Categoria: Test

[Test] Casco MET Trenta 3K Carbon

Il casco MET Trenta 3k Carbon è il nuovo top di gamma dell’azienda di Talamona, Sondrio, utilizzato quest’anno dalla squadra WorldTour UAE Emirates. Il nome è celebrativo del 30esimo anniversario di MET, mentre il 3K Carbon si riferisce chiaramente alla costruzione della gabbia interna del casco, realizzata appunto in fibra di carbonio. A dispetto di quanto molti credono infatti, quello che conta di un casco non è “il polistirolo”, ma l’anima interna che da integrità alla struttura. Nel caso del Trenta 3K quest’anima è in carbonio, e questo consente di adottare un polistirene espanso (EPS -“il polistirolo”) del 20%...

Continua a leggere

[Test] Trek Checkpoint SL6

Il sistema Isospeed: un elastomero che ammortizza il movimento del piantone non solidale con l’orizzontale. Il sistema più efficace sul mercato a mio avviso. In piedi sui pedali non vi è alcun movimento ovviamente. Il sistema Stranglehold per variare l’interasse della bici. Si nota la slitta su cui è montata la pinza del freno. Shimano Ultegra 8100 per la trasmissione, in versione compact 50-34 e 11-34 per il pacco pignoni. Il perno passante posteriore da 174mm. Quello anteriore è da 122mm. Spazio in abbondanza sui passaggi ruota per montare pneumatici generosi. Anche tassellati da Mtb o 650b. Non mi...

Continua a leggere

[Test] Completo estivo Santini: maglia SLEEK 99 maglia BETA LIGHT calzoncini IMPACT

Abbiamo provato il completo Santini estivo composto da maglia SLEEK 99, maglia BETA LIGHT e calzoncini IMPACT. In realtà la maglia Beta Light è un capo che può coprire anche le mezze stagioni autunnali e primaverili, a patto che le temperature siano miti, minimo un 10°. Partendo proprio con questa maglia, la Beta Light è realizzata in tessuto Windstopper Laminated 178, il quale ha una consistenza morbida e non troppo spessa. Meno di una Gabba di Castelli, ma più sul tipo della Perfetto della stessa azienda. La vestibilità è molto “racing” nello stile in voga oggi, ovvero molto aderente sulla parte alta del...

Continua a leggere

[Test] Rapha Brevet Flightweight Wind Jacket

La Rapha Brevet Flightweight Wind Jacket si propone come classica mantellina antivento, realizzata in Nylon al 100%. Questa giacca presenta le due classiche strisce orizzontali in materiale riflettente tipiche della linea Brevet di Rapha. In alcuni punti della giacca sono presenti delle aperture, o meglio dei microfori, tagliati al laser. Anche le scritte su petto e parte posteriore bassa sono riflettenti. Idem l’iconica fascia sul braccio sinistro, anche se tono su tono. Nella parte terminale inferiore è stata posta una striscia in materiale siliconico per tenere in posizione la giacca in modo che non si arrotoli verso l’alto.Sui polsini...

Continua a leggere

[Test] Giacca Campagnolo Helio

Campagnolo ha lanciato una nuova linea di abbigliamento a proprio nome, realizzata con l’obiettivo di fornire ai propri clienti dei prodotti all’altezza del marchio di Vicenza per qualità e prestigio. Abbiamo provato la giacca Helio, un indumento antivento ed antipioggia di questa gamma. La giacca Helio innanzitutto ha ingombri e peso ridotti, solo 100gr, e si ripiega facilmente in una tasca posteriore di una maglia estiva. È realizzata al 68% in Poliano e 38% in Elastan. Questo le conferisce la proprietà di essere elastica, al contrario della maggior parte delle giacche antivento di questo tipo. Le cuciture sono termosaldate...

Continua a leggere

[Test] Sella Repente Aleena 4.0

Repente è un marchio italiano specializzato nella produzione di selle. La particolarità dei suoi prodotti sta nel dare al cliente la possibilità  di separare la base in carbonio dalla cover e crearsi così la tipologia di sella adatta all’uso che se ne vuole fare. Nella foto qui sopra potete vedere una Aleena appena tolta dalla confezione. In basso c’è la base in carbonio, che rimane identica in tutta la gamma Repente. Vale a dire che si trova anche nelle due altre selle del marchio,  la Kuma e la Comptus. Quello che cambia da sella a sella è la cover. Per...

Continua a leggere

[Test] Scott Addict RC20 Disc

A differenza della tendenza attuale il bloccaggio del reggisella avviene tramite un classico collarino. Niente sistemi integrati a scomparsa. Squadrati e di sezione importante i foderi inferiori del carro posteriore. Entrambi contenenti le guaine di freno e cambio. Reggisella “classico” il Syncros Syncros FL1.0 da 27,2mm. Anche qui niente sistemi smorzanti o altro. La sella  FL2.0 è molto piatta con canale di scarico. Non l’ho trovata molto comoda a dire il vero, ma chiaramente è cosa molto soggettiva. Le ruote Syncros RP2.0 disc con cerchio in alluminio con canale da 19mm. 28 raggi sia all’anteriore che posteriore e perni passanti...

Continua a leggere

[Test] Rullo Elite Direto

Elite ci ha mandato il rullo Direto che, come dice il nome, è un direct drive: smontata la ruota posteriore e montato il pacco pignoni sul rullo stesso, si è pronti per partire. Il vantaggio di questo sistema è il poter usare il misuratore di potenza integrato che, stando alle indicazioni di Elite, ha un’accuratezza del +/- 2,5% della potenza erogata.

Continua a leggere

[Test] Borraccia e falsa borraccia Fabric

Fabric è una giovane azienda inglese di Bruton che si è messa recentemente in luce per i suoi prodotti dal design minimale e soluzioni originali, come i due oggetti del test: la borraccia e la falsa borraccia Cageless , ovvero senza l’ausilio di portaborracce, ma con un sistema di supporto integrato, che consente di eliminare le a volte antiestetiche gabbie portaborraccia, La borraccia è una semplice bottiglia da 600ml di capacità per 65 grammi di peso, solida e robusta grazie a una sezione leggermente ovalizzata, ma abbastanza morbida e flessibile da essere premuta per bere più velocemente. Cosa che per altro...

Continua a leggere