15a tappa 2020 Rivolto - Piancavallo

SoftMachine

Maglia Gialla
10 Ottobre 2010
10.733
3.936
Bici
Agente Bike
Ha detto che pensano sempre a lui, che ogni vittoria e ogni sforzo lo dedicano a lui, che gli ha insegnato tantissimo (a Geoghegan e ai giovani) che gli manca e parole del genere. Ora non ricordo le esatte parole ma il senso era questo. Ma anche Froome che non è un ragazzino, aveva usato termini similari quando si espresse su di lui.
SI, belle parole ma soprattutto è il modo con il quale le ha pronunciate che mi ha colpito. Parole profonde e decisamente vere, sentite. Mi è piaciuta anche la forma, l'espressione.
 

 

Shadowplay

Apprendista Cronoman
12 Giugno 2017
2.772
1.454
Bici
Olmo Link Pro
Non so se sbaglio, ma oggi ho avuto l'impressione che Hindley ne avesse di più di Keldermann, specie considerando che ha tirato per un bel po'.
 
  • Like
Reactions: golias

gibo2007

Apprendista Velocista
30 Agosto 2015
1.206
432
Bici
Canyon
L'ultima salita l'hanno fatta a fuoco. Finalmente si sono visti i reali valori in campo. Ma l'ultima settimana è talmente dura che può ribaltare ancora tutto. Giro incerto e bello.
 

samuelgol

Bürgermeister von Buchwald
24 Settembre 2007
35.233
8.791
Eppan an der Weinstrasse.
Bici
Cannondale Caad 12. Nome: Andrea
al momento il vero favorito se si finisce il Giro vedo Keldermann,ma anche Geoghegan Hart potrebbe fare il colpaccio,perche' oggi e' salito veramente bene.
Almeida si dimostra un cagnaccio,ma credo che in salita dura salta e parecchio,comunque in futuro potrebbe essere ottimo luogotenente
Il dubbio Gheoghegan é: ha vinto la volata in scioltezza perchè gliela hanno lasciata o perchè ne aveva così tanto di più? Se fosse questa seconda ipotesi e oggi si sia reso conto di questo anche lui solo alla volata, allora si potrebbe compiere il miracolo. E' comunque una ipotesi molto remota. 3 minuti con 3 corridori davanti di cui due compagni di squadra è molto difficile da recuperarsi.
 

samuelgol

Bürgermeister von Buchwald
24 Settembre 2007
35.233
8.791
Eppan an der Weinstrasse.
Bici
Cannondale Caad 12. Nome: Andrea
SI, belle parole ma soprattutto è il modo con il quale le ha pronunciate che mi ha colpito. Parole profonde e decisamente vere, sentite. Mi è piaciuta anche la forma, l'espressione.
Si hai ragione. Sono rimasto colpito anche io dal come le ha dette, per questo lo ho scritto qui. Ovvio che scritte su un forum con una tastiera non rende l'idea che sentirle dalla sua voce. E soprattutto non è la prima volta che vengono pronunciate così da qualcuno di loro. Lo stesso Froome mesi fa lo fece.
 
  • Like
Reactions: SoftMachine

Francutio

Apprendista Passista
2 Marzo 2014
1.102
368
Bici
Coming soon
kelderman lo seguo da anni so che è stato piuttosto sfortunato, questa può essere la sua volta buona, onestamente ci spero. almeida per quanto mi riguarda è sconosciuto, o almeno molto inatteso a questo livello. se dovessimo dare per favoriti tutti quelli che han vinto corse minori o under non finiamo più. nibali cosa può dare ancora se il suo livello è questo? qualche piazzamento e basta. è già un pò di tempo che compensa con l'estro e l'esperienza una gamba così così. per quanto mi riguarda potrebbe non vincere più nulla, forse una tappa da fuori dai giochi se lo lasciano andare.
il paragone con federer non regge. primo perchè federer è probabilmente il migliore di sempre nel suo sport nibali manco di striscio. secondo perchè nel tennis ha potuto lui andare avanti rivedendo in parte il suo gioco, cosa che nel ciclismo non è possibile
La lista non è mica così lunga considerando quelli che hanno ottenuto ottimi risultati nelle giovanili, nelle prime corse da pro e che vengono schierati come capitani o vice, avendo evidentemente la fiducia della squadra. Almeida era tra questi

Con Federer ho fatto un parallelismo e non un paragone, per indicare come persino i migliori del loro sport vengano contestati e invitati al ritiro imprudentemente, quindi non mi stupisco si faccia con Nibali che non è certo Merckx, lo stesso una sospensione del giudizio male non farebbe, poi fate come credete :mrgreen:

Però rispetto all'anno scorso per ora è un'altra storia. L'anno scorso i rivali erano di altra pasta (rispetto Kelderman, mi piace, ma non vale Roglic) e i risultati erano ben diversi (prendiamo la prestazione a crono, un altro mondo)

Succede a tutti i campioni che a un certo punto la luce più o meno repentinamente si spenga. Magari mi sbaglio e nelle prossime tappe vengo smentito, ma per ora mi pare chiaro lo scenario
In questo Giro gli scenari mi paiono tutt'altro che chiari, nella tappa dell'Etna Geoghegan Hart è arrivato 24esimo, oggi brillantemente primo. Per tutta la settimana Pozzovivo e McNulty sono sembrati pimpantissimi, oggi sono naufragati entrambi.

Dominatori che garantiscano tenuta fino alla fine della (terza settimana) non ce ne sono, distacchi incolmabili nemmeno (Nibali è a mezzo minuto dal podio eh, sembra che stia a 10 minuti), per cui io non saprei fare pronostici certi, i primi dodici secondo me hanno ancora tutti possibilità di finire nei primi tre.

Si ma se il più vecchio a vincere il Giro è stato Magni a 34 anni,un motivo ci sarà...ed è ben chiaro,che a 36 anni NIbali o chiunque altro non può vincere un GT ,contro l'anagrafe,non c'è nulla da fare...le gambe quello mettono in campo ,per quanto bene uno possa continuare ad allenarsi.
Te lo dico io che sono tifoso di Nibali.
Keldermann oggi era molto più al gancio del suo gregario...quando avrebbe dovuto fare la volata per tappa e abbuono ,era seduto con un rapporto durissimo,perchè di più non poteva mettere in campo.
Vedremo la prox settimana come va a finire...cmq ci sono delle tappe durissime...se le forze in campo sono queste prevedo arriveranno uno per uno.
Altri tempi quelli di Magni, l'età in cui si è competitivi si sta allungando in tutti gli sport, grazie ai progressi di medicina, fisioterapia, tecniche di allenamento, alimentazione, tutti i record di longevità sono destinati a essere riscritti e soprattutto la densità di risultati oltre i 30 e anche i 35 anni aumenterà sempre più. Certo ci sono dei limiti, certo arriveranno sempre giovani che sono dei campioni e si affermeranno, ma si resterà competitivi (se lo si vorrà) sempre più a lungo. Poi magari Nibali non vincerà davvero più nulla eh, ci può stare, il discorso è generale, semplicemente in questo Giro coinvolge lui (e al limite Pozzovivo, che comunque un campione non è mai stato)
 

bicilook

Maglia Rosa
15 Giugno 2008
9.003
3.095
Genova
Bici
Colnago C60
Altri tempi quelli di Magni, l'età in cui si è competitivi si sta allungando in tutti gli sport, grazie ai progressi di medicina, fisioterapia, tecniche di allenamento, alimentazione, tutti i record di longevità sono destinati a essere riscritti e soprattutto la densità di risultati oltre i 30 e anche i 35 anni aumenterà sempre più. Certo ci sono dei limiti, certo arriveranno sempre giovani che sono dei campioni e si affermeranno, ma si resterà competitivi (se lo si vorrà) sempre più a lungo. Poi magari Nibali non vincerà davvero più nulla eh, ci può stare, il discorso è generale, semplicemente in questo Giro coinvolge lui (e al limite Pozzovivo, che comunque un campione non è mai stato)
In teoria se fosse come dici tu,negli ultimi 10 /15 anni avremmo dovuto vedere GT vinti da corridori oltre i 34 anni,ma se il più anziano che ha vinto il giro è stato appunto Magni,e molti anni sono passati,mi sembra che la tendenza che tu prefiguri,non si stia avverando per niente...anzi,vediamo vincere GT a corridori che fno a qualche anno fa sarebbero stati ancora U23,e invece Bernal e Pogacar hanno vinto il Tour a 22 anni.Per cui secondo me andiamo proprio nella direzione contraria, se iniziano a vincere grandi giri a 22 anni,ci ritroveremo che a 35 saranno altro che logori...anzi,forse si ritireranno prima di compierli 35 anni.
 
  • Like
Reactions: Doppiomisto

samuelgol

Bürgermeister von Buchwald
24 Settembre 2007
35.233
8.791
Eppan an der Weinstrasse.
Bici
Cannondale Caad 12. Nome: Andrea
In teoria se fosse come dici tu,negli ultimi 10 /15 anni avremmo dovuto vedere GT vinti da corridori oltre i 34 anni,ma se il più anziano che ha vinto il giro è stato appunto Magni,e molti anni sono passati,mi sembra che la tendenza che tu prefiguri,non si stia avverando per niente...anzi,vediamo vincere GT a corridori che fno a qualche anno fa sarebbero stati ancora U23,e invece Bernal e Pogacar hanno vinto il Tour a 22 anni.Per cui secondo me andiamo proprio nella direzione contraria, se iniziano a vincere grandi giri a 22 anni,ci ritroveremo che a 35 saranno altro che logori...anzi,forse si ritireranno prima di compierli 35 anni.
Concordo. La tendenza, almeno nel ciclismo sembra più quella della precocità che quella della longevità, forse perchè le nuove conoscenze e tecnologie permettono ai giovani di gestirsi e allenarsi meglio, mentre una volta, a "sensazione", ci voleva l'esperienza di qualche anno per acquisirla quella "sensazione". Ed è altresì vero, ma vale in tutti gli sport salvo rarissimi casi, che prima cominci a primeggiare e prima finisci, perchè la riserva di energie ai massimi livelli dura tot anni. Ipotizzando 10 anni, se cominci a 20 finisci a 30 se cominci a 25 finisci a 35. Sono numeri ad esempio, ma non troppo distanti dalla media.....e poi c'è Valverde. Ma anche lui ora sta al crepuscolo.
 
  • Like
Reactions: andry96

rapportoagile

Moderatoren
20 Agosto 2008
14.341
2.371
59
Settequerce (Bolzano)
Bici
Scapin Dyapason
Bella tappa! Almeida a terra stravolto dopo il traguardo ha ricordato me, quando termino la Cornaiano (salita durissima che @samuelgol conosce bene:mrgreen:
 

Francutio

Apprendista Passista
2 Marzo 2014
1.102
368
Bici
Coming soon
In teoria se fosse come dici tu,negli ultimi 10 /15 anni avremmo dovuto vedere GT vinti da corridori oltre i 34 anni,ma se il più anziano che ha vinto il giro è stato appunto Magni,e molti anni sono passati,mi sembra che la tendenza che tu prefiguri,non si stia avverando per niente...anzi,vediamo vincere GT a corridori che fno a qualche anno fa sarebbero stati ancora U23,e invece Bernal e Pogacar hanno vinto il Tour a 22 anni.Per cui secondo me andiamo proprio nella direzione contraria, se iniziano a vincere grandi giri a 22 anni,ci ritroveremo che a 35 saranno altro che logori...anzi,forse si ritireranno prima di compierli 35 anni.
Un conto sono le possibilità, un conto sono poi le scelte del singolo atleta. Sicuramente il logorio mentale non è da sottovalutare (e invece viene fatto molto, moltissimo) e arrivi un punto a cui ti dici: ma chi me lo fa fare? Pieno rispetto per queste scelte, tra l'altro per sport pericolosi come il ciclismo dove letteralmente si rischia la vita a correre, soprattutto da professionista (altro che invidiarli perché vengono pagati per fare quello a cui tutti noi piace, per me son tutti pazzi!). Altrettanto rispetto per chi trova le motivazioni per continuare e continuare e continuare, magari nonostante gravi incidenti. Le possibilità di rimanere competitive comunque si hanno.
Solitamente sono i più grandi alla ricerca di qualche record (come Froome) o quelli che non hanno avuto moltissime fortune o soddisfazioni (come Pozzovivo).

Quindi è vero, tanti molleranno quando potrebbero essere ancora competitivi (Contador, Wiggins, Cancellara) perché fare l'atleta serio è una sofferenza, per contro magari qualcuno avrà la possibilità di iniziare la carriera più tardi e proseguirla anche ad un'età in cui una volta saresti stato da pensionare o quasi, un Roglic ad esempio, arrivato al top a 29 anni, relativamente tardi.


Comunque gli estremi (Magni o Pogacar) contano poco per stabilire le tendenze.


Dei 20 vincitori più giovani del Giro 2 sono arrivati negli ultimi 20 anni.
Dei 20 vincitori più anziani del Giro 9 sono arrivati negli ultimi 20 anni.


Il Tour è meno sbilanciato, ma comunque Bernal e Pogacar restano eccezioni.

Dei 20 vincitori più giovani 3 sono arrivati negli ultimi 20 anni.
Dei 20 vincitori più anziani 6 sono arrivati negli ultimi 20 anni.
 

ian

Apprendista Scalatore
2 Dicembre 2011
2.470
257
Torino
Bici
Legnano
Concordo. La tendenza, almeno nel ciclismo sembra più quella della precocità che quella della longevità, forse perchè le nuove conoscenze e tecnologie permettono ai giovani di gestirsi e allenarsi meglio, mentre una volta, a "sensazione", ci voleva l'esperienza di qualche anno per acquisirla quella "sensazione".
Un po' è questo, un po' è che la generazione tra i nati a metà degli anni 80 e quella emergente ha deluso clamorosamente. Quelli che hanno tra i 28 e i 32, che dovrebbero essere alla maturità non ci sono (ok, uno di questi probabilmente vincerà il Giro, ma sarà un successo secondo me occasionale) o comunque convincono poco. Forse tornerà ad alti livelli Dumoulin, ma non si sa, Roglic è molto forte ma per i GT ha più di qualche limite, per il resto i vari Bardet, Pinot, Quintana, ahimé anche il nostro Aru, Van Garderen sembrano con varie sfumature tutti tramontati.
Quindi il mondo dei GT è un po' appeso fra corridori oggettivamente vecchi e giovanissimi.

....e poi c'è Valverde. Ma anche lui ora sta al crepuscolo.
Valverde è durato tanto anche perché ha assecondato le proprie caratteristiche, non ha fatto preparazioni estreme (principalmente perché non ha inseguito i GT.. ne ha vinto uno, ha fatto alcuni podi, ma non si è fatto condizionare da questo).

Poi è indubbiamente un'eccezione genetica, ma eccezione in questo ciclismo lo è stato anche a livello di gestione
 

ian

Apprendista Scalatore
2 Dicembre 2011
2.470
257
Torino
Bici
Legnano
In teoria se fosse come dici tu,negli ultimi 10 /15 anni avremmo dovuto vedere GT vinti da corridori oltre i 34 anni,ma se il più anziano che ha vinto il giro è stato appunto Magni,e molti anni sono passati,mi sembra che la tendenza che tu prefiguri,non si stia avverando per niente...
In tutto questo c'è da considerare che il ciclismo è praticamente un altro sport.
Quello degli anni 40-50 (direi anche dopo, tutto sommato) era molte più ore in sella, GT che a dispetto di mezzi meno performanti erano più lunghi di 500-1000 km , cronometro di 80-100 km. In quelle condizioni probabilmente il deficit di potenza che può avere un corridore non più giovane può essere colmato.
 
13 Novembre 2014
597
146
Roma
Bici
Ribble R872, Scott Sub 40
Il dubbio Gheoghegan é: ha vinto la volata in scioltezza perchè gliela hanno lasciata o perchè ne aveva così tanto di più?
Penso che Kelderman fosse più che soddisfatto di aver recuperato tutti quei secondi su Almeida, si sarebbe dovuto spremere per 4 secondi di abbuono in più? Piuttosto lo ha lasciato andare tenendo qualche energia (almeno questo è quello che ho pensato nel vedere l'arrivo).
La verità non la sapremo mai :)
 

Luca38

Passista
6 Maggio 2012
3.811
488
Milano
Bici
Canyon
Quando gigione hart al traguardo ha alzato la mano non ho capito il perché, la de Stefano l'unica cosa buona che ha fatto ha spiegato il perché, sentirlo in lingua originale potrebbe non commuovervi solo se foste nati senza cuore ... "Ci manca, pensiamo a lui ogni giorno, in ogni tappa ... "
Caro Nico dai una spintina ad hart ora ed al froomino poi, che facciano podio e telo dedichino !!!
 

samuelgol

Bürgermeister von Buchwald
24 Settembre 2007
35.233
8.791
Eppan an der Weinstrasse.
Bici
Cannondale Caad 12. Nome: Andrea
Penso che Kelderman fosse più che soddisfatto di aver recuperato tutti quei secondi su Almeida, si sarebbe dovuto spremere per 4 secondi di abbuono in più? Piuttosto lo ha lasciato andare tenendo qualche energia (almeno questo è quello che ho pensato nel vedere l'arrivo).
La verità non la sapremo mai :)
O forse la sapremo nei prossimi giorni. Poco prima dell'arrivo è sembrato che si siano parlati. Che invece Keldermann abbia rinunciato ai 4 secondi e comunque a una vittoria solo per risparmiare 50 metri di energie, questo no, non mi convince....anche perchè oltre all'abbuono, ha perso anche 2 secondi dal vincitore.