Comunicazione di RCS Sport e dell’UCI in merito ai risultati dei test effettuati tra l’11 e 12 ottobre

Comunicazione di RCS Sport e dell’UCI in merito ai risultati dei test effettuati tra l’11 e 12 ottobre

13/10/2020
Whatsapp
13/10/2020

[Comunicato stampa] Lanciano, 13 ottobre 2020 – In conformità con il protocollo sanitario del Giro d’Italia, sviluppato in accordo con l’UCI (Union Cycliste Internationale) e in linea con le misure di contenimento dettate dal Ministero della Salute della Repubblica italiana, tutte le squadre (corridori e staff) sono state sottoposte ai test nei giorni 11 e 12 ottobre.

Sono stati effettuati 571 test:

  • due corridori, uno del Team Sunweb e uno del Team Jumbo – Visma, sono risultati positivi al Covid-19 e sono stati affidati ai medici delle rispettive squadre che ne hanno disposto le misure di isolamento;

  • sei membri dello staff, quattro della Mitchelton – Scott, uno del Team Ag2r-La Mondiale e uno del Team Ineos Grenadiers, sono risultati positivi al Covid-19 e sono stati affidati ai medici delle rispettive squadre che ne hanno disposto le misure di isolamento.

 

Commenti

  1. Paolore:

    Su questo siamo d accordo. 10 camere sono niente. Ma bisogna valutare che cmq l' organizzazione del giro viene pianifica mesi e mesi prima e la prenotazione degli alberghi è tra queste cose. Quindi bisognava prenotare un albergo per ogni squadra e poi altri alberghi per l organizzazione, carovana pubblicitaria, scorta, TV, addetti vari.....la vedo difficile da gestire.
    Complicatissima, non solo difficile, ma quest'anno è così se si vuole fare una manifestazione, infatti tanti hanno rinunciato, come gli organizzatori del mondiale svizzero.
  2. gibo2007:

    Sì pagano anche scelte poco lungimiranti. Ecco perché dicevo di non farlo affatto il Giro quest'anno.
    La fai semplice...c'è gente che guadagna il pane per le loro famiglie al Giro d'Italia...non è un'intrattenimento gratuito per appassionati, organizzato da una Onlus.
  3. leandro_loi:

    Mentre qui si parla di un Giro che non deve arrivare a Milano, di un Giro monco, Sagan non ci sta e insieme ad altri 6 va in fuga...
    La differenza la fanno sempre i corridori, a chi non sta bene può sempre guardare i tornei di biliardo alla sera.
    Mi chiedo perchè insistere con questi post provocatori. Nessuno ha detto che il Giro non deve arrivare a Milano. Si sono solo espressi dubbi che ci arrivi per le ben note ragioni. E che sia un Giro monco non ci vuole Alfredo Martini a capirlo.
    gibo2007:

    Dichiarazioni molto pesanti quelle di Van Emden:
    https://cyclingpro.net/spaziociclismo/giro-2020/giro-ditalia-2020-jos-van-emden-accusa-nel-nostro-primo-hotel-buffet-aperto-a-tutti-un-grave-errore/
    Fossero vere sarebbe veramente grave la responsabilità degli organizzatori.
    Non so se gli hotel li assegni l'organizzazione. In tal caso è una cosa grave quella che racconta, ma perchè dirlo ora invece di porre il problema subito e pretendere di avere cibi non potenzialmente a disposizione di altri?