AAF per il miglior giovane della Volta a Portugal

AAF per il miglior giovane della Volta a Portugal

16/08/2018
Whatsapp
16/08/2018

Xubán Errazkín, 21 enne  in forza al team Vito-Feirense-BlackJack, si è classificato 16° assoluto e miglior giovane alla recente Volta a Portugal, ma per lui si è aperto un caso di AAF (Analytical Adverse Finding), in quanto ad un controllo antidoping alla corsa Gran Premio Abimota lo scorso giugno (vinse la 4^tappa) gli è stata rilevata della Terbutalina, un farmaco per il trattamento dell’asma, consentito con una TUE.

Il giovane non è stato selezionato per il prossimo Tour de l’Avenir, ma si recherà in Portogallo per correre, infatti non è sospeso, ma sotto “revisione”.

Non è chiaro quindi se avesse una TUE per il Gran Premio Abimota, ma il fatto che sia under review fa supporre di no, cosi come la dichiarazione che “siamo che  il mio team abbiamo deciso di mandare tutta la documentazione necessaria prima di avere la notifica della positività“.

Il che fa supporre che non l’abbia presentata, o presentata in ritardo, il che fa sembrare il caso molto simile a quello di Simon Yates (Mitchelton-Scott) alla Paris-Nice 2016, quando appunto fu trovato positivo alla terbutalina, ma senza aver presentato la TUE rispettiva, cosa che gli costò 4 mesi di sospensione.

 

 

1
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
bochic Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
bochic
Member
bochic

Il Portogallo mi sembra in ambito doping la terra di nessuno, una miriade di squadre continental senza obbligo di passaporto biologico, fenomeni che staccano i colleghi world tour nelle mura di casa e poi scompaiono all’estero.