Wiggins parla del suo 2013

Wiggins parla del suo 2013

27/03/2013
Whatsapp
27/03/2013

Mentre le discussioni sulle prestazioni dello Sky Team infiammano forum e bar di tutto il mondo, il capitano degli uomini in nero, Bradley Wiggins, non è arrivato nemmeno sul podio del Tour della Catalogna (5°), con i suoi compagni di squadra che non sono stati capaci di controllare la tappa chiave verso Port Ainé come era nei loro intenti.

[img]http://foto.bdc-forum.it/image.php?id=50990&s=576&uid=1850[/img]

Wiggins spiega il suo stato di forma attuale ad un cronista de l’Equipe: “mi diverto ad allenarmi e sono contento dello stato di forma che ho ritrovato. In certi momenti ho pensato che non ci sarei mai arrivato, ma questa settimana è stata abbastanza buona per me. Ho fatto una tale preparazione negli ultimi 3-4 anni per poter vincere il Tour che una volta che ci sono riuscito mi sono chiesto: Cosa fare ora? Avevo ottenuto tutto quello che volevo ottenere.

Dopo una serie impressionante di successi nel 2012 Wiggins sembra aver ritrovato la motivazione nell’obiettivo di conquistare la maglia rosa.

L’obiettivo è l’accoppiata Giro e Tour e [per fare ciò] dovrò gestire la fatica tra le due corse per essere in forma per il Tour. E’ una sfida. Un po’ come le olimpiadi ed il Tour l’anno scorso.

Per prepararsi a questa sfida Wiggins alternerà diverse corse a degli stages di allenamento a Maiorca e Canarie.

Quest anno sto lavorando sulle salite “esplosive”, come quelle che si troveranno al Giro. A Vallter (arrivo in salita della 3^ tappa del Tour della Catalogna) qualche giorno fa avevo gambe buone per attaccare. Direi che funziona.

[img]http://foto.bdc-forum.it/image.php?id=50991&s=576&uid=1850[/img]

Per ora l’inizio di stagione di Bradley lo ha visto decisamente in ombra, piazzatosi 161° al Challenge di Maiorca, 74° al Tour d’Oman e 5° al Tour della Catalogna. Quando lo scorso anno aveva già collezionato un podio al Tour d’Algarve, la vittoria alla Parigi-Nizza e si stava preparando a vincere il Tour di Romandia. Il paragone con una stagione perfetta come quella 2012 decisamente pesa.

I prossimi impegni in cui si cimenterà sono decisamente importanti (Giro del Trentino 16-19 Aprile e Liegi-Bastogne-Liegi 21 Aprile) ed i risultati che conseguirà saranno sicuramente determinanti per la sua convinzione, e per i tifosi per decretare se le sue ambizioni per l’accoppiata Giro-Tour siano realistiche o meno.

 

POTRESTI ESSERTI PERSO