite fasciatura. Ci son varie case che offrono il su misura, ed in quei casi sono fatte in italia. Scapin, Bottecchia, Carrera. Sicuro ne dimentico tante...

Altre famose come De Rosa, Wilier, Pinarello etcc.. in alcuni casi verniciano in Italia. O realizzano quelle in alluminio o acciaio in Italia.
 

Gimondi92

Novellino
8 Gennaio 2015
90
2
Bici
Bianchi 1885
Direi che monoscocca... Cipollini, tutte. Ed e' la prima casa che mi viene in mente.

Poi di altre case solo quelle realizzate tramite fasciatura. Ci son varie case che offrono il su misura, ed in quei casi sono fatte in italia. Scapin, Bottecchia, Carrera. Sicuro ne dimentico tante...

Altre famose come De Rosa, Wilier, Pinarello etcc.. in alcuni casi verniciano in Italia. O realizzano quelle in alluminio o acciaio in Italia.
Io pensavo che almeno i top di gamma li facevano in Italia e i medio-basso di gamma in medio oriente...
Quindi addirittura una Dogma F8 oppure una Oltre XR2 sono fatti all estero???