Ciclomercato: Rohan Dennis alla Ineos

36

L’Adelaide Advertiser lo da per certo (ma i vari like sui social a Pinarello da parte sa non erano sfuggiti ai più attenti): Rohan Dennis ha firmato un contratto biennale col Team Ineos.

L’ingresso dell’australiano, campione del mondo a cronometro, rafforza, se mai ce ne fosse stato bisogno, la squadra britannica ancora di più sia nel supporto ai capitani, dato che Dennis vanta anche un 16° posto al Giro d’Italia, ma soprattutto nelle cronometro e nelle corte gare a tappe. Anche se ovviamente per la prossima stagione gli obiettivi principali di Dennis sono i mondiali e le olimpiadi di Tokyo.

Per lui l’inizio della stagione è alle porte con il tentativo a gennaio di confermarsi campione nazionale a cronometro per la 4^ volta consecutiva.

Commenti

  1. samuelgol:

    Che se ne fanno di lui?
    Potendoselo permettere perché non dovevano prenderselo? Gli può comunque garantire delle vittorie e visibilità, se non alla squadra in se, agli sponsor che saranno contenti. Pinarello ad esempio può fare un'infilata di vittorie nelle cronometro tra lui e Ganna, facendo ad esempio della Bolide "la bici da crono più vincente" o cose delle genere.

    Senza contare che se vogliono tenere chiusa una corsa anche pianura, lo mettono davanti con Moscon, Kiryenka, Catroviejo, Van Baarle (a scelta) e Ganna e per andargli via devono salire su una Kawasaki.
  2. probabilmente la Ineos "gli garantisce" la possibilità di "prepararsi al meglio" per i suoi obbiettivi primari, al patto di lavorare anche per la squadra, avendo ve ne sarà bisogno
    "mentalmente", questa "libertà", non è di poco conto
  3. Io vado un po' controcorrente e dico che se fossi un DS, uno come Dennis in squadra lo vorrei sempre. Alla fine è uno che ti garantisce 5-6 vittorie a cronometro in una stagione (tralasciamo quella appena trascorsa) e un piazzamento (se non vittoria) ai mondiali. Di gregari validi la Ineos è piena, con il budget che hanno non vedo l'errore nell'ingaggiare uno per concedergli di fare quello che gli pare.

    P.s. credo che nel contratto una clausola sull'uso esclusivo di bici Pinarello sia siglata con penali non trascurabili ai danni del corridore ;-)
Articolo precedente

Bahrain-Merida diventa Bahrain-McLaren

Articolo successivo

Auguste Mallet. Trompe-la-mort

Gli ultimi articoli in News