Coronavirus: dal 4 maggio si torna in sella

2.701

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha diramato poco fa il nuovo DPCM che descrive la fase 2 e le relative nuove misure di contenimento atte a contrastare la diffusione del Coronavirus, che partirà dalla mezzanotte del prossimo 4 maggio. Dopo una fase 1 evidentemente efficace nel ridurre i decessi ma innegabilmente restrittiva e piuttosto controversa rispetto a quella impostata dal governo di altri stati, soprattutto per ciò che concerne la pratica del nostro sport, la fase 2 apre finalmente uno spiraglio di luce per noi ciclisti.

YouTube video

 

Senza entrare nel merito di tutti gli aspetti toccati dalla formulazione della fase 2 (qui trovate il decreto integrale), andiamo a esaminare ciò che riguarda strettamente l’ambito mountain bike dalle parole del premier Conte:

  • Sarà consentito lo svolgimento dell’attività sportiva all’aria aperta e in modo individuale rispettando un distanziamento interpersonale superiore a 2 metri
  • Non si parla di limiti di tempo o di limiti territoriali se non quelli dei confini della propria regione
  • Non c’è obbligo di dotarsi di mascherina

Purtroppo invece occorrerà attendere ancora per l’apertura al pubblico dei negozi di bici e ciclo officine che si prospetta partire il 18 maggio.

Aggiornamenti positivi anche dalle Regioni con il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, che ha diffuso nel pomeriggio di oggi un’ordinanza con la quale anticipa a lunedì 27 la possibilità di uscire ad allenarsi in bicicletta all’interno del proprio comune di residenza dalle 6 alle 22. Lo svolgimento è consentito in modo individuale o anche in vicinanza di altre persone se residenti nella stessa abitazione e non c’è obbligo di indossare la mascherina.

Qui l’ordinanza completa della Regione Liguria. A pagina 7 il paragrafo specifico.

Anche il Friuli Venezia Giulia ha dato il via libera dal 27 aprile alle attività motorie all’aperto all’interno del proprio comune di residenza, sempre in modo individuale, tuttavia con il discutibile obbligo di indossare la mascherina.

Non ho trovato riscontro di ulteriori ordinanze analoghe da parte di altre regioni ma se qualcuno dovesse avere aggiornamenti in merito può cortesemente segnalarcelo, grazie.

 

Commenti

  1. pietro1973:

    Se sono nel giusto non scappo da nessuno tantomeno su una moto targata, sulle voci se ne sentono tante, nella bozza non è riportata aspettiamo quello definitivo che sarà, suppongo, a grande linee uguale se vi sarà qualche restrizione riguarderà ordinanze comunali sparse, ma domenica e nei gg successivi avremo più certezze
    Non è una bozza il DPCM è ufficiale in vigore dal 04/05, bisogna vedere solo le varie regioni e comuni se stringono le maglie o no.
  2. lucas.:

    Non sono così sicuro che si possa uscire dal proprio comune dal 4 maggio. Allo stato attuale non è stato ancora chiarito ma ho come l'impressione che verrà utilizzato il "modello liguria" ovvero sport all'interno dei confini comunali. Sinceramente a me andrebbe anche bene così.
    Ma sì, dai, mal che vada meglio che 200mm in orbita alla propria abitazione. Anche se il mio è un piccolo paese, posso fare decine di km di strade, se poi ci metto i sentieri del bosco sono a posto!
  3. VECCHIA:

    Riguardo al Veneto l'ordinanza di ieri era atta a far uscire la gente da casa . Il fatto che si possa ad esempio pedalare solo entro i confini del comune non e' altro che una conseguenza del decreto attualmente in vigore . A oggi qualsiasi regione che volesse permettere l'attivita' motoria non puo' andare oltre al territorio comunale . Dal 4 maggio il limite per la bici e sport vari dovrebbe essere la regione e come logica il Veneto dovrebbe aderire visto che l'ordinanza di ieri e' stata fatta per allentare la morsa e non per restringere . Stessa cosa aveva fatto la Liguria un giorno prima .
    Non ovunque è così. Da me in Alto Adige (Alto Adige = provincia Bolzano, non regione Trentino Alto Adige che praticamente esiste solo sui libri di geografia), i vincoli comunali non ci sono. Possiamo pedalare anche fuori comune. Non fuori provincia.
Articolo precedente

Cannondale lancia il programma di spedizione diretta al consumatore

Articolo successivo

E i negozi di bici?

Gli ultimi articoli in News

Quintana non si ritira

Nairo Quintana non si ritira. Curioso dare questa notizia “all’inverso”, quando di solito si annunciano i…