Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

Training and Racing with a Power Meter (parte quarta)

Discussione in 'Metodologie di allenamento' iniziata da rikicarra, 28 Novembre 2010.

  1. Lightwave

    Lightwave Velocista

    Registrato:
    26 Luglio 2013
    Messaggi:
    5.062
    Mi Piace Ricevuti:
    579
    Grazie, l'interpretazione potrebbe essere quella o-o
     
  2. Gibosimone

    Gibosimone Pignone

    Registrato:
    28 Ottobre 2006
    Messaggi:
    133
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Buongiorno. Quando effettuate un intervallo lungo,tipo 2 o 3 ore con salita,discesa,pianura ecc considerate la Potenza Media o la Potenza Normalizzata per rimanere nel range di potenza da mantenere? Grazie
     
  3. Il Trattore

    Il Trattore Apprendista Scalatore

    Registrato:
    14 Luglio 2017
    Messaggi:
    2.139
    Mi Piace Ricevuti:
    1.844
    Su un intervallo così lungo (boh, pensando a quello che hai scritto mi immagino il "classico" allenamento da 3h in Z2, ma correggimi con un esempio in caso...) conta più che altro la distribuzione di potenza e non le medie. Del tipo che quando sono in pianura cerco di stare in Z2 piena, in salita Z2 alta (ma anche Z3 bassa in caso...) e in discesa ovviamente sono a zero. Su 3h, oltre al percorso, entrano in gioco anche le interruzioni varie (semafori, rotonde ecc...) ...per dire io solo per attraversare Bergamo e andare nelle valli perdo ogni volta 10W sulla media perché ci sono rallentamenti continui ma onestamente chissenefrega...
     
  4. scarico85

    scarico85 Pignone

    Registrato:
    29 Novembre 2010
    Messaggi:
    175
    Mi Piace Ricevuti:
    19
    Su durate del genere ed in percorsi con discesa, la potenza media dice molto poco. NP è molto più indicativa, ma anche lei lascia un po' il tempo che trova... Mi spiego: 2 uscite diverse di 2 ore, entrambe metti che alla fine hai fatto una normalizzata di 220W (esempio una z2 alta - z3 bassa). Nella prima hai fatto le salite a 250W, discese in relax e pianure a 220W. Nella seconda hai fatto pianure "rilassate a 180-190W), discese in recupero, però in salita lavori ad intervalli 40"- 20", con fasi ON a 350W. Capirai che alla fine, anche se hai la stessa NP, in sostanza hai fatto 2 uscite che hanno allenato caratteristiche piuttosto diverse e che il giorno dopo ti lasceranno un affaticamento completamente diverso. Un conto è analizzare una ripetuta, salita di 30' - 40' , ma guardare una NP come numero fine a se stesso, su durate del genere vale molto, molto poco. IMHO
     
    A Maikol90 e Gibosimone piace questo messaggio.
  5. Gibosimone

    Gibosimone Pignone

    Registrato:
    28 Ottobre 2006
    Messaggi:
    133
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Si si,in z2. Per farti capire,in un allenamento precedente guardando la PM sono stato 3 watt sotto al range e guardando la PN sono stato 2 watt sopra
     
  6. Il Trattore

    Il Trattore Apprendista Scalatore

    Registrato:
    14 Luglio 2017
    Messaggi:
    2.139
    Mi Piace Ricevuti:
    1.844
    Quindi confermo quando detto prima. Quando il preparatore mi dice di fare x ore in Z2 l'unica cosa a cui sto attento è di non fare sforzi da Z4 in su (che ne so, cavalcavia presi tranquilli, se sono in gruppo e si va a 40 km/h me ne resto in scia, ecc...) però per dire lui stesso mi dice che se ho una salita da fare anche se sconfino in Z3 non succede nulla...
     
    A [email protected] piace questo elemento.
  7. Gibosimone

    Gibosimone Pignone

    Registrato:
    28 Ottobre 2006
    Messaggi:
    133
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Perfetto,gr grazie mille!
     
  8. Gibosimone

    Gibosimone Pignone

    Registrato:
    28 Ottobre 2006
    Messaggi:
    133
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Qualcuno che si è creato una tabella con gli allenamenti del libro? Come l' avete impostata? Mi incuriosisce.. Ho guardato parrparec indietro nei post ma non trovo niente..
     
  9. Salvo@ing

    [email protected] Apprendista Scalatore

    Registrato:
    23 Luglio 2011
    Messaggi:
    2.367
    Mi Piace Ricevuti:
    664
    Non so quale fosse la prescrizione del training, ma se fosse stata 3h in z2a (ad esempio) è pressoché impossibile tenere una potenza costante (al di là della media) per via della eterogeneità del percorso.
    Magari ti verrà fuori una NP da z2, ma con discese mediamente in z1 e salite mediamente in z3.
    Per me non ha senso questo monitoring, piuttosto farei 3h in pianura a ritmo costante (per quanto possa essere produttivo)


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
     
    A Gibosimone piace questo elemento.
  10. Rederik79

    Rederik79 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    16 Aprile 2012
    Messaggi:
    2.049
    Mi Piace Ricevuti:
    165
    Scusate la domanda magari un pò ot, ma non lo è troppo. Io vorrei\dovrei fare il test ftp, quello classico del libro, sabato prossimo. Ammettendo che il meteo ci prenda dovrebbe piovere e quasi sicuramente salterà; nel mio garmin 820 ho visto che c'è un test ftp ma ha degli step diversi, tipo dopo il riscaldamento ha degli step da 4 minuti a certe potenze e facendo delle ricerche ho visto che si basa su un protocollo firstbeat, secondo voi, dovendo al massimo ripiegare su questo per poterlo eseguire indoor è un test affidabile? ne conoscete l'attendibilità?
     
  11. Salvo@ing

    [email protected] Apprendista Scalatore

    Registrato:
    23 Luglio 2011
    Messaggi:
    2.367
    Mi Piace Ricevuti:
    664
    Rimanda di X giorni


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
     

Condividi questa Pagina