“FARE CICLISMO 2011”

“FARE CICLISMO 2011”

11/11/2011
Whatsapp
11/11/2011

 

FSL: chiude il primo anno con il Ministro Fazio, si prepara ad
aprire ad altre gran fondo ed esporta il “format” ad altri sport
Con il convegno organizzato a Roma, nella Sala del Coni, dalla
Federazione Ciclistica Italiana dal titolo “Fareciclismo 2011”,
dedicato al ciclismo amatoriale, si è chiuso il primo anno di attività di
Fivestars League, il consorzio formato da 5 delle più prestigiose gran
fondo d’Italia: Gf Gimondi (Bergamo), Nove Colli (Cesenatico),
Sportful Dolomiti Race (Feltre), Maratona dles Dolomiti (Corvara),
Lapinarello cycling marathon (Treviso).
Un momento di riflessione dallo stesso Ministro della Salute,
Ferruccio Fazio che, nel sottolineare l’importanza della tutela della
salute e del lavoro che si sta portando avanti, ha commentato: “Sono
soddisfatto di come lasciamo la situazione di lotta al doping anche
nel settore amatoriale. In rigor mortis, oggi il Ministero ha avallato
il nuovo regolamento della commissione di vigilanza al doping con
particolare riguardo alle metodologie dei prelievi ai fini della tutela
della salute e alla definizione degli ambiti di competenza. La
commissione si occuperà del problema doping nel settore
amatoriale, mentre il Coni tra gli atleti olimpici e professionisti.
Abbiamo anche portato da uno a due milioni il finanziamento del
Ministero per combattere il doping amatoriale. Con questo pensiero
positivo mi accingo ad intensificare le mie giornate da ciclista nei
prossimi giorni”.
Parole di elogio per il lavoro di FSL sono arrivate dal presidente
dell’Fci Renato Di Rocco e dal vicepresidente del Coni, Luca
Pancalli che ha invitato a continuare a lavorare per migliorare la
qualità della vita puntando ad un modo di fare sport non solo come
strumento di risultato agonistico, ma anche come di miglioramento del
benessere fisico.
Ad illustrare alla sala gremita origine e significato del progetto
portato avanti da FSL, in collaborazione con Fci e Ministero della
Salute, il presidente del consorzio Gianluca Santilli che ha
sottolineato lo sforzo di promuovere un ciclismo libero dagli eccessi
agonistici con un’attenzione particolare alla tutela dell’ambiente.
“Più che lotta al doping per noi FSL è sensibilizzazione alla tutela
della salute. Abbiamo visto che c’era un po’ troppo agonismo e
un’attenzione fuori luogo al risultato sportivo per essere un contesto
di amatori e abbiamo cercato di fare qualche cosa” ha spiegato,
annunciando anche: “Oggi il ministro ha avallato un finanziamento
triennale di 250mila euro annui perché, oltre a quella del ciclismo,
altre tre Federazioni, nuoto atletica e sci, attueranno controlli
costanti tra i giovani e gli amatori sulla base del format di FSL”.
Il mondo amatoriale comprende oltre un milione e mezzo di
praticanti di un’età che va dai 18 ai 60 anni. In 92mila hanno fatto
almeno una gran fondo negli ultimi tre anni. Un movimento troppo
vasto e complesso da osservare. Per questo si è partiti con FSL che,
con le cinque prove, “restringe” il campo d’azione a 35mila amatori.
“Gli amatori hanno capito che non volevamo fare selezione ma
aiutarli a limitare l’esasperazione – ha spiegato Ivan Piol (Sportful
Dolomiti Race) accompagnato in sala dai colleghi Claudio Canins
(Maratona), Giuseppe Manenti (Gimondi) e Alessandro Spada (Nove
Colli) – ed in effetti nelle nostre gran fondo i tempi di percorrenza
sono aumentati e sono diminuiti i distacchi tra il gruppo di testa e
quelli successivi, cosa che ha permesso di aumentare la sicurezza
visto che l’intervallo di chiusura delle strade riguarda ora molte più
persone. FSL non è solo tutela della salute ma anche dell’ambiente:
dove passano i ciclisti si produce anche immondizia abbiamo creato
le ‘Ecozone’ che hanno limitato ad aree circoscritte le zone dove
vengono gettati i rifiuti. E chi ha inquinato è stato squalificato. Per il
futuro, grazie al prezioso supporto dell’Fci, stiamo lavorando per
migliorare la gestione della sicurezza nelle strade in collaborazione
con il Ministero dell’Interno. Per il 2012 apriremo FSL ad altre gran
fondo. Sarà creata una commissione che valuterà l’entrata di nuove
manifestazioni che dovranno rispettare dei requisiti per il 2012
prima di entrare ufficialmente nel progetto”.
Al dottor Giovanni Mirri, segretario della Commissione tutela della
salute FCI, il compito di illustrare i risultati del monitoraggio ai fini
della tutela della salute sugli amatori che hanno partecipato alle gran
fondo FSL:
Un monitoraggio che è stato periodico durante tutta la stagione su
164 uomini e 13 donne che facevano parte della Lom cui si sono
aggiunti altri amatori selezionati dal Ranking. In totale si tratta di 386
persone di queste: 331 sono stati controllati, 47 non controllati ma si
sono giustificati, 8 non sono stati controllati e non si sono giustificati,
4 sono partiti alle gran fondo malgrado fossero stati convocati e non
si erano presentati ai controlli, questi ultimi sono stati segnalati alla
procura federale per evasione dei controlli.
In base all’esito dei profili: 5 atleti sono stati sospesi per valori fuori
dal range fisiologico e sono stati sottoposti ad approfondimento, di
questi 3 sono ancora sospesi; per altri 4 è stato chiesto un
monitoraggio specifico per la valutazione dei parametri ematici ai
limiti fisiologici (2 iter sono già conclusi).
Mirri non ha nascosto la difficoltà di fare dei monitoraggi in un
settore come il ciclismo amatoriale che è molto complesso,
comprende fasce d’età amplissime di persone che fanno attività
saltuaria, e sono di provenienza varia. “Ma è stata un’esperienza
importante e positiva all’interno della lotta a tutela della salute e che
dovremo estendere sicuramente per rendere il monitoraggio
significativo”.
Ora FSL guarda avanti, oltre all’apertura ad altre granfondo, si sta
lavorando alla creazione di un’iniziativa rivolta alle società che
parteciperanno alle 5 prove FSL e dedicata alla memoria di Andrea
Pinarello, uno dei fondatori e maggiori sostenitori del consorzio. Tra
le altre cose FSL, molto probabilmente, sarà presente in ogni prova
con un proprio punto informazioni per creare un canale di
collegamento diretto con gli amatori.

CONVEGNO

“FARECICLISMO 2011”

il ciclismo dilettantistico ed il ciclismo amatoriale:l’impegno la passione e le regole.

IL CICLISMO AMATORIALE
“la tutela della salute nell’attività ciclistica amatoriale: esperienze 2011 – prospettive 2012”
ATTIVITA’ 2011
report attività di monitoraggio ai fini della tutela salute
Dott. Giovanni Mirri

IL PROGETTO FIVE STARS LEAGUE
Il Progetto Five Stars League ha preso il via nel 2011 avendo come obiettivo prioritario quello di perseguire la sinergia tra pratica amatoriale del ciclismo e tutela della salute dell’atleta.
A tal fine è stata elaborata una specifica normativa sanitaria cui devono attenersi tutti gli atleti partecipanti alle manifestazioni del circuito FLS, nonché gli atleti amatori di più elevata qualificazione internazionale.

IL PROGETTO FIVE STARS LEAGUE
alcune evidenze come presupposto

esasperazione dell’aspetto agonistico
introduzione di metodiche illecite per l’incremento dei livelli prestativi
elevato livello di inosservanza delle norme vigenti
totale assenza di una specifica normativa per il monitoraggio clinico-biologico degli atleti
necessità di norme per il recupero di una corretta etica sportiva e di tutela della salute

LE BASI DEL PROGETTO

-LE NORME SULLA TUTELA DELLA SALUTE
SETTORE AMATORIALE
delibera 267 del CF FCI del 29-11-2011
-IL NUOVO RANKING DEL SETTORE AMATORIALE
determinazione delle classifiche Top Rider per categorie di età per ogni stagione agonistica

LE NORME SULLA TUTELA DELLA SALUTE
SETTORE AMATORIALE

Art. 2 – La Commissione Tutela della Salute della FCI redige ogni anno la lista di atleti che sono sottoposti al piano di monitoraggio clinico biologico previsto dalle norme.
Tale lista viene definita LOM (list of monitoring).

Art. 11 – La Commissione Tutela della Salute della FCI, in occasione delle gare di gran fondo del circuito Five Stars League (FLS), può disporre controlli ematici finalizzati a verificare il possesso da parte degli atleti iscritti alla gara, relativamente ai parametri emocromo e reticolociti, di valori compresi in ambito fisiologico.

LA LOM

Della LOM fanno parte obbligatoriamente tutti gli atleti amatori di interesse nazionale per la stagione precedente.
Della LOM fanno parte atleti individuati in base al Ranking del settore amatoriale per le classifiche Top Rider per categorie della stagione precedente.
Le categorie considerate sono 3 maschili (under 35, tra 35 e 44, over 45) più un’unica femminile.

LA LOM DEL 2011

                 -TOTALE ATLETI
174 (161u -13d)
                 -RANKING 2010
100 uomini
                 -RANKING 2010
10 donne
                 -NAZIONALI
61 uomini
                 -NAZIONALI
3 donne

LA LOM del 2011
su ranking amatoriale 2010

                 -TOTALE ATLETI
110 (100u -10d)
                 -UOMINI
CAT. UNDER 35
n° 45
                 -UOMINI
CAT. 35-44

n° 30
                 -UOMINI
CAT. OVER45
n° 25
                 -CATEGORIE
                 FEMMINILI
n° 10

LA LOM

il piano di monitoraggio clinico

Art. 6 – Gli atleti della LOM devono obbligatoriamente sottoporsi, durante la stagione agonistica, ai seguenti esami di laboratorio:
a)nel mese di febbraio, maggio ed agosto: emocromo completo e reticolociti
b)nel mese di novembre: emocromo completo, reticolociti, transaminasi, FSH (solo u), LH (solo u), testosterone, colesterolo totale e HDL, ferritina.

LOM E MONITORAGGIO CLINICO

il modello organizzativo

informativa appartenenza LOM ed obblighi conseguenti (invio mail esplicativa + stampato per dichiarazioni laboratorio);
attivazione fax informatico cts per ricezione esami e dichiarazione laboratorio;
archiviazione informatica esami e monitoraggio rispetto normativa;
ricezione elenco iscritti gran fondo FLS 15 giorni precedenti per segnalazione inadempienti piano monitoraggio (art. 20 delle Norme);

I CONTROLLI EMATICI PRE-GARA

programmazione e criteri di scelta

trasmissione dagli organizzatori alla cts dell’elenco iscritti 15 giorni antecedenti la gara con riferimento per mail e telefono;
convocazione tramite mail + sms + contatto telefonico (sempre con richiesta conferma)
appartenenza LOM (massimo 3 controlli);
ranking Top Rider 2010 per maschi e femmine;

I CONTROLLI EMATICI PRE-GARA

il modello organizzativo

equipe controlli con 4 ispettori FCI e 4 sanitari dell’ospedale S. Raffaele di Milano presenza sul posto dal giorno antecedente per verifica logistica e tempistica; referente organizzativo per equipe; scelta di locali in prossimità della partenza adeguati per dimensioni e strutture accessorie; filtro di accesso (unico) solo per convocati; singole postazioni operative indipendenti; tempistica adeguata con suddivisione in gruppi dei convocati;
MONITORAGGIO CLINICO E CONTROLLI EMATICI PRE-GARA
fidelizzazione al progetto: un primo bilancio

aderenza al piano di monitoraggio pari ad un terzo del totale lom;
calo progressivo nel rispetto delle scadenze significativo tra gli uomini (novembre?)
4 atleti deferiti alla procura federale per evasione controlli;

MONITORAGGIO CLINICO E CONTROLLI EMATICI PRE-GARA
valutazione dei profili biologici: un primo bilancio
5 atleti sospesi per valori fuori del range fisiologico (art. 16 delle Norme) e sottoposti a monitoraggio specifico (3 ancora sospesi)
4 atleti sottoposti a monitoraggio specifico (art. 16 delle Norme) per valutazione parametri ematici ai limiti fisiologici (2 iter conclusi);

IL PROGETTO FIVE STARS LEAGUE
gli obiettivi

In considerazione della complessità del ciclismo amatoriale, per categorie, per tesseramento, per un’attività spesso saltuaria, il supporto della FCI al progetto ha dovuto tener conto dell’impraticabilità di un approccio longitudinale nella valutazione degli atleti, come avviene nelle categorie giovanili. E’ pertanto da enfatizzare il ruolo oggettivo di monitoraggio della situazione “ambientale” e di valutazione trasversale di una realtà, piuttosto che di valutazione di specifici profili individuali.

IL PROGETTO FIVE STARS LEAGUE
qualche considerazione
In tale ottica un “bilancio” del primo anno che per i pochi dati può essere solo parziale:
luci e ombre per l’aderenza al progetto (calo nel corso della stagione);
peculiarità e specificità dei controlli pre-gara;
necessità di un meccanismo di contatto più sicuro con gli atleti (mail e telefoni “certi”);
necessità di disporre del Ranking e degli elenchi iscritti in tempi “compatibili”;
pochi ancora i dati per una valutazione del profilo biologico per questa categoria di ciclisti;

IL PROGETTO FIVE STARS LEAGUE
qualche ulteriore considerazione
La semplice attivazione del meccanismo ha provocato uno “stato di allerta” in un mondo che finora aveva vissuto come “un’isola felice”.
Si è assistito ad un ritorno comunque positivo, parallelamente alle giustificazioni più strampalate per “eludere”.
Lo “sbandamento” che ha suscitato va comunque ritenuto un risultato importante.


 

POTRESTI ESSERTI PERSO