Ciclomercato: Rui Costa alla Intermarché, Kristoff alla Uno-X

Ciclomercato: Rui Costa alla Intermarché, Kristoff alla Uno-X


Piergiorgio Sbrissa, 03/08/2022

Rui Costa sarà il primo corridore portoghese a vestire la maglia della Intermarché-WantyGobert, a partire dal 2023. Lo ha annunciato la stessa formazione belga in un comunicato. Il campione del mondo di Firenze 2013 lascerà la UAE-Emirates dopo 6 stagioni.

Il portoghese ha dichiarato: “Sono molto felice di avere la possibilità di contribuire al successo di Intermarché-Wanty-Gobert la prossima stagione. Questo nuovo ambiente mi offrirà nuove opportunità. Lealtà, fiducia e rispetto sono valori a cui sia la Intermarché-Wanty-Gobert che io attribuiamo grande importanza. Voglio mostrare spirito combattivo per raggiungere obiettivi collettivi e sogno la possibilità di ottenere nuove vittorie“.

Durante la sua carriera Costa ha vinto tre volte di seguito il Tour de Suisse (tra il 2012 e il 2014) e l’Abu Dhabi Tour (2017) oltre a vincere tre tappe del Tour de France. In questa stagione è salito sul podio ai Tour dell’Arabia Saudita e dell’Oman.

Dal canto suo, Aike Visbeek, performance manager della formazione belga, ha elogiato le qualità del corridore 35enne. “Ha costruito una lunga lista di risultati combinando talento, duro lavoro e intelligenza nelle corse. Questa esperienza e questa capacità di prendere decisioni sono molto preziose per consentire a ragazzi come Lorenzo Rota e Georg Zimmermann di fare il passo successivo nella loro carriera. Rui è motivato a trasmettere la sua esperienza o a svolgere un ruolo importante nei grandi giri insieme a corridori come Louis Meintjes o Biniam Girmay“.

Corridore che viene, corridore che va: Alexander Kristoff dopo una sola stagione nella Intermarché porterà il prossimo anno i colori della formazione norvegese Uno-X. Vincitore della Milano-Sanremo 2014 e del giro della Fiandre 2015, il 35enne ha vinto quest’anno tre gare: la classica d’Almería, il GP de l’Escaute la sesta tappa del giro di Norvegia. Per lui un rientro a casa, per presumibilmente, chiudere la carriera come chioccia per i molti giovani della Uno-X.