Comunicazione di RCS Sport e dell’UCI in merito ai risultati dei test effettuati tra l’11 e 12 ottobre

Comunicazione di RCS Sport e dell’UCI in merito ai risultati dei test effettuati tra l’11 e 12 ottobre

13/10/2020
Whatsapp
13/10/2020

[Comunicato stampa] Lanciano, 13 ottobre 2020 – In conformità con il protocollo sanitario del Giro d’Italia, sviluppato in accordo con l’UCI (Union Cycliste Internationale) e in linea con le misure di contenimento dettate dal Ministero della Salute della Repubblica italiana, tutte le squadre (corridori e staff) sono state sottoposte ai test nei giorni 11 e 12 ottobre.

Sono stati effettuati 571 test:

  • due corridori, uno del Team Sunweb e uno del Team Jumbo – Visma, sono risultati positivi al Covid-19 e sono stati affidati ai medici delle rispettive squadre che ne hanno disposto le misure di isolamento;

  • sei membri dello staff, quattro della Mitchelton – Scott, uno del Team Ag2r-La Mondiale e uno del Team Ineos Grenadiers, sono risultati positivi al Covid-19 e sono stati affidati ai medici delle rispettive squadre che ne hanno disposto le misure di isolamento.

 

Commenti

  1. E un giro d'italia che non si Doveva fare, voglio vederli andare sull'agnello, isoard, monginevro e sestiere il 24 ottobre.. Poi il giorno prima mi sembra che ci sia una tappa durissima, non hanno pensato alla salute dei corridori.
  2. Doppiomisto:

    Certo. Matthews ha sempre combattuto per la vittoria finale in un grande giro...
    Il problema è che Kelderman non lo vedo bene visto quanto successo con la Mitchelton.
  3. Anno non ordinario, gare non ordinarie. Concordo con chi ha detto che i grandi giri avrebbero dovuto essere di due settimane, nella terza settimana decurtata del Tour potevano mettere le classiche del nord, in quella del giro quello italiane. Dalle mie parti di dice che espirare e inspirare allo stesso tempo non si può!