Sagan per la prima volta al Giro

Sagan per la prima volta al Giro

17/06/2020
Whatsapp
17/06/2020

Ho dato la mia parola al Giro che Peter avrebbe partecipato, ed anche Peter l’ha fatto. È il nostro modo di lavorare, il nostro stile, noi rispettiamo sempre gli accordi“. Così Ralph Denk, Team Manager della Bora-Hansgrohe, ha confermato che Peter Sagan correrà per la prima volta il Giro d’Italia (3-25 ottobre), subito dopo aver corso il Tour de France (29 agosto-20 settembre).

In questo modo Sagan salterà sia il Fiandre che la Roubaix, dato che le due classiche si correranno in contemporanea col Giro (18 e 25 Ottobre).

Sagan riprenerà le gare alla Strade Bianche il 1° agosto, poi parteciperà alla Milano-Torino il 5 agosto e alla Sanremo l’8. Infine l’ultima rifinitura prima del Tour al Critérium du Dauphiné dal 12 al 16 agosto.

Questo sconvolgimento del calendario ed il fatto che riprenderà a gareggiare dopo 6 mesi senza competizioni rappresenta un interrogativo per Sagan come per gli altri corridori, ma lo slovacco, da par suo, ne ha minimizzato l’impatto sul Tour, dicendosi fiducioso che “3 mesi di preparazione saranno sufficienti“.

Commenti

  1. samuelgol:

    Apprezzabile, ma sorprendente e incomprensibile al tempo stesso…..a meno che non ci sia qualche accordo economico "pesante" che non ci dicono.
    penso anche io che sia così... organizzazione e sponsor l'hanno $convinto$... comunque è solo un bene per il movimento
  2. Se Sagan provasse anche solo a puntare ad un piazzamento in classifica generale (cioè farlo fino alla fine il Giro) pur nella sua "mostruosa" forza, dovrebbe saper dosare bene le energie, probabilmente a discapito di qualche vittoria di tappa. Francamente non ce lo vedo proprio, anche perché in salita non mi pare abbia mai tenuto granché... Invece può darsi davvero che per il giovincello belga sia l'occasione per la definitiva consacrazione, vista la modestia della concorrenza... (sigh...)
  3. bianco222:

    Non vedo perché dovrebbe ritirarsi. Alle classiche non potrebbe partecipare comunque, la vuelta dubito che la faccia. Dopo il giro per lui c'è più poco. Secondo me vuole vincere la maglia ciclamino e una tappa così da entrare nel club di chi ha vinto tappe in tutti i giri.
    Devono ancora ufficializzare le prime tappe sicule, ma nel caso la prima sia favorevole potrebbe anche essere l'occasione per vestire la maglia rosa.