Comunicazione di RCS Sport e dell’UCI in merito ai risultati dei test effettuati tra l’11 e 12 ottobre

Comunicazione di RCS Sport e dell’UCI in merito ai risultati dei test effettuati tra l’11 e 12 ottobre

13/10/2020
Whatsapp
13/10/2020

[Comunicato stampa] Lanciano, 13 ottobre 2020 – In conformità con il protocollo sanitario del Giro d’Italia, sviluppato in accordo con l’UCI (Union Cycliste Internationale) e in linea con le misure di contenimento dettate dal Ministero della Salute della Repubblica italiana, tutte le squadre (corridori e staff) sono state sottoposte ai test nei giorni 11 e 12 ottobre.

Sono stati effettuati 571 test:

  • due corridori, uno del Team Sunweb e uno del Team Jumbo – Visma, sono risultati positivi al Covid-19 e sono stati affidati ai medici delle rispettive squadre che ne hanno disposto le misure di isolamento;

  • sei membri dello staff, quattro della Mitchelton – Scott, uno del Team Ag2r-La Mondiale e uno del Team Ineos Grenadiers, sono risultati positivi al Covid-19 e sono stati affidati ai medici delle rispettive squadre che ne hanno disposto le misure di isolamento.

 

Commenti

  1. Considerando il tipo di virus e la su diffusione (200 persone +staff in gruppo durante ore per 3 settimane.. É una bella movida ) aveva poco senso correre i tre grandi giri in questa stagione. Capisco che lo show doveva continuare, ma forse sviluppare il calendario solo con le corse di un giorno era la cosa più sensata. Il Tour detta legge..e gli altri, UCI, compresa si sono accodati cercando di raccogliere le briciole purtroppo.
  2. gibo2007:

    Sì pagano anche scelte poco lungimiranti. Ecco perché dicevo di non farlo affatto il Giro quest'anno.
    La fai semplice...c'è gente che guadagna il pane per le loro famiglie al Giro d'Italia...non è un'intrattenimento gratuito per appassionati, organizzato da una Onlus.
  3. green dolphin:

    Comunque qui se la cosa va avanti probabile che vinca quello che oltre ad essere meglio piazzato nella classifica generale, riesce pure a risultare negativo fino all'ultimo giorno.
    Nel frattempo la lotta per la maglia rosa diventa di secondaria importanza quando un ex campione del mondo ci regala tappe come quella di oggi.